90210 | Recensione 4×15 – Trust, Truth and Traffic

Finalmente una puntata ben riuscita e coerente per questo 90210 che ha oramai superato la linea di metà stagione ma che ancora non ci fa sapere quali nuove storyline ci aspettano ora che molte si sono concluse.

Che Naomi abbia perso un po’ del suo brio l’avevamo capito già da una manciata di puntate: ormai senza lavoro, senza un uomo al suo fianco (dubito che l’assistente di fisica possa diventare la sua nuova fiamma!), e con i soliti problemi scolastici, la ragazza, forse per lasciare più spazio alle vicende degli altri personaggi, si ritira sullo sfondo. Questo nella speranza che gli autori, per la decina di puntate che ci separano da fine stagione, si inventino qualcosa di davvero innovativo per il personaggio che é chiaramente la punta di diamante dello show!
Questo episodio é in effetti incentrato principalmente sull’incendio alla villa della confraternita delle Kappa’s: passiamo mezz’ora convinti che Dixon e Austin finiranno male per aver accidentalmente incendiato l’abitazione, per scoprire poi che é stata Bree, nel tentativo di “proteggere” i dati relativi al suo servizio di escort (certo che andarsene non controllando manco se il fuoco si é spento é proprio da BIONDA, come on!). Annie viene ovviamente tirata in mezzo, perché preoccupata di finire dentro per prostituzione, ma Austin alla fine si sacrifica per il bene degli amici e confessa il crimine mai commesso (e da qui nacque la mia nuova enorme ship ovvero Annie x Austin… perché é destino di Annie beccarsi tutti i resti di Naomi!).
Nel frattempo si conclude anche la vicenda di Greg e Maisy: Adrianna, senza intenzioni maniache come tutti (a parte me) si saranno aspettati, fa in modo di passare un po’ di tempo con la bellissima figlia (tale madre tale figlia!), il che smuove in un moto di compassione Silver (e finalmente tornarono amiche dopo settecentomila puntate d’odio e disprezzo), ma non Greg, il “vero” padre di Maisy e unico che non ha avuto possibilità di decisione in questa faccenda (assolutamente comprensibile, e assolutamente e stranamente maturo per un essere umano di sesso maschile).
Le uniche storyline ancora in piedi riguardano Liam e Lexi, che decide di rinnovare il bar sulla spiaggia puntando sui muscoloni del ragazzo (continuo a pensare che la tizia abbia intenzioni losche) e Ivy, che fa amicizia con una gallerista nella speranza di vedere esposte le sue fotografie (chi ha riconosciuto la gallerista? Ha recitato in Malcolm, Lost e Death Valley!).

Come detto, io credo (o forse spero?) che questa puntata segni un po’ un giro di boa, dal momento che le varie storyline si sono concluse o comunque sono piatte da un po’ di tempo.
La puntata é stata comunque sorprendentemente piacevole e sensata: un po’ ci mancano le battute di Naomi, la semplicità di Dixon, le storie d’amore invidiabili o la sensibilità di Adrianna… ma ho la sensazione che torneranno presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.