Image default
Recensioni Supernatural

Supernatural | Recensione 10×18 – Book of the Damned

Ormai giunti quasi alla fine di questa decima stagione, tutti gli altarini più imponenti sono stati scoperti. Non nella maniera in cui avrei desiderato, considerando quanto gli autori ci abbiano fatto penare con episodi a cui, personalmente, non riesco proprio a dare alcun peso, e per quanto non possa dire che sia stata una stagione piacevole in toto, nei suoi alti e bassi ha saputo riservarci diverse sorprese.
Sicuramente, in pieno stile Supernatural, i prossimi due episodi ci manderanno fuori di testa, creando un hype assurdo nell’attesa che arrivi ottobre, ma avendo passato diversi mesi a lamentarmi della condotta dei Bros e del resto della gang, per il momento voglio solo godermi la meravigliosa sensazione di shock provocata da questo episodio. Direi che era ora!

1 2

Innanzitutto, devo assolutamente spendere qualche parola su Metatron. In particolare riguardo il fatto che in dieci anni non mi era mai capitato di sopportare così poco un personaggio, forse solo Uriel, Zachariah e Dick prima di lui, ma comunque in maniera totalmente diversa. Ciò che mi infastidisce di questo personaggio è che, non solo si crede Dio sceso in Terra, sorvolando sui motivi che, forse, un po’ a ragion veduta nel corso del tempo lo hanno portato a riempirsi di una tale megalomania, ma si permette anche di fare l’ironico in una maniera a dir poco fastidiosa.

Ma ancor più che il suo atteggiamento, mi è sempre più difficile tollerare quello di Castiel. Non è una novità che, soprattutto ultimamente, abbia un rapporto piuttosto conflittuale nei suoi confronti, principalmente causato – e ci tengo a ribadirlo – dalla sua incapacità di rendersi utile, e in questo episodio, infatti, non ha fatto altro che darmi ragione. L’idea di far uscire Metatron dalla prigione in Paradiso è stata di Sam, ma il danno più grave lo ha fatto Castiel, permettendogli di recuperare la tavoletta dei demoni che, se aveva così tanta premura di recuperare, sicuro scopriremo che servirà per il rituale della rimozione del Marchio o qualcosa del genere. C’è di buono che, almeno, Cass si è ripreso la sua Grazia, ma oltre che a curare il tunnel carpale di Charlie, servirà ad altro?

charlie

Gloria e giubilio, invece, per il ritorno in scena di questa meravigliosa ragazza, che spero ancora diventi regular, perché ha uno strabiliante potenziale. Intelligente, scaltra, istruita, è ormai diventata anche una formidabile combattente e cacciatrice. Con il suo senso dell’umorismo mi strappa sempre un sorriso. Sono stata felice di rivederla, soprattutto perché si è resa utile meglio di chiunque altro, e per l’ennesima volta ha dimostrato di tenere ai fratelli Winchester, mettendo a repentaglio la sua stessa vita pur di aiutarli. E’ semplicemente adorabile.

Se non fosse stato per lei, Sam avrebbe continuato a barcamenarsi nel buio, alla ricerca disperata di qualcosa, qualsiasi cosa, che potesse essere in grado di rimuovere il Marchio. Ebbene, finalmente è stata trovata, ma essendo Supernatural, non sarà facile usarla.

sam-ta

Il Libro dei Dannati, il cui nome è sufficiente a rendere un’idea piuttosto chiara del suo contenuto, è il libro in cui, seppur in codice, sono rivelati gli incantesimi per le peggiori maledizioni esistenti al mondo. Sorvolando sul fatto che non mi piace l’eventualità che possa esistere qualcosa di più grave del Marchio di Caino, potrebbe essere l’unica possibilità per Dean di liberarsi di questo fardello una volta per tutte.

Avevamo lasciato i due Bros in una situazione poco piacevole, in cui entrambi si erano ritrovati, con l’intenzione di proteggersi a vicenda, a mentire l’uno all’altro: Sam senza dirgli nulla riguardo Metatron, il coinvolgimento di Bobby e l’intenzione di farsi aiutare dallo scriba di Dio per cercare il modo di rimuovere il Marchio; Dean fingendo di aver avuto una giornata come tante altre quando, invece, ha avuto uno scontro ravvicinato con Rowena, scoperto che è la madre di Crowley e che la donna ha rivelato a quest’ultimo che il Marchio è ‘solo’ una maledizione.
Ebbene… Almeno riguardo Dean, posso dire di essere rimasta piacevolmente colpita, proprio entusiasta a dire il vero, di come abbia deciso di coinvolgere Sam e spiegargli tutto; avevo già iniziato a gioire al pensiero che il loro rapporto non sarebbe stato più intaccato dai vari intenti che l’uno verso l’altro hanno sempre avuto per proteggersi  a vicenda, invece, Sam arriva con il colpo basso, proprio sul più bello.

1dean 1sam

Ho avuto modo, nel corso di questa stagione, di farmi un’opinione di Sam decisamente più positiva rispetto a quella avuta negli anni precedenti; ho apprezzato diverse sue azioni, nel corso degli episodi, e in questo in particolar modo, ho adorato la sua conversazione a cuore aperto con Charlie (probabilmente, la mia scena preferita dell’intero episodio), ma alla fine dei quaranta minuti mi sono ritrovata alquanto indecisa sul come sentirmi.

Partendo dal presupposto che ero già carica di nervosismo nel vedere il Libro dei Dannati bruciare, dopo tutta la fatica che è costata a Charlie per cercarlo; pensando subito, però, che Sam, essendo Sam, non solo non poteva aver dato ascolto a Dean bruciando davvero quel libro, ma che avendo passato talmente tanto tempo alla disperata ricerca di una speranza per suo fratello, non l’avrebbe distrutta così facilmente, ho sperato avesse in mente un piano B. Così è stato, ma mai avrei voluto che si mettesse in combutta con Rowena.

3 4

 

Stiamo scherzando?! Secondo quale logica un accordo con quella donna potrebbe portare a qualcosa di buono?
Non posso credere che dopo tutti questi anni, passati tra Inferno, Purgatorio e contratti demoniaci vari, sia stato così ingenuo da affidarsi ad una come Rowena. Capisco la disperazione e la frustrazione nell’avere tra le mani la ‘cura’ per Dean, ma non saperla usare, però.. Rowena?! Quella donna non vede l’ora di far fuori entrambi i fratelli e ora che anche suo figlio ha perso interesse per lei, chissà di cosa sia capace. Non mi piace sapere che Sam si troverà presto coinvolto con lei, ma allo stesso tempo la curiosità di sapere dove questa alleanza potrebbe portare, mi elettrizza.
Come dicevo, per l’appunto, mi sento abbastanza in conflitto a riguardo e dopo una dozzina abbondante di episodi in cui non abbiamo visto niente, mi auguro che gli autori abbiano pietà di noi e non ci lascino in sospeso nel finale…

Come sempre, ho la vaga sensazione che le mie speranze siano vane e il promo del prossimo episodio non mi rassicura affatto. Voi che ne pensate di questo cambio degli eventi? Siete d’accordo con la decisione di Sam?

Related posts

Grey’s Anatomy | Recensione 12×13 – All Eyez On Me

Claw

The Walking Dead | Recensione 7×08 – Hearts Still Beating (MIDSEASON FINALE)

Clizia Germinario

Suits | Recensione 7×04 – Divide and Conquer

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv