Image default
The Walking Dead

The Walking Dead | Laurie Holden parla del finale di stagione: “E’ stato uno shock per tutti”

tumblr_mkmwxebtE71rnjfx5o1_500AVVISO: Chi non avesse visto la season finale, è pregato di non continuare a leggere. Gli altri avete il permesso di procedere.

 

Questo è stato più di una semplice mangiata di polvere.

 

L’episodio di domenica scorsa di The Walking Dead, non ha solo segnato l’ultimo episodio per l’attrice Laurie Holden, che ha sempre fatto parte del cast originale, ma è servito come culmine drammatico per il suo personaggio Andrea, il cui arco durante la terza stagione è stato messo alla prova ed è risultato essere il più estremizzato dell’intero show. (Perché non ha ucciso il Governatore quando aveva avuto diverse possibilità?!)

Nell’esclusiva intervista con TVLine, la Holden, che con destrezza è passata da un ruolo di dura a suicida per poi tornare al punto di partenza, affronta alcune delle specifiche critiche rivolte al suo sfortunato alter ego, condivide i suoi pensieri sulla sua triste dipartita (un proiettile auto inflitto nel cervello), e rivela il momento in cui ha saputo che la fine era vicina (non da tanto tempo).

TVLINE: Da quanto tempo sapevi della morte di Andrea?

La notizia non è arrivata fino a pochi giorni prima che iniziassimo a girare l’episodio finale. E’ stato uno shock per tutti. Non è mai stato parte dei documenti della storia originale della terza stagione, ed è stato piuttosto inaspettato. Hanno detto che questo è The Walking Dead. Lo show non è per nulla convenzionale, e noi attori lo sappiamo dal momento in cui entriamo a far parte del cast. Quindi attutisci i colpi, ti presenti, fai il lavoro al meglio e onori la narrazione della storia. Complessivamente questa è stata un’esperienza straordinaria e mi sento così fortunata ad aver preso parte ad essa.

 

TVLINE: Sai il perché sia stata presa adesso la decisione di ucciderla?

Onestamente, sento che sia stata cruciale per la storia, le permette di andare avanti… La seconda metà della terza stagione è stata una mischia generale. Ha avuto una fluidità organica e si è semplicemente spiegata giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, momento dopo momento.

 

TVLINE: Andrea si è presa delle colpe da parte dei fan in questa stagione per, tra le altre cose, essere rimasta accanto al Governatore per così tanto tempo. Cosa ne fai delle critiche?

Credo che la gente possa capire la traiettoria di Andrea solo dopo aver guardato l’intera stagione, finale compreso. Era una donna che si trovava tra due mondi; tutto quello che voleva era la pace. Era dalla parte delle persone ed era disposta a fare tutto il possibile, anche se ciò significava doversi sacrificare per preservare l’umanità e mantenere viva la gente. A volte le sue azioni erano un po’ equivocate o ambigue, ma dopo aver visto la stagione nella sua interezza, credo che le persone la capiranno sul serio. Ha fatto il meglio che poteva. E sento veramente che c’era un senso di chiusura, guarigione e compimento. Le persone di Woodsbury hanno raggiunto un santuario. Nessuno nella prigione è stato ucciso. Rick si è finalmente liberato dai fantasmi del suo passato e Andrea è morta tra le braccia della sua migliore amica e circondata dalle persone che amava. Non è stata fatta a pezzi dagli zombie; non si è trasformata. E’ stata in grado di uscire di scena con dignità. Il suo ultimo desiderio prima di morire è stato porre fine personalmente alla sua vita, cosa che le è stata concessa. E per la grazia di Dio adesso si riunirà alla sorella e a Dale.

 

TVLINE: Credi sia morta da eroe o da martire?

Non sta a me dirlo. Mi piacerebbe pensare che la morte di Andrea avrà un significato, che quello che ha sostenuto ed in cui ha creduto continuerà a risuonare nei cuori e nelle menti delle persone che si è lasciata alle spalle, perché tutti noi impariamo e cresciamo grazie agli altri. Amo il fatto che il finale abbia concluso un fuoco incrociato, perché sento che è arrivato il momento per nuovi inizi e per un risveglio spirituale. Lasciamo che la ripresa abbia inizio.

 

TVLINE: Lo scambio tra Milton e Andrea nel finale è sembrato molto metanarrativo, perché l’uomo ha chiesto in diversi modi la stessa domanda che i fan hanno posto durante tutta la stagione: Perché ha scelto di rimanere con il Governatore, perché non l’ha ucciso quando ne aveva la possibilità…

Sono davvero grata per come sia stata scritta la scena. E’ stata scritta da Scott Gimple [il nuovo showrunner della quarta stagione]. Credo ci sia una completa chiusura e risoluzione con il personaggio, e molte domande che i fan hanno posto, adesso hanno avuto risposta. Non sarebbe potuto essere un finale migliore in termini di comprensione vera e propria del proprio passato.

 

TVLINE: Continuava a tornare sullo stesso ritornello, “Volevo salvare tutti”, “Non volevo che ci fossero altre morti”.

