Image default
Recensioni Scream Queens

Scream Queens | Recensione 1×07 – Beware of Young Girls

Inizio la mia recensione settimanale come da tradizione, con una delle perle di Chanel Oberlin. Ho sentito la mancanza dello show durante la pausa di settimana scorsa che non ha visto Scream Queens allietare le nostre vite con quel sano trash che sa essere la luce in fondo al tunnel delle grigie giornate da studentessa universitaria.

Cercando di essere seri (anche se è molto difficile quando si parla di un prodotto surreale come quello sfornato da Murphy) questa puntata mi ha lasciata un po’ perplessa: l’impressione complessiva non è stata tanto negativa, quanto più confusa. In realtà ci sono stati dei momenti molto alti (alti per Scream Queens, s’intende) in cui il trash e il grottesco mi hanno ricordato cosa mi è mancato durante la settimana di assenza ma, allo stesso tempo, ci sono stati anche dei momenti un po’ “morti”, in cui ad essere sincera mi sono un po’ stufata. Più che altro non c’è nessun twist, nessun elemento nuovo, la trama è quella ma anche gli schemi degli episodi iniziano a essere un po’ ripetitivi.

Trovo anche che si sia fatta sentire la mancanza di Red Devil in un certo senso anche se la puntata ha sicuramente costituito un diversivo divertente alla solita caccia al killer.

– Devo dire che, mentre inizialmente ho trovato il fatto di concentrarsi quasi unicamente sul passato del Decano Munsch un po’ noiosetto, verso la fine e soprattutto dopo aver letto la storia da cui trae ispirazione la trama di questa puntata ho decisamente cambiato idea.

Beware of young girls è il titolo di una canzone scritta negli anni ’70 da Dory Previn, cantante sicuramente sconosciuta ai più poiché finita in un ospedale psichiatrico (dove scrisse il testo) a causa di un esaurimento nervoso dovuto alla scoperta del tradimento di suo marito, che la lasciò per la giovane e bellissima 23enne Mia Farrow (sì, proprio lei, la famosa attrice che sposò Woody Allen qualche anno dopo, salvo poi incorrere nello stesso destino, tradita e lasciata lei stessa per la giovanissima figlia adottiva). Ovviamente, la somiglianza tra l’attrice scelta e la Mia Farrow di quei tempi non è assolutamente casuale.

Tutte le vicende di questo settimo episodio sono state modellate in modo da ricalcare questa storia realmente accaduta e a cui francamente non so per quale motivo Murphy abbia deciso di ispirarsi, ma questo, come sappiamo, fa parte della genialità e della totale imprevedibilità di quest’uomo. L’unica differenza è che la Munsch finisce sì in un manicomio, ma non certo per un esaurimento e trova il modo migliore di uscirne, tra l’altro, vendicandosi in una volta del marito fedifrago e della giovane Feather, che verrà accusata al posto suo.

E dunque, questa puntata aggiunge un tassello fondamentale al nostro toto-killer, facendoci escludere una volta per tutte il Decano Munsch. Se è vero che è stata lei a uccidere l’ex marito, è anche vero che l’ha fatto poiché ha approfittato degli altri omicidi che stavano avendo luogo nel campus ma con un movente che nulla ha a che fare con essi. Insomma, questo omicidio non c’entra assolutamente nulla con Red Devil, ma si tratta di un depistaggio bello e buono di Murphy, che ha deciso di prendersi una pausa dalla trama principale e fare una piccola deviazione. In sostanza, mentre tutti noi eravamo lì a scervellarci per capire in che modo questo omicidio potesse essere collegato con gli altri e a scandagliare le motivazioni del Decano, lui era seduto sulla poltrona di casa sua a ridersela alle nostre spalle, sapendo già che in realtà le due cose non avevano proprio niente a che fare.

– Come sapete sono sempre stata convinta che Hester avesse qualcosa a che fare con gli omicidi, mentre questa puntata mi ha un po’ fatto cambiare idea. Questa tizia non fa che parlare di uccidere gente, Chanel in particolare, e inizio a credere che un serial killer in incognito non andrebbe mai a sbandierare le sue intenzioni ai quattro venti. Senza contare che, se Hester fosse Red Devil e avesse davvero voluto liberarsi di Chanel, non l’avrebbe già fatto?

Inizio a credere che voglia veramente uccidere Chanel solo perché la vede come un ostacolo alla sua storia con Chad Radwell. E come biasimarla.

– In quanto a Chad, credo che se fosse stato meno in ombra ci sarebbero stati più momenti interessanti, le pochissime scene di cui è stato protagonista sono valse l’intero episodio. Vogliamo parlare dell’annuncio shock riguardo la sua intolleranza al lattosio?

E delle perle di saggezza che ha fatto in tempo a snocciolare nonostante i pochi minuti che gli hanno dedicato durante la puntata? Pretendo uno spin-off di Scream Queens incentrato su Chad, su quante volte al mese va a farsi le sopracciglia, in quali negozi compra più spesso e una Chad-opinione su praticamente ogni cosa.

Zayday non pervenuta, Grace e Pete mi annoiano come al solito. Continuo, tuttavia, a sospettare di lui per lo stesso motivo di cui parlavo nella recensione precedente. Insomma, per me lui potrebbe essere il Billy Loomis di Scream Queens e anche quello che ha detto Gigi al telefono mi ha fatto pensare immediatamente a lui. Gigi, infatti, parlava con uno dei due Red Devil, riferendosi all’altro e al fatto che stesse perdendo di vista l’obiettivo (ovvero, uccidere tutti quanti). E quale motivo migliore per distrarsi se non che il secondo Red Devil si è innamorato di Grace, la vittima ideale nonché Final Girl di questa storia? Questo spiegherebbe anche perché è l’unica a cui non succede mai nulla nonostante sia sempre in giro da sola a ficcanasare su Red Devil.

Chanel #3 entra come al solito nella mia Top 3 di personaggi preferiti dopo Chad e Chanel, nonostante le sue battute siano spesso ridotte all’osso riesce a comunicare molto anche solo con gli sguardi e le espressioni, molto brava, devo dire, Billie Lourd che la interpreta.

– Questa puntata ha anche visto il ritorno di Ariana Grande alias Chanel #2 di cui si è molto parlato: Murphy aveva fatto sapere che avremo rivisto il suo personaggio e ha mantenuto la promessa. Altro evento straordinario, la Grande ha pronunciato più di due battute, il che è decisamente degno di nota.

Ho trovato carino il suo ritorno, ovviamente sempre assurdo e totalmente over the top come nello stile di Scream Queens. Interessante, in particolare, il suo discorso dall’aldilà con Chanel, che teoricamente avrebbe dovuto scagionare la bionda presidentessa delle KKT ma, se badiamo bene al discorso tra le due, è decisamente ambiguo: Chanel, infatti, non nega mai di essere lei il killer.

Anzi, chiede a Chanel #2 perché ha spifferato alle altre che Chad la tradisce e che è lei il killer. Sappiamo che la prima affermazione è vera (e Chanel lo sa perfettamente), dunque questa frase sembra quasi un rimprovero per aver svelato dei segreti più che aver detto delle bugie.

Chanel ha ripreso il controllo della situazione dopo un paio di episodi decisamente sottotono, le gag legate a lei restano in ogni caso le più divertenti (dopo quelle di Chad, ovviamente).

Il problema legato a Chanel è che se fosse lei il killer sarebbe scontato ma imprevedibile al tempo stesso: da una parte lei è una sociopatica, priva di sensibilità o empatia nei confronti degli altri, chiaramente vede gli esseri umani come oggetti e ha deliri di onnipotenza che la renderebbero il killer ideale e quasi fin troppo scontato; d’altra parte, però, se Red Devil alla fine dovesse rivelarsi proprio lei sarebbe anche qualcosa di totalmente nuovo che sconvolgerebbe i cliché dei film horror classici. Chanel è la bionda reginetta di bellezza, la Regina George dell’università, ricca, viziata e snob. Fondamentalmente, l’identikit di quella che nei film horror schiatta per prima. Perché, invece, Chanel è ancora viva?

E per la rubrica “Chanel insegna“: come dimostrare la stima nei confronti dei propri amici secondo Chanel.

La recensione per questa settimana si conclude qui, diciamo che la mia opinione complessiva sullo show per il momento è positiva anche se mi aspetto qualcosa di più, o meglio, gli schemi della serie sono questi e l’abbiamo capito, ma a mio parere non possono pensare di andare avanti ancora per molto riproponendoci sempre lo stesso tipo di gag e le stesse dinamiche, altrimenti si rischia di non fare neanche più ridere. So però che sono in arrivo nuovi personaggi che spero daranno una scossa alla seconda metà di questa stagione.

Prima di lasciarvi al promo del prossimo episodio vi ricordo di mettere un bel like a queste Pagine Facebook:
Emma Roberts Italia
Scream Queens – Italia
Ariana Grande Italy

Alla prossima!




Continua a seguirci anche su

Related posts

This is us 2×06 – E’ tutto un equilibrio sopra la follia

Gnappies

Grey’s Anatomy | Recensione 8×11 – This Magic Moment

sweetsilvia

New Girl | Recensione 1×04 – Naked

Shantiny

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.