Image default
Recensioni Shameless

Shameless 8×01 – I Gallagher Sono Tornati

Cari addicted: i Gallagher sono tornati!!! Ed anche quest’anno sono molto contenta di potervi tenere compagnia con le mie recensioni, perché, se mi avete seguito nella scorsa stagione, sapete bene quanto ami questa serie e quanto sia affezionata a ciascuno di questi personaggi.

Comincio subito allora col dire che questa première mi è piaciuta molto: ha ripreso perfettamente le fila da dove ci eravamo interrotti l’anno scorso, ha dato un inquadramento sulle nuove vite di tutti i personaggi e ha posto delle buone basi per vedere il loro nuovo sviluppo.

Fiona sta continuando a dare forma alla sua carriera, con Patsy’s da un lato e l’attività immobiliare dall’altro, dimostrando di essere molto meno insicura sulle sue possibilità di quanto non fosse nella scorsa stagione. Tanto che, raggiunta la tanto ricercata stabilità economica (almeno per lo standard Gallagher), si sente finalmente pronta a rimettersi in gioco anche dal punto di vista sentimentale. L’anno scorso mi ero spesso impuntata sul fatto che Fiona avesse bisogno di concentrarsi per una volta su se stessa, evitando di perdere energie inutili in relazioni fallimentari, ma quest’anno la situazione sembra offrire anche il giusto terreno per l’amore: un lavoro ben avviato, una famiglia che finalmente sembra in grado di andare avanti anche senza il suo supporto costante – un uomo degno di questo nome sarebbe il giusto coronamento del suo percorso di crescita.

Piccola parentesi da fangirl: ma è possibile che Emmy Rossum diventi ogni stagione sempre più bella?? Questa donna è meravigliosa.

Lip, grazie a Dio, si sta rimettendo in carreggiata: fatica a resistere al desiderio di bere, ma per lo meno ci sta provando in tutti i modi (odiato fidget spinner compreso). Il supporto di Brad è stato fondamentale e credo lo sarà ancora, ma apprezzo tantissimo la volontà di Lip che, a differenza della scorsa stagione, non cede e non si lascia scivolare nel baratro, ma reagisce, anche di fronte all’apparente delusione amorosa con Sierra, che sta iniziando a contare davvero molto nella sua vita. Da ammirare anche il fatto che decida di usare l’eredità di Monica per ripagare il professor Hearst, al quale deve davvero tanto. Bravo Lip, continua così!

E complimentoni anche a Debbie. Su di lei ho riversato spesso tutto il mio odio (e ci tengo a fare una precisazione, su DEBBIE, il personaggio, perché mai e poi mai si dovrebbe confondere con la persona reale che la interpreta, Emma Kenney, una ragazzina di nemmeno vent’anni che è cresciuta sullo schermo e sta facendo un lavoro egregio, interpretando appunto un ruolo a volte così spinoso), implorando perché aprisse gli occhi e si rendesse conto delle responsabilità che essere madre comporta, e finalmente le mie preghiere sembra stiano ricevendo una risposta. La maturità è ancora ben lontana (basti pensare a come sta trattando il povero Neil) ma almeno vedo la consapevolezza e il desiderio di impegnarsi al massimo, senza scappatoie stavolta, per regalare a sua figlia un futuro migliore.

Ian invece sembra volersi riprendere a tutti costi Trevor, e anche di questo sono contenta. Se avete seguito le mie recensioni della scorsa stagione sapete che il mio cuore appartiene ai Gallavich. Ian e Mickey hanno condiviso questo sentimento incredibile, un amore che ti entra sotto la pelle e ti toglie il respiro; la fuga della 7×11 è stata un’ultima bellissima parentesi, ma in questo momento delle loro vite non potevano stare insieme (come non escludo che invece possa accadere in futuro in circostanze diverse, anzi ci spero). Ian ha bisogno di un altro tipo di rapporto, ha bisogno di stabilità e di normalità, e, per come ci è stato presentato fino ad ora, Trevor è un bel personaggio che potrebbe portare tutte queste cose nella vita di Ian.

Carl è senza dubbio quello dei fratelli Gallagher che lo scorso anno ha avuto il percorso migliore, maturando molto ma non perdendo se stesso; e continua su questa strada, procedendo su due binari paralleli e apparentemente inconciliabili (la rigidità della carriera militare e l’eccesso dei suoi atteggiamenti da gangster del quartiere), che però nel suo caso collidono alla perfezione creando un mix esilarante.

Frank si conferma il “giullare” della situazione, ma, dopo il dramma della morte del suo unico grande amore, è anche giusto che gli si conceda questa leggerezza. Shameless ci ha abituato ad un approccio estremamente ironico ed irriverente anche alle circostanze più dure, e Frank incarna perfettamente questo atteggiamento; d’altronde sappiamo che William H. Macy è un attore di grande calibro e che sa regalare delle performance straordinarie sia nelle scene drammatiche sia in quelle comiche. Il figlio più piccolo sembra adesso seguire e sue orme. Finalmente Liam ha una storyline tutta sua: sono solo brevi frammenti e servono appunto (per ora) da ulteriore parentesi comica alla trama generale, ma era giusto che alla fine anche il cucciolo di casa avesse qualcosa da dire per conto suo e non escludo che questo sviluppo possa portare a raccontare qualcosa di interessante – per come lo si voglia rigirare, quello che sta subendo nella nuova scuola è comunque una forma di razzismo, per cui non si tratta di una questione da poco.

Veronica e Kevin continuano la loro lotta per riprendersi l’Alibi (e certamente non basterà l’Immigrazione a fermare Svetlana), ma si preannuncia una nuova svolta anche per loro, e, apparentemente, non si tratta di una buona notizia: Kev e V sono sempre serviti a dare leggerezza alla serie, con la loro relazione ai limiti dell’assurdo, per cui non mi dispiacerebbe vederli reagire ad una situazione potenzialmente drammatica. Ovvio che mi auguro che Kevin non abbia nulla di grave, però, da un puro punto di vista di sviluppo della trama e dei personaggi, penso che sarebbe interessante vedere anche un lato diverso di questa coppia.

Ci sarà tempo nelle prossime puntate di approfondire anche i personaggi secondari e le new entry nel cast (welcome Nessa, cercherò di non odiarti a priori, anche se potevano facilitarmi il compito dandoti un nome diverso dall’inutile Va-nessa di “Gossip Girl”), per questa prima puntata è giusto aver introdotto almeno tutte le nuove situazioni dei protagonisti. Quindi chiudiamo con la TOP 3:

  • Debbie e la sua buona volontà: non che le fosse mai mancata, ma dopo una serie infinita di decisioni sbagliate finalmente sta imboccando la strada giusta, o almeno ci prova. Un voto positivo sulla fiducia.
  • Lip, praticamente per la stessa ragione della sorella: la scorsa stagione per lui è stata un completo disastro e ogni volta che credevo non potesse cadere più in basso il suo baratro invece si apriva sempre di più verso una voragine senza fondo; con questa 8×01 invece sembra pronto a risollevarsi e questo non può che essere uno degli elementi migliori della puntata.
  • Liam che cammina sulle sue gambe, non tanto per lo spessore della sua storia,ma perché arrivati all’ottava stagione era giusto che ogni Gallagher facesse la sua parte e che finalmente anche lui non giocasse più il semplice ruolo di appendice di uno dei fratelli maggiori.

Vi lascio allora con il promo della prossima puntata e vi ricordo di passare dalla pagina dedicata alla serie per restare aggiornati su tutte le news e commentare insieme questo inizio di stagione.

SHAMELESS US ITALIAN PAGE

 

Related posts

American Horror Story | Recensione 4×13 – Curtain Call

barricadeuse

Grey’s Anatomy | Recensione 13×10 – You Can Look (But You’d Better Not Touch)

Claw

Hawaii Five-0 | Recensione 3×03 – Lana I Ka Moana

Lunabi

4 comments

Syl
Syl 7 Novembre 2017 at 14:54

Non ho ancora visto la puntata (lo farò stasera), ma non ho resistito alla tradizione di venire a leggere la tua recensione e commentare! Sono così felice che Shameless sia tornato, non potevo proprio non passare 😀
(Domani farò un commento più pertinente, I promise).

Reply
Al
Al 7 Novembre 2017 at 17:25

Ah le buone vecchie tradizioni 🙂 Aspetto di sapere la tua opinione sull’episodio!

Reply
Syl
Syl 8 Novembre 2017 at 14:17

Eccomi! A me la premiere è piaciuta, molto, e sono felice che i Gallagher siano tornati. Non mi rendo mai abbastanza conto di quanto mi manchino.
I miei personaggi preferiti sono sempre stati Fiona e Lip e non solo sono contenta che siano rispettivamente in ripresa, ma soprattutto che abbiano ritrovato quel legame tra loro che avevo sempre apprezzato (scena sui gradini di casa).
Lo scorso anno è stato penoso assistere alla parabola discendente di Lip, sono felice che adesso si stia facendo forza per superare i suoi personali ostacoli. E anche a me è piaciuta la scelta dei soldi.
Carl mi fa morire, come dici tu, per il suo ruolo di paladino della giustizia/gangster del quartiere tutto insieme 😀
Liam ha quindi una voce? Non vedo l’ora che scoprano cosa è costretto a fare a scuola, per organizzare una rivolta. Quando veniva costantemente disturbati avrei voluto gridare io per lui!
Concordo con te su Ian e Trevor: anche io tifo per i Gallavich, ma in questo momento trovo Trevor una presenza benefica per Ian.
E Debbie sembra aver acquisito un minimo di responsabilità nei confronti della sua vita e di quella di Frannie (non l’avevano chiamata in un altro modo? Forse Harry? Non sono affidabile con i nomi).

C’è da dire che è stata una partenza molto soft, in cui tendenzialmente sembra andare tutto dignitosamente bene per tutti, quindi temo che ci sarà presto un’esplosione. In ogni caso me la sono goduta!
Mi spiace per Kevin e Veronica, per il problema che si profila all’orizzonte sommato al fatto di non aver più il bar. Anche se Svetlana ha ragione, loro l’avrebbero fatto fallire. E anche se vorrei io stessa ucciderla, è stato comico vedere il locale dedicato a Putin XD

(Nonostante avessi letto la tua recensione, ci ho messo interi minuti a rendermi conto di dove avessi visto Nessa. No, no, non potrà mai piacermi!).

Complimenti per la recensione, ci vediamo la prossima settimana!

Reply
Al
Al 9 Novembre 2017 at 13:46

Ciao! Anche a me è piaciuta molto come inizio, forse un po’ troppo soft per gli standard, hai ragione, ma non credo dovremo aspettare a lungo per vedere le prime complicazione, d’altronde sono sempre i Gallaghers 😀 Massima soddisfazione per chi la scorsa stagione aveva avuto un percorso molto negativo, Lip in primis ed ovviamente anche Debbie.
E sì Liam parla e giustamente hanno scelto un interprete un po’ più maturo, così potranno gestire anche la sua storia: ovviamente mi aspetto la rivolta da parte sua o magari un ritorno dell’accoppiata col padre, con uno dei discorsi da populista che solo Frank sa fare.
Anche a me il locale a tema Putin ha fatto piegare dalle risate, “Il paradiso di Putin” XD XD XD
PS: la figlia di Debbie si dovrebbe chiamare Frannie in onore di suo nonno, ma finito l’idillio con Frank, aveva deciso di usare il secondo nome, cioè Harriet, quindi Harry. E qui chiudo il mio piccolo momento wikipedia!
Grazie del commento, alla prossima 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv