Image default
Recensioni The 100

The 100 5×05 – Si fa come dice Octavia o si muore

I titoli degli episodi di questa quinta stagione di “The 100” sembrano ogni settimana più azzeccati: dopo aver aperto il vaso di Pandora la scorsa settimana, come ha sottolineato anche Bellamy, questa volta ci ritroviamo davvero impantanati nelle sabbie mobili.

Mi riferisco in particolare alla situazione di Octavia e al suo rapporto con il resto del gruppo. Arrivati alla quinta puntata è ormai superfluo ripetere che tutti i personaggi hanno dovuto affrontare dei grandi cambiamenti, perché sei anni sono un tempo davvero lungo, e perché questa continua lotta per la sopravvivenza lascia inevitabilmente dei segni. Octavia, per ora, è quella che mostra il cambiamento più evidente. Come ha detto Clarke, quello che è riuscita a creare nel bunker è senza dubbio straordinario – la Wonkru è unita, è forte ed è estremamente leale alla sua regina – ma d’altra parte è vero anche quanto ha detto Diyoza, ovvero che sono dei fanatici, disciplinati e militarizzati, ma pur sempre dei fanatici. Questa è stata la mia prima impressione quando ho visto l’atteggiamento di Gaia, ma ora ne ho avuto la conferma, soprattutto attraverso Miller: la Wonkru ha una fede cieca in Octavia, fede che va addirittura al di là del saper riconoscere effettivamente ciò che è meglio per loro; le sue decisioni si mettono in atto, senza se e senza ma, anche a costo della vita.

Ignoriamo Clarke #1

D’altra parte Octavia si è talmente calata nella parte di Blodreina da non dubitare nemmeno per un momento di se stessa e da porre la sua parola al di sopra di ogni logica. Credo che un buon leader avrebbe per un attimo rinunciato all’orgoglio e avrebbe dato ascolto a Clarke, semplicemente perché lei in quel mondo ci ha vissuto sei anni mentre le decisioni di Octavia sono basate su supposizioni e intuito.

Ignoriamo Clarke #2 che tanto abbiamo la mappa disegnata coi Giotto

Per ogni passo avanti che fa, ne fa almeno il doppio indietro, nel suo rapporto con il fratello in primis e anche nella conduzione di questo conflitto. Octavia ha dalla sua parte tante buone qualità, ma di certo non è una stratega al pari di Diyoza, tanto più se si ostina a non accettare consigli. Come detto nelle passate recensioni, Indra sembra l’unica ad aver mantenuto un minimo di coscienza: vuole molto bene ad Octavia, quasi come a una figlia, e ha perfettamente capito che questo atteggiamento alla fine le si rivolterà contro. Non conosciamo ancora a fondo tutta la storia, non sappiamo nulla ad esempio di quel Dark Year, ma qualunque cosa abbia portato Octavia a queste scelte è chiaro che non possono essere mantenute al di fuori del bunker, dove sono entrate in gioco nuove variabili.

Mi interessa però vedere come si evolverà il rapporto con Clarke e Bellamy, che sono sempre stati i leader del gruppo, e che ora si trovano praticamente estromessi da ogni potere decisionale.

Diventa sempre più affascinante invece il personaggio di Charmaine Diyoza: è spietata, è calcolatrice, è una perfetta stratega e, sebbene il suo non sia un esercito che brilli per fedeltà, una buona leader. Mentre Octavia prosegue come un carrarmato a testa bassa, Diyoza analizza la situazione e cerca di conoscere il suo nemico; e ammetto che mi piace vedere Kane, che è sempre stato “l’ambasciatore” del gruppo, a confronto con questa nuova leader nemica. Quel poco che abbiamo saputo del suo passato la rende ancora più interessante, per cui spero che continuino a darci questi piccoli indizi ogni settimana.

Altro personaggio che mi sta dando delle soddisfazioni è Shaw – ormai lo considero adottato nella squadra dei delinquents. Come ipotizzato la scorsa settimana, il sabotaggio dei missili è stato opera sua, e spero che abbia davvero deciso di schierarsi dalla parte dei ragazzi e che quindi il “tradimento” dell’accordo con Raven sia solo una finta per non perdere la fiducia di Diyoza. Mi chiedo a questo punto se abbia accettato di tradire l’equipaggio della Eligius perché anche lui affetto da questa strana malattia.

E, a proposito, devo ammettere che mi ero sbagliata e che l’effetto “Alien” visto del promo non si riferiva alla patologia degli uomini di Diyoza. Non abbiamo quindi nuovi indizi sulla situazione, né sul possibile legame con la scomparsa della Eligius III. Il ritorno sulla Terra e la ricerca di un nuovo medico sembrano l’unica soluzione possibile al problema, ma dove ha avuto inizio? È una conseguenza del lavoro da minatori per cui sono stati selezionati? È questo il vero motivo dell’ammutinamento – perché l’equipaggio usava questa malattia come leva per tenerli sotto controllo – o si tratta di una sorta di sistema di sicurezza attivatosi proprio nel momento della ribellione? Speriamo che Abby resti abbastanza lucida da riuscire a sciogliere la matassa.

Prima di chiudere con la classica Top 3 devo per forza nominare due momenti BONUS:

  • La reazione di Murphy all’arrivo di Madi, come sempre impagabile nella sua ironia.

  • La reunion 2.0 con il resto del gruppo e in particolare quel timido saluto tra Octavia e Monty – ogni tanto dietro la Blodreina si riesce ancora a intravedere la ragazza che cercava le farfalle.

