Image default
Recensioni The Flash

The Flash | Recensione 2×16 – Trajectory

Bentornati amici del fastest (si fa per dire) man alive!

Siamo tornati da questa pausa secolare (nel frattempo un meteorite ha estinto i dinosauri) con un episodio che mi ha lasciato decisamente l’amaro in bocca.

Mi chiedo che fine abbia fatto l’abilità di scrittura dell’anno scorso anche se qualche cosa, di questa puntata, la salverei.

Punto di partenza della mia critica è proprio il protagonista e la “Sindrome Sailor Moon” da cui pare essere affetto vita natural durante. Ogni santa volta lo schema si ripete: arriva il cattivo, sembra imbattibile, Barry le prende di santa ragione, crisi di coscienza/crisi di autostima, pep talk/rabbia, scatto finale. E basta! Ovviamente non possiamo pretendere che sia sempre tutto risolto in un lampo lampante, anche perché esiste quella cosina da niente chiamata «trama», ma nemmeno che ogni volta dobbiamo sorbirci la solita cucina. Non so voi ma io mi sto stancando abbastanza.

05Inoltre, dopo che Wells e Caitlin gli hanno parlato del Velocity 9 e degli enormi rischi che comporta assumerlo, tutto ciò che Barry comprende di quel discorsetto è: prenderlo significa imbrogliare. Ma sei un pirla o cosa? (scusate il francesismo) No, Barry, prenderlo significa MORIRE! Qualcuno gli faccia un disegnino per piacere. Ma questo tizio non dovrebbe essere un genio? Io ne dubito più spesso che mai. Capisco se lui avesse dichiarato di essere disposto a rischiare la sua vita pur di vincere su Zoom ma, a parte essere una decisione avventata e sconsiderata, non è ciò che Allen dice. Lui vuole assumere la V-9 per essere più veloce di Zoom e non gli interessa imbrogliare…certo. Ha capito tutto.

Non bisogna nemmeno dimenticare che ho perso il conto della gente più veloce di Flash. Insomma, cambiassero l’introduzione: “My name is Barry Allen and I WILL BE the fastest man alive”…coerenza signori, si chiama coerenza.

Altro punto che ho decisamente sgradito è la scoperta finale. Trajectory assume troppo V-9 e, prima di smaterializzarsi, diventa un fulmine blu, come Zoom. Ergo, Barry e Wells in un lampo lampante concludono che Jay sia Zoom. Della serie: ci fidavamo del tipo ma appena due indizi puntano su di lui, ecco che capiamo tutto. Utile, poi, che Cisco avesse vibrato l’identità di Zoom. Non so, onestamente da un lato sono contenta che ci siano arrivati e in tempo record (anche se mi dispiace per Caitlin) ma dall’altra mi aspettavo un briciolo di ragionamento in più.

Fulmine Blu -> Trajectory morta -> V9 ti uccide e ti provoca il fulmine blu -> Zoom ha il fulmine blu perché si faceva di V-9 (o V-6? Ho perso il conto) -> Jay assumeva quella sostanza e stava per morire -> Jay è Zoom.

04È stato come un episodio di “La Signora in Giallo” in cui Jessica Fletcher, per via di un microdettaglio che si ricorda per sbaglio, risolve il caso negli ultimi 5 minuti della puntata. Come al solito, l’ho trovata una soluzione raffazzonata. Speravo in un po’ di suspance in più: magari nell’insorgere di sospetti, seguiti da analisi e magari confermati dalle vibrazioni di Cisco. Un po’ più di tempo, insomma.

Unico pregio della rivelazione finale è, come sempre, la recitazione di Grant Gustin che nell’arco di pochi secondi ci ha trasmesso esattamente il passaggio dal dolore alla rabbia e di nuovo al dolore, il tutto condito dall’ennesima delusione nei confronti di qualcuno che si considerava amico.

Questa puntata ha segnato anche il ritorno in grande stile dell’elemento ship nella serie.

Non nego che l’intera scena dei ragazzi in discoteca mi sia piaciuta moltissimo (finalmente un po’ di ricreazione!) e che la partenza di Jesse per Opal City mi sia dispiaciuta anche per via dell’incontro fra la ragazza e Wally: ho visto una scintilla niente male e mi è dispiaciuto vedere che non avrà seguito.

