Image default
Recensioni The Vampire Diaries

The Vampire Diaries | Recensione 8×12 – What Are You?

Buon sabato a tutti, e ben tornati sulle pagine delle recensioni di The Vampire Diaries, dove la sottoscritta questa settimana si ritrova a dover tentare di mettere insieme un commento articolato quando l’unico che in realtà avrebbe, è un grosso, gigantesco, stratosferico perché?! Insomma, perchéééééé?!

Ciao, Kai, amore di mamma, grazie per essere arrivato giusto in tempo per donarci almeno dieci secondi di gioia da cui estrapolare gif tenerelle delle tue espressioni facciali. Io ho sempre amato Kai alla follia, perché ho sempre avuto un’insana passione per questi cattivi un po’ (tanto) borderline, quindi onestamente non mi importa né da dove sia saltato fuori né quale sia la sua agenda, tanto non può essere peggiore di quella di tutti gli altri, BENTORNATO KAI.

Per il resto… perchééééé?!

Innanzitutto: perché perdere tutto questo tempo a fornire una backstory alla famiglia di Matt, quando ha passato sette stagioni e mezza a sguazzare nell’inutilità più totale? Per far finta di dare finalmente un senso al suo personaggio? Proprio ora? Ora che l’intero universo ormai si è abituato a dimenticarsi a cicli settimanali della sua esistenza, perché tanto è inutile, loro gli trovano un posto nel mondo? A che pro, dico io? Quello di allungare la minestra di una storyline stagionale che altrimenti si sarebbe ridotta a tipo… tre episodi? Quattro? Allora, piuttosto, fate le persone intelligenti e oneste, ammettete di non aver più niente da raccontare, e invece di fare una stagione finale da sedici episodi, riducetela a dieci.

Poi, la mamma di Bonnie cosa ci rappresenta esattamente? E cosa ci rappresenta questa piccola parentesi di Enzo finito in un mondo brutto e malvagio la cui porta è stata aperta da Bonnie – non si capisce bene come – e che l’unica maniera per fermare la catastrofe imminente – che anche qui, non si capisce bene di che catastrofe si tratti esattamente – sia di levare ad Enzo perfino la gioia di un funerale onorevole?

E il funerale di Enzo, a cui presenziano solo Bonnie e la madre? Sono troppo incazzata, il problema del giorno è che Stefan – POVERINO – è di nuovo umano, ha di nuovo le emozioni accese, si tormenta, non sa che fare. Paradossalmente, Matt è l’unico che ha le priorità ordinate in maniera semi decente e che si degna di andare da Bonnie di persona a farle le condoglianze e a offrirle una spalla su cui piangere. Caroline, la sua migliore amica, la rifila alla madre rispuntata da chissà dove, perché “non risponde al telefono”. Damon le fa tutto il discorso sul “non ti lascerò mai sola”, e poi fa esattamente questo, la molla sola. SOLA. S-O-L-A.

Torna Stefan-espressione-patita, al quale stavolta basta salvare una delle sue vittime per metabolizzare tutto ciò che ha combinato in modalità ripper, e io capisco – e da un lato ne sono anche grata – che ci stiano risparmiando i mesi di vittimismo perché be’, mancano ormai solo quattro episodi alla fine e bisogna economizzare la pellicola, ma potete veramente chiudere la questione così? Con Damon che gli dice che c’è ancora possibilità di redenzione per loro, nella bugia meno convincente dell’intera storia umana, e quell’altro cretino del fratello che ci crede pure? Ma redemption doveeeeee, ma non lo vedete che avete trascinato un’intera cittadina quasi letteralmente all’inferno, il tutto per una banalissima ragazza???

Adesso andrà a finire veramente come ipotizzavamo durante la diretta di Radio TA, Elena si risveglierà dal suo sonno beato e finirà tra le braccia di Stefan, lo capite che tutto il discorso a Caroline non può portarci che lì?

Con Damon che da bravo coglione si sacrificherà in maniera stupidissima per salvare il mondo da Cade, e Stefan ed Elena che avranno il loro happily ever after come se nulla fosse mai successo.

Sapete che vi dico? Per quel che mi riguarda, Cade dovrebbe prenderseli tutti quanti e tanti saluti e baci.

