Image default
Once Upon A Time Rubriche & Esclusive What if...?

Cosa sarebbe successo se gli abitanti di Storybrooke non avessero spezzato la prima maledizione?

Cosa sarebbe successo se gli abitanti di Storybrooke non avessero spezzato la prima maledizione che attanagliava la città?
Probabilmente ora tutti vivrebbero ancora indisturbati in quella tranquilla cittadina, senza chiedersi perché tutto sia così dannatamente strano e senza sfiorare minimamente l’idea di poter trovare dimora altrove, o quasi:

imageCi sarebbe stato una volta un uomo di nome David. David avrebbe sposato Cenerentola, avrebbero avuto una vita modesta, un lavoro modesto, una casa modesta… David avrebbe ceduto alle pressioni della sua “amata” e dell’intera Storybrooke e alla fine, suo malgrado, avrebbe dimenticato per sempre quella donna dai ridicoli cappelli di nome Mary Margaret. Con un po’ di impegno sarebbe anche riuscito a intraprendere una strabiliante carriera da vice sceriffo o simili e tornato a casa ogni sera, dalla moglie e i suoi ventotto figli avrebbe sempre portato dentro di sé quella mancanza di qualcosa che non si trova mai.

imageCi sarebbe stato una volta Tremotino che con il suo segreto sarebbe rimasto il solito odiato da tutti, chiuso nel suo negozio a rimuginare sulla sua vecchia vita e su quanto avrebbe dovuto fare qualcosa prima per cambiarla, insomma legato per sempre al passato che non rivedrà mai più: Neal, ex galeotto senza uno spicciolo che per vivere si accontenta di lavorare saltuariamente in qualche fast food, la sua prima moglie, insignificante in questo momento, ma sempre motivo di grandi rimpianti, Peter Pan, suo padre, l’uomo… Pardon.. Il ragazzo che avrebbe incolpato di tutto e per il suo sobrio e innocuo appellativo “The Dark One” e naturalmente l’amore, ormai perduto, della sua vita.

imageCi sarebbe stata una volta Belle che d’altro canto avrebbe sposato qualcuno di pacato e intellettuale come il grillo parlante per poi rendersi conto di essere una cattiva ragazza e quindi scappare senza il minimo rimorso tra le braccia di un altro uomo: il dottor Frankenstein. Lui, come è noto, non è una persona che si potrebbe definire “convenzionale”, anzi, avrebbe probabilmente sviluppato delle manie abbastanza perverse… Esperimenti su animali, addirittura omicidi forse, giusto perché da vero appassionato della serie “Dexter” non avrebbe mai potuto lasciarsi sfuggire l’occasione per diventare e addirittura superare il suo mito.

imageCi sarebbe stata una volta Emma, che non essendo più la salvatrice sarebbe scappata col cacciatore o con pinocchio, o con entrambi, alla fine tutti e tre squattrinati e senza un soldo si sarebbero ridati alle rapine e avrebbero speso molti dei loro anni dietro delle sbarre. Usciti avrebbero anche provato a rimanere “puliti”,ma chiamiamolo destino o più semplicemente cleptomania si sarebbero sempre trovati insieme in qualche posto… A rubare.

image

Ci sarebbe stato una volta Henry che, preso inspiegabilmente per pazzo furioso, bambino idiota e svela sortilegi a tradimento, sarebbe stato rinchiuso da Regina, suo malgrado, in un ospedale psichiatrico nel deserto del Sahara, ci sarebbe rimasto circa 5 mesi, senza cambiare mai la sua versione dei fatti sul mondo magico e la salvatrice. Una notte, poi, avrebbe ricevuto una visita da un ragazzo vestito di verde. Il suo nome era Peter Pan; lo avrebbe preso e portato nell’isola che non c’è perché “Pan never fails” , ma mica l’isola si pulisce da sola e quindi Henry coraggio, impugna lo swiffer e il ferro da stiro che i bimbi sperduti sono tanti.

imageCi sarebbe stata una volta Regina, l’unica a sapere la verità oltre Rumple dopo aver gettato, letteralmente, Henry nel posto a cui appartiene veramente, il manicomio appunto, che avrebbe continuato indisturbata la sua attività di sindaco di Storybrooke. Purtroppo, mostrarsi forte e intraprendente pur essendo da sola non è facile e, a lungo andare, solo un pensiero sarebbe rimasto vero e sincero nella mente di Regina: trovare il vero amore della sua vita, l’uomo con il tatuaggio sul braccio. Non sarebbe stato semplice, è ovvio, dopo tutto il lavoro che ha fatto per essere l’unica a ricordare della sua vera vita voler ritornare a farne parte per amore non sarebbe stata una scelta facile… Tutti quei mesi passati a osservare lo specchio, il mondo che ha abbandonato, Robin e suo figlio… Alla fine avrebbe anche lei ceduto al vero amore, perché almeno uno DEVE esserci, e così avrebbe abbandonato il mondo senza magia per incontrarlo ed essere meravigliosi come pochi.

imageCi sarebbe stata una volta, infine, una ragazza dai capelli neri, conosciuta nel mondo fatato come Snow White. Mary Margaret, in questo mondo, avrebbe resistito ancora per poco vedendo la sua macchina imbrattata di uova e scritte oscene: una sera tornando da scuola avrebbe incontrato un uomo talmente affascinante che non avrebbe mai più resistito al fascino del male, il suo nome? Killian naturalmente, ormai anche lui vittima del sortilegio poiché accusato di aver fatto uno sgarbo a Cora, e insieme sarebbero partiti vagabondando per l’America su una Jolly Roger a due ruote.

imageNaturalmente niente Spin-off e quelle altre venti maledizioni, personaggi tirati fuori anche dal più piccolo buco della Disney, streghe odiose verdi e soprattutto mai più bambini con l’espressione di un cactus che a dodici anni si divertono o leggere fiabe.

Che dire?

E vissero per sempre felici e contenti!

Related posts

Telefilm Addicted Consiglia… La spada della verità

Lunabi

Spellbook 1×12 – Bewitched [SEASON FINALE]

LuigiT

Once Upon A Time | Recensione 5×16 – Our Decay

Ocean

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.