The Handmaid’s Tale | Alexis Bledel parla del futuro di Emily e delle Colonie

The Handmaid’s Tale si ritrova ora, entrando nella sua seconda stagione, a dover affrontare un compito piuttosto difficile: come continuare l’acclamata serie dopo aver superato il materiale originale. Dopotutto, la prima stagione si è conclusa praticamente nello stesso modo con cui si è concluso il romanzo del 1985 scritto da Margaret Atwood su cui lo show è basato – con Offred/June (Elisabeth Moss) che fa questo atto di fede mentre sale su un furgone e si avvia verso un futuro incerto. Come è possibile espandersi da questo punto?

La seconda stagione della serie debutterà con due episodi su Hulu il 25 aprile e solo in quel momento avremo una risposta. Sappiamo già che la seconda stagione, formata da 13 episodi, si concentrerà sulla gravidanza di June/Offred e sulla ricerca di sua figlia, ma sappiamo anche che avremo una visione più ampia dell’universo di Handmaid. Nel secondo episodio potremo infatti vedere per la prima volte le Colonie – l’area al di fuori di Gilead dove le donne vengono mandate a pulire le scorie radioattive come punizione. Perché…questo è il posto in cui è stata mandata l’ex ancella Emily (Alexis Bledel) dopo aver cercato memorabilmente di stendere alcuni soldati nell’episodio “Faithful” della prima stagione.

Senza rivelare nessun dettaglio di troppo, EW può dire che le Colonie sono…un posto davvero terribile in cui stare. Abbiamo parlato con Alexis Bledel per scoprire qualche segreto proprio su questo secondo episodio.

ENTERTAINMENT WEEKLY: L’ultima volta che abbiamo visto Emily, abbiamo creduto tutti che sarebbe stata veramente l’ultima. I produttori quando ti hanno detto che saresti tornata?

ALEXIS BLEDEL: Credo che sia successo quando avevo terminato di girare la prima stagione. Mi è stato detto che Emily sarebbe tornata nella seconda stagione.

In questa stagione scopriremo la storia di Emily prima di Gilead. Il suo passato è qualcosa a cui hai pensato prima di questo episodio?

Si, ho amato girare i flashback di Emily. Io e Bruce Miller [produttore esecutivo] abbiamo parlato di quella che avrebbe potuto essere stata la sua vita pre-Gilead ancor prima che iniziassi a lavorare nella prima stagione. Credo che la sua visione del mondo sia estremamente legata alla sua vita precedente come professoressa di biologia cellulare. La vita nelle Colonie è un’ultima fermata. Emily non ha molta speranza per il suo futuro in quel posto; sa che i giorni che le rimangono sono pochi.

Vedremo Marisa Tomei al tuo fianco nel secondo episodio. Come è stato lavorare insieme?

È stato fantastico lavorare con lei; ammiro molto il suo lavoro. Abbiamo avuto questi momenti incredibilmente drammatici e cupi e lei è riuscita a renderli così profondi, come se ti entrassero nell’anima.

Continuo a pensare/chiedermi cosa sia peggio: la vita come ancella o la vita nelle Colonie?

Essere obbligata a vivere a Gilead o nelle Colonie minaccia di distruggere l’anima di una persona in maniere diverse. Le ancelle sono obbligate a seguire una lunga lista di regole estremamente limitanti e sono obbligate a sottostare al regime di Gilead, che include l’orribile cerimonia mensile. Chiunque in Gilead sarebbe terrorizzato di venire spedito nelle Colonie. Tutto, dal suolo ai lavori all’acqua, è tossico nelle Colonie, quindi la salute di una persone si deteriora rapidamente, sin dal primo momento in cui si arriva. Loro sanno che moriranno là, tutto questo mentre sono obbligate ai lavori forzati senza cibo mangiabile e senza condizioni di vita decenti.

La seconda stagione di The Handmaid’s Tale debutterà il 25 aprile su Hulu.

 

Fonte

 




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

FeFraise
Fraise, o meglio Federica, ragazza milanese di 25 anni, ha sempre amato sin da piccola tutto ciò che riguarda libri, telefilm, film, musica e viaggi. Grazie ai suoi genitori che l'hanno fatta viaggiare dall'età di 6 anni, ha sviluppato un amore incondizionato per Inghilterra e Scozia, tanto che da 7 mesi si è trasferita ad Edimburgo (che ama alla follia), insieme a quel santo del suo ragazzo. Si santo, perchè non fa altro che cercare di coinvolgerlo in tutto quello che fa e vorrebbe fare (per non parlare delle serie tv che vuole che lui veda insieme a lei!)! Il suo amore per i telefilm è nato vedendo ER e Beverly Hills, per passare poi a Friends, Dawson's Creek, Buffy, Angel e chi più ne ha, più ne metta!! Attualmente è fissata (si FISSATA) con Game of Throns,The Walking Dead, Vikings, Supernatural, Sherlock, Arrow, Revenge e tante altre! Non riesce a smettere di guardare telefilm, sono una vera ossessione! E non riesce neanche a smettere di cercare qualsiasi news telefilmica qua e là per cercare di sognare cosa potrebbe succedere! E ad ogni nuova stagione telefilmica, riesce anche a fare una lunga lista di nuovi pilot da non perdere! Passerebbe giornate intere a leggere ed ascoltare musica. Altra sua grandissima passione sono i Beatles (soprattutto Sir Paul McCartney) e i Mumford and Sons. Amante degli animali, è una convintissima vegetariana da ben 6 anni e no, se ve lo state chiedendo, non tornerebbe mai indietro e non le manca nulla! Ha viaggiato tantissimo, e continuerà a farlo, ma sente che nonostante la nostalgia della sua famiglia e dei suoi amici, abbia finalmente trovato la sua casa qui, a Edimburgo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.