Image default
Recensioni The Originals

The Originals | Recensione 2×07 – Chasing the Devil’s Tail

tumblr_nf9lr0f1q71s49yexo1_500

Voglio iniziare questa recensione in maniera significativa.

Così: WOW.

Non è stato solamente un episodio commovente a livelli inauditi, ma è stata anche la consacrazione di alcuni temi portanti che fanno di questo show qualcosa di assolutamente unico.

Ci sono rapporti così viscerali e sviscerati che nessun tipo di altro legame potrebbe mai scalfirli. E ci sono personaggi così danneggiati e dannosi che nessun tipo di redenzione potrebbe mai salvarli.

tumblr_nfav0rL74P1rlvdl7o2_250The Originals è questo: la ricerca continua di un momento per ricominciare.

Dopo un paio di episodi in cui ho avuto parecchio da ridire (si è notato), finalmente 40 minuti di piena e completa convinzione. Trama lineare e strutturata, personaggi amabilmente inseriti in contesti credibili. Momenti commoventi narrativamente perfetti. E finalmente comportamenti in character.

Ho apprezzato persino Finn, il quale nel suo improvviso attaccamento a Camille dimostra probabilmente quello che ha sempre voluto in mille anni di vita: l’amore.

O meglio, l’amore assoluto di qualcuno che preferisse lui a tutti gli altri. Una specie di rivincita su una vita ingiusta (ahimè però, un pelino più sveglio potevi essere)(i 900 anni nella cassa pesano ancora).

Mi piace l’intensità con cui l’attore lo sta interpretando: nel profondo dei suoi occhi, quando dice alla madre ‘Posso farla avvicinare con le mie sole forze’ è presente un dolore antico che mi ha intenerito e una speranza ancora più antica. Reminiscenze di una vita mai vissuta, probabilmente.

tumblr_nfau6dqbV71rlvdl7o1_250

Lo considero ancora un cretino per non aver sospettato minimamente che l’improvviso interesse di Camille per lui fosse assolutamente un inganno (non puoi parlare con una donna che ti dice che due-non uno, due-uomini la turbano e poi pensare che quella stessa donna si interessi a te subito dopo!!) ma all’interno della trama era tutto così ben disegnato che mi sono dimenticata di questo piccolo dettaglio polemico.

E ho apprezzato anche Camille, che ultimamente non mi stava piacendo mai: il suo auto-eleggersi il nuovo ‘paladino dell’umanità’ (ex ruolo di zio Keiran) è abbastanza coerente con il suo alto senso della moralità.

Faccio subito una piccola nota a qualcosa che mi ha colpito tantissimo: Jackson che regala ad Oliver una degna sepoltura (solo io ho notato il chiaro riferimento celtico?). Un piccolo ultimo omaggio verso qualcuno che credeva di non contare nulla. Credo che, visto quello che succederà in seguito, Jackson potrebbe essere un ottimo Alfa. Deve scordarsi Hayley tipo subito, ma sarà un ottimo Alfa.

E’ corretto, generoso, leale, non ama i compromessi e pensa sempre al quadro generale: se io fossi Hayley, e non fossi così coinvolta coi fratelli originari (con ognuno di loro in maniera differente) mi innamorerei immediatamente di Jackson. L’unica cosa che mi mette Jackson in pericolo di vita è proprio il suo essere così palesemente innamorato di lei: non finisce mai bene.

tumblr_nfau6dqbV71rlvdl7o2_250Prima di passare ai due filoni generali della trama (Kol e Davina e tutto quello che ha passato Klaus-MI CI VUOLE UN LIBRO), voglio fare un altro appunto su una frase di Klaus ad Hayley. Quando la ragazza puntualizza che non resterà con le mani in mano guardando Esther muovere i loro destini come burattini, Klaus le intima di starle lontano in modo da essere lì accanto al fratello quando si sveglierà. Non è affatto la prima volta che Klaus tende a sottolineare quanto Hayley sia importante per il fratello. Se conosco bene Klaus, (e lo conosco) ha sicuramente qualcosa in mente. O meglio, la ragazza gli causa molti più turbamenti di quanto lui voglia ammettere.

Ovviamente questo show non è affatto direzionato in base alle ship, ma se dovessi pensare a qualcuno che potrebbe reggere il confronto di personalità con Klaus adesso la mia risposta sarebbe solo Hayley.

E’ un’ibrida: vede il mondo attorno a sé esattamente come lo vede lui. E’ animata dallo stesso amore per la figlia (qualcosa che li legherà per sempre). Il suo temperamento è esattamente quello di cui lui ha bisogno: lo sfida. Ignora i suoi ordini. Lo esaspera. Hayley sta passando lo stesso percorso infernale di Klaus: l’abominio di essere ibrido e si sta plasmando su questo.

tumblr_nf99h8rbvG1qc4i52o1_250Klaus non ha bisogno di qualcuno che lo porti verso la strada giusta con il buon senso: ha bisogno di qualcuno che glielo sbatta in faccia direttamente e senza sconti. Come farebbe lui. Come se fosse lui.

Non credo di essere l’unica ad aver notato quanto Hayley sta diventando simile a Klaus: nelle movenze, nelle azioni, nel modo di parlare.

 

Primo filone importante della trama: Kol. Ancora una volta devo fare i miei complimenti a Daniel Sharman: in realtà questo suo entrare così bene nel personaggio non mi stupisce affatto, anzi. Io ero una di quelle che inveiva contro Jeff Davis perché il suo personaggio (Isaac) non era giustamente dimensionato rispetto alle potenzialità dell’attore. Ecco. Ecco. Ecco. Tutto quello che a lui riesce meglio (con quel tipo di lineamenti) è l’ambiguità.

E un Kol così è esattamente quello che dovrebbe essere. Ambiguo. Spietato ma sexy. Duro ma fanciullesco. Arrogante ma intenso. Il Kol di Sharman è TUTTO QUESTO.

tumblr_nfauefwiBM1rlvdl7o1_500

Durante la chiacchierata in macchina con Davina veniamo a conoscenza di qualcosa del suo passato che avrà una grossa rilevanza nella trama: durante i suoi mille anni da vampiro (quando non aveva un coltello nel cuore), il nostro Kol aveva una forte passione per la stregoneria. E non potendo praticarla personalmente (il vampirismo annulla il gene) si è dato da fare nei secoli per imparare dei trucchi attraverso la conoscenza intensa con delle tecniche specifiche. Il collegamento geniale con la trama riguarda i suoi vecchi rapporti con un’antenata strega di Davina che lo ha iniziato alla comprensione di un certo tipo di stregoneria: la Kamiya.

Un ramo particolare della magia che, attraverso la canalizzazione di poteri congiunti (e l’uso di un diamante puro) riesce a modificare la materia di cui qualcosa è costruito. Una specie di magia scientifica.

tumblr_nf99h8rbvG1qc4i52o8_250Qual è il fine ultimo di questa sua ricerca? Kol vuole vendicarsi di tutti gli anni in cui Klaus lo ha costretto a rimanere chiuso nella cassa con il pugnale d’argento conficcato nel cuore, facendogli praticamente la stessa cosa. Klaus non verrebbe ucciso ma solo imprigionato, quindi tutte le persone che Davina ama non sarebbero più in pericolo di vita.

Credo che nei prossimi episodi, verremo a conoscenza di quale materiale dovrà essere cosparso il paletto per arrivare ad una cosa simile: non so, da come Kol ne ha parlato, sembrava una cosa possibile, non solo un suo desiderio. E quindi me lo aspetto.

Non sarebbe male a livello narrativo per Klaus: il mio ibrido adorato sotto pressione reagisce sempre al meglio (lo so che si deve redimere, non sgridatemi).

 

Parlando di Klaus e di redenzione siamo ancora ben lontani. Anzi, sinceramente non penso si potrà mai parlare di una completa redenzione per questo tipo di personaggi. E’ come se fossero condannati all’oscurità. Ci sono quei personaggi, quando iniziamo a guardare un film o a leggere un libro che ‘vediamo condannati’, il cui destino è quasi autonomo rispetto ai loro reali voleri.

tumblr_nfa7jenVi41t24ol1o2_500

Klaus voleva disperatamente essere (stato) il figlio di Ansel. Ma lo ha ucciso lo stesso. Ripensando alla scena non so se lo avrebbe risparmiato anche se l’uomo non gli avesse detto che sapeva dell’esistenza di una Hope viva. Anzi. Credo che Klaus lo avrebbe ucciso lo stesso: rappresentava un punto debole nella guerra contro la madre. E Klaus odia i punti deboli. Lo fanno sentire indifeso: qualcosa che lui non vuole più provare dopo oltre mille anni di dubbi.

Quello che Ansel tocca però non sono solo le sue paure: l’uomo tocca esattamente le interiorità più nascoste di Klaus.

L’amore per l’arte, per il teatro, per la musica rappresentano quello che lui avrebbe voluto diventare: un po’ come la vita delle persone uccise trattenuta un istante prima di spazzarla via, Klaus si tiene legato quelle passioni ormai effimere e lontane per ricordare in mezzo alla completa mostruosità, un’interiorità che altrimenti andrebbe perduta.

tumblr_nfatgq2Xcp1rlvdl7o6_250Durante il dialogo con il padre, Klaus si prende un piccolo momento di pausa dopo tutti quei secoli di guerra, e rimane ad ascoltare le parole dell’uomo da cui avrebbe dovuto essere cresciuto. L’uomo che gli avrebbe regalato la vita per cui lui stesso era nato.

Ma la realtà non è questa: e si chiama Hope. Dopo la nascita della figlia, le priorità di Klaus sono cambiate e si sono indirizzate completamente alla creazione del migliore mondo possibile per LEI. Non è più LUI STESSO il focus centrale della sua vita, ma lo diventa Hope.

Sapete che non ho empatizzato tanto con Ansel? Mi è piaciuto come intermezzo ma avrei preferito un personaggio più scaltro. Ho sempre pensato all’uomo che aveva incantato Esther come ad un corteggiatore furbo e un po’ mascalzone, e invece, tutto si perde quando prega Klaus di non ucciderlo usando la peggiore psicologia inversa possibile: ‘Lo so che non ne sei capace’. Guardando gli occhi di Klaus quando dice: ‘Questa è la prima bugia che mi hai detto’ io stessa mi sono sentita un po’ malinconica.

La mia mente curiosa si chiede però: cosa avrebbe deciso Klaus se Hope non fosse mai esistita? Chissà se avrebbe considerato almeno per un attimo di accettare la proposta di Esther e di diventare con la guida del padre, Alfa dei licantropi di New Orleans?

Spesso mi viene da chiedermi cosa pensa Klaus del ‘suo essere un vampiro’. Una specie di risposta ci arriva però da quello che dice più tardi ad Elijah.

tumblr_nfatgq2Xcp1rlvdl7o2_250Klaus e il padre si trovavano nei boschi per cercare una particolare pianta con cui Esther soleva manipolare il sonno del marito (mi chiedo a questo punto, cosa non abbia manipolato in vita sua quella donna), la pianta serve per risvegliare Elijah dal suo sonno indotto.

Ho trovato molto singolare che la prima immagine del piccolo Elijah ancora umano ce lo mostra rincorrere Klaus: quasi una metafora della sua vita. A far uscire Elijah dall’oscurità però ci pensano le parole di Klaus, che obiettivamente sono le più belle che l’ibrido originario abbia mai pronunciato in quattro anni che lo conosciamo.

Forse perché spiegano tante cose di lui. Forse perché ci aiutano a far luce su qualche aspetto della sua personalità confusa.

Lui si rende conto di essere un mostro (lo ha sempre fatto), ma per la prima volta in vita sua, e per un’unica ragione (Hope) decide di diventare anche altro: e cioè il cavaliere dall’armatura scintillante che salvera il mondo per la figlia. In che modo? Grazie alla mostruosità stessa di Elijah che bilancia ed annulla la sua.

tumblr_nf9uxcvs7S1rk9yago6_250Non penso di poter sopravvivere all’amore per mia figlia, se il mostro che è in te non controlla quello che è in me’.

Ecco: qualsiasi parola o concetto che io possa anche provare a scrivere adesso non può superare QUESTO. Perché QUESTO E’ TUTTO quello che c’è da sapere: Elijah e Klaus sono indivisibili nell’amore per Hope e imprescindibili nell’amore tra loro.

 

Ho trovato molto simbolico che non appena Elijah si risveglia Klaus gli confessa subito quello che ha fatto al padre: in un mondo perfetto, Klaus si aspetterebbe un rimprovero. Ed Elijah dovrebbe guardarlo inorridito. Ma la realtà è purtroppo un’altra. Hope è l’unica cosa che conta. Klaus dovrà vivere con un altro rimpianto (forse il suo maggiore), ed Elijah non potrà fare nulla per alleviare quel dolore così antico. Tutto il loro massimo dovrà essere concentrato sull’amore per quella bambina: figlia della famiglia come nessuno di loro è mai stato.

tumblr_nfaexfsUDw1qcju3uo2_500

Plot twist? Eccoci: Kol e Finn vengono catturati dal Team Hayley Marcel, mentre mammina di precipita a rapire Camille (altra debolezza un po’ di tutti, ma soprattutto di Klaus).

 

Alla fine di questo episodio assolutamente splendido, voglio congetturare ad alta voce:

– Elijah: ha capito che uccidere Tatia non è stato solo un sogno? Come reagirà? Lo dirà mai a Klaus?

– Il tutti contro tutti è davvero un tutti contro tutti o Mikael da qualche parte sta cercando alleati? Perché sinceramente il passaggio da ‘tutti vogliono uccidere Klaus’ al ‘tutti amano Klaus’ mi sta turbando;

– Kol: si sta davvero innamorando di Davina? Mi salterebbe qualche certezza.

– Cosa vuole fare Esther con Camille? Minacciarla di morte fin quando Klaus non salta dentro il corpo di un licantropo? Hanno davvero effetto queste minacce, dopo il fallimento con Ansel?

– Bex si mette in contatto coi fratelli per semplice nostalgia o perché sta succedendo qualcosa? Tipo l’ombra di Dahlia incombe su di lei? (mi chiedo infatti: se le streghe sapevano dall’aldilà che questa bambina avrebbe attirato quest’altra pazza, come fanno a non sapere che la bambina non è affatto morta?)(le streghe meno percettive del mondo streghesco stanno tutte qui?)

– Il modo in cui Hayley sta trattando Elijah mi sta creando dei problemi. Cioè, non che io sia mai stata una gran fan della coppia … ma a livello narrativo … tutta la costruzione del loro rapporto così minuziosa e tenera durante la prima stagione, dove è finita?
tumblr_nfaexfsUDw1qcju3uo1_500

 
Si ringraziano per il sostegno le pagine facebook:

The Vampire Diaries: Always and Forever e Joseph Morgan Italia.

Related posts

Reign | Recensione 4×04 – Playing With Fire

ChelseaH

The Walking Dead 8×10 – Time to take out the trash…

Ale

The Walking Dead 8×11 – “Fede” è un mazzo di chiavi in fondo a un salvadanaio

Ale

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.