Image default
Recensioni Supernatural

Supernatural 13×07 – Di angeli, demoni e Winchester

Siamo al settimo episodio della tredicesima stagione di SPN e ormai dovremmo essere un bel po’ abituati al fatto che – Adam Winchester a parte – nessuno rimane morto, quindi non è che sia stato poi sto gran shock il ritorno di Ketch e considerato il personaggio, non è stato poi sto gran shock nemmeno il colpo di scena finale. Ora, io ve lo dico proprio così terra terra, spero che (ri)muoia male insieme al suo nuovo compagno di merende Asmodeus.

Dopo aver liquidato questo ritorno, parliamo un attimo dell’altro grande, grandissimo, splendido e spettacolare ritorno: quello del mio amico Lucifer. Splendido perché sapete che lo amo alla follia, spettacolare perché porello, ha perso praticamente tutti i suoi poteri ma ci prova lo stesso a bluffare – e con gli angeli gli esce pure bene. Sono davvero felice del fatto che finalmente Lucifer sia tornato nella nostra dimensione, ho amato tutto ciò che l’ha riguardato e soprattutto la sua sfacciataggine nell’andare a chiedere aiuto a Castiel e la sua maestria nel riuscire a ottenerlo, questo aiuto.

È uno degli aspetti che ho sempre amato di più di Supernatural, queste assurde alleanze fra buoni e cattivi che riescono alla perfezione proprio perché in questo show si analizzano soprattutto le scale di grigio. Lucifer ha toccato con mano il potere del nuovo Michael e sa che potrebbe significare la fine dell’umanità per come la conosciamo, allora fa la cosa più sensata di tutte e si rivolge a Castiel – che sulla carta dovrebbe essere suo nemico giurato. E Castiel accetta senza troppe remore di ascoltarlo, proprio perché si rende conto che un essere che fa paura perfino a Lucifer deve per forza essere un pericolo serio e perché sa che per quanto cattivo e inaffidabile, Lucifer è comunque un’alleato potente in un questo tipo di battaglia.

Lucifer, Crowley, i Winchester, Castiel, ma non solo. C’è sempre stato un legame molto particolare fra tutti quanti loro e io sono sempre stata fortemente convinta che siano stati proprio questi legami a rendere così grande lo show. Ci hanno sempre mostrato e dimostrato che non sempre quello che sulla carta è il villain in realtà è anche il vero nemico, che il nemico del tuo nemico può e deve essere tuo amico, e che perfino fra persone ai poli opposti di uno schieramento può nascere una sorta di strana e bizzarra amicizia. Penso a Crowley e Castiel, ad esempio. Oppure ai Lucifer e Castiel di questo particolare episodio, seduti in una tavola calda a cercare di capire come salvare il mondo e a bisticciare su come crescere Jack, di cui entrambi si reputano padri.

Il nuovo Michael ha confermato esattamente la pessima impressione che avevo avuto di lui la prima volta che l’avevamo visto. Assetato di potere e senza scrupoli, pare sia la causa dello stato in cui versa questa sottospecie di Earth 2, e dopo aver distrutto tutto il distruggibile lì, ha deciso che è giunta l’ora di andare a colonizzare nuovi mondi. È abbastanza plausibile che sia approdato al nostro mondo insieme a Lucifer – e vi prego, vi supplico, vi scongiuro, anche insieme a Kevin. Lucifer ha ragione a temere il suo potere, soprattutto ora che lui è rimasto quasi completamente senza grazia e di conseguenza senza poteri.

Il punto è che Michael non è l’unico problema, perché anche Asmodeus è una bella gatta da pelare. Capiamo quale sia l’estensione del suo potere nel momento in cui solo percependo l’aurea di Lucifer a distanza capisce che il sovrano degli inferi è rimasto senza poteri, cosa che ad esempio gli angeli non sono riusciti a comprendere. Asmodeus è pericoloso e assetato di potere tanto quando Michael, è un mutaforma ed è anche riuscito a imprigionare Castiel e Lucifer. Per fare un punto della situazione veloce: i Winchester sono rimasti (di nuovo) da soli a combattere e non sono nemmeno a conoscenza di tutte le minacce che incombono sul quieto vivere della razza umana. Sanno di Asmodeus ma non di Michael. E non sanno nemmeno quanto potente sia veramente questo demone dagli occhi gialli.

Viene quindi abbastanza ovvio pensare che la variabile di questa nuova guerra che si prospetta all’orizzonte sia Jack. Jack ha già dimostrato di poter facilmente tenere testa ad Asmodeus, Michael non si aspetta certo di doversi confrontare con un Nephilim e Lucifer e Castiel potrebbero rivelarsi i padri dell’anno – visto che in questo momento Lucifer deve per forza schierarsi con Castiel e i Winchester. Si prospettano episodi fantastici all’orizzonte, vi prego… non deludetemi!

Naturalmente rimane da capire che fine abbia fatto Mary. Avrà varcato anche lei lo spazio fra le due dimensioni, tornando così sulla nostra Terra? O sarà rimasta abbandonata a se stessa su Earth 2?

TOP 3:

  1. Castiel che si ostina a voler consultare immediatamente i Winchester e Lucifer che sbatte letteralmente la testa contro al primo spigolo che trova perché non riesce a fargli capire che no, non è il caso di chiamare i Winchester.
  2. KEVIN, KEVIN, KEVIN, KEVIN, KEVIN, KEVIN, KEVIN!
  3. Rowena che è andata in giro a dispensare amuleti salvavita con la stessa scioltezza con la quale le streghe di Mystic Falls regalavano daylight ring a ogni vampiro che passava per strada. Ma poi voglio dire… Ketch? Davvero, Rowena?

Per la serie di tweet dedicata a Elsa che prende sempre bene le cose, questa settimana ve ne propongo ben due!

Io mi arrischio a puntare su un midseason finale strepitoso, vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane! Voi che dite?

-Elsa

Related posts

Californication | Recensione 6×05 – Rock and a Hard Place

Lestblue

Graceland | Recensione 2×08 – The Ends

barricadeuse

The Vampire Diaries | Recensione 4×11 – Catch Me if You Can

Clizia Germinario

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.