E ora andiamo con la TOP/FLOP 3 della settimana:

  • Al TOP senza dubbio Murphy e Raven: non c’è altro da dire, questi due mi piacciono sempre di più e quasi quasi spero che venga ripreso dai soldati di Diyoza e riportato da Raven.

  • Grande FLOP invece (e purtroppo) per Octavia e quel suo parlar di Wonkru in terza persona come se fosse un’entità divina che mi ha dato davvero sui nervi.
  • TOP anche per Diyoza, che si sta dimostrando un villain ben costruito e interessante, e perché, se non altro, avrà per sempre il grande merito di aver fatto scoprire a Kane la tequila!

Per questa settimana è tutto, vi lascio con il promo della 5×06 in cui vedremo anche il confronto fra Echo e Octavia; come prenderà la sorellina questa nuova relazione con Bellamy? Con lo stesso finto disinteresse di Clarke magari?

Aspetto i vostri commenti e le vostre opinioni e vi ricordo di passare dalle nostre pagine amiche per non perdervi nessun aggiornamento sul cast e su questa quinta stagione.

The 100 Italia

The 100 – Bellarke Italia Page

DeCento

Related posts

Jane By Design | Recensione 1×15 – The Online Date

Jeda

Supernatural | Recensione 9×14 – Captives

Chiara

Cult | Recensione 1×01 – You’re Next

cristal85

2 comments

L@ur@ 25 maggio 2018 at 20:58

Episodi sempre più belli!!! Volano via, ci sono momenti che ti tengono incollato allo schermo, momenti di ironia, alla 5a stagione non è così scontato!

Mi associo a tutto, Diyoza mi piace perchè è una villain ma con uno scopo, non si mette ad ammazzare a destra e a manca perchè le va, ha bisogno di Abby e usa le giuste minacce ma senza mai esagerare (cosa che non si può dire del suo equipaggio ma ci sta, il loro essere così spietati è bello e verosimile).
Il momento con Kane è stato bello, lui è perfetto nel ruolo di ambasciatore, insieme ad Indra è il personaggio che più ha saputo mantenere un senso di onore e di integrità.
Octavia scusa ma è insostenibile. Si è completamente bevuta il cervello con la storia della Blodreina…
Che poi non capisco, lei era la regina nel bunker ma ora che sono tornati in superficie ai miei occhi i ruoli si annullano, lei non dovrebbe pretendere di comandare un bel niente. La valle è di Clarke, ci ha vissuto lei per 6 anni, quindi esercito o no, Blodreina o meno, Octavia dovrebbe abbassare un pò la cresta.
Devo ammettere che ho storto molto il naso quando Emori è scesa dalla jeep per rimanere con Murphy, speravo avessero archiviato la loro storia e li faccessero passare ad altro (si Raven parlo di te), e invece no, vorranno propinarceli ancora per molto.
Ho colto anche molto interesse da parte di Shaw nei confronti di Raven, non escludo un avvicinamento tra i due, che non mi dispiacerebbe eh, ma le scene tra lei e Murphy sono da fuochi d’artificio…
Per fortuna che c’è la sesta stagione!
Il finto disinteresse di Clarke alla vista dei Becho, si chi ti crede, ma è bene che adesso lei patisca, Bellamy (anche se non ci è stato mostrato esplicitamente) le è morto dietro per intere stagioni, ora tocca a lei!

Reply
Al
Al 27 maggio 2018 at 19:12

Ciao!
Mi trovi pienamente d’accordo: “The 100” alla quinta stagione ha ancora qualcosa da raccontare; si passa sopra tanti dettagli e tante incoerenze (i famosi casi di deus ex machina che saltano sempre fuori al momento propizio per salvare la situazione) proprio perchè la componente umana è decisamente superiore e forse anche la forza di questo show.
Diyoza è un buon villain, proprio perchè, a differenza di Pyke, ad esempio, che si odiava a prescindere, o di ALIE, che, in quanto intelligenza artificiale, di personalità non ne aveva, con Charmaine si riesce in un certo senso ad entrare in empatia; non dico di fare il tifo per lei, però è bello vederla interagire con i nostri e progettare la sua guerra.
Se tolgo la mia parte oggettiva, che si vuole imporre a tutti i costi di capire il perchè dietro questo atteggiamento di Octavia, non posso che darti ragione, infatti l’ho inserita nei flop della puntata. A tratti è stata veramente insostenibile, da farmi alzare gli occhi al cielo ogni volta che nominava la Wonkru – per la serie “abbiamo capito, mo’ riassettati il cervello e vediamo di portare a casa la pelle con un minimo di logica”. Il problema è che vedo la gente del bunker totalmente invasata, quindi ho anche paura che un cambio improvviso di direzione (per quanto sia d’accordo con te che tornati in superficie tutto si deve adeguare alla nuova situazione) possa generare il caos totale. Non so questa fede cieca a cosa sia dovuta e a quanto pare oscura anche il più piccolo barlume di logica, persino per Miller e Jackson. Io non sono una grande fan di Clarke, però è lei che ha vissuto sulla Terra e in quella valle per 6 anni, SEI ANNI, il minimo che si possa fare e darle ascolto, mi sembrava davvero l’idea più intelligente.
Su Raven e Murphy sfondi una porta aperta, ma che te lo dico a fare 🙂
Shaw mi piace, ma passa in secondo piano davanti alla vera ship della serie; e su Emori e Murphy ho bisogno urgente di un chiarimento su cosa sia successo in quei sei anni per archiviare la loro storia e far salpare finalmente questa nave.
Clarke non ti si crede, punto. Voglio proprio vedere quanta tensione si creerà con Echo…
Grazie per il commento, alla prossima!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.