Sul serio, io non so più cosa pensare. Mi viene in mente Glee, dove dopo due stagioni assolutamente vergognose, hanno deciso di chiudere e ci hanno però donato un’ultima stagione che è stata una celebrazione in grande stile del vero Glee e della gloria passata, una stagione che ci ha fatti passare dal “grazie al cielo l’hanno cancellato”, al “non potete farci questo, ridateci Glee”, e vi dico la verità, onestamente speravo in una svolta del genere per TVD, del resto quanto mai potrà essere difficile scrivere sedici episodi decenti? Voglio dire, non è che in passato non l’abbiano mai fatto, perché le prime stagioni erano davvero belle. Forse a questo punto era meglio lo mollassero lì, senza nemmeno darglielo un finale, se questa è la maniera nella quale pensano di darlo.

E insomma, con la delusione più totale nel cuore, vi lascio con il promo del prossimo episodio, “The Lies Are Going To Catch Up With You”, e vi do appuntamento a settimana prossima.

Related posts

Suits | Recensione 7×05 – Brooklyn Housing

The Lady and the Band

Grey’s Anatomy | Recensione 9×07 – I Was Made for Lovin’ You

sweetsilvia

Grey’s Anatomy | Recensione 13×02 – Catastrophe and the Cure

Claw

3 comments

Samantha 12 Febbraio 2017 at 11:27

Concordo su tutto, l’unica cosa positiva di questa puntata è stato il ritorno di Kai di cui, per la cronaca, non sei l’unica a subire il fascino. Per il resto… ho sinceramente pensato che dopo la morte di Enzo, Bonnie avesse ritrovato i suoi poteri e stile Willow di “Buffy” si trasformasse in una sorta di furia/strega vendicativa, ma niente, ha solo aperto un portale per l’inferno (o quello che è), ha dovuto piangere la morte del suo amore da SOLA, l’hanno costretta a farlo marcire all’inferno e pure bruciato il suo corpo (sì, a dispetto di tutto ci speravo in una sorte di “resurrezione magica”, ma senza corpo ora la vedo impossibile), a quando, per la nostra Bon-Bon, le 10 piaghe d’Egitto?
E anche in questa puntata Matt ci stava lasciando le penne, ma niente e in più ora stanno pure cercando (parafrasando Vasco) di dargli un senso (o quanto meno un filo di utilità), quando un senso non ce l’ha. Non ho parole.
Ci siamo giocati Stefan in modalità ripper – ovvero l’unica che lo rendeva sopportabile – ora è umano e, da buon essere umano idiota, pensa di poter fare, in qualche modo, ammenda a una sfilza di omicidi lunga quanto un rotolo di carta igenica. Seriously? Vuoi fare ammenda? Suicidati e brucia nelle fiamme dell’inferno com’è giusto che sia!
Su Damon non mi pronuncio più, dopo tutto, salvata la preziosa Elena e quella lagna di suo fratello, chi se ne frega del dolore di Bonnie o se consegna a Cade l’unico strumento per scoprire come distruggerlo! E poi, non pago di ciò, fa pure il figo per aver avuto uno straccio di intuizione che, se non fosse stato per la lungimiranza di Alaric, col cavolo che avrebbe avuto dal momento che era pronto a riconsegnare il libro un secondo dopo, quando aveva ben 6 ore a disposizione per elaborare un qualche tipo di piano. Bravo Damon, davvero, complimenti per l’intuizione sull’arma forgiata dalle ceneri di Cade (ps: sì, sono ironica!).
Ne avrei da dire anche su Caroline, ma penso che, in fondo, abbia già detto tutto Stefan con la battuta sul fatto che la sua unica priorità fosse andare ad assaggiare torte per il matrimonio. Lui se l’è rimangiata e ha chiesto scusa, per me invece aveva ragione.
Concludo aggiungendo un’altra nota positiva, oltre a Kai, a questa puntata, ovvero il ritorno di Ric. Finalmente qualcuno dotato di cervello!!
Ps: che a rapire Stefan sia stato il ragazzo di colore (sorry, non ricordo il nome) e il tutto abbia a che fare con quello che voleva dire a Ric? Anche se ammetto che preferirei se a rapirlo fosse stata Bonnie per torturarlo. Lei sicuramente lo perdonerà per la morte di Enzo, ma io no di certo!

Reply
Alessia 13 Febbraio 2017 at 12:26

Sono d’accordo su molti aspetti! Dopo una settimana di trepidante attesa per vedere come si sarebbe evoluta la trama, cosa abbiamo fatto di male per meritarci Matt Donovan per buona parte dell’episodio? E tra l’altro dobbiamo anche ringraziarlo perché ci ha aiutato a capire a cosa servisse quel diario. Insomma Donovan è stato il protagonista indiscusso della puntata, ha attirato talmente tanto l’attenzione di Alaric e dell’altro tizio a tal punto che questi due non si sono accorti che Damon era già fuggito col diario.. …. …… ….. (tanti, tanti puntini di sospensione)

Stefan mi fa tenerezza, possiamo accoglierlo a braccia aperte nel club “mai na gioia” ora più che mai. Qualcuno però gli faccia notare che mancano 4 puntate alla fine, e che se continua di questo passo, con questa faccia stile “durerò meno di tutti gli anni che mi spettano” non riuscirà a rendersi utile. Stefanuccio, prendi esempio da Dorian, che è un comune mortale e che sta discretamente dando una mano alla trama.

E comunque, ora che Stefan è umano, oltre a capire che con questa faccia da storia strappalacrime non si va da nessuna parte, dovrebbe anche capire che non è appropriato che vada in giro da solo, i rapimenti sono dietro l’angolo, e lui, che i riflessi da vampiro non li ha sfruttati nemmeno quando Bonnie gli ha iniettato la cura, figuriamoci se dovesse averceli ora che è umano per difendersi dagli imprevisti di tutti i giorni. Infatti riesce a farsi rapire, e siamo sicuri che al 90% dietro ci sta qualcuno che vuole la cura, magari Dorian, che secondo me, pur essendo umano, sa il fatto suo: alla fine spunterà che è figlio di Cade, e se non è suo figlio, sarà sicuramente il cognato del cugino di secondo grado di Cade, ma sicuramente avrà qualcosa a che fare con lui, vorrà rubare la cura per scopi oscuri e non potrà avere un finale felice. Insomma, Dorian è l’unico essere umano che è riuscito a rimanere vivo per 12 puntate di fila, non rischiando neppure così tanto. Deve avere per forza qualche amico che lo protegge, nessun essere umano è riuscito a sopravvivere così a lungo in questa serie. L’unico che ce l’ha fatta finora è Matt Donovan, e non riusciremo mai a capire come sia possibile che sia riuscito a campare addirittura 8 stagioni di fila.

Empatia infinita per Bonnie: scene struggenti a tutti gli effetti, ma sono sicura che Enzo tornerà, la trama di oggi ci ha aiutato a capire che ci possono essere tanti risvolti interessanti da oggi in poi.
Nota dolente: se al funerale di Tyler si comportarono tutti come se fosse morto il gatto del vicino, piuttosto che un loro amico (presente fin dalla prima stagione, tra l’altro), per Enzo nessuno si è preoccupato di fare nemmeno una visitina. Certo, l’argomento del giorno era la mission (im)possible di salvare Stefan consegnando il diario a Cade, ma quello che è risaltato ai miei occhi è che ancora una volta Bonnie è stata lasciata da sola. Ok, ci sta, lei stessa non ha voluto rispondere a Caroline, ma Caroline stessa poteva trovarsi due nano-secondi per sfondare quella porta (con la sua presunta potenza da vampiro) e stare vicino a Bonnie, glielo doveva, e lo doveva anche a Enzuccio nostro.

La madre di Bonnie, invece, non mi è piaciuta moltissimo: ok che voleva salvare la figlia dalle grinfie dell’oscurità, ma ho avuto l’impressione che bruciando il corpo di Enzo provasse una sorta di soddisfazione, chissà che anche lei non abbia un ruolo da cattiva in questi ultimi episodi.

Menzione speciale per Kai: appena l’ho visto, i miei occhi hanno cominciato a brillare come quando vedo le lasagne appena sfornate *.* probabilmente (e finalmente) le cose cominceranno a seguire il giusto verso.

Reply
Alessia 13 Febbraio 2017 at 12:29

Ma dopo una settimana di trepidante attesa per vedere come si sarebbe evoluta la trama, cosa abbiamo fatto di male per meritarci Matt Donovan per buona parte dell’episodio? E tra l’altro dobbiamo anche ringraziarlo perché ci ha aiutato a capire a cosa servisse quel diario. Insomma Donovan è stato il protagonista indiscusso della puntata, ha attirato talmente tanto l’attenzione di Alaric e dell’altro tizio a tal punto che questi due non si sono accorti che Damon era già fuggito col diario.. …. …… ….. (tanti, tanti puntini di sospensione)

Stefan mi fa tenerezza, possiamo accoglierlo a braccia aperte nel club “mai na gioia” ora più che mai. Qualcuno però gli faccia notare che mancano 4 puntate alla fine, e che se continua di questo passo, con questa faccia stile “durerò meno di tutti gli anni che mi spettano” non riuscirà a rendersi utile. Stefanuccio, prendi esempio da Dorian, che è un comune mortale e che sta discretamente dando una mano alla trama.

E comunque, ora che Stefan è umano, oltre a capire che con questa faccia da storia strappalacrime non si va da nessuna parte, dovrebbe anche capire che non è appropriato che vada in giro da solo, i rapimenti sono dietro l’angolo, e lui, che i riflessi da vampiro non li ha sfruttati nemmeno quando Bonnie gli ha iniettato la cura, figuriamoci se dovesse averceli ora che è umano per difendersi dagli imprevisti di tutti i giorni. Infatti riesce a farsi rapire, e siamo sicuri che al 90% dietro ci sta qualcuno che vuole la cura, magari Dorian, che secondo me, pur essendo umano, sa il fatto suo: alla fine spunterà che è figlio di Cade, e se non è suo figlio, sarà sicuramente il cognato del cugino di secondo grado di Cade, ma sicuramente avrà qualcosa a che fare con lui, vorrà rubare la cura per scopi oscuri e non potrà avere un finale felice. Insomma, Dorian è l’unico essere umano che è riuscito a rimanere vivo per 12 puntate di fila, non rischiando neppure così tanto. Deve avere per forza qualche amico che lo protegge, nessun essere umano è riuscito a sopravvivere così a lungo in questa serie. L’unico che ce l’ha fatta finora è Matt Donovan, e non riusciremo mai a capire come sia possibile che sia riuscito a campare addirittura 8 stagioni di fila.

Empatia infinita per Bonnie: scene struggenti a tutti gli effetti, ma sono sicura che Enzo tornerà, la trama di oggi ci ha aiutato a capire che ci possono essere tanti risvolti interessanti da oggi in poi.
Nota dolente: se al funerale di Tyler si comportarono tutti come se fosse morto il gatto del vicino, piuttosto che un loro amico (presente fin dalla prima stagione, tra l’altro), per Enzo nessuno si è preoccupato di fare nemmeno una visitina. Certo, l’argomento del giorno era la mission (im)possible di salvare Stefan consegnando il diario a Cade, ma quello che è risaltato ai miei occhi è che ancora una volta Bonnie è stata lasciata da sola. Ok, ci sta, lei stessa non ha voluto rispondere a Caroline, ma Caroline stessa poteva trovarsi due nano-secondi per sfondare quella porta (con la sua presunta potenza da vampiro) e stare vicino a Bonnie, glielo doveva, e lo doveva anche a Enzuccio nostro.

La madre di Bonnie, invece, non mi è piaciuta moltissimo: ok che voleva salvare la figlia dalle grinfie dell’oscurità, ma ho avuto l’impressione che bruciando il corpo di Enzo provasse una sorta di soddisfazione, chissà che anche lei non abbia un ruolo da cattiva in questi ultimi episodi.

Menzione speciale per Kai: appena l’ho visto, i miei occhi hanno cominciato a brillare come quando vedo le lasagne appena sfornate *.* probabilmente (e finalmente) le cose cominceranno a seguire il giusto verso.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.