Image default
Recensioni The Flash

The Flash | Recensione 2×15 – King Shark

Hello speedsters!!!

Bentornati all’ultima recensione prima di una LUNGHISSIMA PAUSA che finirà il 22 marzo…FRA UN MESE! Quattro settimane senza il nostro amato Flash e i mille drammi che ultimamente stanno sconvolgendo la sua esistenza.

robin drunk sadQuesto ultimo episodio prima della pausa primaverile (?) è stato probabilmente uno dei migliori della stagione ed anche uno dei più riepilogativi. Si sono presi il tempo di riprendere alcuni punti in sospeso, accantonando la frenesia della caccia a Zoom e dei grandi colpi di scena in virtù di una maggiore introspezione psicologica che ha messo il villain decisamente in secondo piano.

Come è facile intuire, le conseguenze di quanto visto sulla Earth 2 si fanno sentire pensantemente sul team, in particolare su Barry, Cisco e, anche se per ora è poco approfondito, Jesse. La promessa di mantenere il segreto onde evitare di influenzare le azioni dei loro amici della Earth 1, si rivela un’arma a doppio taglio e finisce per torturare Barry e Cisco, alle prese con paure più grandi di loro.

Come sempre, la teoria del “Mentire per proteggere” funziona ben poco, soprattutto quando si ha a che fare con a)persone che ti conoscono a menadito, b)personaggi che per carattere sono quanto di più genuino esista.

I due confronti – quello Barry/West Family e quello Cisco/Caitlin – sono l’apice dell’episodio e sono stati scritti e messi in scena con una semplicità così piena seppure immediata che ha reso facilissimo immedesimarsi nei due ragazzi e comprendere quanto quei segreti li stessero consumando.

Cisco-Caitlin

È stato facile per Cisco temere che Caitlin diventasse Killer Frost non solo per quanto visto sulla Earth 2 ma soprattutto perché l’aveva già vista “ghiaccificarsi” in occasione della prima morte di Ronnie. Ve la ricordate la prima Caitlin?La dottoressa che non sorrideva mai?La rivediamo dopo l’ennesima batosta che la vita le ha riservato. Si direbbe una #mainagioia ambulante la povera Cate.

ahahahahCiò che rende prezioso il confronto fra i due è l’incredibile onestà di sentimenti in una bellissima amicizia: Cisco teme che la sua più cara amica possa venire inevitabilmente segnata dall’ennesima perdita, Caitlin si apre quel tanto che serve a spiegare al ragazzo quanto importante sia per lei gestire il lutto in una maniera che solo che lei conosce. E il discorso fila perfettamente: se Caitlin facesse emergere la rabbia e il dolore, allora sì che potrebbe trasformarsi in Killer Frost, invece seppellirli sotto quintali di sarcasmo e freddezza è ciò che le consente di tenere i propri sentimenti sotto controllo. Di gestire loro e non farsi gestire da loro. In un gioco degli opposti, il dolore che nella Earth 2 era servito a Cisco per raggiungere Killer Frost, è sulla Earth 1 ciò che potrebbe portare alla nascita di Killer Frost. La scena finale però, lo scherzo a Cisco, è ciò che ci da speranza che, anche se dovesse trasformarsi in Killer Frost per qualche incidente di laboratorio, la Caitlin che conosciamo non scomparirebbe mai, non diventerebbe mai cattiva. In questo, ammetto, è stato bello vedere come Barry, al contrario di Cisco, non ne avesse dubitato. Probabilmente perché Barry sa cosa significa perdere persone amate, più di una volta, sa cosa può fare il lutto e sa che ci sono persone buone a cui il dolore non corrode l’anima.

0304Barry-i West

Il senso di colpa per la morte di Eddie e Ronnie ad inizio stagione unito alla consapevolezza di non essere riuscito a salvare sua madre, continuano a torturare Barry, e dopo il viaggio nella Earth 2, a quelle perdite, si è aggiunta quella di Joe West: è vero, non era il vero Joe West ma come testimoniano gli incubi che ognuno di noi fa, sembrava vero. Anche se in un universo parallelo, un Joe West è morto, una Iris è rimasta orfana del padre e Barry ne è stato responsabile. Ciò ovviamente non è vero, la colpa della morte di Joe è di Killer Frost e Barry non è responsabile della scelta della meta-human di cercare di uccidere Iris né è responsabile della scelta di un padre di dare la propria vita per la figlia. Ma questo poco importa perché quel “peso del mondo sulle spalle” a cui fa riferimento Diggle, quel peso che Ollie ha imparato a portare dopo anni di inferno, è diventato un macigno sulle spalle di Barry: troppo giovane, troppo puro – ancora – troppo innocente.

