Image default
Recensioni The Flash

The Flash | Recensione 1×22 – Rogue Air

Hello Speedsters!

Siamo sulla soglia della fine stagione! Come state? Io…non ci posso credere. È stata una bellissima avventura e la prossima settimana ci attende un episodio che si preannuncia bello impegnativo dal punto di vista emotivo. Inutile dire che non vedo l’ora.

sobbingMa siamo qui per parlare della puntata di questa settimana per cui: al lavoro!

L’episodio si può dividere sostanzialmente in due parti: una prima parte dedicata al tentativo di portare in salvo i metahuman prigionieri agli STAR Labs con la collaborazione degli Snart, brother&sister (niente Dominic Purcell per questa volta). La seconda, è stata il sostanziale scontro finale tra Barry&Co e Reverse Flash.

08Diciamo che, per quanto mi aspettassi di più, non mi è completamente dispiaciuta nessuna delle due storyline principali. L’unica vera pecca che ho riscontrato è la quasi totale separazione fra i due momenti. Sarebbero potuti essere due episodi separati: il primo dedicato allo scontro con Snart, il secondo a quello con Reverse Flash. La conclusione è stata un po’ messa lì, con un legame con il resto della puntata che, in confronto, i miei discorsi appena sveglia, hanno più senso logico. Avrebbero dovuto dedicare un intero episodio solo allo scontro con Wells, secondo me, e non liquidarlo nell’arco di cinque minuti scarsi. Ora, quasi sicuramente non è detta l’ultima parola: i fumetti sono pieni zeppi di villain sempre sconfitti al 90% mai al 100%. Un po’ come un episodio di “The Vampire Diaries”, nessuno è mai veramente morto. Oltretutto, quando Reverse Flash è precipitato sull’auto, ho pensato al solito colpo di scena in cui l’eroe guarda di sotto e il villain è scomparso nel nulla.

Ciononostante, non me la sento di bocciare completamente la puntata: ci ha offerto un’interessante riflessione nella prima parte ed un bel po’ di azione nella seconda, per cui mi sono divertita.

01

La prima parte, come scrivevo, ha avuto relativamente poca azione ma ha affrontato un tema molto importante per il mito dell’eroe, ovvero «il fine, giustifica i mezzi»?

I’ve seen the way that Oliver does things, and he’s not afraid to just do whatever it takes to get what he needs, and I thought that I could do that too… I thought I could just use Snart but instead he used me.

È con questa battuta di Barry che vorrei iniziare a parlare della discutibile e sconsiderata decisione di Barry si rivolgersi a Leonard Snart per avere aiuto.

Con l’imminente riaccensione dell’acceleratore di particelle, Barry si rende conto che i meta-human imprigionati nell’anello sarebbero stati in pericolo perciò decide di trasferirli a Lian-ju, l’isola prigione di Oliver Queen. Purtroppo né mr Queen né nessun altro, risponde al suo appello per cui si rivolge all’unica persona in grado di congelare (pun intended) il problema: Capt. Cold.

Inutile dire che l’aplomb di Wentworth Miller/Leonard Snart rende sempre più meraviglioso questo villain che oserei definire uno dei più interessanti, sul lungo periodo, della stagione.

I risvolti dell’accordo erano abbastanza prevedibili per tutti, tranne che per Barry il quale ha compiuto un errore madornale fin dall’inizio: ha realmente tenuto fede all’accordo con Snart ed ha cancellato qualsiasi dato su di lui in possesso delle forze dell’ordine. Ha perso così l’unica leva che gli avrebbe garantito la collaborazione di Snart ed infatti Capt. Cold lo tradisce, garantendosi i favori di un paio di meta-human piuttosto pericolosi.

03

Perché Barry ha preso una decisione del genere? Lui dice di aver preso spunto da Oliver Queen ma in realtà ne ha replicato la modalità senza la giusta esperienza (innanzitutto). Ollie, infatti, sa bene che dell’altra parte non ci si può fidare e per quanto venga a patti col nemico, spesso fa in modo di avere sempre un piano di emergenza nel caso l’altro decida di fare a comodo suo. Barry, invece, è un ragazzo puro, quasi ingenuo, convinto, inconsciamente, che tutti siano limpidi come lui e, soprattutto, di parola. Per questo, guidato dal malfidato influsso della disperazione, scende a patti col diavolo e ne paga le conseguenze.

stupid idea

Infine, c’è quanto detto da Joe al figlio putativo: lui non è Oliver Queen perché conosce la linea invalicabile fra giusto e sbagliato e fra Bene e Male. Non sto dicendo (e nemmeno Joe) che Arrow non sia uno dei buoni ma solo che i metodi dell’Arciere di verde vestito – sè, ‘na volta! – hanno fatto del detto macchiavellico «il fine giustifica i mezzi», la propria linea guida.

