Shadowhunters 3×09/3×10 – E pot-pourri sia!

E dunque, eccoci arrivati al mid season finale di questa terza stagione di “Shadowhunters”. Un finale doppio, visto che il nono e decimo episodio (“Familia Ante Omnia” ed “Erchomai”) sono andati in onda la stessa sera, uno di seguito all’altro, che in sostanza è stato un’accozzaglia di cose inventate di sana pianta e di altre prese indiscriminatamente dai tre romanzi che compongono la seconda trilogia di “The Mortal Instruments”.

Anche per quest’analisi del finale di stagione si procederà seguendo lo schema della scorsa, dividendo in blocchi di personaggi/situazioni ed evidenziandone aspetti positivi e negativi.

Partiamo da Clary. Tutta la sua situazione ad Alicante è un enorme lato negativo, che va da un potere necromantico inesistente per gli Shadowhunter, che entra in conflitto anche con quanto visto nello show (se Clary improvvisamente rivela di poter resuscitare i morti, infatti, che bisogno aveva di chiedere il ritorno alla vita di Jace a Raziel? Certo, la situazione di Jace e quella di Valentine sono diverse, ma resta il fatto che se Clary ha quel potere, che manifesta imponendo la sua stessa volontà al “divieto celeste”, non aveva bisogno di chiedere nulla a Raziel) ed è francamente orribile da vedere (con zombie-Valentine che vomita cose disgustose), alla continuazione della brutale alterazione del personaggio di Jia Penhallow, completamente out of character, al fatto che tutti si siano preoccupati di Jace ma, a parte Luke, nessuno di Clary, nemmeno Simon, se non per realizzare solo in questo finale che “Ops! Clary è prigioniera ad Alicante e forse dovremmo preoccuparci” (e nel frattempo lei quasi finisce sul rogo… a proposito, il rogo da Inquisizione!), a Luke che perde il ruolo di Alpha (ruolo che peraltro è stato svuotato completamente, visto che non c’è un ordine che venga mai eseguito da parte del branco) e finisce in guai giudiziari, fino a Clary che sfiora l’out of character per poi riprendersi (per fortuna).
L’unico momento davvero bello è stata l’immagine di Alicante dall’alto, in mezzo alle montagne e, ovviamente, la frase di Clary a Valentine.

Lorenzo Rey e Magnus. Il primo, un personaggio inventato dagli autori dello show che sembrava dovesse fare chissà cosa e finora è stato praticamente inutile, ben poco utilizzato e solo come mezzo per complicare la vita di Magnus per un totale di quanto, dieci minuti su dieci episodi? Il tutto perché a quanto pare non verranno trattati nemmeno i veri problemi della coppia Magnus-Alec, visto che in sostanza è la cosa che fa andare avanti lo show e sia mai che li dividano per un arco narrativo che invece serve a farli crescere come persone e a cementare poi la loro coppia.

I problemi inerenti a Magnus, tralasciando la parte con Lorenzo Rey, sono che per lui è stato fatto un pot-pourri di eventi che non si svolgono per nulla in questo modo, a cominciare dalla sua discesa a Edom (regno demoniaco nel quale per entrare non basta un pentagramma al contrario) e l’apparizione di suo padre che gli chiede un pegno, visto che la richiesta di aiuto di Magnus al padre avviene in un momento ben più drammatico (un’altra cosa che si sono bruciati?). Per non parlare proprio di Asmodeo: Magnus è indonesiano… ma l’aspetto asiatico non gli deriva dal padre, ovviamente, visto che questo è uno dei Nove Principi dell’Inferno, ma dalla madre. Il che non vuol dire che non possano usare un attore asiatico per interpretare uno di questi demoni, ma quelle sembianze dovrebbero fargliele avere sulla Terra, per mescolarsi agli umani, quindi come loro scelta di manifestazione fisica, non nel regno che dominano, nel quale hanno un aspetto che non è per nulla umano (come la stessa Lilith ha dimostrato). E il bastone per camminare che senso ha?
Nonostante questo, la resa di Asmodeo a livello di interpretazione è stata positiva, in particolare nella parte della sua rabbia.
E davvero precisa, per quanto parziale, anche la realizzazione di Edom, che in effetti è descritto con quell’atmosfera e quei colori.
Alicante ed Edom dimostrano ancora una volta che quando vogliono gli autori ci sanno fare, quindi sarebbe bello che, come dire, volessero più spesso, perché è un peccato che l’aspetto visivo dello show sia migliore della trama.

Jace e Alec e il loro scontro. Era inevitabile con Jace in quelle condizioni, ma Alec ridotto in fin di vita… ma per favore. E nessuno che abbia provato a estrargli quella dannata freccia, peraltro!

Simon e Jordan. Per giustificare il fatto che il Marchio di Caino sia stato imposto dalle Fate è stato deciso di dare quella spiegazione che abbiamo sentito dalle parole di Jordan, la quale però resta in conflitto con la mitologia di base della storia, ovvero che le Fate non hanno il potere di creare Marchi Celesti. E il perché è molto semplice: sono per metà di origine demoniaca.
Oltre a questo, abbiamo avuto una versione più “esagerata” delle azioni di Heidi, ma almeno l’abbiamo vista reclutata da Lilith, come doveva essere, e abbiamo avuto anche la separazione di Simon dalla madre (alla buon’ora). Il tutto più drammatico di come è in realtà, ma questo ha portato anche a dei momenti toccanti, quali il confronto in ospedale tra Simon e Rebecca, che ha mostrato una bellissima empatia nei confronti del fratello, schierandosi al suo fianco senza esitazione alcuna (come deve essere), e l’addio di Simon alla madre, davvero commovente.
Ovviamente, sempre apprezzabili le dinamiche Simon-Jordan, il che fa ben sperare per la 3b.
Tramite questa scelta, inoltre, sono state poste le basi per riavvicinare Simon e Isabelle (con la conseguente sparizione nel nulla del dottore, come ampiamente previsto… non che si sia tristi per questo, ma il punto è sempre come vengono realizzate le cose e di nuovo ci troviamo a fare i conti in un modo che lascia davvero a desiderare, con personaggi inutili che vengono introdotti e poi fatti sparire nel nulla proprio perché sono inutili).

Veniamo a Lilith. E’ stato molto bello il flashback con il piccolo Jonathan, inventato di sana pianta visto che Jonathan viene cresciuto da Valentine, ma che almeno ha mostrato l’attaccamento di lei al ragazzo ed è stato un altro momento in cui si è visto Edom come effettivamente è.
Inoltre, per quanto in parte alterata, la sua uscita di scena è stata in sostanza quella che doveva essere: la cattura di Clary a opera di Jace, Clary che viene portata da Lilith (bello il confronto tra le due), Jace che non fa nulla per ostacolare il demone (essendo da lei dominato) e Simon che lei vorrebbe usare per completare il ritorno alla vita di Jonathan, ma che cerca anche di impedirlo scatenando la reazione della Madre dei Demoni che lo attacca e per questo viene “distrutta” dal Marchio di Caino (altro motivo che, peraltro, sottolinea l’insensatezza di farlo apporre dalle Fate: Lilith è distrutta dal Marchio perché questo è creato da Dio, è un Marchio celeste e dunque più potente dei demoni). Peccato solo che lei, prima di esplodere, non si sia resa conto che stava proprio avvenendo per quello (come invece succede nel romanzo) e non abbia quindi mostrato di rendersi conto di cosa stava per succederle, sarebbe stato un piccolo particolare in più.
Inoltre, questa parte ci ha riportato a Isabelle guerriera, nello scontro la cui sostanza è quella originale, ovvero contro gli adepti della Church Of Talto (sul come venga realizzato si può anche discutere, ma la sostanza è la stessa).

Il rituale per Jonathan, con l’osso di Valentine, è sembrato richiamare quello del ritorno in forma corporea di Voldemort, onestamente (l’osso del padre, per l’appunto, elemento aggiunto nello show).
Il vero problema, al momento potenziale perché bisognerà poi vedere nella seconda metà di stagione ma che si preannuncia tale per via di quel simbolo che Lilith ha inciso sulla spalla di Clary, potrebbe essere l’inversione dei ruoli tra Jace e Clary.
Settimane fa, quando è stato rivelato che Jace era il demone di Lilith, avevo detto che questo creava il problema di cosa fare dopo, al momento di realizzare la parte del quinto romanzo (“Città delle Anime Perdute”), in quanto è in quello che Jace soffre maggiormente della dominazione demoniaca e sparisce… perché è Jace quello a cui viene incisa la Runa demoniaca che qui abbiamo visto incidere su Clary. E sembra che abbiano deciso di risolvere mettendo Clary al posto di Jace.
Perché dovrebbe essere un problema? Prima di tutto, perché se così effettivamente poi fosse, si toglierebbe ancora di più a Clary il suo ruolo di ragazza forte e pronta ad affrontare qualunque cosa per salvare chi ama, pronta a qualunque cosa per fare ciò che ritiene giusto, rendendola invece la persona da salvare, cosa che non è. E noi la vogliamo sempre agguerrita. In secondo luogo, perché per Jace tutto è dovuto al suo essere tornato in vita, per un motivo che non hanno ancora spiegato ma che hanno comunque introdotto, e Clary non ha questo problema, quindi a lei Lilith non poteva apporre alcuna Runa demoniaca.


A parte questo, molto d’effetto il momento in cui Jonathan, risvegliatosi, ha afferrato il braccio di Clary.

“Erchomai”

Jonathan Morgenstern sta tornando.

News che sembra arrivare è che, a quanto pare, non sarà Will Tudor a interpretare Jonathan-Sebastian nella 3B, il che potrebbe essere visto come un tentativo di suicidio da parte della produzione, dato che Will Tudor era uno degli aspetti decisamente positivi della scorsa stagione ed esisteva chimica tra lui e Katherine e quindi tra Jonathan e Clary, proprio come dovrebbe essere, visto che i due sono fratello e sorella. La motivazione data dai produttori esecutivi è che Will Tudor rappresentava le sembianze di Sebastian Verlac e ora devono mostrare Jonathan Morgenstern… peccato che Jonathan non solo non abbia un aspetto bruciato e che cambia, dunque che quello con cui appare sia effettivamente il suo aspetto (come avevo spiegato lo scorso anno lui semplicemente si era tinto i capelli), ma soprattutto che lui voglia essere chiamato Sebastian, nella parte che si deve ancora vedere, rifiutando la sua identità di Jonathan Morgenstern, cosa che quindi rendeva Will Tudor sempre adatto.
Un altro autogol? Staremo a vedere.


Bene, si può dire che sia tutto. Come sempre, grazie mille di aver letto e commentato le recensioni e come sempre un grazie enorme alle pagine che ogni settimana hanno condiviso e commentato. Grazie, grazie, grazie.

Ricordatevi di passare in queste meravigliose pagine per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri personaggi preferiti e tanto altro!

Cacciatori: strafighi in nero dal 1234
Emeraude Toubia Addicted
Harry Shum Jr. Italia
Idris University
Malec Italia
Shadowhunter fino alla morte. Giuro Sull’Angelo
Shadowhunters – Tu mi fai sentire come se ci fosse un posto per me
Shadowhunters Italia (Sito ufficiale italiano)




