4 Motivi per recuperare Cobra Kai (prima della terza stagione)

4 Motivi per recuperare Cobra Kai

Dopo una partenza in sordina come ennesimo reboot di un successo datato, “Cobra Kai” è salito alla ribalta anche per il grande pubblico, passando da YouTube a Netflix.

Noi abbiamo puntato su questa serie sin dalla prima stagione (QUI ci sono le prove), ma, per chi fosse ancora dubbioso, ecco perché dovreste recuperare “Cobra Kai” prima dell’inizio della terza stagione.

https://www.youtube.com/watch?v=Ld81w0NpfZw

4 Motivi per recuperare Cobra Kai

 

FINALMENTE UN REBOOT CON UN SENSO

In un mare di reboot inutili, “Cobra Kai” è uno dei pochi che abbia veramente un senso. Ha preso una saga di grande successo ed è riuscito a dargli una nuova vita, raccogliendo l’eredità di tutti i fan storici e riuscendo a catturare anche il nuovo pubblico. Un’operazione che ha funzionato su tutti i fronti, tanto da convincere Netflix ad investire su una terza stagione.

 

EFFETTO NOSTALGIA, MA SENZA PRENDERSI TROPPO SUL SERIO

I fan di “Karate Kid” non potranno che crogiolarsi in un mare di feels. “Cobra Kai” è infarcito di riferimenti alla saga classica, che contribuiscono a creare un effetto nostalgia perfetto. La chiave vincente, però, è il fatto che non si prenda troppo sul serio. Ci sono ovviamente dei rimandi alle scene cult dei film anni ’80, ma sono attualizzati e riportati attraverso uno sguardo ironico e consapevole.

4 Motivi per recuperare Cobra Kai

 

TEEN DRAMA MA NON TROPPO

Johnny e Daniel sono senza dubbio i protagonisti della serie, ma non bisogna dimenticare la nuova generazione di allievi dei dojo. C’è spazio per le gelosie da liceo, i primi appuntamenti e i difficili rapporti con i genitori, ma è un elemento che non prevarica sullo scorrere generale della trama. La componente teen drama è parte della serie, ma (fortunatamente) non è il fulcro di questo reboot.

 

JOHNNY LAWRENCE E’ IL PERSONAGGIO DI CUI NON SAPEVAMO DI AVER BISOGNO

Se nella saga originale l’eroe era Daniel LaRusso, in “Cobra Kai” non si può che tessere le lodi di Johnny Lawrence. Un antieroe che si è decisamente lasciato alle spalle il golden boy del liceo, per diventare un quarantenne fallito. Eppure non si può non provare empatia per lui, e quasi un po’ di fastidio per Daniel, a cui la vita, invece, sembra aver regalato ogni soddisfazione. “Cobra Kai” offre la prospettiva opposta di “Karate Kid” e, credetemi, questa è una cosa di cui non sapevate di avere bisogno, ma che vi riempirà di soddisfazioni.

 

Il primo gennaio “Cobra Kai” torna con la terza stagione e direi proprio che ci meritiamo di iniziare il nuovo anno con qualcosa di bello, divertente e leggero. Con due stagioni pregresse da dieci episodi l’una, è un intrattenimento veloce che potrete recuperare in pochi giorni, giusto in tempo per il rilascio su Netflix della nuova stagione.

Al
Ingegnere e bionda, borderline per definizione. Galleggia sul mare del disagio quotidiano grazie alla passione per libri e serie TV. Il suo motto nella vita resterà sempre “Save the cheerleader. Save the world”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,029FollowersFollow

Ultimi Articoli