Image default
Rubriche & Esclusive Top

Top 10 Fratelli Speciali. Quando la “miticità” è nel sangue

Ciao a tutti!

Come avrete intuito dal mio – nerdissimo – header, l’articolo è tutto dedicato ai miei fratelli telefilmici preferiti: alcuni appartengono alla leggenda, altri sono decisamente recenti ma non per questo meno amati. Ho dovuto, per forza di cose, lasciare fuori alcuni nomi ma, dovendo scegliere, questi 10 sono la mia formazione perfetta.

Essendo io sorella maggiore, non posso non gioire quando viene rappresentato sullo schermo, in una maniera particolarmente coinvolgente, un legame fraterno. La complicità, quel legame di sangue che risulta evidente ad occhio nudo, la rivalità e i sodalizi, l’istintiva protettività nei confronti dell’altro: tutti elementi del mio legame con mia sorella che adoro rivedere nei miei personaggi preferiti.

Ma bando alle ciance e andiamo di classifica…

10. Dean e Sam Winchester, “Supernatural”

winchester

Al decimo posto della mia classifica, troviamo i fratelli telefilmici per antonomasia. Cacciatori di demoni, a volte posseduti, sui nostri schermi da quando Jared Padalecki aveva da poco lasciato Stars Hollow e il pannolino. Dopo 11 anni, sono ancora con noi. Confesso di non seguire Supernatural perché -ehm ehm- sono una fifona che si spaventa facilmente, ma è praticamente impossibile essere un telefilm addicted e rimanere all’oscuro delle milioni di sfide che hanno dovuto affrontare questi due (e quelle che verranno) senza rimanere profondamente colpiti dal legame che li unisce. Pronti a fare qualunque cosa l’uno per l’altro, anche quando avrebbero volentieri girato la testa dall’altro lato proseguendo sulla propria strada.

Li vorrei al mio fianco nella lotta contro i demoni di tutti i giorni…magari alla guida di quella macchina.

9. Michael Scofield e Lincoln Burrows, “Prison Break”

prison breakE parlando di fratelli disposti a fare qualunque cosa l’uno per l’altro, come non inserire in classifica una delle serie che più mi avevano ipnotizzato qualche annetto fa? Per citare “Jerry Maguire”, letto il presupposto della serie, mi aveva convinto al «Ciao». Michael Scofield (Wentworth Miller), onesto cittadino americano, commette un reato federale con lo scopo di farsi rinchiudere nel carcere dove suo fratello Lincoln (Dominic Purcell) sta aspettando nel braccio della morte il giorno della sua esecuzione. Lo scopo? Farlo evadere perché sa che è innocente. Cosa c’è di più meraviglioso di un fratello che crede così profondamente nell’altro al punto da rischiare qualunque cosa pur di provarne l’innocenza e salvarne la vita? Le cose non sono sempre andate lisce come l’olio fra i due, Lincoln restava un personaggio complicato e la situazione, una volta evasi, non fu mai semplice, ma ciò che resta impresso nella mia memoria è l’affetto e la fede che legava i due fratelli.

In caso di fughe rocambolesche, sono loro coloro a cui farei affidamento.

NB. La scelta della GIF è stata decisamente pun intended, considerando che al momento Wentworth Miller e Dominic Purcell interpretano i due criminali Capt. Cold e HeathWave in “The Flash” e “Legends of Tomorrow”.

8. Kara e Alex Danvers, “Supergirl”

danvers,Decisamente più recenti delle due posizioni precedenti, Kara e Alex, sorelle adottive ma non si direbbe, mi hanno conquistata fin dal pilot. Il loro rapporto, grazie anche alla complicità delle attrici, buca lo schermo e resta la cosa migliore di “Supergirl”. Entrambe dal carattere forte, abituate a condividere qualunque cosa, incredibilmente complici, mi basta vederle insieme sullo schermo per sorridere. Sono lo stereotipo del rapporto fra sorelle eppure così immediate e vicine alla realtà che vorrei essere una di loro. Il mio momento preferito appartiene ai flashback della loro adolescenza, con Kara che vola via con Alex, sui cieli della fattoria Danvers.