02(Cisco che balla come ci saremmo aspettati che avrebbe fatto…)

Ma, non prendiamoci in giro, il vero momento clou della serata ballerina è il dialogo Iris-Barry. Lamentavo che Iris non sembrasse abbastanza stupita dalla rivelazione del matrimonio sulla Earth 2. Devo ricredermi. Scoprire che non solo in un futuro potresti essere sposata col tuo migliore amico ma che esiste una dimensione spazio-tempo in cui lo sei già senza alcun dubbio un seme di consapevolezza deve averlo impiantato nella giovane West, che ha mostrato come la confusione continui a regnare sovrana nella sua mente (e cuore). Barry imbarazzato, poi, era esilarante.

01

L’introduzione di un nuovo interesse amoroso per Iris, nelle vesti del giovane capo redattore, se da un lato mi ha un po’ infastidito (per via del solito clichè, nuovo capo affascinante= possibile interesse) dall’altro potrebbe aiutare Iris a riprendere a vivere dopo la morte di Eddie. Sappiamo, comunque, che la cosa durerà poco perché a) Iris e Barry sono sposati in futuro E sulla Earth 2, b) SPOILER Eddie o Eddie 2 potrebbero tornare a fare capolino nella serie in un futuro molto prossimo.

Altra storyline della puntata è stato il rapporto fra Wells padre e figlia. Lo sconcerto di Jesse nello scoprire che suo padre è disposto a trasformarsi in un assassino pur di salvarla è un problema spinoso che emerge in mille modi nella natura umana, anche nella realtà (anche se nessuno potrebbe tecnicamente rubare la velocità a qualcun altro).

06Non esiste un vero giudizio sull’argomento se non molta compassione e il confronto padre-figlia è stato gestito in una maniera che mi ha, tutto sommato, soddisfatto. Jesse è ancora in una fase della sua vita in cui il bianco e il nero hanno confini molto netti, la fase da cui Barry sta iniziando ad uscire solo ora e che, invece, Oliver Queen ha dovuto superare da tempo. Wells è un padre che ama la propria figlia al punto di sacrificare qualunque cosa, anche la propria anima, per saperla al sicuro.

07La partenza di Jesse, alla fine della puntata, è però l’unica soluzione per due personaggi che avevano bisogno di progredire: Wells accettando di non poter sempre proteggere la propria figlia, Jesse comprendendo che per crescere e maturare realmente ha bisogno di allontanarsi dall’ingombrante ombra paterna.

Emerge in maniera prepotente il percorso parallelo di accettazione del proprio ruolo paterno di Joe West e Harrison Wells. Se Joe ha una bussola morale molto ferma e difficilmente uscirebbe dal seminato per proteggere i propri figli (è più facile che per lui si apra un percorso di autodistruzione a seguito di un’ardua decisione), Harrison Wells conserva una parte violenta e meno intransigente rispetto all’eticità quando si parla della figlia. Due personaggi molto diversi, due genitori molto differenti, due situazioni analoghe. È un confronto molto interessante e un tema sul quale sarebbe bello vedere dialogare  direttamente i due personaggi in futuro.

Il villain della puntata è stato Trajectory. Mai come questa volta conoscere il volto dell’attrice che ha interpretato il personaggio è stato deleterio nei confronti dell’effetto sorpresa. L’immagine dicotomica fra la giovane scienziata amica di Caitlin e la meta-human totalmente fuori controllo è stata una svolta interessante. Una sorta di dott. Jeckyill e Mr. Hyde in gonnella.

08Avrei voluto, però, che il suo personaggio tornasse anche solo per un altro episodio. La contrapposizione fra i due velocisti (in termini etici e non fisici, visto che uno dei due era dopato) avrebbe volentieri beneficiato di un ulteriore approfondimento, senza contare che l’idea di un villain totalmente fuori controllo e senza uno scopo preciso se non quello di portare il caos è veramente stuzzichevole e terrificante al tempo stesso.

La recitazione dell’attrice (che per me resterà sempre la Georgiana Darcy della web series “The Lizzie Bennet Diaries”) è stata molto convincente. La scena agli Star Labs (il posto meno sicuro della Terra dopo il ghetto di Johannesburg) mi ha incusso serio timore, e lo sconcerto totale e l’impotenza di Barry hanno fatto il seguito.

In questo caso, il villain è stato decisamente approvato al punto che, come dicevo, avrei voluto rivederla in futuro.

Qualche considerazione qua e là

  • Jesse Wells parte per Opal City: un nuovo easter egg da parte degli autori. Opal City è, infatti, la patria dei vari Starman.
  • Sulla Earth 2, Beyoncé Knowles è senatrice. No dico, SENATRICE! Che mondo migliore! Scusate, qui è la fan che emerge. Beyoncé Rules!

fico

  • E, a proposito di pop culture, che dire di Wells che cita Kanye West e del mitico Evil Knievel by Cisco? Per chi non lo conoscesse, Evil Knivel è il nome d’arte del più famoso e celebrato stuntman motociclista d’America.

La Best Quote della puntata appartiene senza alcun dubbio a Harrison Wells:

You loose a chunck of your humanity every time you compromise your values.

Una frase che ben si adatta a molta della realtà attuale telefilmica (ho perso il conto di quante serie tv negli ultimi tempi ne stiano affrontando la ricaduta) e reale.

Un mantra che ognuno di noi dovrebbe tenere da conto nel condurre la propria esistenza. Anche nelle piccole cose.

Vi lascio al promo del prossimo episodio che vedrà il ritorno di non uno ma ben due visi familiari. Inutile dire che non vedo l’ora!

Ma soprattutto vi ricordo che il prossimo lunedì 28 marzo avrà luogo il tanto atteso crossover con Supergirl!!!!

03

Cosa vi è parso dell’episodio? Scrivetemelo nei commenti.

Vi saluto e vi ricordo le bellissima pagine dedicate al velocista scarlatto.

The Flash Italian Fans

Grant Gustin Italia

»Cisco Ramon

That’s All Folks!!!!

Related posts

Cate ComicRecap #6 TBBT e 2 Broke Girls

Cate_Pat07

Beauty and the Beast | Recensione 2×10 – Ancestors

WalkeRita

Arrow | Recensione 2×16 – Suicide Squad

Bravissima6

2 comments

Davide 26 Marzo 2016 at 13:33

Bella recensione come al solito!
A me Jesse ha dato un po’ fastidio. Tuo padre ti ha appena salvato la vita con una trasfusione di sangue e tutto ciò che fai è continuare ad insultarlo e a fargli pesare quanto bene ti vuole? Ok, ha ucciso per te, ma in quel momento in cui stavi morendo e tuo padre ti ha salvato (di nuovo) la vita, forse era meglio mettere da parte questa cosa. Sì, comunque, è partita istantaneamente la ship con Wally. C’era chimica e a me quella ragazza piace molto!
Anche io sono rimasto deluso da una così repentina scoperta da parte del Team Flash di Zoom. Ma da un lato sono sollevato: finalmente lo sanno anche loro anche se come al solito non sanno quanti cavolo di Jay ci sono disseminati per le due terre: ben tre (o addirittura quattro) per quanto ne sappiamo!! Come lo sapranno? Saltano sempre a conclusioni affrettate.. Comunque alla fine, la teoria (che mi pare abbia abbracciato anche tu) secondo la quale Zoom potesse essere Jay a causa del suo decadimento fisico dovuto al V-9 era giusta: mi chiedo se fosse troppo ovvio o siamo dei geni! ahahaha
PS: Sono in panico: la prossima puntata sarà il season finale?! Mi pare parecchio improbabile ma il mio Tv-Showtime mi segna la 2×17 come ultima puntata e poi passa direttamente alla 3×01… spero non sia così perchè morirei.
PPS: Ho una certa aspettativa per il crossover tra The Flash e Supergirl ma ho una domandina: io non seguo la serie di Supergirl, questo mi causerà qualche problema? Tu la segui?
Alla prossima!

Reply
The Lady and the Band
The Lady and the Band 31 Marzo 2016 at 11:14

Ciao!
Grazie di commentare 🙂 (e dei complimenti <3)
Jesse è proprio la tipica adolescente americana alla Marissa Cooper: mai contenta di nulla, protesta per partito preso. Mi chiedo di cosa abbia intenzione di vivere ora che ha mollato il padre.
Una parte di me vorrebbe potersi definire un genio ahahahah, un'altra è consapevole che dopo anni di serie tv, ho imparato tutta una serie di trucchetti che rendono prevedibili certe svolte. Un po' come quando guardo "La Signora in Giallo" e vado a caccia del colpevole che si tradisce 😀
La prossima puntata (ovvero quella andata in onda ieri ma io non ho avuto tempo di rispondere al tuo commento prima)è solo l'ultima prima di una pausa. Flash riprende il 19 aprile, ennesima pausa!
Spero che tu sia riuscito a guardare l'episodio di "Supergirl" era veramente carino e non credo sia stato difficile da seguire per chi non guardi la serie sulla Ragazza d'Acciaio.
Alla prossima 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.