Da quando, intorno all’episodio 9, il Governatore ha messo Merle e Daryl l’uno contro l’altro, e dopo, quando Andrea è andata alla prigione ed ha scoperto le cose folli che aveva fatto, il suo intero modus operandi da quel momento in poi, è stato “Come mi posso assicurare che queste persone rimangano vive? Come posso portare la pace?”. Era un avvocato per i diritti umani prima dell’apocalisse; non è un’assassina. Non ha mai ucciso una persona in tutta la sua vita, solo gli zombie. Credo che i fan che non erano contenti con il fatto che non fosse stata capace a portare a termine l’uccisione del Governatore, quando era davanti al suo letto con in mano un coltello, devono capire che c’era un normale dilemma morale dentro di lei. Credeva nell’umanità; credeva che, “Ok, ci deve essere una modo migliore”. Ed aveva avuto successo; c’era stata una riunione per stabilire la pace. Sì, non ha funzionato, ma è stata capace di organizzare una cosa del genere. Ha sempre provato a migliorare la situazione. E vedete, alla fine è stata lei la vittima della guerra. Sento come se non fosse morta invano.

 

TVLINE: E’ stato emozionante girare la scena tra Andrea e Michonne, come lo è stato guardarla?

Sì. [Singhiozza] Sì. [Lunga pausa] Devi capire che tutti ci amiamo. Abbiamo lavorato in un posto sconosciuto della Georgia durante gli ultimi anni, siamo diventati una famiglia. E’ molto duro dire addio… Amo com’è stata scritta la scena. Amo il fatto che Andrea sia stata capace di chiedere la pistola e occuparsene da sola. Adoro il fatto che sia stata capace di dire “So come funziona la sicurezza”, è ritornata agli inizi della prima stagione con Rick. Ed amo il fatto che tra le due donne che si sono volute così tanto bene ci siano state sia una ripresa che una chiusura.

 

TVLINE: Mi ha fatto venire la voglia di vedere più flashback di quando Andrea e Michonne erano in fuga insieme. Ti dispiace che non ci sia stato più tempo per mostrare gli inizi della loro relazione?

Non sta a me dirlo, sai? Sono un attore, faccio quello che mi dicono. Gli scrittori sono gli unici incaricati della narrazione, e sono loro a scrivere le scene. Vorrei, potrei, dovrei. Avrei voluto vedere ed esplorare di più il rapporto che si vede nei libri tra Rick e Andrea? Sì. Assolutamente. Avrei voluto che ci fossero state più scene con Michonne che avrebbero mostrato la loro amicizia? Sì. Assolutamente. Ma alla fine non credo avrei potuto chiedere una morte migliore. Credo che la sua vita sia stata importante, è morta mettendosi alla prova, ed in quel momento il suo cuore era nel posto giusto. Ne sono grata per questo. Non si può avere tutto.

 

TVLINE: Sono stato un po’ sorpreso che il Governatore alla fine dell’episodio ce l’abbia fatta. Tu, come fan dello show, aspetti con ansia di vedere che riceverà il suo giusto castigo?

Credo sia inevitabile. L’uomo è entrato in un territorio così malvagio ed oscuro che non c’è nessuna redenzione per lui, non ci sarà mai. Ma questa è la natura del nostro show. È per questo che è così popolare. Credo che tutti abbiano creduto che mi sarei salvata dalla camera della tortura, che avrei ucciso il Governatore e ci sarebbe stato un grande lieto fine. Ma non facciamo questo in The Walking Dead. Alla fine, tutto quello che Andrea voleva era ritornare dalla sua famiglia ed assicurarsi che le persone non sarebbero morte, sia quelle a Woodsbury che quelle nella prigione, ed il suo volere è stato compiuto. E se questo vuol dire che per renderlo possibile sarebbe dovuta morire, bene.

 

TVLINE: Guarderai lo show d’ora in avanti?

Adesso non lo guardo. Andy Lincoln (Rick) non lo guarda. Mentre giriamo siamo sempre così impegnati. Lo show si prende ogni momento della nostra vita, 18 ore al giorno, quindi è necessario separare la vita vera dalle riprese. Credo che col tempo sarò in grado di tornare indietro e guardarlo, perché amo veramente le persone con cui lavoro. Il cast e la crew sono le persone migliori che conosco, e voglio vedere il loro bellissimo lavoro ed i loro percorsi. Detto questo… [singhiozza] suppongo che adesso faccia parte del pubblico. [Pausa] Non voglio vedere morire altre persone che amo. [Ride] Forse vivrò nell’oscurità.

 

TVLINE: C’è qualche possibilità che potremmo vedere di nuovo Andrea, sia come fantasma o visione come Lori, che in dei flashback?

Tutto è possibile. Chi lo sa cos’hanno nella manica? Ci potrebbero essere scene di Andrea e Michonne che il pubblico vuole vedere. Potreste vedere una Andrea fuorilegge e cazzuta come l’ha ideata Robert Kirkman.

 

TVLINE: Cosa c’è in serbo per te?

Dal punto di vista legale, non sono ancora stata in grado di procurarmi un lavoro, ma da adesso in poi sono una persona indipendente e sono eccitata di cosa mi riserva il futuro e non vedo l’ora di aprire un nuovo capitolo.

 

TVLINE: Qualche pensiero finale?

Solo che non sta a me dire al pubblico come dovrebbero sentirsi a riguardo di questo finale. Ho amato interpretare questo personaggio, mi sono molto divertita. Sono così grata come artista di essere stata capace di far parte di tutto questo, e di raccontare questa storia. Se eroe o martire non sta a me dirlo, sarà il pubblico a decidere. Alla fine credo che lei sia stata solo una ragazza che ha fatto il meglio che ha potuto. O almeno ci ha provato.

 

 

Fonte: x

Related posts

The Walking Dead | La quinta stagione sarà la migliore

Cecilia

The Walking Dead | Foto e Immagini Promozionali della Stagione 5

Lestblue

The Walking Dead│Recensione 5×10 – Them

Clizia Germinario

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.