Barry, invece, ha sempre avuto chiaro quel confine: ricordate quando rimase sconvolto per la tortura di Ollie al ladro di Starling City? The Flash aveva ben chiara la distinzione fra ciò che è lecito e ciò che non lo è; fra ciò che rende un eroe anche un modello di comportamento e ciò che lo rende di poco dissimile da coloro che combatte.

Certo, vengono da esperienze personali diverse e i villain con cui ha avuto a che fare Arrow sono molto diversi da quelli di Flash. Ma ciò che rende Barry…Barry è proprio il suo essere «eroe dentro», la sua percezione di Bene e Male che ha sempre avuto sin da bambino e che non dovrebbe perdere per nessun motivo al mondo perché lo spezzerebbe.

Mi è spiaciuto molto che non abbia dato ascolto alla voce dell’esperienza di Joe ma l’errore è dovuto alla giovane età e alla caparbietà tipica di chi crede di poter salvare il mondo. Ha dovuto imparare la lezione nel modo peggiore ma non dubito che non farà lo stesso errore di nuovo.

In tutto questo ci vengono regalate alcune perle di divertimento:

  • Cisco e le belle ragazze…o solo Golden Glitter (seriously?):

19

  • Caitlin non è assolutamente «uptight» e le faccine di Barry e la dott.ssa Snow..ahahaha

0607

  • You kissed her? Con tanto di manina alla «drama queen»…

13

  • Ma soprattutto, mr Occhi Laser aveva un conto in sospeso con Capt. Cold…

15

Una piccola considerazione: che tristezza quando ad inizio episodio tutti guardavano le foto della famiglia…e Cisco era agli Star Labs che guardava una sedia. Ecco, forse gli autori dovranno prima o poi affrontare la perdita di Wells per Cisco: l’uomo era come un padre per lui, lo aveva fatto sentire accolto, compreso e si è rivelata tutta una grande finzione.

Geniale, però, l’idea di portare il bicchiere di aranciata nei sotterranei per poter percepire l’arrivo di Reverse Flash grazie alla levitazione dei liquidi.

“Il triangolo no. Non l’avevo considerato”

Il periodo di Eddie in compagnia di Mr Mascara, gli ha offerto nuove prospettive su se stesso e sulle sue decisioni passate. Ad esempio, il caro “detective Pretty Boy”, ha finalmente capito quello che tumblr ha segnalato da mesi:

16

Notiamo, tra l’altro, come Iris sia tornata ad abitare in via della Damigella in pericolo Tonta numero 2. Ruolo di Iris nell’episodio: lamentarsi con Barry che gli manca Eddie, colpire Pick-a-boo con una chiave inglese (=apice dell’utilità), lamentarsi con Eddie perché voleva l’anello col diamante, lamentarsi di essere stata scaricata. Punto.

Ecco. Cari autori, se proprio volete che ‘sta donna ci piaccia, nella prossima stagione DATELE UNA STORYLINE! Pregasi caratterizzarla meglio e smettere di circoscriverla nel cortiletto insopportabile della “donna contesa che si lagna solo”.

“Qui, Quo e Qua vs uno della Banda Bassotti”

(dopo tutto, il trucco nero c’è)

Gli ultimi cinque minuti dell’episodio, evidentemente, gli autori non sapevano cosa far fare al nostro caro Barry. Mostrare la lavanderia di fiducia dove porta il costume? Nah. Rispolverare i cappellini di lana di Joe e confezionargli una sciarpa abbinata? Troppo noioso. Un bello scontro risolutivo, totalmente inaspettato, con Reverse Flash magari chiedendo ai cugini preferiti della CW? Ottimo!

17(Ash lanciava sfere poké, lui ha l’anello magico)

Lo scontro è stato molto bello e divertente: vederli schierati tutti e tre ha scatenato la fangirl che è in me, lo ammetto.

