Image default
Recensioni Scandal

Scandal | Recensione 3×14 – Kiss Kiss Bang Bang

Scandal è un telefilm diverso da molti altri. Non parla di vampiri, streghe o licantropi. Parla di un mondo reale. Un mondo reale, ma diverso. Un mondo in cui le persone ordinarie non si possono riconoscere. Un mondo fatto di persone che hanno potere e decidono il destino di una nazione. Un mondo dove non esiste solo il bene o il male; il bianco o il nero. Ci sono altre sfumature che il pubblico deve cercare di comprendere. Ma non è solo il pubblico ad interrogarsi ; anche Olivia si interrogata ed è tormentata da ciò. Non riesce a trovare risposta. Qual è il punto?! Perché faticare tanto se di buono non è rimasto nessuno? Perché dover stare al gioco di persone che sono come mostri, demoni.. ASSASSINI? Qual è il punto? Qual è lo scopo? La risposta le arriva proprio dall’uomo che è stato dall’altra parte della scrivania per tanti anni, che ha giocato a fare la mano di dio: “Perché tu trascini i cattivi fino alla luce”. Lo sappiamo è quello che Olivia fa, aggiusta le cose, e questo suo talento fa parte della sua forza e della sua grandezza. Ma come farà questa volta a salvare qualcuno che non può essere salvato?

tumblr_n2rqdp5BzJ1qbwkkro5_250

Per James è troppo tardi, ma lo è anche per Jake. Jake, l’uomo che rappresentava una speranza, l’uomo in cui Olivia riponeva delle speranze è stato inghiottito dal B613 ed ora non ha più possibilità di tornare indietro. Questo Olivia lo sa bene, perciò con l’aiuto di David impiegherà tutte le sue forze per distruggere B613. E spero che questa sia la trama orizzontale della prossima stagione e che porti ad un grosso scontro finale tra Olivia e Jake.

Ora, però, voglio parlare della morte di James. Quando l’episodio è iniziato ho sperato fino all’ultimo che James riuscisse a scappare. Anche quando è stato colpito pensavo che ci fosse un modo per salvarlo e invece no. James è stato ucciso, mentre a David è stata risparmiata la vita probabilmente solo per la funzione pubblica che ricopre. Vediamo un David che nega, un David tormentato dalla morte dell’amico e un Cyrus incredulo, in uno stato catatonico per tutta la puntata; un po’ come lo eravamo noi. La morte di James è sembrata surreale. Per tutta la puntata non ho avuto una vera reazione perché non ci è stato fatto vedere il momento esatto della sua morte. Quello che ci è stato fatto vedere è stato il percorso fatto da Cyrus e James per rivelarsi ed accettarsi.

1619235_774850035858804_82915649_n

Con dei flashback che hanno sicuramente arricchito la storia di questa coppia abbiamo visto come Cyrus un uomo che era sposato, un uomo di una certa posizione che ha lentamente accettato i sentimenti che provava per quell’uomo più giovane di lui che ha avuto il coraggio di fare la prima mossa. E James avrà anche fatto la prima mossa, ma Cyrus ha fatto dei gesti importanti per l’uomo che amava: gli ha dato il primo bacio e, con grande coraggio, ha fatto un gesto semplice, ma molto importante portandolo a ballare in mezzo alla gente che conta; gente che avrebbe avuto qualcosa da dire. Grazie a i ricordi di Cy abbiamo visto che Cyrus non è solo il diavolo, non è solo l’astuto manipolatore che abbiamo conosciuto finora; ma era anche un marito profondamente innamorato della persona che amava. Una persona che aveva avuto coraggio di mostrare la sua relazione in quel mondo meschino dove amare un uomo dovrebbe essere una cosa comunemente accettata; ma purtroppo non lo è. E la negazione della morte del marito è continuata fino a quando Cy ha provato a leggere il comunicato ufficiale della morte di James. Quello è stato il momento in cui Cyrus ha realizzato che stava passato il giorno più orribile della sua vita e che la persona con la quale condivideva il suo cuore se n’era andata per sempre.

tumblr_n2tbida9Zy1snvcpbo4_250

Poi il momento della consapevolezza è arrivato anche per noi: con un salto nel tempo ci sono stati mostrati gli ultimi istanti di vita di James in cui il suo unico pensiero era dedicato alla figlia che aveva tanto voluto, la figlia che non lo conoscerà mai. La scena è stata talmente cruda, talmente reale che ha fatto quasi male. Il suo volto sull’asfalto, la bocca piena di sangue, il pallore che lo stava avvolgendo erano così reali che mi hanno emozionata. Kudos a Dan Bucatinsky per quest’interpretazione magistrale. Non ho potuto non provare commozione per la morte di questo personaggio che è sempre stato dalla parte dei buoni, dalla parte della verità e per questo è stato ucciso. Al suo fianco fino alla fine c’è stato Jake che gli ha assicurato che non sarebbe successo nulla alla figlia e che non voleva farlo soffrire, ma ha dovuto a causa della messa in scena che aveva architettato. Una scena che è sembrata ipocrita.

Immagine

Ammetto di provare dei sentimenti non definiti per il personaggio di Jake. Voglio dire, è difficile odiarlo perché mi è sempre piaciuto: adoravo il legame che aveva con Liv e mi piaceva il fatto che volesse abbattere il B613 o che pensasse di poterlo cambiare quando è salito al comando; ma così non è stato. Jake ha fallito in tutto questo; si è fatto assorbire da quello che pensa sia il CREDO del B613. Se davvero avesse voluto cambiare quest’organizzazione con ogni fibra del suo corpo avrebbe cercato un modo per salvare James Novak. Allo stesso tempo però vedo ancora del buono in lui. Lo vedo nel fatto di non vuole coinvolgere altri soldati innocenti e nel non aver abbandonato James in mezzo alla strada. Non riesco ad accettare il fatto che Jake sia cambiato nel giro di un episodio, ma ho anche forti dubbi sul fatto che Liv possa e voglia salvarlo se lui rimare a capo dell’organizzazione.

Personaggi di contorno
Premetto che mi è sembrato un po’ inutile portare avanti queste storie durante questa puntata.
Andrew Nichols e Mellie sono favolosi. L’uomo vede qualcosa in Mellie che Fitz non è mai riuscito a vedere. Spero, quindi, che la loro storia venga sviluppata come una storia d’amore e non solo come una storia di sesso. Spero che Mellie capisca, finalmente, che il potere non è appagante tanto quanto avere una persona che ti ama per quello che sei.
Huck aveva ragione: Quinn voleva essere trovata.. DA LUI. Quell’inaspettato bacio di un amore malato ha aperto un capitolo che potrebbe essere molto interessante.
Adnan Salif sembrava la villain per eccellenza questo finché non l’abbiamo vista a fianco di Mama Pope aka Marie Wallace che ha spaventato Adnan al punto di chiedere aiuto a Harrison. What the fuck?!! Mi avete preannunciato questa gran cattivona e poi me la mostrate come una gattina indifesa?!! NON CI SIAMO. Aspetto con ansia un grande squilibrio creato dalla vera villain della situazione: Mama Pope.

Vi lascio con il promo della prossima puntata che preannuncia un drama familiare!

https://www.youtube.com/watch?v=yZC0XKHXcFw

Related posts

How I Met Your Mother – Recensione 9×09 – Platoonish

The Lady and the Band

The Flash | Recensione 1×22 – Rogue Air

The Lady and the Band

Once Upon a Time | Recensione 2×20 & 2×21

Shantiny

2 comments

Marianna 24 Marzo 2014 at 23:03

Nonostante abbia sempre considerato la causa dei suoi stessi problemi mi è venuta una tristezza profonda quando si è messo a piangere davanti a tutti, un uomo distrutto, cosciente del fatto che molti delle discussioni avute negli anni con James erano esclusivamente causa sua, il suo volere mettere il suo ruolo pubblico davanti alla suo essere marito.

Reply
Julia
Julia 25 Marzo 2014 at 18:01

Anche a me Cy ha messo una tristezza infinita! In fondo ora abbiamo capito che non avrebbe mai fatto davvero del male a James..

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv