Image default
Recensioni Supernatural

Supernatural | Recensione 8×13 – Everybody Hates Hitler

Loading...


Everybody Hates HitlerNegli ultimi due episodi abbiamo scoperto che il tanto decantato “family business” dei Winchester potrebbe non essere quello che Dean era convinto che fosse. Fino ad adesso i fratelli hanno portato avanti lo stile di vita della famiglia della madre, dei Campbell, diventando bravissimi cacciatori. Tuttavia, sorpresa!, a quanto pare anche l’irriducibile John Winchester aveva un’eredità tutta sua di cui non era a conoscenza. Entrano così in scena gli “Uomini di Lettere”, in pratica il cervello dietro i muscoli dei cacciatori, e grazie ad un opportuno viaggio nel tempo e al loro nonno paterno (un sant’uomo rispetto a quello materno), Dean e Sam ereditano tutta la conoscenza della segreta élite (ditelo che subito dopo questa parola vi è venuta in mente Manhattan….) che aveva studiato le creature paranormali e tramandato il suo sapere per secoli. Non ho dubbi sul fatto che questa scoperta sarà fondamentale nello svolgersi della futura trama della serie. Chi meglio di una setta molto ristretta di fanatici studiosi e centinaia di anni di ricerche può aiutarli a scoprire tutto quello che c’è da sapere sul Verbo di Dio e sui profeti e su tutto quello che devono fare per chiudere i cancelli dell’Inferno? E perché no? Magari anche quelli del Paradiso (a patto ovvio che Cass rimanga con noi…. non esiste un happy ending senza Cass).

E così in questa puntata Dean e Sam si ritrovano nella Bat-Caverna della società segreta, che nonostante sia una struttura risalente almeno al 1958, anno di morte di tutti i membri degli “Uomini di Lettere” per mano del demone Abbadon, sembra sia dotata di comfort all’avanguardia compresa una connessione wi fi ad internet (non ci sono parole abbastanze sarcastiche per poter commentare…). Comunque mentre si mettono comodi e curiosano nella Bat-Caverna, si presenta un nuovo caso su un rabbino e una stirpe di nazisti che faceva strani esperimenti (se avete visto Capitan America, praticamente la trama è uguale, con l’unica differenza che i nazisti di là cercavano di creare armi super terribili, qui invece di riportare in vita i morti). A difesa degli ebrei si erge un mostro di argilla, creato appositamente da loro, chiamato Golem, che nessuno sa manovrare, tranne il nazista ovviamente… Nazista talmente sveglio da spiegare tutto prima di venire ucciso dai fratelli Winchester (davvero la trama si commenta da sola…)

Tutto sommato una puntata carina, adatta per dare il tempo ai fan di digerire gli “Uomini di Lettere”, praticamente la versione sofisticata di Bobby Singer (quanto mi manca!). La trama era scopiazzata un po’ qua e un po’ là, niente di particolarmente originale, ma tutto sommato gradevole e adatta anche a spiegare qualche retroscena sulla setta segreta (strano che non abbiano tirato in ballo i Massoni, ma non disperiamo, Supernatural è stato rinnovato per un’altra stagione, la nona che probabilmente sarà la penultima; quindi c’è tutto il tempo per poter elargire a tutti gli appassionati altri, sempre più, patetici cliché).

Interessante notare che la scoperta di questa nuova eredità potrebbe essere un fattore positivo per il fratello più piccolo di casa Winchester, Sam è sempre stato il diverso nella sua famiglia, quello che amava studiare e passare il suo tempo sui libri e si è sempre sentito un po’ l’escluso. Spesso, infatti, nel corso della serie, Lucifero (mi manca anche lui!) sfruttava l’insicurezza di Sam a proprio vantaggio, facendolo sentire un emarginato rispetto al fratello e al padre così diversi da lui. Dopo tutto ciò però penso che Sam possa finalmente trovare il senso di appartenenza alla famiglia grazie a questo retaggio, difatti lo vediamo subito a suo agio nella loro nuova dimora tra libri polverosi, biblioteche e segreti, mentre Dean è impegnato a giocare.

Supernatural-813-Everybody-Hates-Hitler-Dean-sword

 

Loading...

Related posts

Revenge | Recensione 1×04 – Duplicity

LadyBones

Supernatural | Recensione 10×08 – Hibbing 911

Jules

OUAT in Wonderland | Recensione 1×04 – The Serpent

Natasha

1 comment

Sarella
Sarella 15 febbraio 2013 at 11:17

Queste ultime due puntate mi sono piaciute TANTISSIMO!!!Apprezzo molto la piega che hanno dato alla storia…solo mi sembra un po’ “buttata li”…cioè dopo 8 STAGIONI si scopre che forse i nostri fratelli hanno sbagliato tutto fin dall’inizio??così dal nulla??e come si lega tutto ciò alle precedenti 10 puntate della stagione?sono perplessa, anche se, ripeto, non mi divertivo così guardando SPN da anni!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.