Image default
Recensioni Shameless

Shameless 8×06 – Chi ha rubato il braccio di Jordan?

Loading...

Bentornati cari amici addicted!

Questa settimana “Shameless” ha inaspettatamente toccato delle corde molto dolci.

La morte dell’anziana inquilina ha tirato fuori un aspetto molto tenero del carattere di Fiona, che non spesso vediamo. L’abbiamo vista commuoversi mano a mano che scopriva il passato di una donna che nemmeno conosceva, immedesimandosi in lei e temendo che lo screzio con Ian potesse portarla allo stesso destino, quello di una morte sola e dimenticata dalla sua famiglia. Forse proprio per questa inaspettata tenerezza mi sono ritrovata a “tifare” per lei nella diatriba sulla chiesa; certo, anche l’atteggiamento di Ian non ha aiutato. La sua rabbia è giustificata e, come detto nella scorsa recensione, la sua è una causa davvero nobile, ma le accuse che ha mosso contro Fiona mi sono sembrate troppo forti e non pienamente giustificate. Parlare di “bussola morale” nella famiglia Gallagher vuol dire spesso toccare dei confini molto labili. Pensate all’episodio della zia Ginger o all’ultima avventura al cimitero con Monica, giusto per citarne un paio: nessuno dei fratelli si è mai fatto troppe remore quando in gioco c’era la loro sopravvivenza, tanto meno Ian, e questa volta la situazione non è diversa da tante che hanno affrontato in passato, semplicemente in questo caso i loro interessi non coincidono. E io sinceramente non riesco a vedere tutto questo egoismo in Fiona solo perché vuole che la sua attività non crolli a picco. Per questo i modi di Ian mi hanno infastidito, anche perché potrebbe benissimo pensare di investire il denaro in un altro progetto per aiutare il rifugio, senza per forza intestardirsi su quella chiesa.

L’altro momento di tenerezza ha riguardato Lip e la sua “fede”. Mi ha stranito non poco sentire Lip pronunciare la parola “faith”, cosa che forse non aveva mai fatto in 7 stagioni. Il suo può anche essere un movente egoistico, ma l’impegno che ci mette è ammirevole; non molla ed è disposto a tutto pur di riportare Brad a casa. Salvare il suo sponsor vuol dire salvare se stesso ed è bello vedere come, seppur di riflesso, Lip questa volta abbia intenzione di lottare. Ha buttato all’aria il suo futuro accademico e le sue relazioni, ed ora tutto quello che gli rimane è la fede che possa riuscire a rialzarsi in qualche modo ed emergere dal baratro che si era scavato da solo nella scorsa stagione. La sua piccola quest è stata anche divertente, come un’indagine da detective provetti, recuperando ogni minimo indizio. Mi tocca però sottolineare una piccola pecca: l’atteggiamento del professor Youens è stato assolutamente in character, su questo non discuto (perché lui è sempre stato un cinico e non mi aspettavo che iniziasse a sprizzare arcobaleni ed unicorni dalle orecchie), però mi è dispiaciuto vedere che, nonostante tutti gli sforzi che sono stati fatti nei suoi confronti, lui fosse il primo disposto a gettare la spugna. Youens ha dato a Lip tante seconde occasioni e in ultimo il suo allievo ha ricambiato dandogli una possibilità di recupero, per cui credevo che almeno in parte questo scambio lo avesse portato ad avere un po’ più di fede.

Con mio grande dispiacere il triangolo amoroso non sta subendo grandi risvolti rispetto alla stagione precedente. Kevin si mostra giustamente geloso, ma come lo era stato anche agli inizi, di fronte al finto matrimonio tra le due donne; mentre Veronica si lascia completamente soggiogare dall’atteggiamento imperativo di Svetlana. Kevin sembra ancora più tonto del solito, incapace di opporre una reazione sensata a questa situazione, che a mio modo di vedere dovrebbe essere o un’esclusione totale di Lana dalla scena (per il tradimento nei loro confronti e l’intromissione nel loro matrimonio) o una seria presa di coscienza del fatto che è una socia formidabile e che quindi la loro riuscita economica dipende solo da lei. E allo stesso modo V dovrebbe fare un po’ di chiarezza nella sua testa, non dando per scontato che il marito, in quanto non esattamente una mente geniale, debba farsi andare bene tutti i suoi capricci. E la svolta dovrebbe arrivare anche per Svetlana, che meriterebbe molto di più che essere una semplice appendice on/off degli altri due personaggi. Forse perché altri personaggi si stanno proponendo come “parentesi leggera” all’interno della serie – vedi le storyline abbozzate di Carl, Debbie, Liam e a tratti lo stesso Frank – ho bisogno di qualcosa di più consistente; forse sbaglio a volerlo pretendere da questo trio, ma credo nelle sue potenzialità e mi dispiace vedere questo spreco, nonostante mi facciano sempre e comunque piegare dalle risate.

Gli atri protagonisti di questo episodio sono stati Debbie e la sua corsa contro il tempo e Frank. Debbie oscilla sempre pericolosamente tra l’essere veramente responsabile e la sua visione della responsabilità. Considerato che nemmeno ricorda di avere fatto sesso, mi chiedo come abbia fatto in quei momenti a prendersi cura di Franny, però mi rimetto nell’ottica Gallagher e recupero un po’ di serenità. Almeno è giunta alla conclusione che scegliere CONSAPEVOLMENTE (perché è sempre bene ricordare che la sua gravidanza non è stato un incidente di percorso) di avere un bambino alla sua età e nelle sue condizioni non è stata un’idea tanto brillante. Frank potrebbe essere arrivato a quel punto di rottura che aspettavo da inizio stagione: ora che ha perso il lavoro riuscirà comunque a rigare dritto?

Cercando di tirare un po’ le somme direi che è stato un episodio che non ha brillato. Siamo arrivati ormai a metà stagione e c’è qualcosa che ancora non è riuscito a scattare; forse sarà il dramma della chiesa a dare una svolta o per lo meno lo spero.

Credo ci siano stati dei flop, ma anche dei momenti molto belli, quindi vi propongo una classifica ibrida:

  • TOP: Frank che scopre lo shopping online e il suo delirio di onnipotenza
  • FLOP: Ian in versione più acida di una zitella acida
  • TOP: l’adozione del piccolo Rusty
  • FLOP: Kevin e Veronica, per questo meccanismo stantio
  • TOP: l’essere politicamente scorretto di “Shameless” che torna anche stavolta con l’amico di Debbie che simula un atto terroristico per accelerare la fila in farmacia.

Come sempre allora vi lascio con il promo del 8×07 e vi ricordo di passare a lasciare un like alla nostra pagina amica. Fatemi sapere cosa ne pensate di questa stagione nei commenti!

SHAMELESS US ITALIAN PAGE

Loading...

Related posts

Gotham | Recensione 1×16 – The Blind Fortune Teller

Lestblue

Once Upon A Time 7×12 – Caccia alle streghe

Al

American Horror Story | Recensione 1×10 – Smoldering Children

cristal85

4 comments

Giò 13 Dicembre 2017 at 12:17

Non una puntata esaltante ma neanche così male, il tocco Gallagher si nota smepre.
Riguardo lo scontro tra Ian e Fiona ance io propendo un po’ di più per Fiona, lui ha le sue buone ragioni umanitarie nell’aiutare quei ragazzi (Però una chiesa? Non esiste un luogo più consono e più facile anche da riscaldare ecc.? Forse sono troppo concreta!) ma ha anche lo scopo meno profondo di riconquistare Trevor e non tutte le accuse che ha rivolto a Fiona stanno in piedi. L’unica “colpa” che ha Fiona è quella di voler andare dritta per la sua strada costi quel che costi anche se dovesse andare contro il fratello.
Mi chiedo: Fiona ora come ora è l’unica che di colpo vuole migliorare il quartiere? Dove sono tutti i sostenitori delle scorse stagioni? Sono spariti nel nulla?
Lip ha una storyline che per ora mi piace e mi piace la sua testardaggine nell’aiutare Brad e Youens ma di sicuro prima o poi si sconterà con l’inevitabile: non tutti possono essere salvati se non hanno un minimo di volontà.
Debbie è stata la parte più “leggera” della puntata, insieme a Kev, con la sua corsa contro il tempo per prendere la pillola.
Kev e V e Svetlana comunque devono arrivare a un punto di svolta per questa situazione sia per quanto riguarda il lavoro sia per la situazione sentimentale. Mi aspetto di tutto perché Svetlana è una spanna sopra entrambi ma se V e Kev tornano ad essere una squadra affiatata potrebbero spuntarla in qualche modo.
Alla prossima!