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Sam
Simona, che da bambina voleva diventare una principessa, una ballerina, una cantante, una scrittrice e un Cavaliere Jedi e della quale il padre diceva sempre: “E dove volete che sia? In mezzo ai libri, ovviamente. O al massimo ai cd.” Questo amore incondizionato per la lettura e la musica l'ha portata all'amore per le più diverse culture (forse aiutato dalle origini miste), le lingue (in particolare francese e inglese) e a quello per i viaggi. Vorrebbe tornare a vivere definitivamente a Parigi (per poter anche raggiungere Londra in poco più di due ore di treno). Ora è una giovane legale con, tralasciando la politica, una passione sfrenata per tutto ciò che all'ambito legale non appartiene, in particolare cucina, libri e, ovviamente, telefilm. Quando, di recente, si è chiesta in che momento, di preciso, sia divenuta addicted, si è resa conto, cominciando a elencare i telefilm seguiti durante l'infanzia (i preferiti: Fame e La Famiglia Addams... sì, nel fantasy ci sguazza più che felicemente), di esserci quasi nata. I gusti telefilmici sono i più vari, dal “classico”, allo spionaggio, all'ambito legale, al “glamour”, al comedy, al fantastico in senso lato, al fantascientifico, al “giallo” e via dicendo. Uno dei tanti sogni? Una libreria. Un problema: riuscirebbe a vendere i libri o vorrebbe tenerli per sé?

8 Comments

  1. Nel

    18 maggio 2018 at 13:06

    Buongiorno Sam. In questa stagione non ho mai scritto, ma ho continuato a leggere le tue recensioni, accurate come sempre. Il mio parere riguardo a questa 3a è pessimista. Ero contenta di come si era conclusa la 2b, mi sembrava che avessero preso la strada giusta (quella dei libri, più o meno), ma qui ho visto troppe stranezze, incongruenze ed esagerazioni. La 3×9, con la apparente resurrezione di Valentine, è forse il momento peggiore dalla seconda stagione. Intanto per come hanno presentato il Clave, un governo che uccide senza pietà, mettendo al rogo le persone dopo un processo sommario. Anche se la scena è stata visivamente gradevole, è stato davvero troppo per me. Ma Valentine-zombie è stato peggio. Non ho mai definito questa serie trash, ma tutta la sequenza lo è stata, nel senso di disgustosa.
    Poi, in generale, ma perché continuano a privare i lettori dei momenti più belli ed emozionanti dei libri? Mi riferisco in particolare alla lotta finale contro Lilith, che nei libri è stupenda, e inquadra perfettamente il personaggio di Jace. Per quanto il finale non sia stato male, ci siamo soffermati su cose di cui si poteva tranquillamente fare a meno e ci siamo persi qualcosa che poteva essere bellissimo.
    Con un po’ di delusione, vengo al problema Will. Credo che sia davvero un errore gravissimo, anche se ha una sua logica. E credo che potrebbe essere la fine della serie, purtroppo. Spero di sbagliarmi, perché se salta questa serie non avremo più nulla su Shadowhunters per molto tempo.
    Chiudo con una domanda: si dice in giro che in realtà la produzione non possieda i diritti degli ultimi due libri, e questo spiegherebbe lo scambio di ruoli fra Jace e Clary. Sai qualcosa al riguardo?
    Grazie per le tue belle recensioni, che rileggeró come sempre per la 3b.
    Alla prossima.

    • Sam

      Sam

      18 maggio 2018 at 18:31

      Ciao!
      Grazie per aver letto e in questo caso aver deciso di commentare.

      Posso dirti che capisco e condivido il tuo pessimismo.
      E sono assolutamente d’accordo sul fatto che la parte del Clave sia stata brutta da vedere, per come hanno reso il Clave (e in particolare Jia), perché è vero che il Clave è duro e ingiusto, ma questi sono metodi medievali che persino loro hanno abbandonato, e che quella di Valentine sia stata proprio disgustosa.

      Sulla tua domanda in merito ai momenti più emozionanti dei libri, di cui gli spettatori sono costantemente privati: me lo chiedo dalla S1. Non lo so e, di nuovo, hai ragione. E hai ragione anche sul dire che, nonostante la fine di Lilith sia stata quella del romanzo, in linea generale, siamo stati privati della drammaticità del momento, a causa della velocità del tutto, con cose di cui non avevamo bisogno e che si potevano evitare, tipo il siparietto su quanti fratelli abbia Clary tra lei e Simon, cosa pure ridicola perché sminuisce il rapporto tra i due.

