Image default
Recensioni Shameless

Shameless – Chi ben comincia…

Shameless” è sempre una garanzia e, nonostante il fatto che siamo arrivati alla nona stagione, lo show continua a riproporsi in modo brillante all’inizio di ogni stagione telefilmica e a occupare un posto speciale nel mio cuore.

Questo è stato senza dubbio un buon inizio, dove, almeno per me, i punti positivi hanno di gran lunga superato quelli negativi (che purtroppo ci stiamo trascinando come una zavorra dalle stagioni passate).

TOP – Debbie. Dopo la scorsa stagione in salita, mi sento quasi di dire che finalmente si sia lasciata la ragazzina alle spalle per diventare una vera donna Gallagher. Apprezzo poi che gli autori abbiano voluto inserire il tema della disparità di pagamento tra uomo e donna, oltre per il fatto che  sia stato affidato proprio a Debbie, come lo scorso anno era accaduto per il sistema sanitario americano, anche in funzione di quanto accaduto con Emmy Rossum, che aveva (giustamente) chiesto di essere pagata tanto quanto il suo protagonista maschile William H. Macy.

FLOP – Ian. Continuo a restare interdetta su tutta la questione del Gay Jesus chiedendomi incessantemente dove vogliano andare a parare. E’ ormai chiaro che Ian non stia prendendo i suoi farmaci e, sebbene da un lato mi dispiaccia che la sua famiglia non si preoccupi più di tanto della sua situazione, concordo sul fatto che Fiona non possa rischiare tutto per uno che non ha la minima intenzione di levarsi dai guai, anzi…

TOP – Frank. Il solito vecchio Frank, ma che volete che vi dica, mi ha fatto morire dal ridere! Alla fine è un bel modo di fare una critica leggera alla società borghese che, dietro al luccichio dell’argenteria, nasconde anche più marciume di quello che si annida nei pantaloni di Frank.

FLOP – Lip. Più che un vero flop, un incitamento. E’ bello vedere come finalmente sia uscito dai vecchi schemi e dalle sue dipendenze, ma ancora non mi basta: non siamo all’altezza di ciò a cui potrebbe realmente aspirare. Potrebbe fare grandi cose della sua vita, invece di lavorare in un’officina e prendersi cura di una ragazzina.

TOP – Kev e V. Altre risate garantite: il parallelismo tra le figlie e dei cani troppo entusiasti è stato epico e mi ha fatta morire dal ridere. Sono sul punto di rinunciare definitivamente al fatto che prima o poi torneranno a interagire (nel vero senso della parola) con i Gallagher e di godermi la loro sana e naturale comicità.

Liam e Carl rimangono un punto di domanda. Il primo perché (data, ovviamente, anche l’età – com’era anche inizialmente per i piccoli Carl e Debbie) non ha una storyline ancora ben definita. Sul secondo invece mi trovo combattuta perché da un lato sono contenta che si sia liberato di Cassidy e che posa tornare a puntare in alto nella sua carriera militare, mentre dall’altro non ho mai nascosto di avere un debole per la ragazza e penso che forse mi mancherà. Cassidy è “Shameless” al 100% e, a differenza di altri personaggi altrettanto borderline (*coff coff* Sammy *coff coff*), è riuscita a farsi odiare con amore.

Non ho citato Fiona – se non in relazione ad Ian – e a ragione, perché voglio darle tempo. Non mi soffermerò sull’annuncio dell’addio di Emmy Rossum alla fine di questa stagione, perché ho piena fiducia che lei e gli autori abbiano pensato per Fiona una degna conclusione (almeno per ora) e perché è da un po’ che intravedo il suo happy ending come la completa emancipazione, per cui non mi dispiacerebbe se la ragazza del South Side lasciasse Chicago per conquistare il mondo. Forse lascerà la sua famiglia finalmente in grado di badare a se stessa e potrà occuparsi unicamente di sé e del suo futuro, ma staremo a vedere e ne riparleremo a fine stagione.

Ora lascio la parola a voi: fatemi sapere nei commenti quali sono state le vostre impressioni su questa 9×01.

E non dimenticatevi di passare dalla pagina dedicata alla serie per non perdere nessun aggiornamento sui nostri Gallaghers!

SHAMELESS US ITALIAN PAGE

Related posts

Make it or Break it | Recensione 3×08 – United Stakes

Shantiny

Awkward | Recensione 3×15-3×16- “A very special episode of Awkward” e “Less than a hero”

chasseur

Poldark – Gioie, incomprensioni e dolori

Sam

2 comments

Syl 18 settembre 2018 at 09:02

Ho iniziato la stagione autunnale telefilmica in colpevolissimo ritardo, ho guardato Shameless solo ieri (!). A me questo inizio nona stagione è piaciuto molto: leggero, divertente, surreale, tipico. Tutti hanno fatto quello che vien loro meglio. Non voglio elencarli uno a uno perché sarebbe una ripetizione di quello che hai detto tu, concordo su tutto. L’unica differenza è che Gay Jesus, che la scorsa stagione era meh, in questa puntata è diventato insensato abbastanza da divertirmi e incuriosirmi (ma sono felice che Fiona non abbia pagato la cauzione). E Cassidy, che lo scorso anno amavo, mi è parsa ridondante, quando l’ho rivista. Pace all’anima sua XD
La frase con “il marcio nei pantaloni di Frank” è da applausi!! Alla prossima!

Reply
Al
Al 23 settembre 2018 at 17:06

Ciao!
Anche per me è stato un ottimo modo di ricominciare, proprio perchè ho ritrovato i Gallagher in tutto il loro splendore… beh, nel caso di Frank non parlerei proprio di splendore ma che ci vuoi fare? abbiamo finito la scorsa stagione emergendo da un bagno chimico XD
Purtroppo scrivo avendo già visto la 9×02 e ti dico che mi sono sempre più convinta che la storia del Gay Jesus stia sfuggendo di mano, anche ad Ian stesso… vedremo come hanno intenzione di proseguire.
Grazie del commento, alla prossima 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.