The X-Files | Trailer e notizie dal NY Comic-Con


Non è The X-Files finchè Mulder e Scully non si ritrovano a correre in un cimitero.

Il creatore Chris Carter si è presentato con gli attori David Duchovny, Gillian Anderson, e Mitch Pileggi sul palco del New York Comic Con domenica, per rilasciare alcune anticipazioni sul ritorno della serie, e il nuovo trailer, che promette molto drama per la coppia (e una parrucca più lunga!) Come rivelato da EW nel primo sguardo esclusivo alla stagione 11, Scully dovrà affrontare un momento difficile, se ricordate il finale della decima stagione lei si era lanciata nel salvataggio di un Mulder gravemente malato. Sebbene ovviamente lei si riprenderà da quello spavento almeno quanto basta per correre e nascondersi, “perché è ciò che le donne fanno,” ha dichiarato Scully, verrà fuori da questa esperienza di quasi morte con una nuova determinazione.

“Devi trovarlo e fermarlo prima che rilasci l’inferno sulla terra,” Scully prega il suo partner sul letto di ospedale. Parla dell’Uomo che fuma interpretato da William B. Davis? O del suo figlio scomparso, William, dato in adozione 15 anni prima?
“Devo ritrovare tuo figlio!” insiste.

La ricerca di William promette di essere un punto centrale della stagione. Durante la conferenza, Carter ha affermato che questa stagione esplorerà quella relazione: padre, figlio, madre…vedrete di più William.” Il cast e il creatore hanno rilasciato molte anticipazioni: Anderson ha suggerito che William ha l’altezza di David, mentre Carter ha scernzato che il figlio di Mulder e Scully sia con Langly (Dean Haglund), il membro presunto morto del trio Lone Gunmen che appare anche nel trailer, non che il mondo degli spoiler non avesse elaborato una teoria su quale ruolo possa avere.
Ecco cos’altro abbiamo appreso dal panel.

Mulder e Scully sono più connessi
Gli agenti di X-Files, la cui relazione ha avuto degli alti e bassi durante la strada prima del revival del 2016, adesso sono “sulla stessa lunghezza d’onda”, ha affermato Anderson. Carter si è spinto oltre, affermando “si baceranno o ci andranno vicino,” così gli iniziali urli che hanno seguito l’affermazione si sono trasformati in urla di dissenso quando gli è stato chiesto di approfondire se potessimo comparare la dinamica dell’episodio 11 con quello che i fan hanno visto nella stagione 10. “Mulder e Scully sono sempre dei partner professionali; non romantici,” ha chiarito Carter. “Ma esploreremo quella relazione in modi interessanti, perciò preparatevi.”

Un episodio esplorerà la storia di Skinner
L’Assistant Director Skinner avrà il suo momento di fama. Un episodio nella seconda metà della stagione, che Pileggi afferma di aver letto due volte, si concentra sul boss di Mulder e Scully (il quale, se il trailer fornisce qualche indicazione, non sembra essere più nelle grazie della coppia; Carter aveva anticipato che le alleanze di sempre quest’anno si sarebbero incrinate). L’episodio sarà diretto da Carol Baker, e il copione è stato scritto da Gabe Rotter, ex assistente autore di X-files. “Ha fatto un buon lavoro con l’episodio,” ha asserito Pileggi. “Sono molto felice. Sarete tutti entusiasti di scoprire di più su Wally.”
E sembra che Rotter e Pileggi fossero già sulla stessa lunghezza d’onda: “E’ divertente, molte delle cose che sono state scritte, le avevo costruite nella mia mente come backstory del mio personaggio.”
Carter ha anche promesso che apparirà il giovane Skinner. E Anderson ha scherzato, “Era sempre pelato.”

Darin Morgan è ancora lo scrittore anarchico dello show
L’autore preferito dei fan Darin Morgan, il cui episodio del 1995 “Clyde Bruckman’s Final Repose” ha vinto un Emmy per Miglior scrittura per una Serie Drama, tornerà allo show per la stagione 11. Carter promette, “Come ci si aspetta da un episodio di Darin Morgan, questo sarà originale, idiosincratico, molto, molto divertente, è uno sgambetto allo show stesso.”
Duchovny ha parlato su cosa significhi lavorare su un copione di Darin Morgan: “Darin sembra avere un odio particolare per Mulder,” ha affermato. “Esorcizza dei demoni personali sfogandosi con Mulder. Amo i copioni e li trovo interessanti da interpretare, perché costruisce e smantella un personaggio allo stesso tempo.”
Pileggi, che non ha lavorato con Morgan prima della stagione 11, ha aggiunto che Morgan continua a dare a Skinner delle “battute lunghe”, nonostante la riservatezza del personaggio. “Mi piace pensare a quei momenti come a “Dagoo moments”, ha scherzato Carter, riferendosi all’esclamazione di Duchovny nel divertente episodio scritto da Morgan nella stagione 10.

Lo show non ha dimenticato la sua storia
Quando gli viene chiesto se lo show conterrà un riferimento al passato fi The X-Files, carter ha promesso, “ci sono le piccole cose. Quelle cose presenti sulla lavagna di Mulder.” E alcuni richiami hanno delle connessioni familiari: la figlia di Anderson Piper, che lavora nel dipartimento artistico, ne è la responsabile. “Lei ha la sua visione speciale dello show,” ha affermato Carter.
“E’ una bella sorpresa,” si è accodata Anderson, portando Duchovny a richiedere che anche al termine “Hanukkah gelt (moneta)” venga dato lo stesso spazio. “Potete anche pensarla come una piccola moneta di cioccolato nascosta sotto il cuscino.”

La stagione 11 potrebbe lasciarci con un quesito
Carter ha invitato i fan ad aspettarsi che la stagione 11 termini con un punto interrogativo, un altro cliffhanger. Duchovny ha incalzato lo showrunner: “Sapendo come Chris ami chiamare I suoi personaggi, mi sorprende che ancora non abbiamo un personaggio chiamato Cliff Hanger.”

Scully non ha ancora una scrivania
Ma Anderson dice che il suo personaggio ha preso il toro per le corna; “Credo che si prenderà la scrivania di Mulder.”

The X-Files torna all’inizio del 2018 su Fox.

Fonte




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Stella
Toscana, nata e cresciuta in un paesino di 1000 anime, anche se nella sua mente vive negli Stati Uniti. Lì ogni anno scappa per una vacanza rigenerante e per assorbire l' americanità che adora. On the road, musica in sottofondo e macchina fotografica alla mano, percorre miglia su miglia a caccia di demoni alla scoperta dei luoghi dei suoi sogni… e dei set dei Tv show che le tengono compagnia durante l'anno. Segue di tutto, rigorosamente in lingua originale: comedy, reality, legal drama, police drama, crime drama, sci-fi drama, teen drama, medical drama, ecc. Insomma la sua vita è un "drama" vissuto attraverso i personaggi dei vari show. Ad ogni nuova stagione televisiva se ne aggiungono altri e non riuscendo ad abbandonarne nessuno (rifiuta il fallimento!) si ritrova con una lista improponibile di serie da seguire. Non sa dire di no alle fragole e non esce mai da una libreria a mani vuote. Con la valigia o solo con la mente, l’importante è viaggiare. Twitter: kazami_11

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.