La reazione di Iris, o meglio la sua non reazione, è stata l’unica nota stonata della scena. Se è vero che Joe aveva già detto tutto, mi sarei aspettata che la migliore amica del ragazzo, per lo meno, facesse un gesto verso di lui, una mano sulla spalla, uno sguardo rassicurante. Ed invece, Iris è in preda allo stupore per quanto sentito. Forse era solo necessità di elaborare una notizia del genere, la consapevolezza che un giorno quella storia possa ripetersi e lei perdere suo padre. Per ora non lo sappiamo e forse la storia verrà ripresa in futuro. Dopotutto, Iris, una persona cara l’ha già persa.

La relazione fra questi due personaggi mi intriga molto. Certo per Wally non deve essere semplice competere con il golden boy della casa, il ragazzo che sembra perfetto, che non fa gare con le auto, che non è scontroso, che ha per anni avuto un privilegio che lui non ha potuto avere: crescere con un padre. C’è da dire che Barry è stato decisamente insofferente, poco paziente e indelicato e no, non lo scuso solo perché aveva altre preoccupazioni per la mente, perché quel Barry che abbiamo visto con Wally non è il nostro Barry. Fra l’altro, questa rivalità con Wally è spuntata fuori dal nulla e, forse, fra tutte le storyline della puntata è quella più a sproposito. L’unico precedente è Barry che osserva la famiglia West dall’esterno della casa qualche episodio fa e poi decide di non entrare. Il comportamento un po’ infantile di Barry, avrebbe dovuto ricevere una sgridata da Joe che, invece, per quanto dica a Wally che non abbia un occhio particolare per lui, ce l’ha eccome: la consapevolezza del duro passato da cui Barry ha dovuto risollevarsi ha sempre molto peso nell’opinione che Joe ha del ragazzo e, in questo caso, gli ha fatto scegliere di “rimproverare/rassicurare” solo Wally, anziché far presente a Barry il suo comportamento sbagliato. Non era il momento opportuno? Forse. Spero che il rapporto fra Barry e Wally venga approfondito in futuro, non sarebbe male vedere nascere una bella relazione da fratello maggiore fra i due, così come spero che inizino pian piano a sviluppare il personaggio di Wally, permettendoci di vedere oltre l’apparenza da pavone presuntuoso e arrabbiato che abbiamo avuto finora; sappiamo però che è molto intelligente e, come Barry, appassionato di scienza, nello specifico la meccanica.

I Wells

Harry e Jesse restano abbastanza sullo sfondo in questo episodio. Ci vengono regalati pochi momenti dei due insieme ma comunque sono frammenti utili a farci capire che se per Harry lasciare la Earth 2 non è stato un grande dispiacere, per Jesse il discorso è ben diverso. La tristezza della loro stanza nei sotterranei degli Star Labs è indice del cambiamento: il passaggio da una vita ricca di relazioni, di progetti per il futuro, ad una che per ora sembra confinata al recupero del rapporto col padre, consapevole che dietro l’aspetto burbero Harrison conservi il cuore di un genitore che ama la propria figlia. Mi piace l’idea che Jesse venga pian piano sempre più coinvolta dal Team degli Star Labs e magari riesca a costruire anche sulla Earth 1 una rete di relazioni forti con il resto della squadra.

King Shark

Lo squalo parente degli…

street_sharks_by_darkcorvus07-d6dbcc1…è rimasto un villain interessante anche se avrei voluto vederlo sfruttare meglio. Molto difficile da battere, decisamente temibile e disperato: la chiusura del portale gli impedirebbe di tornare a casa, Zoom non può saldare la promessa fattagli se avesse ucciso Flash. L’elemento della disperazione è un aspetto importante che sarebbe stato molto interessante sfruttare più a lungo ma comprendo che il costo degli effetti speciali sia già stato a livelli stellari per cui non credo lo rivedremo molto presto.

08Ho apprezzato moltissimo, tra l’altro, che il piano di Barry per sconfiggerlo sia stato interamente farina del suo sacco: ogni tanto sembra che sia il più scemo della cumpa e che se i piani non glieli facciano gli altri, lui non sia in grado di allacciarsi nemmeno le scarpe.

