Image default
Rubriche & Esclusive Telefilm Addicted consiglia...

Telefilm Addicted consiglia… Spartacus

I nostri consigli seriali tornano nuovamente sulle frequenze di telefilm addicted.com, per farvi conoscere una delle serie tv più interessanti di questi ultimi anni. Stiamo parlando di Spartacus. Io stesso ho conosciuto, anzi ho apprezzato, da poco la serie e ho ben pensato di scrivere per voi questo breve ma intenso memorandum sulla serie. Spartacus non è certamente un prodotto televisivo adatto a tutti, sia per la violenza gratuita che per le scene di sesso davvero molto hot ed a tratti eccitanti; però è uno show televisivo innovativo che si focalizza su una parte molto importante della storia di Roma. La rivolta degli schiavi capitanati da Spartucus il Trace, viene raccontata ampiamente nei libri di storia, di diritto ed è stato oltretutto anche argomento di esame per la mia facoltà, segno di come anche le serie tv attingono da più fonti per regalare al pubblico nuove emozioni.

Trasmessa sulla rete satellitare Starz, la stessa che ha prodotto quel piccolo ed incompreso capolavoro di Crash, la serie è ambientata nel 72 A.C., quando l’esercito romano capitanato dal diabolico legato Claudio Glabro, per fermare l’avanzata dei Gezi, ha chiesto aiuto al popolo trace. Traditi dai loro stessi alleati, i traci sopravvissuti alla rivolta, finiscono a Capua nel ludus del lanista Batiatus. Tra questi c’è Spartacus che a fatica si abitua al suo nuovo status. Mentre nel ludus cominciano a tessersi giochi di potere, di inganni e fatali seduzioni con la complicità di Lucretia moglie di Batiatus, Spartacus è il primo ad accorgersi della malvagità del suo padrone. Tra epiche battaglie in arena, rese celebri da Frank Miller che ha lavorato al film 300, la serie tv assurge al titolo di cult in una manciata di episodi. La prima stagione con il titolo di Blood and Sand finisce con un episodio davvero al cardiopalma, e il resto della vicenda, di cui a gennaio inizierà la terza ed ultima stagione, continua su quello stesso filone regalando emozioni a gogo. La dipartita del carismatico nonché bravo attore Andy Whitfiel, ha imposto alla produzione di cambiare protagonista, tanto è vero che dalla seconda stagione Liam McIntyre diventa il nuovo Spartacus. Il cambio di attore non influisce sugli ascolti, e fa brillare alto lo show registrando ascolti record. Tra la prima e seconda stagione è stato realizzato anche un prequel in 6 episodi con il titolo Gods Of Arena, che introduceva nuovi personaggi incontrati poi nella seconda stagione.

Io azzarderei a chiamare Spartacus un’Hystirocal Soap. La serie infatti ha tutte le caratteristiche di un drama in costume, che non solo ricostruisce alla perfezione seppur con qualche volo pindarico la società romana, ma con l’aggiunta di intrighi, amori tormentati e storie di vendetta, Spartacus attinge ad alcuni colpi di scena di un drama vecchio stile che rendono ancora più stuzzicane e piacevole la visione. Con una regia quasi cinematografica ed un’ambientazione claustrofobica, Spartacus potrebbe candidarsi per una serie per soli uomini, invece forse anche il pubblico femminile potrebbe apprezzare; non c’è solo una vicenda coinvolgente, ma c’è talmente tanto sesso e fisici scolpiti in bella mostra da rimanere a bocca aperta. Lo show è “strabello” e nonostante il pilot non è dei migliori, con il trascorrere degli episodi, non si può fa a meno di veder sedotti dal fascino di Spartacus. Con alcuni volti televisivi e non, tra cui la bella Lucy Lawless qui in una veste del tutto inedita, la serie della Starz è davvero un piccolo gioiello della serialità moderna. Forse poco conosciuta in Italia, ma grazie a questo mio consiglio seriale, ora sapete che esiste anche questa serie, e dovete vederla assolutamente. Etichettata come un prodotto tendenzialmente porno e troppo truculento, la vera essenza di Spartacus è ben altra. In fondo la serie è una vicenda contro le oppressioni e le sottomissioni, ma soprattutto è una storia sull’amore vissuto attraverso lo sguardo di chi vive il sentimento nella sua interezza.

In rete la si può trovare ancora, altrimenti su Cielo, la prima stagione dovrebbe essere ancora in replica. Se potete in queste vacanze natalizie, recuperate Spactacus e non rimarrete delusi.

Related posts

Le 5 scene preferite di Thisperfecttime

thisperfecttime

Le 5 Morti Più Dolorose Secondo Sam

Sam

I migliori antagonisti del 2016

MooNRiSinG

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.