Reply
Al
Al 13 Dicembre 2017 at 16:24

Ciao!
Assolutamente d’accordo per la questione Ian-Fiona. Non si può fare una colpa a Fiona se vuole che la sua vita non sia sempre e solo un arrabattarsi per arrivare a fine mese; dopo tutto anche Ian, con il suo lavoro di paramedico, ha trovato una certa stabilità e, appunto come hai detto anche tu, nemmeno il suo intento è così privo di un tornaconto personale. I “borghesi” non si sono effettivamente più visti in carne ed ossa gironzolare per il quartiere, ma continuano a voler rendere il South Side un posto migliore; gli acquirenti che fanno concorrenza a Ian e Trevor e per cui Fiona si è schierata sono comunque degli artisti hipster (almeno da quanto ho capito) come gli stessi che avevano temporaneamente invaso l’Alibi.
Lip credo abbia il percorso migliore in questa stagione; certo scivolare più a fondo era quasi impossibile, però la sua ripresa è veramente bella.
Non mi aspetto per forza che ci sia una una parte “vincente” all’interno del triangolo, spero solo che le cose si smuovano; potrebbero anche convivere nuovamente, ma per lo meno con qualche aggiustamento alle loro dinamiche.
Il ritmo questa stagione è decisamente più lento (ancora non so se questo sia un bene o un male): tutti i personaggi stanno crescendo, quindi è anche più che naturale che non si caccino nei casini ogni due secondi e che siano meno avventati, però per abitudine mi aspetto sempre un colpo grosso, che accada qualcosa di sconvolgente che quest’anno ancora non abbiamo visto (se non forse nella 8×03). Aspettiamo la prossima puntata per giudicare.
Grazie del commento, alla prossima 🙂

Reply
Syl
Syl 14 Dicembre 2017 at 13:09

Ciao! Io vorrei che accadesse qualcosa di “clamoroso” come Shameless mi ha abituato. È innegabile che i ragazzi siano cresciuti e che abbiano, sperabilmente, fatto tesoro delle loro esperienze e che siano meno propensi a lanciarsi in qualsiasi azzardo, soprattutto Fiona (se non ricordo male lo dicevi in una delle recensioni dello scorso anno, che Fiona non imparava dagli errori fatti?). Di fatto però vorrei puntate un po’ più adrenaliniche, proprio perché è Shameless e ci ha abituati a vivere pericolosamente 😀 Vorrei qualcosa di sconvolgente come hai scritto tu.
Sulla chiesa sono ormai totalmente dalla parte di Fiona. Ian sembra ormai fissato con questa chiesa come se non esistesse nient’altro al mondo che gli importi e non credo stia valutando la situazione in modo oggettivo. Sicuramente è un modo per arrivare a Trevor (oltre a un sentimento altruistico, ovviamente), ma sembra quasi l’unico modo che ha trovato per tirarsi fuori dal dolore della morte di Monica. Comunque anche io mi sono chiesta per prima cosa come avrebbero fatto a riscaldare una chiesa con quei soffitti altissimi XD
La storyline di Lip piace molto anche a me, è profonda, ben strutturata e Lip è sempre stato tra i miei preferiti, quindi mi soddisfa particolarmente seguire la sua storia.
Sono MORTA sull’amico di Deb che sale sul tavolo a gridare “Allah Akbar” (come si scrive?), è proprio tipico di Shameless!!
Il trio non è più tanto divertente. Ero convinta avrebbero approfondito la storia de Bart del Kentuky che è invece finita presto e ci ha lasciato di nuovo con Svetlana. Poi, se posso essere poco diplomatica e indulgente, a me la debolezza di Veronica nel resisterle fa venire voglia di scrollarla! Fatti valere! (Con tutto che Svetlana mi piace molto, ma avrei voglia di dare uno scossone a tutti).
Attendo sempre che qualcosa venga a vivacizzare la vita dei Gallagher!
Sempre complimenti, naturalmente :D!!

Reply
Al
Al 15 Dicembre 2017 at 18:11

Ciao e grazie 🙂
Shameless ci ha abituati ad un altro tipo di mordente, sentirne la mancanza è inevitabile. Continuo ad aspettarmi che succeda qualcosa di clamoroso, anche se di certo questa non si può definire una “brutta” stagione. Non voglio sminuire il percorso di alcuni personaggi, come Fiona (che finalmente sì, sta imparando dai suoi errori) e Lip, che come te adoro, ma che, preferenze personali a parte, credo stia avendo lo sviluppo migliore in questa season 8.
Continuo a non capire perchè Ian stia insistendo tanto nel voler far guerra a sua sorella (anche perchè, se non ricordo male, nemmeno Trevor era così insistente nella sua scelta della chiesa, per lui rappresentava una buona occasione ma non ci avrebbe puntato il 100% delle sue energie); è più logico pensare, come hai detto tu, che sia un modo per affrontare la perdita di Monica, ma comunque rimane una reazione del tutto esagerata.
Non ti preoccupare, anche io avrei voluto dare due schiaffi a Veronica in questa puntata, e non solo per la sua debolezza nei confronti di Svetlana, ma anche per la naturalezza con cui, a suo avviso, Kevin dovrebbe accettare tutta la faccenda, senza avere voce in capitolo. Comincio a pensare che abbiano introdotto la storia del Kentucky solo per giustificare l’atteggiamento stupidotto di Kev.
In definitiva avrebbero tutti bisogno di una bella scrollata!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.