Agents of SHIELD | Il ritorno che ha distrutto Daisy

Daisy MAOS

Attenzione! SPOILER per l’episodio di martedì di Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.

Gli Agenti di Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. hanno  proprio dato un colpo ben assestato a Hive e ai suoi piani nell’episodio di martedì.

Sembrava che Lincoln (Luke Mitchell) volesse fuggire dallo S.H.I.E.L.D. per andare ad aiutare Daisy (Chloe Bennet), ma in realtà era tutto calcolato: era un trucco affinché lei facesse arrivare il quinjet con Lash a bordo da Hive (Brett Dalton). Lash è riuscito a liberare Daisy dall’influenza di Hive, dandole quindi la possibilità di tornare dal team.

Ma non aspettatevi la solita Daisy che tanto amate, perché la ragazza subirà le conseguenze del controllo esercitato da Hive come se fosse in astinenza. “Mi ha sorpreso il fatto che l’abbiano fatta comportare in modo così freddo, distaccato e arrabbiato, mi è piaciuto perché mi aspettavo che avrebbe iniziato subito a chiedere perdono”, dice Bennet ad EW. “È così distrutta che non riesce nemmeno a parlarne col team. La cosa la disturba talmente, che si sente come se non potesse più guardare i suoi compagni negli occhi, per non parlare del mostrarsi turbata.”

Date le vite perse e i danni causati mentre Daisy era sotto l’influenza di Hive, il suo ritorno è visto in maniere contrastanti. Coulson (Clark Gregg), ovviamente, è il primo a darle il benvenuto a casa visto che il loro è un rapporto quasi padre-figlia. “Per lui è stato molto doloroso vederla sotto l’influenza di Hive. In più, la cosa che rende il tutto ancora peggiore per Coulson è il fatto che Hive sia una creatura che è arrivata su questa terra per circostanze che lui stesso ha creato,” dice Gregg. “Sta veramente cercando di liberarla da quello che sembra il veleno peggiore di tutti, il disprezzo che prova per se stessa.”

Ma non tutti la pensano allo stesso modo sul ritorno trionfale di Daisy.

Simmons [Elizabeth Henstridge] è dura con Daisy, perché sta parlando con una persona dipendente che ha provato come ci si sente ad essere su di giri, sensazione che poi le è stata tolta,” dice Henstridge. “Simmons in realtà non giudica Daisy, ma le si deve avvicinare in maniera molto severa e non deve dare spazio a nessun tipo di empatia, cosa che trova particolarmente difficile, ma sa di doversi comportare così. Lo scopo è arrivare ad Hive, e Daisy è il mezzo. Daisy vorrebbe lavorare sul campo, fare di più, ma segretamente sta sperando di riprovare quella sensazione.”

Motivo per cui Lincoln esita a riunirsi con la ragazza, quando questa ritorna. “Daisy era come drogata di quello che Hive le faceva provare attraverso l’influenza che aveva su di lei” dice Mitchell. “Lui sa cosa significa essere dipendenti. Era alcolizzato. Ha una personalità tendente alla dipendenza. In poche parole è Daisy-dipendente.”

Lash-Daisy

La più grave di tutte le perdite di questo ultimo periodo è stata quella di Lash, ucciso mentre cercava di salvare Daisy. Anche se Lash era ormai completamente un Inhuman e non aveva più nulla di Andrew (Blair Underwood), “May è combattuta” dice Ming-Na Wen. “Alla fine è riuscita a perdonarlo e a capire quale fosse la sua vera missione. Ma fino al momento in cui non l’ha perso, ha provato rabbia per l’intera situazione. Si sente ancora responsabile. In qualche modo, sarà sempre così perché, se solo non fossero mai tornati assieme, lei non sarebbe andata a chiedergli aiuto e lui non sarebbe morto. Ecco cosa la fa arrabbiare di più”.

Comunque, May non dirige la sua rabbia contro Daisy, ma cerca invece di aiutarla a superare il senso di colpa, visto che ha vissuto una situazione simile. “May si preoccupa che Daisy non riesca a perdonare se stessa per tutto quello che è successo mentre era influenzata da Hive,” dice Wen. “Diversamente da quello che è successo a May in Bahrain, dove ha dovuto fare una scelta e fare certe cose che andavano contro la sua idea di giusto e sbagliato, ha dovuto fare una scelta difficile. Deve conviverci. Anzi, ora desidera continuare a proteggere e guidare Daisy, così che lei non soffra le sue stesse conseguenze e che non si richiuda in se stessa come invece ha fatto May.”

Ma la vera portata del senso di colpa di Daisy non la comprende ancora nessuno e continuerà a crescere con gli eventi del season finale. “Sono successe così tante cose che non credo saranno risolte del tutto prima della prossima stagione,” anticipa Bennet. “Nel finale vedrete tutto il suo senso di colpa, quanto le pesa”.

Il finale di due ore di Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. andrà in onda martedì su ABC.

Fonte

thisperfecttime
Valentina, classe 1991. Da piccola il suo appuntamento quasi-fisso era con Young Hercules e Xena L’addiction però è arrivata più avanti, con Lost. Ricorda un momento preciso, come un colpo di fulmine: accende la tv e appare un gruppo di persone a lei ancora sconosciute, una ragazza bionda prende la mano di un ragazzo e poi un’asiatica esclama: “Boat, Boat!”. Ecco, quello è stato IL Momento. Dopo aver recuperato telefilm che le erano inspiegabilmente sfuggiti (Buffy in primis) inizia a guardare un numero sempre crescente di serie tv, vecchie e nuove, (tanto i network “risolvono il problema" facendo stragi e cancellandone una buona percentuale) e ad affezionarsi, sempre e comunque, a quei personaggi destinati a tirare le cuoia nei modi più assurdi e dolorosi. Per ora fa la spola tra Gotham City e l’Enchanted Forest, tra il Seattle Grace e Central City, tra Baltimora e il salotto di Freddie e Stuart… Ma è sempre alla ricerca di nuove destinazioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,375FollowersFollow

Ultimi Articoli