90210 | Recensione 4×24 – Forever Hold Your Peace

E anche il quarto anno di 90210 giunge al capolinea, con un season finale in pura salsa trash: nessun evento meglio di un matrimonio quindi per ultimare questa stagione un po’ traballante (ma vogliamo mettere il matrimonio di Ivy e Raj?!)

A Naomi viene offerto, dalla madre di Holly, una delle tante guest star dell’episodio, un lavoro a New York come organizzatrice d’eventi: un possibile salto di qualità non da poco, ovviamente se niente sarà in grado di trattenerla qui dov’è. Durante le prove per le nozze, Madison, ancora sotto effetto della sbornia (ma quanto tempo passa da un episodio all’altro scusate?), manda Naomi al posto suo per provare l’attraversata della navata, e lei, ormai completamente nella parte, bacia Max all’improvviso. Si trovano in seguito per discutere dell’accaduto, ma lui fa saggiamente il finto tonto, con lo scopo di non rovinare le cose con Madison (non ha tutti i torti, da quando in qua i ragazzi stile Max si trovano tutte ste belle bionde che fanno la fila per loro?!).
Proseguendo con le scene WTF della puntata… avevamo lasciato il nostro Diego Desperato in chiesa, dove aveva chiesto asilo (?). La cosa però risulta poco fattibile, quindi decidono di passare ad una mossa ancora più intelligente: fare una manifestazione in suo onore per convincere i politici a farlo restare (perché sì, insomma, é un cittadino modello, un personaggio interessante e un essere umano utile, fatelo restare). L’unica parte buona di tutto questo, é che abbiamo la possibilità di vedere il prete figo uscirsene con citazioni religiose stranamente ammalianti.
Parlando di personaggi inutili, dopo che finalmente ci eravamo liberati di lui, torna Dixon a farsi sentire, chiamando insistentemente Adrianna e giurandole amore eterno. Austin cerca di proteggerla da un eventuale ritorno dell’ex (come dargli torto), ma alla fine la convince a fare i conti con il suo passato: un po’ stile Blair e Chuck (mai paragone fu meno azzeccato), Dixon invita Adrianna a farsi trovare in un determinato luogo ad una determinata ora. Cosa succederà?
Saltando di citazione trash in citazione trash, la nostra bella Elena dagli occhi blu é ancora indecisa fra il vampiro figo e quello bravo, anche se dal momento che il suo scopo é sfornare un figlio, io punterei sui geni dei primo. Peccato che sia il secondo, nonché Stefanavid, a offrire il proprio aiuto, anche se ci fa ben capire i suoi secondi fini: vorrebbe una relazione, non un figlio e via, il malandrino. Liam invece é ben cosciente di non voler ingravidare nessuno, se non tutte le ragazze che sbavano alla vista della sua tartaruga, quindi si propone a Silver offrendole l’unica cosa che può darle: il suo cuore (e il suo corpo). Ma esiste un’unica soluzione a questi problemi: non sai chi scegliere? O non scegli nessuno, o ne scegli un terzo (ho sempre detto che Elena doveva rimettersi con Matt). Così decide di fare Argento, che richiama uno spiazzato Teddy domandandogli molto direttamente di essere il padre del suo bambino. Scelta azzardata, ma che non può non lasciarci inteneriti (cosa ci si può aspettare da uno che si chiama TEDDY?).
Annie e il priest fanno i coccolosi un attimo, e quello dopo si sono lasciati. Sì, esatto, lui ha capito che la sua fede é più grande del suo bisogno di inzuppare il cerino nell’acqua santa, insomma, ci siamo capiti. Povera Annie, per una volta che si era trovato un bel pezzo di manzo che non fosse un resto di Naomi.
Escono di scena anche Ivy e Diego, dal momento che quest’ultimo decide di andarsene per smettere di scappare, mentre la mia bionda preferita all’ultimo secondo capisce di doverlo seguire, perché é l’amore della sua vita (oh my poor Raj).
Naomi sembra aver perso le speranze, ma sul punto di partire per New York, una chiacchierata con il mio ragazzo Austin la fa rinsavire: non può lasciare che Max sposi qualcuna che non sia lei! Allora, come il Dio del Trash vuole, irrompe proprio durante lo scambio delle promesse, facendoci una pena infinita, e se ne va sconsolata perché Max sembra non aver apprezzato l’imboscata. Ma dopo lui la raggiunge, e vissero tutti felici e contenti. Per ora.
Oh e pure Adrianna decide di fare una cosa intelligente: rinuncia ad aspettare Dixon e raggiunge Austin per partire alla volta del successo. Musicale, per ora. Ma ho fede in loro come coppia, tanta tanta fede, quasi più di Caleb.
Per il finalone gli sceneggiatori azzardano due mosse che, personalmente, ritengo una meravigliosa e una una grandissima porcata. Meraviglia: Dixon che fa l’incidente, mi auguro non sopravviva, mi dispiace dirlo, ma sei diventato inutile e insopportabile e non ti voglio più vedere. Porcata: far tornare Vanessa, nessuno l’ha mai sopportata, e quel povero cristo di Liam non ha sicuramente bisogno di farsi incastrare nuovamente da lei, quando ci ha messo una stagione a liberarsene. Oh, mossa ancora più geniale, concludere la stagione con la stessa canzone di Gossip Girl, per la serie: il trash va proprio a braccetto!

Come non attendere con ansia la quinta stagione, dunque?
Nella speranza che l’estate dia un po’ di fantasia a chi si occupa del destino di questi disgraziati personaggi, faccio come al solito la lista delle mie speranze per il prossimo anno:
– Dixon muore (tanto matrimoni e funerali sono all’ordine del giorno in 90210)
– Adrianna piange la sua morte fra le braccia di Austin
– Silver una volta incinta dell’Orsacchiotto la smette di darla a cani e porci
– Liam ammazza Vanessa e torna con Annie , e fanno un figlio che chiameranno Dixon
– Naomi e Max la smettono di mollarsi per gente più bella
– Ivy invece che uscire semplicemente dalla serie viene a vivere con me

Non chiedo troppo, no?
E ora andate a godervi la vostra di estate… cantate come Ade, tiratevela come Naomi, vestitevi come Annie, piangete come Dawson (?) e procreate come Silver! All’anno prossimo! ♪

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.