07Colgo l’occasione per affermare quanto io sia contenta che a capo della Argus non ci sia più Amanda Waller: la mancanza di scrupoli della donna ha fatto da sempre più danni che cose buone e l’idea di sfruttare i cattivi per creare dei soldati super dotati è, secondo me, uno degli errori più madornali che si possano fare eppure uno dei più comuni nel mondo dei fumetti (e purtroppo nella realtà). Un errore che affonda le radici nella storia di “Frankenstein”, lo scienziato che costruì una creatura che poi finì per ribellarsi a lui, rovinandogli la vita. Un libro, fra l’altro, molto bello e profondo che riflette sulla natura umana in una maniera assolutamente stupenda. Ve lo consiglio….o forse l’ho già fatto in passato a proposito di Gorilla Grodd.

Farei, invece, un momento di silenzio per quegli odioti – scusate il francesismo – dei soldati Argus che incappano nel trucco più vecchio del mondo finendo per fare scappare lo squalo coi jeans.

YOU IDIOTJay Garrick? Aka “Il Segreto di Pulcinella”

Il punto interrogativo non è casuale. Dopo aver visto il corpo di Jay scomparire con una mano nel petto nel vortice spazio-tempo dello scorso episodio, scopriamo alla fine di questo che dietro alla maschera di Zoom c’è proprio lui. O, come ha dichiarato recentemente Kreigsberg, Hunter Zolomon. In pratica avevamo tutti ragione: Zoom e Garrick hanno la stessa faccia, Hunter Zolomon non era solo un Easter Egg e ora che sappiamo chi c’è dietro la maschera NE CAPIAMO MENO DI PRIMA.

10

Come ha fatto Hunter Zolomon a muoversi da una dimensione all’altra?Abbiamo sempre e solo visto Jay oppure i due si alternavano?Cosa succederà ora che il suo doppelganger è morto? Come è possibile che per la seconda volta abbiano usato il trucchetto dell’infiltrato? In che modo Harrison Wells è coinvolto nella nascita di Zoom? Soprattutto quest’ultima domanda mi incuriosisce perché è un particolare che è stato portato alla luce all’inizio della stagione e mai più ripreso.

Questo non toglie che quando Zoom si sia tolto la maschera la Grace Adler che è in me si sia alzata in piedi ed abbia danzato la “I told you so” Dance…

Il mistero della Maschera di Ferro è rimasto pressoché identico e, personalmente, mi restano solo due ipotesi sulla base del colore degli occhi:

  • Eddie Thawne: risucchiato dal vortice spazio-tempo potrebbe essere stato recuperato da Zoom che, tolta la pallottola, potrebbe volerlo usare per scopi personali. Se è vero che Eddie avrebbe dato origine al Eobard Thawne destinato a diventare Reverse Flash, potrebbe essere che Zoom voglia usarlo per studiarne la struttura molecolare.
  • Jay Garrick: quello originale, magari noi ne abbiamo conosciuto solo un clone. Spiegherebbe la necessità di fargli tenere sul viso la maschera. Quest’ultima ipotesi, è però non suffragata dalla struttura fisica dell’attore che lo interpreta che abbiamo visto essere alto quanto Barry, più o meno, mentre Jay è decisamente più alto.

Qualche considerazione qua e là…

  • Barry è troppo sconvolto per la dipartita di Jay. Tutto questo legame con il velocista della Earth 2 è avvenuto off-screen?Perché non ho visto tutti questi momenti preziosi fra i due. La stessa relazione mentore-allievo è stata, come ribadito più volte da me nelle scorse recensioni, accantonata per privilegiare altri aspetti della trama. Può darsi che a ferire Barry sia solo la consapevolezza che un altro membro del team abbia pagato con la vita la ricerca della vittoria contro il villain.
  • Diggle è tutti noi. Le sue reazioni ai super poteri sono assolutamente impagabili e in questo episodio è stato spassosissimo, anche nelle vesti di marito fiero di Lyla e consigliere di Barry. Mi è dispiaciuto un po’ sentire che Felicity rifiuti le chiamate di Barry ma quei due sono troppo mitici per cui la ragazza, presto, tornerà in sé. Solo un piccolo dubbio: quando si parla di “Arrow”, ho poca memoria, ma io ricordo che Diggle, in realtà, non fosse poi così contento che la moglie lavorasse alla Argus: forse era legato solo al lavorare per la Waller? Probabilmente. Altrimenti avrebbero fatto un grosso errore di continuità nella storyline del personaggio.