      Problema Will. Io spero che il nuovo interprete sia bravo, ma di certo a livello di marketing la produzione di questa serie ha fatto delle scelte pessime, da dilettanti, tipo non sfruttare sino all’ultimo Will Tudor, vista l’accoglienza e il responsoro del tutto positivo del pubblico.
      A meno che non sia stato lui ad andare via. Cosa che onestamente preferirei.
      Io credo che comunque la serie non avrà vita lunga dopo la 3b e lo penso indipendentemente da Tudor. Lo penso dalla fine della 2a.
      Le cose stanno così: dalla fine della 2a lo show è sempre stato a rischio cancellazione, perché gli ascolti sono calati ovunque, anche su Netflix, il cui apporto è sempre stato fondamentale per la sua sopravvivenza.
      Tuttavia, è stato rinnovato perché gli altri show di Freeform (nuovi, intendo) hanno tendenzialmente fatto ascolti peggiori, per cui Shadowhunters si è salvato per il rotto della cuffia. L’emittente, però, ha cercato di ridurre le spese per essa e, ad esempio, molti dei poster di questa stagione sono in verità photo shoot realizzati per la seconda.
      Questa stagione gli ascolti hanno oscillato, scendendo anche a punte veramente basse, come circa 290.000 spettatori (se si pensa ai quasi 2 milioni del pilot e al circa milione di tutta la S1 si nota quanto sia stato il calo). Se non ricordo male nella seconda metà di questa 3a si sono stabilizzati sui 400.000 o poco meno. Se la 3b mantiene questo dato a mio avviso Freeform concederà un altro rinnovo di una decina di episodi per chiudere la serie (il che sarebbe il numero che comunque gli showrunner e gli autori hanno usato per ogni romanzo, per cui sarebbe sufficiente). Altrimenti, se gli ascolti scenderanno, Freeform cancellerà lo show.

      Da questo mi collego alla tua domanda sui diritti: l’informazione che gira è errata. Cassandra Clare ha più volte dichiarato che la Constantin possiede i diritti di TUTTO The Mortal Instruments e anche di The Infernal Devices.
      Quindi il materiale per creare la serie “Shadowhunters-The Mortal Instruments” c’era tutto ed era a disposizione degli showrunner e degli autori dello show. E se avessero rispettato il lavoro di Cassandra e mostrato la stessa lungimiranza della produzione non solo di GOT, ma anche di Outlander, chiedendo all’autrice di collaborare, lei avrebbe concesso di usare anche il materiale complementare presente nei volumi usciti dopo (tipo “Le Cronache di Magnus” e “Racconti dall’Accademia degli Shadowhunters”). Invece ora Cassandra, comprensibilmente, non ha più intenzione di cedere nulla.

      Grazie mille a te per le tue parole e per aver letto e commentato!