Vorrei dire che amerei combattere gli alieni con loro ma la verità è che non mi dispiacerebbe una bella serata pizza e film sul divano.

7. Walter e Megan O’Brien, “Scorpion”

o'brienIl winter finale di “Scorpion” mi ha fatto piangere fiumi di lacrime. Sapevamo cosa sarebbe successo fin dall’inizio ma vedere Walter dire addio a sua sorella, l’unica persona che l’abbia mai veramente compreso, è stato più toccante del previsto. Ammetto di averli adorati fin da quel flashback in cui Megan aveva fatto suonare l’allarme antincendio della scuola di Walter per permettergli di fuggire. La ragazza è sempre stata il legame col mondo di Walter, l’unica persona oltre il velo della normalità che lo capisse e lo amasse per come era. E Walter perdendo lei ha perso anche quel primo legame: il ponte fra il suo mondo geniale e quello delle persone comuni. Un ponte che, non a caso, si è trasformato in un trampolino. Walter è un personaggio difficile da amare, lo riconosco, io stessa non lo apprezzo sempre, ma il modo in cui gli hanno fatto gestire la malattia e il lutto sono stati scritti così bene che merita un applauso. Nella sua mente estremamente razionale, trasformarsi nel dott. Frankenstein per salvaguardare la sorella era una scelta totalmente logica. Nel nostro mondo, un progetto del genere è totalmente scioccante. E Megan sapeva che non avrebbe capito e che avrebbe avuto bisogno di aiuto nel comprendere. Il video d’addio è l’ultima raccomandazione ad un fratellino sbadato da parte della sorella maggiore che lo ama tantissimo e che non smetterà mai di proteggerlo e guidarlo. E io li amo anche per questo.

6. Jane e Alex Kerkovich, “Happy Endings”

ELIZA COUPE, ELISHA CUTHBERT“Happy Endings” è finito troppo presto, punto. Se non avete mai visto la comedy della ABC, vi consiglio di recuperarla perché è assolutamente deliziosa. Tre stagioni di puro divertimento, insieme a personaggi completamente fuori come balconi che vi garantiranno quella mezz’oretta di relax per riprendervi dall’ennesimo colpo al cuore delle nostre serie preferite.

Tra i personaggi della serie, abbiamo anche le sorelle Kerkovich, interpretate dalle bravissime Eliza Coupe e Elisha Cuthbert. Jane e Alex non potrebbero essere più diverse: l’una rigida, sarcastica, incline alla rabbia e manipolatrice, l’altra naive e tontarella, sempre gentile e disponibile. Eppure proprio questa loro diversità le rendeva divertentissime, perché i loro litigi erano epici e le riconciliazioni sempre troppo ovvie per non farci dimenticare che l’affetto che le legava era più forte di qualunque cosa. Il mio momento preferito è quello della foto in alto: dopo l’ennesimo furioso litigio, le due si ritrovano a condividere il palco ballando una danza tipica dell’est europeo dal quale proviene la loro famiglia…e finiscono per divertirsi e fare pace. Nuovamente, non c’è bisogno di grandi parole: basta un sorriso e uno sguardo.

Vorrei essere una di loro, solo per tutte le risate che mi farebbero fare.

5. Chuck e Ellie Bartowski, “Chuck”

bartowskyIo sono un’orfana di “Chuck”. Ho perso il conto dei rewatch di questa bellissima serie comedy-spy-action-drama della quale ho amato tutte e 5 le stagioni e che non avrei voluto vedere finire. Uno dei punti di forza della serie è senza dubbio la qualità dei legami interpersonali rappresentati, e uno dei miei preferiti è quello fra i fratelli Bartowsky. Ellie ha dovuto assumere su di sé il ruolo materno nel momento in cui i genitori di entrambi si diedero alla macchia. Questo non le ha impedito di trasformarsi nel bravissimo medico che conosciamo, di diventare Mrs. Awesome (o la Signora Fenomeno, come è stato tradotto in italiano) e di rappresentare il caposaldo della vita di Chuck. Adoro i momenti in cui emerge questo aspetto della loro storia di fratelli: il suo essere fiera del fratello minore, il preoccuparsi per lui e per la sua felicità e futuro, la consapevolezza che Chuck valesse molto più del Nerd-Herd del Buy More e la costante spinta verso il meglio. Ma è quando Chuck pone il benessere della sorella al di sopra di tutto che apprezzo ancora di più il loro legame, come un’altra delle coppie di fratelli della mia classifica che troveremo fra tre posizioni, loro sono tutto ciò che hanno, quella base per il futuro da proteggere. Se devo pensare al mio momento preferito, sceglierei senza dubbio l’episodio della scoperta del segreto di Chuck da parte di Ellie: l’espressione insieme incredula, fiera e terrorizzata sul suo viso sono la sintesi perfetta dei Bartowsky.

Chi non vorrebbe avere un Bartowsky nella sua vita?

4. Liam e Eleanor Henstridge, “The Royals”

the royals 01“The Royals” è così trash che non si può non adorarlo. O almeno per me è così. Una delle cose che amo di più della serie, però, è il legame che unisce i due principi gemelli. Nell’arco di due stagioni ne hanno già passate parecchie, eppure il loro legame, già forte, lo è diventato ancora di più. Accomunati dalla volontà di scoprire la verità sulla morte del fratello maggiore e del padre, non si sono mai arresi, anzi, si sono coalizzati contro chiunque cercasse di distruggerli: la loro stessa madre innanzitutto.

Mi piacciono perché si comprendono e supportano, senza mai invadere l’uno la vita dell’altro ma rimanendo a distanza di sicurezza, pronti a soccorrersi in caso di bisogno.

Il “They don’t get rid of us. We get rid of them” resta il loro motto e il momento che preferisco. Sempre l’uno accanto all’altra, mai troppo lontani.

…fare il terzo fratello? No grazie, la mortalità in quella famiglia è seconda solo agli Stark.

Siamo arrivati al podio. Chi ci sarà?

3. Prue, Piper, Phoebe e Paige Halliwell, “Streghe”

charmedDite la verità che vi stavate chiedendo come mai non avessi ancora messo le sorelle più leggendarie della tv. Le Halliwell non sono state mai presenti tutte e quattro nello stesso momento, ma lo spirito che legava il Trio è rimasto il medesimo anche dopo il passaggio di consegne fra Prue/Shannen e Paige/Rose. Ho passato 8 anni con loro e non rimpiango neanche una delle stagioni. Mi hanno commossa e divertito e, sebbene sapessi che alla fine sarebbe andato tutto bene, mi hanno intrigato episodio dopo episodio fino ai vari inevitabili epiloghi.

Restano una delle più veritiere rappresentazioni del rapporto fra sorelle. E il loro magico motto è in realtà la frase simbolo del loro legame: “Il potere del Trio coincide col mio”. Singolarmente erano forti, ma insieme assolutamente imbattibili.

Adoravo l’atteggiamento materno di Prue, la continua lotta fra le due anime di Piper, la profonda sensibilità di Phoebe e l’atteggiamento a volte infantile di Paige. Le sorelle si bilanciavano, crescevano insieme, si scontravano e riappacificavano, facevano fronte comune contro demoni soprannaturali e demoni troppo umani. Un’unica grande squadra contro il mondo, le alleate perfette quando la vita è una giungla.