Quote of the Week…che a questo punto chiamarei “Le perle di Cisco

Ho trovato assolutamente meraviglioso il momento in cui Cisco confessa a Caitlin della Earth 2 e, preoccupandosi della reazione di Wells, esclama:

«Great!Now, Harry’s gonna kill me…

05….and throw my stuff across the room»

06

Due cose realmente accadute.

Anche se Cisco che cita “Lo Squalo”, Wally che sostiene che i West siano convinti che Barry possa camminare sull’acqua e Diggle che definisce Barry che corre sul mare un’esperienza «biblica» sono stati comunque degni di nota.

Ecco il promo del prossimo episodio che, vi ricordo, andrà in onda il 22 MARZO.

Cosa vi è parso di questa puntata? La Grande Rivelazione che cosa vi ha lasciato? Cosa pensate delle reazioni di Barry e Cisco?Hanno fatto bene a raccontare la verità sulla Earth 2 o avrebbero dovuto continuare nella bugia?
Vi ricordo le meravigliose pagine dedicate al nostro velocista scarlatto preferito …

»Cisco Ramon
Grant Gustin Italia
The Flash Italian Fans

…e vi do appuntamento fra un mesetto circa.

MAY we meet again

Related posts

Spoiler Room: Supernatural, Once, The Newsroom, SoA, Arrow, The Flash e tanti altri

FeFraise

Suits | Recensione 6×09 – The Hand That Feeds You

The Lady and the Band

The Flash | Il ritorno di [SPOILER]!

Rinoa

4 comments

Sel 25 Febbraio 2016 at 21:04

Ciao! Bravissima, come al solito. 😉
L’episodio è piaciuto anche a me, ma devo dire la verità, ho aggrottato la fronte più volte. Passi per la nonchalance con cui King Shark se ne va in giro per Central City, abbiamo già visto con Grodd che per gli abitanti della città non è un problema. Tuttavia troviamo un Barry che cozza con Wally: come dici anche tu, ma da dove se n’è uscito? Io questo attrito tra i due non l’avevo mica colto; non così almeno. Wally sarebbe più giustificabile, per la seppur assurda questione del raffronto tra lui e l’eroe di casa, ma per quanto riguarda Barry mi sarei aspettata più comprensione da parte sua.
Capisco che Caitlin abbia dovuto trovare un modo di andare avanti e razionalmente la sua reazione ci poteva stare. Però, sinceramente, non ho apprezzato molto il modo in cui si rivolgeva agli altri. Per fortuna verso il finale abbiamo visto che la nostra Cait è sempre lì.
Anch’io mi aspettavo qualcosa in più da Iris, però riguardando la scena si può notare come oltre allo stupore ci sia di più: preoccupazione e una sorta di sensazione di dubbio e sospetto per una situazione poco chiara. In più la scena si conclude con Barry che le lancia un’occhiata: non potremo mai sapere come lei l’abbia ricambiata.
Oscar per l’assurdità va alla scena del tetto scoperchiato. Nessuno batte ciglio. Un po’ di sconcerto ma nulla di che. Sono d’accordo con Wally. E la giustificazione di Joe sulla scia del “Ho visto cose che voi umani…” è ancora più assurda. Sarà pur vero, per carità, però nella scala delle cose legate ai meta-human mi pare che un uomo mezzo squalo, grosso come una casa, stia abbastanza in alto, no?
Sono contenta dei Wells e spero che Jesse possa diventare davvero parte integrante del Team.
Per quanto riguarda Zoom diciamo che un po’ di delusione c’è stata, però ero curiosa come una scimmia di scoprire chi fosse e quindi va bene così. I quesiti rimangono sempre gli stessi, ma con una situazione più complicata. Perché Zoom vuole la velocità di Barry? E’ malato anche lui come il suo doppelganger? Ha mandato Jay su Earth 1 a fare da cavia? O magari si tratta di tutt’altro?
Non ci posso pensare che dovremo aspettare un mese… 🙁
Alla prox!

Reply
The Lady and the Band
The Lady and the Band 26 Febbraio 2016 at 09:55

Ciao!
Grazie del commento 🙂
Concordiamo su tutta la linea. Certamente ci sono stati più punti su cui abbiamo dovuto sospendere il giudizio personale e accettare le assurdità, primo fra tutti il fatto che uno squalo coi jeans se ne vada in giro a scoperchiare tetti e nessuno faccia una piega.
Probabilmente è uno di quei casi in cui discuti della cosa dal parrucchiere e la signora accanto a te esclama: “Assurdo!” e poi torna a sfogliare la rivista di gossip -_-
La delusione di aver avuto ragione è tanta, speravo in qualcosa di più sconcertante ma l’aspetto intrigante della modalità e movente è ancora troppo forte perché il livello di delusione sia tanto alto.
Che barba dover aspettare un mese intero per delle risposte!!!!
Alla prossima 🙂

Reply
Aniel
Aniel 26 Febbraio 2016 at 08:56

Fantastica recensione, come sempre!
Sappi solo che quando è comparsa l’immagine degli Street Sharks ho iniziato a cantare “quattro pinne all’orizzonte” come se non ci fosse un domani.
Comunque… come ti avevo già detto, questo episodio è stato un po’ un filler ai miei occhi. Non brutto, per intenderci, mi è piaciuto molto. Diciamo che dopo gli eventi di Earth 2 è stato più… uhm… rilassato? Come hai detto tu, ci ha mostrato l’impatto che gli eventi di Earth 2 hanno avuto sui nostri cari personaggi, e dal momento che io sono quella che ama quando i Winchester anziché prendere a cazzotti il cattivo di turno, se ne stanno a bordo dell’impala a piangere e a parlare dei propri sentimenti, figurati se non è una cosa che apprezzo anche in The Flash!
Ad ogni modo, su Barry un po’ pigna in culo nei confronti di Wally sono d’accordo. Sinceramente non ho capito quest’atteggiamento: la risatina per sfotterlo e il finto tonto quando Wally gli faceva notare la cosa… non mi è piaciuto affatto. Aver vissuto tragedie, lutti e situazioni difficili non ti autorizza a comportarti da stronzo, non da un giorno all’altro, non nei confronti di persone che hanno già i loro problemi.
Voglio dire, Wally ha appena perso la madre! Nessuno meglio di Barry potrebbe capire la situazione!
Per quanto riguarda la rivelazione finale… boh? Insomma, una risposta che ci ha dato solo altre mille domande.
Jay ha fatto il doppiogioco fin dall’inizio? Conosceva l’identità di Zoom? E poi perché la morte di Jay (sempre che sia morto) dovrebbe essere un “problema” per Zoom?
Io resto ancora dell’idea che il velocity-6 assunto da Jay abbia creato Zoom, tipo gemello malefico.
Sull’uomo con la maschera non ho proprio idea.
Come si può aspettare un mese, adesso? Senza risposte? Non bene. Assolutamente non bene.
Complimenti per la recensione, as usual! Non ci resta che aspettare pazientemente…

Reply
The Lady and the Band
The Lady and the Band 26 Febbraio 2016 at 10:03

Ciao!!
Grazie del commento e dei complimenti 😉
Gli “Street Sharks”!!Un ricordo dell’infanzia ahahahahahah…
Sì, decisamente il ritmo è stato molto lento e forse ci voleva perché quando si inizia a concentrarsi solo sull’azione, spesso l’aspetto psicologico passa in secondo piano. Un po’ come quando muore un personaggio e dopo due secondi il migliore amico fa una battuta: c’era una volta la credibilità. Invece, si sono presi il tempo di affrontare le conseguenze della Earth 2 e farci recuperare i pezzi mancanti. Episodio filler certo ma diciamo per una buona causa: glielo perdoniamo ahahahah
Barry l’avrei preso a badilate: si è comportato esattamente come Wally crede che sia e per un bel personaggio qual è Barry è un gran peccato. Come hai detto tu, Allen sarebbe stato anzi la persona ideale ad aiutare Wally ad affrontare la morte della madre ed invece si è comportato da perfetto idiota.
A proposito della risposta finale, ma io mi chiedo: se la morte di Jay rappresenta un così grosso problema,perché l’ha ucciso?Cercava di acchiapparlo per la collottola ed invece ha per sbaglio afferrato il cuore?!Mah.
Sì, anche io ho il sospetto che qualcosa a che fare con il velocity 6 ci sia anche se, Jay nel flashback, diceva che la colpa dell’esistenza di Zoom era di Harrison Wells e Wells non l’ha mai negato. Che ci sia stato un incidente di laboratorio per cui Jay è stato colpito da qualche raggio particolare che lo ha fatto vibrare così forte da replicarlo stile meiosi (o mitosi?Non me lo ricordo mai. Mi vengono solo in mente i virus di “Esplorando il corpo umano”). Mah 2.
Un intero mese senza è assurdo!!!La pausa invernale brevissima era stata troppo bella!
Grazie ancora 😉 a presto 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.