Image default
Recensioni Supernatural

Supernatural | Recensione 10×08 – Hibbing 911

Ennesimo episodio piuttosto autoconclusivo, che non ci porta assolutamente a sapere nulla né di Castiel, né di Crowley e né del marchio che, a differenza di tutto il resto, viene almeno nominato. Onestamente, inizio a pensare di aver sopravvalutato questa stagione, iniziata alla grande, a mio avviso, ma che nel giro di soli pochi episodi ha mostrato già diversi alti e bassi, con quest’ultimi non solo inutili, anche piuttosto noiosi. Non so voi, ma a me questo episodio non è piaciuto per niente – e mi dispiace molto dirlo per via della presenza di Jody, che ho sempre adorato come personaggio . Ad ogni modo, e tralasciando i ‘gusti personali’, credo che sia stato un episodio obiettivamente irrilevante e poco interessante.

tumblr_ng033jKuUZ1qafea7o1_500

Cercando di valutare ciò che di vagamente positivo possiamo cacciare da questa puntata, inizierei col dire che, finalmente, Sam e Dean si sono presi qualche ora di ‘pausa’ dalla caccia per dedicarsi a una serie di ricerche riguardo al marchio; purtroppo, non hanno concluso nulla, non ancora almeno, ma è già qualcosa che si stiano interessando. Basandoci su quello che Caino stesso disse, e Crowley ribadì in seguito, riguardo il marchio e il fardello che tenerlo avrebbe comportato, sappiamo che the First Blade non funziona senza marchio e il marchio senza lama è, o sembra, innocuo, ma il corpo umano non è capace di sopportare il marchio – motivo per cui, in primis, Dean dovette diventare demone. Col senno di poi, avendo visto come il marchio funzionava con la lama quando Dean era diventato demone, è possibile che ancora adesso debba essere saziato? Ebbene, è lo stesso Dean a confidare a Sam alla fine dell’episodio che, per la prima volta da quando è tornato umano, non ha agito sentendo l’impulso del marchio. Sarà una buona cosa?

tumblr_ng0xpx0P5v1qea4dgo2_250 Vi ricordate nell’episodio ‘Ask Jeeves’ (10×06) come ha reagito Dean a quella prima uccisione da umano con i postumi del marchio? Sparò sul mutaforma più volte del dovuto, accanendosi sull’ormai cadavere solo per sfogarsi, e saziare il marchio. È come se lo guidasse e spronasse a commettere atti violenti, tanto che, quando in questo episodio Dean uccide il vampiro, si rende conto di quanto poco, praticamente per niente, abbia sentito l’impulso dettato dal marchio. In teoria – o a rigor di logica, dipende dai punti di vista – questa dovrebbe essere una buona notizia, ma ho la netta sensazione che Dean si trovi solo nell’occhio del ciclone e che il peggio debba ancora arrivare. Insomma, non sarebbe Supernatural altrimenti…

tumblr_nfzpa3Tq8F1tgif05o1_250 tumblr_nfzpa3Tq8F1tgif05o2_250

A tal proposito, per quanto questo episodio sia stato alquanto scialbo in generale, devo dire che è sempre un piacere vedere come protagonisti dei personaggi del passato. E Jody, ormai, è una veterana della serie.

Mi è sempre piaciuta parecchio come donna e altrettanto ho provato rispetto per lo sviluppo psicologico da lei ottenuto, a causa di una serie di eventi. A partire dalla lontana quinta stagione, quando avvenne la disgrazia che le cambiò la vita, il suo percorso è stato molto interessante. Proprio agli esordi, per non perdere il figlio, nonostante questo si fosse trasformato in una specie di zombie, quasi si ribellò al lavoro di Sam e Dean, pur facendo poi la scelta più giusta, aiutandoli ad ucciderlo, ma inizialmente fu piuttosto restia ad introdursi nell’ambiente del sovrannaturale, limitandosi ad aiutare i Bros nei suoi limiti, ma senza intervenire davvero; si decise poi a prendere parte nelle varie missioni a seguito del rapporto creatosi con Bobby, seppur restando abbastanza in disparte, ma infine, soprattutto dopo la sua morte, ecco che ci troviamo una Jody Mills a dir poco cazzuta. Nella nona stagione, infatti, quando con il salvataggio di Alex, un’umana addetta all’adescamento di poveri idioti per far cibare la sua famiglia, in seguito diventata vampira, ma tornata di nuovo umana grazie alla miracolosa cura Campbell, le viene data la possibilità di avere di nuovo una famiglia, la vediamo interessarsi maggiormente al mondo del sovrannaturale, arrivando alla decima stagione che ormai sembra un’esperta, almeno di vampiri. Oltretutto, è stato molto bello e ben fatto il rapporto tra lo sceriffo Mills e lo sceriffo Hanscum. Caratterialmente del tutto opposte l’una all’altra e per niente compatibili, le due formano, in realtà, un gran bel team badass. Oltretutto, una cosa che ho molto apprezzato è stato il come abbiano sottolineato la differenza tra le due anche dal punto di vista del sovrannaturale: mentre Jody è, ormai, esperta e pratica almeno delle basi, Donna sta iniziando solo ora il suo cammino verso una simile conoscenza.

gne

Tutto ciò, potrebbe anche essere fine a se stesso, ma credo ci sia molto di più. Credo che l’intento fosse quello di far vedere come si sia esteso, e ancora si estenderà per molto, il mondo di Sam e Dean. Per quanto abbiano sempre cercato di mantenere segreto ciò che fanno – e ne è un perfetto esempio proprio Donna, che rimase all’oscuro di ciò che il pishtaco era fin quando Sam e Dean non gliel’hanno spiegato in questo episodio – inevitabilmente, le persone che hanno a che fare con loro, ne restano coinvolte. Abbiamo visto diversi personaggi riapparire nel corso degli anni ed è una cosa che mi piace sempre parecchio, perché mi riporta alla memoria gli splendidi ricordi che ho di questa serie, e spero quindi che, a prescindere dal motivo per cui vengano chiamati in causa, ne vedremo degli altri in futuro, anche se sinceramente mi auguro che il resto della stagione assuma una piega più definita e concreta, rispetto al nulla che ci è stato dato fino ad ora, ma staremo a vedere.

Related posts

Sherlock | Recensione 4×03 – The Final Problem

Sam

Castle | Recensione 6×10 – The Good, The Bad and The Baby

WalkeRita

Agents of S.H.I.E.L.D. | Recensione 1×05 – Girl in the Flower Dress

Leleontheback_

1 comment

nina 8 Dicembre 2014 at 09:48

questa decima stagione sembra voler ritornare alle primissime due stagioni in cui i due ragazzi vagavano cacciando mostri semplicemente, senza nessun lucifero, metatron o dick da sconfiggere. non abbiamo una minaccia di distruzione universale. credo che lo showrunner abbia voluto dare una svolta. in ogni caso i risultati mi stanno deludendo. anche la storyline di castiel è decisamente noiosa. per quanto poteva essere inizialmente geniale l’idea dell’angelo ribelle che aiuta gli uomini il suo personaggio con il tempo è stato massacrato, stagione dopo stagione reso in patetici brandelli. ho apprezzato solo l’episodio n.200 che poteva essere un vero disastro invece è stato ben gestito con la sorpresa finale della visita di chuck-kripke-god.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.