2. Bellamy e Octavia Blake, “The 100”

blakesPer il principio per cui “Non c’è prezzo per la miticità e nemmeno per l’attraenza” (cit. Kung Fu Panda), i Blakes sono una delle cose più belle di “The 100”. Unici fratelli esistenti su un’Arca che vietava l’avere più di un figlio, Bellamy ha passato la sua intera vita preoccupandosi di sua sorella. Da quando ha aiutato la madre a farla nascere, ha sacrificato qualunque cosa per lei, amandola più di se stesso, al punto da essere disposto a fare qualunque cosa per proteggerla e vederla felice. Fino al punto che sparò al Cancelliere pur di salire sulla navicella che avrebbe catapultato sua sorella e altri 99 ragazzi su una Terra inesplorata e, per quanto ne sapessero loro, potenzialmente pericolosa. Il Bellamy della prima stagione è lontano anni luce dal Bellamy attuale, ma fin da allora era decisamente chiaro che fratello eccezionale fosse. Da allora il loro rapporto si è evoluto: Bellamy ha imparato ad avere fiducia in sua sorella, lasciandola libera di fare le sue scelte; Octavia, forte della libertà conquistata, si è sempre più librata verso il mondo, mantenendo saldo il suo legame con la famiglia. Quel fratello iperprotettivo senza il quale, però, la sua vita non avrebbe lo stesso significato. Uniti contro il mondo, sono per lungo stati l’uno l’essenziale dell’altro e, anche ora che i loro orizzonti affettivi si sono allargati, il loro legame rimane inscalfito…sappiamo però da un promo molto furbetto che potrebbe accadere qualcosa che lo danneggerà: cosa potrà mai essere? Di certo io li adoro, e se dovessi scegliere la mia scena preferita penserei a quella della GIF qui sopra. Approfittando di un ballo in maschera, Bellamy, che ora è un giovane cadetto, fa indossare a sua sorella una maschera e per la prima volta la porta fuori dall’appartamento per mostrarle l’Arca e, cosa più importante, gli astri che la circondano. Poco importa che quella sarebbe stata la prima e unica sera di libertà per Octavia, quello che non smette mai di emozionarmi è l’entusiasmo negli occhi di lei e lo sguardo beato in quelli di lui.

Non vorrei essere una di loro per nulla al mondo…anche perché si chiamerebbe incesto e non sono una Lannister.

1. Ross e Monica Geller, “Friends”

gellerSul podio di questa classifica, non potevo non mettere loro. I leggendari Geller. Quelli della “Coppa Geller” e della “Routine”. Quei Geller. E il motivo è semplicissimo: il loro legame è uno dei meglio descritti e realistici della tv. Sono un fratello e una sorella che si fanno dispetti, di continuo, si prendono in giro, sono invidiosi l’uno dell’altra, perennemente in competizione per l’affetto e l’attenzione dei genitori, eppure sono uniti, si proteggono l’un l’altra, sono il safe place contro i problemi del mondo. E sono esilaranti, sì, anche quello. Tra le scene epiche – oltre alla routine di cui sopra – inserirei una sequenza della sesta stagione: è l’episodio del Ringraziamento e sul piatto c’è una banale ammissione di Ross sul passato che degenera in una gara con la sorella a chi svela più segreti dell’altro.

Vorrei essere un Geller? Assolutamente! Sai che spasso crescere con quei due?

Siamo arrivati alla fine della mia classifica. Per forza di cose, ho dovuto lasciar fuori alcuni nomi, anche piuttosto importanti:

  • Meredith e Lexie Grey, delle quali non ho mai visto la costruzione del legame avendo tralasciato la sesta, la settima e l’ottava stagione di Grey’s Anatomy;
  • Haley e Quinn James di “One Three Hill”, divertentissime insieme. Una boccata d’aria fresca;
  • Nathan e Peter Petrelli di “Heroes”;
  • Jane e Frankie Rizzoli di “Rizzoli & Isles”: lei si è sparata un colpo di pistola in pancia pur di uccidere il criminale e permettere ai paramedici di salvare il fratello gravemente ferito. Non so se ci rendiamo conto;
  • Arya Stark e Jon Snow. Non mi sono ancora ripresa dalla scena in cui Jon le regala Ago nella prima stagione.

…sono sicura di aver dimenticato qualcuno, conto su di voi per aggiungere qualche nome nei commenti.

Grazie per avermi letto e correte a commentare: chi sono i vostri preferiti?

Alla prossima!

Related posts

Cotte Telefilmiche | Sam Winchester

ChelseaH

I 5 tipi di… Previously On

Al

7 Cast che hanno celebrato con un tatuaggio la loro serie TV

Al

1 comment

Fran
Fran 26 Gennaio 2016 at 11:16

La capacità di vedere e rivedere e rivedere Friends e non stancarsi mai!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.