Image default
Off Topic

Timidamente Amore – Se non hai un clavicembalo in casa non sei nessuno

Il magazine “La Casalinga di Brembate” è orgogliosa di presentare per voi in anteprima la ricetta della torta Mille Delizie, donataci gentilmente dall’autrice del best seller internazionale “Timidamente Amore” Ornella: 100 gr di farina, 3 uova, 100 gr di zucchero, un bicchiere di latte e un comulo di fragole a piacere; mescolare tutto e infornare affettuosamente.

Il tempo si dilata enormemente in attesa di questo ballo che dovrà svelare il destino delle nostre eroine, mentre la trama continua ad arricchirsi di nuove svolte e nuove difficoltà.

In quella casa che è sempre più misteriosa, di cui Sara possiede sì la chiave, ma non conosce tutti i segreti, continua una guerra fredda fatta di risposte taglienti e silenzi ancora più assordanti tra la nostra amata fioraia e la subdola Sonia. Le due donne si scrutano con attenzione e forse Sonia conosce più di quel che dice, comprendendo per quel simbiotico legame genetico i segreti che la gemella sta nascondendo all’amica.

Giulia è ormai sommersa dal mare delle sue bugie, tutto ciò che ha cercato di fare in favore dell’amica ora le si sta rivoltando contro e forse piano piano sta cedendo al fascino di Luigi, quell’uomo misterioso che ha stregato tanti cuori ma che non è mai appartenuto a nessuna per più di una settimana (da considerarsi un’eternità nell’universo joyciano ricreato da Ornella): il panico è l’unica reazione possibile.

Un’ulteriore difficoltà si è aggiunta alla situazione già di per sé estrema: Amelia, la dama delle scelte. Ci si deve nuovamente inchinare alla superba maestria di Ornella che ha sorpreso pubblico e critica introducendo quello che in gergo si definisce “mado’ che colpo” svelando la reale importanza di un personaggio secondario che sembrava essere stato introdotto per caso; ma ricordate: la Vate non lascia mai nulla al caso.

Il Destino è alle porte e troverà le re donne tutte riunite in un’unica stanza. A separarci dalla verità solo lo spazio di un clavicembalo.

Related posts

I Met Gala sono per i poverih!

Lestblue

Royal Wedding: le foto dei look di tutti i VIP invitati

Luca Prince

Michele Masotti | Sotto le mura di Siena.

Books make me happy

6 comments

Syl
Syl 5 maggio 2018 at 18:18

Ridevo già alla casalinga di Brembate XD XD
Io continuo a non capire un fatto base: ma se quest’uomo lo vogliono tutte e lui pure vuole tutte, perché Sara pare la prescelta di fronte alla quale tutte le altre sembrano le nemiche di questo amore destinico?
Soprattutto, perché nessuno si rende conto che la serpe in seno è Amelia?!
E sì, mi manca il ballo. Avevo riposto tante speranze…

Reply
Al
Al 6 maggio 2018 at 19:42

Purtroppo credo anche Ornella sia una vittima della generazione CandyCandy, cresciuta con lo spietato istinto della crocerossina (e la passione peri tagli di capelli improbabili), quindi Sara, la dolce fioraia, è la predestinata per salvare quest’anima persa e ricondurre Luigi alla monogamia. Oppure ci aspetta un plot twist finale iper femminista in cui alla fine Sara sceglierà se stessa al di sopra di ogni uomo, chi lo sa? XD
Tutti sono troppo focalizzati su Sonia per accorgersi di Amelia,che già a “dama delle scelte” doveva in effetti suggerirci la sua ambiguità.
Il ballo sarà talmente spettacolare da rifarsi della lunga attesa, sicuro…

Reply
Ale
Ale 6 maggio 2018 at 10:43

Non solo suspense in questa Opera ma anche arte culinaria, grazie mille per aver condiviso la ricetta della casalinga di Brembate xD
Io sono sempre più interdetta dalla punteggiatura che si fa sempre meno frequente man mano che andiamo avanti con la storia, il capitolo 30/30 dovremo leggerlo tutto d’un fiato… ma magari è questo l’intento della Vate! Meno male che ci sei tu a discernere la matassa della trama e ad aiutarci ad addentrarci nei misteri della prosa futurista di Ornella, decisamente non è un romanzo per tutti 😀
Butto lì una teoria per il prosieguo: dame, clavicembali… alla fine si scoprirà che in realtà tutta la storia è ambientata nell’Ottocento. Magari una versione steampunk visto che hanno già macchine e cellulari ma whatever.

Reply
Al
Al 6 maggio 2018 at 19:48

Eh sì quest’opera non è per tutti e Ornella è talmente poliedrica che persino i critici più esperti faticano a stare al passo con i suoi voli pindarici.
Alla fine potremmo scoprire che come l’altra grande opera letteraria di questo secolo “50 sfumature di…” è liberamente ispirato da “Twilight”, così anche “Timidamente Amore” trae le sue origini da una rielaborazione del più grande capolavoro della televisione moderna, “Sensualità a corte” XD

Reply
MooNRiSinG
MooNRiSinG 6 maggio 2018 at 11:07

IO NON CI STO! Non puoi promettere a una ragazza un gran ballo e poi prolungare l’attesa al punto di farla diventare un’agonia. Ornella, dacci i vestiti principeschi, dacci la musica, dacci l’amore!!
Io comunque mi aspetto che Polly giochi un ruolo fondamentale nelle vicende che devono ancora accadere e che si riveli la chiave per dipanare l’intricata matassa sentimentale che la Vate è andata intessendo nelle ultime 24 settimane.
Solo sei capitoli al finale e io ancora mi chiedo se Sara ha poi finito di preparare la torta delle mille delizie. E se l’avesse dimenticata nel forno, dando vita a un incendio che raderà al suolo come una furia purificatrice la casa di Giulia e Sonia, con clavicembalo e libreria annessi?
Rimango in fremente attesa.

Reply
Al
Al 6 maggio 2018 at 19:53

Ricordati, carissima, che l’attesa del ballo è essa stessa il ballo, e non disperare, anzi pensa che fra poche settimane tutto questo sarà finito e le nostre vite perderanno senso.
Polly è la vera anima della storia,sicuramente avrà un ruolo da giocare.
Prerogativa della torta Mille Delizie è che è ignifuga e una volta raggiunta una temperatura eccessiva cementifica; in un centro di ricerca svizzero stanno valutando il suo utilizzo come materiale per costruire il ponte sullo Stretto.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.