Image default
Recensioni The Exorcist

The Exorcist | Recensione 1×01 – Pilot

exorcist-tv-show-review

Quando si inizia un nuovo show è sempre difficile capire come sarà, quali prospettive di riuscita ci saranno e soprattutto se, decidendo di recensirlo a scatola chiusa, ci farà bestemmiare…

Per fortuna, la maledizione di Ravenswood non mi ha colpito ancora… o almeno non per il momento e quindi posso benissimo urlare al mondo “Guardatevi ‘sto pilot perché merita!”.

‘The Exorcist’ è la nuova serie Fox basata sull’omonimo romanzo scritto da William Peter Blatty, libro che già aveva ispirato il film ‘L’Esorcista’ che probabilmente tutti voi avrete visto in una delle sue versioni (censured, extended o director’s cut)… se per caso non lo avete mai visto o avete visto solo quei 2 obbrobri che prendono il titolo di ‘The Exorcist 2’ e ‘The Exorcist 3′ andate nell’angolo faccia al muro a flagellarvi intanto che aspettate che la strega di Blair venga a prendervi!

Il confronto con il capolavoro cinematografico mi aveva messo in dubbio sin dall’inizio e il sentore di ca**ata era fin troppo forte e così mi son detto: “che sia bello o che sia trash devo comunque parlarne!” e quindi… eccomi qua con voi.

La storyline al momento è abbastanza lineare e, anche se ho trovato alcuni momenti un po’ lenti, devo dire che è ben riuscita e senza ombra di dubbio il plot twist che ci travolge a fine episodio è spettacolare e totalmente inatteso.

the-exorcist-tv-series-1_2dad46cbacfe4199b2e9ffd8e1c13314

Le atmosfere riprodotte grazie alla maestria di Rupert Wyatt (che già ho amato alla follia per il suo lavoro con ‘L’alba del Pianeta delle Scimmie’) richiamano da molto vicino il mood che si respira nel capolavoro del ’73.
La scena iniziale soprattutto, che poi scopriremo fungere da introduzione al primo incontro con il Maligno, strizza l’occhio fin troppo da vicino all’arrivo di padre Merrin a casa MacNeil.

Proseguendo con l’episodio, lo stesso stile narrativo, l’alternanza di momenti “in famiglia” a momenti di pura suspance, il richiamo a qualcosa successo in passato e l’abile uso della macchina da presa e di filtri richiamano tutti la produzione originale e coinvolgono quindi quel fanbase che ama quel determinato filone di film horror.

Sulla scena vediamo una famiglia che già sembra averne passate fin troppe e che si trova a dover fare i conti con qualcosa di più, qualcosa al di fuori della loro portata, e quindi chiama in soccorso il parroco di fiducia sperando in una benedizione, nel mentre però il parroco ha delle visioni mistiche che lo portano a incontrare quello che diverrà il suo nuovo bff. Easy no?!

Devo dirvi però che benché il pilot mi sia piaciuto molto, una cosa invece non ho apprezzato per nulla ed è stata proprio l’introduzione di quella visione notturna di padre Tomas.
L’ho trovata un po’ forzata e soprattutto un po’ troppo sopra le righe per il contesto in cui ci trovavamo.
Ok, mi rendo conto che ai fini della trama è stata la scelta più logica e ‘utile’ da fare, visto che in questo modo ci ha introdotto subito al lavoro di padre Keane e alla realtà degli esorcismi, ma mi ha lasciato comunque l’amaro in bocca… amaro che però è passato in un battibaleno nel momento in cui il sig. Henry, in qualità di deus ex machina, ha ricollegato i fili permettendo l’incontro “reale” tra i due. Potrei sembrare bipolare, lo so… ma credetemi, nella mia mente tutto ciò ha un senso!

Il momento che più ho amato dell’intero episodio è stato sicuramente il finale. Non me lo sarei mai aspettato e invece ecco lì, un plot twist che mi ha fatto letteralmente impazzire. E’ banale dirlo, vero? Però ormai di questi tempi è difficile che uno show riesca a stupirmi in questo modo, quindi un bell’applauso agli scrittori!
La ragazza indemoniata non è quella che tutti noi immaginavamo.

frame_0000_large

BOOOM, un fulmine a ciel sereno.
Anche perché le carte in tavola cambiano e tutto diventa ancora più inquietante ai nostri occhi.
Il personaggio di Casey mi incuriosisce veramente molto e sono curioso riguardo a quello che potrebbe ancora fare/succederle nei prossimi 12 episodi (sperando che arriveremo alla fine della stagione e non venga interrotto prima visti i numeri). Mi è piaciuto molto il suo cambiamento tra luce spenta e luce accesa avvenuto in soffitta e spero che nei prossimi episodi ci siano altri di questi momenti imprevedibili e per nulla scontati.

Al momento mi risulta ancora un po’ oscura la presenza del nipote di padre Tomas, non capisco se serva solamente da contorno oppure avrà un ruolo fondamentale nella storia, essendo al pilot è ancora difficile da prevedere, senza ombra di dubbio però che lo zio si sia fiondato a salvare la Bibbia, durante la scena con il corvo, invece che preoccuparsi dello stato d’animo del nipote… la dice ben lunga sul suo futuro!

‘Chi visse spelando molì ca*ando’ recita un vecchio proverbio cinese… ma io non posso fare a meno che sperare in una stagione unica per questo show. Non avrebbe alcun senso tirarla per le lunghe e allungare il brodo soprattutto perché eviterei con ogni possibile mezzo di attingere materiale ai due sequel che ebbe ‘L’Esorcista’ originale!
Bene, spero di ritrovarvi alla prossima e non mancate di farmi sapere cosa vi è parso di questo primo episodio!

Related posts

Beauty and the Beast | Recensione 2×13 – ‘Til Death

WalkeRita

Suits 8×10 – Combattimenti fra galli [MIDSEASON FINALE]

The Lady and the Band

Dexter | Recensione 6×06 – Just Let Go

JaneRizzoli

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.