  2. Al

    Al

    19 maggio 2018 at 11:31

    Ciao!
    Come sai questo finale mi ha lasciato un po’ perplessa, con delle parti che mi sono piaciute molto e dei momenti invece in cui mi veniva da ridere per il non sense delle scene che stavo vedendo. Ormai ho capito che, finché durerà, questa serie va presa così come è (purtroppo).
    Continuo a non avere un’opinione positiva su Clary, non ce la faccio. Anche quando tentano di renderla coraggiosa e indomito il risultato ai miei occhi è sempre oscurato da una vena di arroganza. Capisco che posia essere nella sua natura andare contro regole e mettere sempre al primo posto il suo pensiero personale, ma quando di presenta dicendo “Volete riportare in vita Valentine? Beh lo faccio io!” ho alzaTo gli occhi al cielo. Ti lascio intuire poi la mia faccia perplessa su quando ha effettivamente risvegliato Valentine, perché hai perfettamente spiegato che non era una cosa in linea con la storia.
    Magnus in generale mi è piaciuto. Un po’ prevedibile la scelta di chiedere aiuto al padre, però non è di sicuro la cosa peggiore del finale. Asmodeus mi è piaciuto molto, mi è piaciuto il legame con il figlio e la resa di questa potenza elegante (che passa dalla totale pacatezza alla rabbia), quindi complimenti a lui!
    La parte che ho preferito è stata senza dubbio quella di Simon. Bellissime ed emozionanti le scene con la madre e con la sorella; Heidi sociopatica come pochi, quindi perfetta in questo caso. Ovviamente sai che ho avuto gli occhi a cuore sul finire dell’episodio per quel momento con Isabelle e sono moooolto contenta che ci sia questo avvicinamento – tradotto: se chiudono la serie prima che tra i due succeda qualcosa, io sradico la felce dell’amore (che ormai ha le dimensioni di un baobab) e la getto sulla sede della Freeform.
    Sinceramente mi aspettavo che Lilith restasse sullo schermo un po’ di più però, alla vista di quel braccio, ero già esaltata all’idea di riavere Will Tudor… e invece no. Ma perché??? Will era perfetto. Già che c’è un passaggio di attori con la CW (come Madi e Jordan) a questo punto propongo Chic di “Riverdale” per mantenere il livello creepy del personaggio XD
    Devo per forza fare un altro appunto su Luke: francamente questo continuo on/off col branco mi ha stancato. Lui si comporta poco da alpha e loro poco da branco, questo legame non si sente e non si vede. Capisco che essere un alpha sia una parte fondamentale del personaggio di Luke ma allora che la si prenda sul serio, e non come un semplice mezzo per aggiungere difficoltà o per mostrare Luke in azione.

    • Sam

      Sam

      22 maggio 2018 at 19:19

      Eccomi a risponderti!

      Clary: sì, beh, nemmeno esiste quella roba, in realtà. però è anche vero che lei in quel momento cercava di salvarsi la pellaccia, visto che mentre a New York tutti si facevano i fatti proprio lei stava per finire sul rogo (visto che siamo tornati all’Inquisizione… God’s sake).

      Asmodeus: in verità quella parte è TUTTA sbagliata. Magnus non chiede MAI aiuto al padre se non in un momento (MOLTO, MOLTO, MOLTO più avanti… finale della storia) dove non hanno altra scelta (letteralmente: o quello, o muoiono) e lui non ne è affatto felice. E Asmodeo non è affascinate, è solo spietato, anche nei confronti del figlio. E non hai idea di QUANTO. Infatti i due non hanno un legame, perché Asmodeo non ama per niente Magnus. Vuole solo usarlo.
      Però sì, la resa del personaggio per gli elementi da te sottolineati è piaciuta anche a me (sebbene lui non sia affatto bandito, Edom è il SUO regno, sul quale, per l’appunto, regna con Lilith).

      Lilith Jonathan/Sebastain-Will: onestamente io Chic non lo vedo affatto nei panni di Jonathan Morgenstern (tanto per cominciare è fin troppo magro). Will era fisicamente perfetto e devo dire che nei momenti con “materiale giusto” sapeva renderlo. L’idea di sostituirlo per me è una pessima idea, perché lui era amatissimo (e piuttosto bravo, di certo uno dei migliori del cast), ma mi chiedo se non sia stato lui ad andarsene. Chi lo sa.
      Lilith… il Marchio di Caino serviva a quello. A distruggere Lilith, perché essendo stato apposto da Dio in persona a Caino è potentissimo e, in pratica, l’unica cosa in grado di “ucciderla” (le virgolette perché lei non è davvero morta, è solo momentaneamente distrutta, ma come tutti i demoni per morire davvero dovrebbe essere uccisa nella sua forma reale, nel suo regno), visto che Lilith è la Madre dei Demoni (a parte quelli che sono originariamente tali come lei, cioè gli Angeli caduti divenuti demoni, quali Lucifero e tutti gli altri – Azazel, Asmodeo… -, ovvero i Principi dell’Inferno e alcuni Demoni Superiori).

