Image default
Rubriche & Esclusive Telefilm Addicted consiglia...

Telefilm Addicted consiglia… Episodes

Matt LeBlanc è di nuovo in TV!!! YAY!!! 😀
Chi è Matt LeBlanc? CHI E’ MATT LEBLANC?!? Matt LeBlanc è quell’AMICO mio… nominato 4 volte agli Emmy come ‘Outstanding Lead Actor (comedy)’, che ha vinto un premio ai People’s Choice Awards, uno ai Teen Choice Awards, ed è stato nominato per ben 4 volte ai Golden Globe Awards, di cui uno vinto l’anno scorso proprio per la sua performance nella serie che sto per proporvi. Ancora nessuna idea di chi lui sia? Forse vi è più familiare se lo chiamo Joey Tribbiani. Quello di FRIENDS, insomma. 😉
No, non è di FRIENDS che sto per parlarvi, ci mancherebbe, chi non la conosce? Chi, anche per sbaglio, non ha mai visto almeno un episodio della sitcom più famosa ed amata degli anni ’90? Oggi, invece, ci concentriamo su Episodes.
Nato dalla collaborazione tra David Crane e Jeffrey Klarik e prodotto dalla Hat Trick Productions (compagnia indipendente anglosassone), lo show è stato mandato in onda dalla BBC2 e da Showtime, ottenendo non solo un numero decente di ascolti sia al di qua che al di là dell’oceano, ma anche critiche favorevoli dalle maggiori testate giornalistiche (USA Today: «easily the best new sitcom of the season», The Boston Globe: «each of the season’s seven half-hours is a little sliver of pleasure», The Arts Desk: «together, they’ve proved they can make us laugh»). Non sono mancate, ovviamente, le critiche più tiepide, secondo le quali la serie manca di verve, sebbene gli interpreti facciano un ottimo lavoro, e certamente anche le bocciature non hanno tardato ad arrivare… e che ci volete fare, miei cari addicted? Haters are gonna hate! E poi, lo dice la stessa Carol Rance (Kathleen Rose Perkins – ‘Provaci ancora Gary’ e ‘Castle’) in apertura del primo episodio della seconda stagione, nel tentativo poco convincente di rassicurare Sean Lincoln (Stephen Mangan – comico famosissimo in Gran Bretagna; l’elenco di film e serie a cui ha partecipato sarebbe troppo lungo, per cui cito solo uno dei suoi ultimi lavori, vale a dire i quattro episodi di ‘Dirk Gently’ che mi hanno fatta ridere tantissimo) a proposito della première di ‘Pucks’, lo show-nello-show: «Non frega a nessuno delle recensioni. I critici odiano la maggior parte delle schifezze che mandiamo in onda, ma la gente le guarda lo stesso». E siccome, Episodes non è una schifezza, potete fidarvi dei consigli del vostro staff preferito. E, dato che non siamo qui per inseguire i folletti (puck = 1. folletto, 2. disco dell’hockey) sotto i funghi con il cappello rosso a puntini bianchi, andiamo al sodo, cioè la trama: Sean e Beverly (Tamsin Greig – ‘Green Wing’, ‘Love Soup’, ‘White Heat’), sono una coppia sia nel lavoro che nella vita privata. Giunti ad Hollywood per scrivere il remake della serie ‘Lyman’s Boys’, che li aveva resi famosi in Inghilterra, si renderanno conto che la vita tutta glamour, incontri importanti, cocktail con gli ombrellini e macchine extra-lusso, nel distretto più famoso della California non è poi così adatta alla loro unione. Specialmente se il network impone dei cambiamenti drastici alla sceneggiatura e fa pressione per assegnare la parte principale a Matt LeBlanc, anche se non gli si addice per niente. Quanto disastrosi saranno i risultati? Starà a voi scoprirlo, ma le risate sono assicurate grazie a questo piccolo ritratto di ciò che accade dietro le telecamere di una serie TV, a un dirigente di network megalomane (Merc Lapidus, interpretato da John Pankow) che intrattiene una tresca con la segretaria, alle attrici gonfiate dal silicone, alla stalker che compare nuda nel cuore della notte a casa di LeBlanc, mentre Sean e Beverly faticano a ritrovare l’amore l’uno per l’altra e Matt a riottenere la popolarità a cui era abituato ai tempi di ‘Friends’. Parolacce, violenza, gente nuda… okay, no, non è vero, delle ultime tre cose c’è scarsa traccia, ma questo non ha comunque impedito al New York Magazine di definire lo show come «il più pungente dell’anno» e lodare Matt per la sua «superba e perfetta» interpretazione di un se stesso spropositatamente esagerato, che ha portato moltissimi a pensare che anche nella vita vera Matt sia così… ma sì diciamolo pure, stronzo, manipolatore, seppur estremamente affascinante! A questo proposito l’attore ha dichiarato: «La gente mi chiede se il Matt in TV sia il Matt reale, ma di fatto gli sceneggiatori non fanno altro che prendere un granello della mia vita personale ed ingigantirlo. Non mi da fastidio che la gente pensi che il Matt LeBlanc sullo schermo sia quello vero, perché può solo voler dire che abbiamo fatto un buon lavoro dando vita ad un personaggio totalmente credibile».
I rapporti interpersonali tra i protagonisti (l’amicizia tra Matt e Sean, la relazione tra Beverly e Sean) sono sicuramente gli elementi più toccanti della serie, che si svolge sempre fluida, con il suo humour leggero, brillante e mai scontato. E non dimentichiamo che offre un interessante spunto di riflessione non solo su quanto siano diverse la cultura inglese e quella americana, ma anche i loro rispettivi modi di fare comicità.
Rinnovata per una terza stagione di 9 episodi, speriamo che il giorno in cui tornerà in onda arrivi presto, because we need more Episodes. 😉

Related posts

Newport Beach | 1×03 – Old Faces

Prince

Telefilm Addicted consiglia… Awkward – Diario di Una Nerd Superstar

LuigiT

Telefilm Addicted intervista IN ESCLUSIVA l’attrice di American Horror Story

alessioxoxo

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.