20

21

…ed anche la struttura della lotta è stata molto bella: lo affrontano uno alla volta, all’inizio sembra senza alcun piano e poi si capisce come in realtà fosse stato tutto intenzionale.

22

L’unica cosa che non ho ben capito è stata: ma dopo che Firestorm è volato a Mungivacche (comune pugliese), è tornato agli StarLabs in autobus? No, scherzo..avrà volato. Ma comunque…

Se non altro dallo scontro, Ollie potrebbe aver scoperto qualcosa di interessante su di sé…

12…mmm, però!

Una menzione speciale la darei, comunque, a Eobard Thawne che ha deciso di rinnovare la figura del villain introducendo una grande novità. Lo direi a parole mie…ma ho trovato una foto su Tumblr che lo dice meglio assai (errore voluto)…

18

Riepilogando: al momento attuale il team CBC (Cisco, Barry, Caitlin) ha tra le mani Eobard Thawne ed ha scoperto che la sedia a rotelle di Fake Wells era alimentata con le pile zinco carbone, ma che dico Duracell, ma che dico, con un acceleratore di tachioni di ultima generazione!Tutto ciò ci porta a due domande fondamentali:

1) che ne faranno di Eobard?

2) utilizzeranno il fatto che debba ricaricarsi come il mio smartphone a vantaggio dei buoni?

Lo scopriremo solo guardando l’episodio della prossima settimana del quale qui sotto troverete il promo.

Che ve n’è parso di questo episodio?Piaciuto?Odiato?Avreste voluto di più?Anche voi volete l’anello super power di Reverse Flash?

Condividete con me le vostre opinioni 🙂

Grazie per leggermi, mipiacciarmi e condividermi di settimana in settimana e prima di salutarvi, però, come sempre vi ricordo le bellissime pagine dedicate al fastest man alive:

Grant Gustin Italia

Snowbarry – I can’t do it without you

The Flash Italia Fans

The Flash Italia

Alla prossima!!!

Related posts

Ask Ausiello | Scoop su Grey’s Anatomy, The Walking Dead, The Flash e tanti altri!

FeFraise

Star-Crossed | Recensione 1×10 – What Storm Is This That Blows So

Jules

Once Upon A Time | Recensione 5×21 – Last Rites

Ocean

1 comment

Sel 15 Maggio 2015 at 22:32

Ciao! Siamo quasi giunti alla fine e so già che Flash mi mancherà… e di conseguenza anche le tue recensioni. Però devo dire che sono rimasta un po’ delusa da quest’ultimo episodio. Certo, ne complesso mi è piaciuto, ma mi ero creata delle aspettative che sono state disattese. Erano settimane che giravano foto di quei tre uno di fianco all’altro, pronti ad affrontare Wells in uno scontro che mi ero immaginata un pelino più epocale. E invece ci siamo ritrovati con 5 minuti alla fine, tipo contentino: “Tieni 5 euro, comprati il gelato!”. Che poi, se non ci fosse stato Ollie-libera-tutti a fare il lavoro sporco, addio sogni di gloria!
Wells ha applicato le prime regole dei boss di Cosa Nostra latitanti: resta il più vicino possibile a casa e rifugiati possibilmente in un tugurio a scrivere pizzini e a leggere la Bibbia. Al posto degli ultimi due Wells aveva un cilindro proveniente dal futuro e il capostipite della sua famiglia in ostaggio. E così ha fregato tutti. Per fortuna se n’è andato e ha smesso di vessare il povero Eddie. Non solo villain, anche bullo. Le ha tutte.
Il “famo a fidasse” di Barry mi ha fatto venire voglia di strofinarmi la fronte come fa lui quando le cose non vanno come dovrebbero. Comunque sono curiosa di sapere cosa c’era scritto su quel biglietto.
Iris ha di nuovo fatto un passo indietro: la scorsa settimana l’ho difesa a spada tratta, ma questa mi riesce alquanto difficile. E mi dispiace. Spero che nella prossima stagione la trattino come la protagonista che dovrebbe essere: vorrei vederla fare, dire, pensare cose sue, invece di essere così spesso ostaggio degli uomini della sua vita.
Infine mi aspettavo qualche scena Snowstorm… e invece niente. Altra delusione.
Confidiamo nel season finale.
Alla prossima settimana. E ricorda:
“Smart is sexy”. 😉

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.