      Luke: hai ragione da vendere. Nei romanzi gli obbediscono eccome, qui pare che essere Alpha sia come essere uno che passa per caso. Boh.

      Isabelle e Simon (se noti li ho lasciati appositamente per ultimi): la parte di Simon era semi-inventata ma in effetti è venuta bene.
      Immaginavo che la tua felce dell’AMMMORE fosse cresciuta! XD Beh, mettila così: hai almeno la 3B da guardare, che hanno già girato e andrà in ond ain estate. Se beccheranno un ultimo rinnovo probabilmente avrai un’altra decina di episodi in più per vedere cosa succede.
      😉

      • Al

        Al

        23 maggio 2018 at 15:21

        Ormai sento quasi di essere diventata brava a scovare le differenze: tendenzialmente quando una cosa sembra campata per aria è così XD
        Giusto sottolineare che Clary era abbandonata a se stessa: era una cosa che mi ero dimenticata di dire e che ovviamente mi aveva fatto alzare gli occhi al cielo…
        Sai che purtroppo devo prendere quello che passa il convento, quindi, anche se non fedele ai libri, la parte in Edom non mi è dispiaciuta. Immagino che la versione originale di Asmodeus sia migliore però nell’errore non hanno fatto poi così male; pur stravolgendo a volte riescono ad inserire dei bei momenti (praticamente un miracolo).
        Quella di Chic era una battuta ahahah è che c’è stato uno scambio con The 100 (con i personaggi di Jordan e della regina Seelie) che mi creano automaticamente in testa il crossover con The CW!! Per qualsiasi motivazione sono dei pazzi a non sfruttare ancora Will Tudor, proprio per tutte le ragioni che hai detto tu.
        Ripongo tutte le mie speranze in Simon e Izzy che (insieme a Jace), quando la scrittura lo permette ovviamente (che non esageriamo, sia mai che decidano di impegnarsi troppo) sono personaggi a mio parere meglio riusciti.

  3. L@ur@

    19 maggio 2018 at 23:21

    Mi sono appena sparata gli ultimi 3 episodi di fila, ero rimasta un pò indietro…Sintomo che questa 3a stagione non mi sta entusiasmando più di tanto, troppe cose inventate, troppe cose campate per aria…
    Parto subito da quella che secondo me è la nota più dolente di tutte, Edom. No, no, no, no, e ancora no. Edom non andava mostrata adesso, ha un ruolo chiave in un altro momento, ma scusa Magnus non poteva semplicemente evocare Asmodeo (non era già stato evocato tra l’altro?) ??
    Mi chiedo quale sia il prezzo pagato dalla Stregone dato che, come noi lettori sappiamo, nei libri è una cosa grandissssima…
    Ancora una volta gli autori si son bruciati degli elementi che andavano usati dopo e in un’altra maniera.
    Lo scambio tra Clary e Jace, un altro grande no. Jace riceve il marchio da Lilith perchè è vulnerabile dopo la questione Raziel, Clary come dici tu, non ha nessun motivo. E di nuovo da qui partirà tutta una trama completamente diversa dai libri.
    La sostituzione Will Tudor fa storcere il naso anche a me, gli autori hanno sbagliato in principio a mostrare Jonathan/Sebastian con l’aspetto ustionato che si trasforma per assomigliare a Sebastian, perchè nei libri, appunto, gli basta tingersi i capelli di nero.
    Ora cambiano interprete perchè “Eh ma lui era Sebastian, noi adesso vogliamo Jonathan” non ha nessunissimo senso. Ergo, si son dati la zappa sui piedi da soli, senza contare che potrebbe creare non poca confusione negli spettatori.
    Tutta la questione Alicante e condanna a morte stendo un velo pietoso, Jia mi ha fatto un male cane vederla resa così, Clary che viene condannata e tempo 3 minuti finisce al rogo cioè boh, per non parlare del fatto che NESSUNO si preoccupi per lei… #ancheno
    Per quanto riguarda le cose buone, Jordan e il Praetor, lo adoro nei libri e qui è stato reso bene (complice il fatto che adoro l’attore da The 100), molto fedeli le parti riguardanti lui e Maya, molto belle le scene tra loro due e Simon, un grande si!
    Ottima anche la resa delle scene tra Simon e la sua famiglia, è stato un pugno nello stomaco vederlo incantare la madre, ma è servito a darci (finalmente) qualche momento tra lui e Izzy #dottorechi?
    Belle le scene ambientate nella gabbia mentale di Jace, sono state utili a farci rendere conto della sua condizione di schiavo in trappola, apprezzo sempre quando succede, nei libri lo leggiamo e possiamo solo immaginarlo, nella serie tv invece ci viene mostrato (come ad esempio tutti i flashback tra Maya e Jordan che ho apprezzato ugualmente).
    Concludo dicendo che, a malincuore, mi auguro che dopo la 3b ci sia magari solo un’ultima stagione conclusiva, perchè di ‘sto passo si stanno giocando tutte le carte migliori in anticipo, stanno cambiando troppe cose, quindi forse è meglio chiudere prima in bellezza (o perlomeno in maniera decente) che trascinarsi anni inventandosi cose di sana pianta.
    Appuntamento alla 3b!

