Image default
Recensioni The Walking Dead

The Walking Dead│Recensione 5×10 – Them

twd5

Dopo le morti di Beth e Tyreese, avvenute a poco tempo di distanza l’una dall’altra, il nostro gruppo di survivors è stremato e disperato: le risorse scarseggiano e di un rifugio sicuro non ce n’è neppure l’ombra. E se c’è chi reagisce chiudendosi nel mutismo e nella rassegnazione, c’è anche chi sviluppa comportamenti violenti e potenzialmente lesivi per gli altri.
“Them” vorrebbe essere un episodio incentrato sulla psicologia dei personaggi e sul fare il punto della situazione in maniera a tratti filosofica, ma non riesce nel suo intento e diventa un’accozzaglia di roba mal gestita. Difatti, se è apprezzabile il voler costruire un intero episodio che ruoti attorno alla disperazione e allo sconforto che prenderebbe themchiunque in una situazione simile, è fuori di dubbio che questa 5×10 assomigli tanto ad un filler che gli autori hanno appositamente realizzato per arrivare ai sedici episodi totali concordati per questa quinta stagione.
Come al solito, da parecchio tempo a questa parte, i dialoghi sono privi di mordente e spesso si ha la sensazione che vengano scritti tanto per: senza dubbio, la solidità narrativa (seppur con svariate pecche) delle prime tre stagioni è ormai irrimediabilmente perduta.
Su tutto va citata la paradossale (e ridicola) situazione relativa al temporale: i nostri si sono rifugiati da un po’ nel fienile trovato da Daryl, fuori infuria una rumorosissima tempesta e un nutrito gruppetto di walkers comparso dal nulla li attacca misteriosamente. Come è possibile? Da cosa sono stati attirati? Il tutto sembra tanto un espediente per dare al pubblico un po’ di zombie e tensione, piuttosto che una situazione plausibile in un simile contesto. E il prosieguo è, se possibile, ancora più esilarante: i walkers sono stati presumibilmente spazzati via dalla tempesta e attorno al fienile (inspiegabilmente intatto!) ci sono alberi spezzati e mezze carcasse agonizzanti. Ogni altro commento è superfluo.
E sul finire dell’episodio incontriamo un nuovo sopravvissuto all’Apocalisse zombie: è Aaron, un giovane dai modi piuttosto gentili che chiede di essere portato al cospetto di Rick. Ma chi sarà costui? L’uomo sembra piuttosto curato rispetto ai nostri, il che fa pensare che non sia un semplice viandante in cerca di alleati a cui aggregarsi. Se questathem2 storyline prenderà spunto da quella parallela del fumetto, si apriranno nuovi interessanti sviluppi per la serie: purtroppo, con tutta probabilità, beneficeremo di queste novità soltanto nella prossima stagione.
The Walking Dead ha iniziato a perdere colpi dalla caduta di Woodbury e del Governatore. Dopo di ciò abbiamo assistito a tentativi più o meno riusciti di allungare il brodo e/o di trovare altre storyline altrettanto solide: l’epidemia, il ritorno del Governatore, la dispersione del gruppo, poi Terminus, il ritorno di Gareth e infine il Grady Memorial. Tutte potenzialmente valide, ma tutte più o meno gestite male.

Ricordatevi di passare da The Walking Dead ItaliaThe Walking Dead – Italia e da The Walking Dead GDR Italia.

Vi lascio con il promo del prossimo episodio:

https://www.youtube.com/watch?v=4GOspvXs020

Related posts

Resurrection | Recensione 1×02 – Unearth

chasseur

iZombie | Recensione 2×08 – The Hurt Stalker

Rowhick

Homeland | Recensione 3×04 – Game On

La Ale

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv