A million little things – La nuova… This is us?

Addicted, ben ritrovati. Si sa, l’autunno è la stagione delle nuove serie TV, quindi dei Pilot, e così è facile imbattersi in serie che si aggiungono alla lista di quelle da “provare”.

Questa mattina, prima dell’alba in realtà, stavo facendo un giro su Facebook per ammazzare l’insonnia, e mi sono imbattuta in un post su “A Million Little Things”: i commenti entusiasti mi hanno definitivamente svegliata e così eccomi qui, un’ora dopo, a scrivere quest’articolo!

Premetto subito che “A Million Little Things” è una serie da “grandi” che parla in un linguaggio semplice di cose della vita. Come come? Vi sembra “This Is Us”? Ebbene, il format è quello. La vita, con le sue milioni di sfumature, con le sue vicissitudini, è in primo piano e la fa da padrone. Solo che, in questi caso, al centro della storia non c’è una famiglia, ma un gruppo di amici.

Questo tipo di serie è uno dei miei preferiti perché, a mio avviso, è tra i più difficili da creare: non ci sono grossi effetti speciali, non ci si può inventare chissà che (siamo nel mondo reale!!!) e tutto si basa sulla costruzione incrementale e trasversale della storia che si vuole raccontare. Il rischio di risultare banali e scontati è altissimo. Il rischio di non riuscire a coinvolgere lo spettatore, di annoiarlo, di non raccontare LA storia, è altissimo.

Eppure “A Million Little Things” centra il bersaglio, forse lo fa ricalcando un po’ troppo il modello di “This Is Us”, non si può negare, ma la storia non solo convince ma coinvolge, le lacrime scendono e i sorrisi le spezzano, i colpi di scena sono semplici eppure non scontati. Insomma, i minuti sono volati mentre io mi trovavo immersa nella vita di queste persone e adesso non vedo onestamente l’ora di conoscerli un po’ di più.

Un cast a me per lo più non noto, se non fosse per l’ex licantropa Keelin di “The Originals”, che però sa il fatto suo, regalando recitazioni molto credibili ed emozioni tangibili.

Cosa dire, io personalmente l’ho già aggiunta alla lista delle serie da portare avanti quest’anno, non posso dire molto perché tutto si basa su di un fatto che accade nei primi 15/20 minuti (e vi sconsiglio di googlare o leggere su Wikipedia, vi rovinereste la sorpresa), ma diciamo che non vedo l’ora di capire il perché e il per come le cose sono come sono!

Vi lascio il trailer della seconda puntata, anche se, credetemi, se vi piacciono le serie che parlano della vita allora dovete darle una possibilità senza sapere molto sulla trama, vi godrete di più il viaggio attraverso di essa!

 

2 comments
  1. Spoiler per chi prosegue nella lettura!

    dire che ho versato fiumi di lacrime è un eufemismo, nemmeno con this is us arrivo a questo punto

    mentre con this is us il punto focale era come fosse morto Jack qua invece già ci fanno vedere Jon che si butta di sotto, ora tocca scoprirne i motivi perché sicuro ce ne sarà più di uno.
    si scopre che sua moglie Delilah aveva una relazione extraconiugale col suo migliore amico Eddie, anche lui sposato. la sua ultima chiamata a Eddie era proprio per dirgli che li aveva scoperti? sì ce lo dice anche il promo praticamente
    si è tolto la vita per questo? sì e no perché vediamo Ashley la segretaria di Jon che prima nasconde la lettera di addio del suo capo e poi cancella delle email dal suo pc, c’era scritto qualcosa di illegale?
    quant’era speciale il rapporto di Jon con lei? forse pure lui tradiva Delilah? chissà

    perché Katherine la moglie di Eddie è così fredda? sa che il marito ha un’amante ma non ha ancora scoperto chi sia? o magari già lo sa e si diverte a torturarlo.

    Rome dirà del tentato suicidio a sua moglie?

    Gary da quello che si è capito non è tipo da matrimonio, Maggie sarà quella giusta?

    tanti punti interrogativi, ma interessanti

    1. Ciao!
      Io ho trovato ogni personaggio molto credibile, onestamente non mi aspettavo il suicidio di Jon, sono rimasta di sasso!
      E non mi aspettavo il risvolto di eddie con delilah. Chissà come la prenderanno gli altri!
      E anche io credo che la segretaria sappia più di quello che dice.. ho sentito che i ratings sono stati bassini… chissà..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.