    • L@ur@

      19 maggio 2018 at 23:25

      Un’ultima cosa che ho dimenticato, il ritorno “in vita” di Olli, Dio ti prego no… C’era da aspettarsi che una volta spatita Lilith tutti i suoi seguaci tornassero in loro, mi chiedo solo come affronteranno il fatto che abbia ammazzato a sangue freddo una persona. Finiranno tutti in galera? O l’Istituto tirerà fuori qualcosa dal cappello magico per salvare il cu.lo a tutti? Bo

      • Sam

        Sam

        22 maggio 2018 at 19:54

        Ciao!
        Rispondo in ritardo, ma non ero in forma nel weekend.

        EDOM: concordo, ma almeno il regno è stato reso come doveva, per quanto abbiamo visto. Asmodeo non era stato già evocato, era Azazel, la scorsa stagione. Il pegno pagato da Magnus lo conosciamo, lo ha detto: non ha più i poteri, ceduti di certo al padre.
        “Ancora una volta gli autori si sono bruciati degli elemtni che andavano usati dopo e in un’altra maniera”: hai ragione da vendere. Anche su Clary e Jace, dunque.

        Sulla sostituzione di Will: magari il nuovo interprete è bravo, il problema sta, secondo me, nel fatto che Will er avolto conosciuto, già amato per altre due serie, e amatissimo dal primo episodio in cui è apparso in questa. Quindi secondo me, visto che gli ascolti lasciano già molto a desiderare, sostituire un interprete, lasciando andare via quello conosciuto e amatissimo, che è anche uno dei migliori del cast, è rischioso. Ma per quanto ne sappiamo potrebbe essere stato lui a voler andare via, e a quel punto gli autori non potevano fare altro che sostituirlo.
        Sulle motivazioni, tuttavia, le cose stanno come dici tu, hanno sbagliato in principio a mostrare il personaggio in quel modo e adesso la risposta data suona abbastanza senza senso, soprattutto perché ci hanno mostrato un bambino biondissimo nei flashback e dalle foto dal set il nuovo interprete ha i capelli scuri. I mean. #HELPATELI

        Alicante: hai usato le parole giuste, ovvero stendiamo un velo pietoso. Tutto orribile.

        Simon e il Praetor: è davvero la parte migliore di questa prima metà di stagione! #AddioDottoreNonCiMancherai

        Secondo me dopo la 3b (se mantengono gli ascolti sui quattrocentomila spettatori) Freeform dà un ulteriore rinnovo di dieci episodi per chiudere e poi archiviano la serie, visto che già adesso così com’è rischia. COME ciò avverrà è la questione principale.

        Grazie per aver letto e commentato! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.