Image default
Rubriche & Esclusive Telefilm Addicted consiglia... The Strain

Telefilm Addicted consiglia… The Strain

the-strain

I vampiri sono di moda da sempre, ma negli ultimi vent’anni (rilanciati da Buffy the Vampire Slayer e rinvigoriti poi dalla Twilight-mania) hanno conosciuto un vero e proprio boom che li ha visti proliferare sia al cinema che in tv e in libreria. The Strain, cupa serie horror firmata da Guillermo del Toro e Carlton Cuse, rientra in questa scia e riesce al contempo a smarcarsi da tutto e tutti: i suoi succhia sangue sono esseri mostruosi e bestiali che hanno un Padrone setrakiansupremo cui fanno riferimento, che ricordano molto di aspetto i Reapers di Blade II (diretto proprio da del Toro) e che hanno come vettore del contagio un piccolo verme bianco che, insinuatosi nelle vittime, fa partire la mutazione.
Lo show ruota attorno al tentativo di un antico Master vampiro di sottomettere la città di New York – e collateralmente il mondo – riempiendola di strigoi, e cioè della sua progenie di vampiri: a tenergli testa, un manipolo di civili coraggiosi che a volte con e a volte contro il proprio Governo, fanno ciò che possono per fermare l’avanzata del nemico. E qui mi fermo, meglio non dire altro per evitare di rovinare la visione di quello che è uno dei migliori serial degli ultimi anni.
The Strain è una produzione del canale FX tratta dalla trilogia di romanzi Nocturna, firmata da Guillermo del Toro e Chuck Hogan che, dopo tanto peregrinare, hanno trovato casa nell’emittente via cavo che ha permesso loro di realizzare questa bella serie tratta dai loro scritti: sino ad ora sono andate in onda tre stagioni da 10/13 episodi ciascuna, mentre la quarta ed ultima è prevista per il prossimo anno.
Perché vedere questo show? Innanzitutto per la trama: interessante, intrigante, ben scritta e con continui flashbacks che ci fanno capire la back-story dietro ai vampiri e ad alcuni dei personaggi principali. Poi, per gli attori: un cast ben scelto ed assortito che vede interpreti talentuosi e perfettamente calati nella parte: Corey Stoll (Ephraim Goodweather), Kevin Durand (Vasiliy Fet), il magistrale Richard Sammel (Thomas Eichorst), Jonathan Hyde (Eldritch Palmer), David Bradley (Abraham Setrakian) e Ruta Gedmintas (Dutch Velders) svettano in un cast di livello. In ultimo, per gli effetti speciali e il reparto trucco: sembra quasi di essere al cinema e di star vedendo un film ad alto budget!
Questo serial è l’ideale per i fan dei vampiri stufi di vedere le loro amate creature rappresentate come esseri affascinanti e un po’ maledetti alla The Vampire Diaries e che vorrebbero vederle ritornare allo stato di esseri sanguinari che non si fermano davanti a nulla e a nessuno: i succhia sangue di The Strain hanno qualche punto in comune con gli zombie date le loro ridotte capacità intellettive (ma questa restrizione non è per tutti, basta seguire lastrain cast serie e tutto sarà spiegato…) e hanno anche un aspetto mostruoso che li rende anche ben lontani dai bellissimi ma spietati vampiri di Intervista col Vampiro. Sono, insomma, una cosa a sé.
Molti storceranno il naso, altri ameranno questa riuscita variazione su un tema tanto caro a cinema, tv e letteratura. Comunque la si pensi, a meno che siate facilmente impressionabili, vale la pena dare la possibilità ad uno show che ha saputo coniugare perfettamente una figura classica del folklore, ad una storia dall’ampio respiro che tocca horror, azione, sci-fi e fantasy.

Related posts

British Addicted #65

Sam

Sliding Doors: Eroe o Criminale?

Skoll

Ship Addicted | Olicity – Part 2

Gio.spike

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv