A Series of Unfortunate Events | Neil Patrick Harris conferma la fine della serie dopo la stagione 3

Tutti gli eventi sfortunati hanno una fine. Neil Patrick Harris conferma che il suo dramedy targato Netflix, A Series of Unfortunate Events (Una Serie di Sfortunati Eventi) arriverà alla sua conclusione con la terza stagione.
“E’ sempre stato nei piani di fare solo 3 stagioni, ed è una cosa che mi piace molto,” ha detto l’ex di How I Met Your Mother a TVLine. “Mi da la sensazione che stiamo dando vita a uno specifico pezzo d’arte, invece di sperare di continuare per quante più stagioni il pubblico riesca a digerire.” Anche se Netflix deve ancora rinnovare ufficialmente lo show per la terza stagione (forse perché sta aspettando di rilasciare la seconda stagione alla fine del mese), Harris rivela che la stagione d’addio consisterà di sette episodi – uno in meno degli otto della prima stagione e tre in meno dei 10 della seconda.

Riguardo la seconda stagione, Harris anticipa che i bambini Baudelaire — che scapperanno presto dagli alloggi della Prufrock Preparatory School — hanno alzato considerevolmente la posta in gioco, per la frustrazione del Conte Olaf. “Sono più attivi perché sono fuori dalla coltre di sgomento e shock passivo,” spiega. “Prima venivano trascinati negli eventi; ora capiscono che devono trascinarsi da soli… Quindi Olaf sta rincorrendo dei bersagli in movimento, invece di pianificare contro dei bersagli statici.”
Violet, Klaus e Sunny “si rendono conto che non hanno adulti che possano aiutarli,” continua Harris. “Sono gli unici che possono risolvere i loro problemi. Quindi si stanno muovendo verso una conclusione che sia soddisfacente per loro.”

La seconda stagione di A Series of Unfortunate Events debutterà su Netflix il 30 Marzo.

Fonte

Meta
Chiara, classe 1990. Incapace di vivere senza telefilm, musica, libri e film, ha iniziato a sviluppare una passione per il teatro. Predilige la lingua originale, ma sogna da sempre di entrare nel mondo del doppiaggio - magari per riportare gli adattamenti sulla retta via. All'inizio di ogni stagione telefilmica si impone di non iniziare nuove serie e sistematicamente si ritrova ad allungare la già infinita lista. Non ha un genere preferito, l'importante è che coinvolga ed intrattenga. Si affeziona troppo ai personaggi di fantasia e parla di loro come se fossero persone reali. Adora tutto ciò che è british - potrebbe passare ore ed ore ad ascoltare uomini britannici dalla voce suadente mentre leggono l'elenco telefonico - si diverte a imparare i vari accenti e cerca con scarso successo di imitarli; nel suo cuore c'è un posto riservato anche per USA e Canada. Quando Photoshop chiama, non può far altro che rispondere e darsi ai lavori di grafica e, nei momenti di ispirazione, crea anche video. Ogni tanto scrive fanfiction, ma più che altro le piace leggerle. E sì, le ship e le OTP fanno parte della sua vita, ma le usa con moderazione. Le piace viaggiare e visitare posti nuovi, ma nella vita di tutti i giorni è una pantofolaia. Nonostante il suo costante desiderio di fuggire da una realtà a cui non sente di appartenere, ama profondamente la sua famiglia. Ringrazia sempre il giorno in cui fece amicizia con un gruppo di pazze sparse per l'Italia, che sono diventate la sua famiglia virtuale. Ha incontrato David Tennant due volte in due giorni ed è ancora viva. E' rimasta in silenzio ad ammirare la sua celebrity crush tenere un'intervista a pochi metri da lei. Quando si sente giù di morale, ascoltare i rumori del suo modellino di Tardis la fa sentire meglio. P.S.: E' più pazza di quello che sembra. Uomo avvisato...

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,047FollowersFollow

Ultimi Articoli