Image default
Recensioni Riverdale

Riverdale 2×22 – North Side e South Side finalmente uniti [SEASON FINALE]

Riverdale” riconferma lo schema della scorsa stagione, chiudendo anche questa seconda con una puntata di anticipo (almeno per quanto riguarda la storyline principale di Black Hood), e portando in scena un finale che è tutto volto a porre le basi per il prossimo anno.

Abbiamo quindi avuto una conclusione a tarallucci e vino, dove tutti si vogliono bene e si preparano a fare fronte comune contro il “nemico” della prossima stagione, ovvero Hiram Lodge e la sua banda di super cattivi, formata da niente di meno che tutte le persone più odiose della città – Penelope madre dell’anno Blossom, Claudius sparrucchinato Blossom, Penny infame doppiogiochista Peabody e la indie band tributo dei Kiss aka gli Spettri. Insomma un quadretto che ispira una certa simpatia a prescindere. Finalmente però è stato svelato il grande piano che, come previsto, non poteva prevedere unicamente la costruzione di una prigione privata, ma andava ben oltre: traffico di droga e bordello… beh, viva l’originalità.

Il punto fondamentale però è che finalmente Hiram si trova da solo, ora che Archie e Veronica (e in parte anche Hermione) hanno finalmente fatto sloggiare il baracchino di salumi che gli si era piazzato davanti agli occhi e hanno recuperato un minimo di lucidità mentale. Sorvolo sul fatto che Archie non abbia rinunciato al suo atteggiamento da uomo tosto solo perché stavolta lo ha rivolto contro la persona giusta, e per tutto quello che ha fatto per Jug e i Serpents, mentre faccio i miei complimenti a Veronica che ha preso in mano la situazione con un certo polso.

(E sono molto contenta che Fangs in realtà non sia morto. Speriamo di vedere di più lui e Sweet Pea nella prossima stagione)

La cosa che ho senza dubbio amato di più di questo season finale è stata l’unione tra North e South Side. Dopo una faida infinita alla “West Side Story” finalmente le due fazioni hanno trovato un motivo contro cui fare fronte comune, laddove nemmeno lo spettro di un serial killer era riuscito nell’impresa. La cosa che più ho apprezzato di questa “unione” è stata il fatto che sia partita dai ragazzi, e che gli adulti (come FP, che cede il comando dei Serpents a Jughead, e Fred, che apre la sua casa agli sfollati del South Side) abbiano fatto un passo indietro, consapevoli forse di aver vissuto troppo nell’ottica precedente per poter guidare questo cambiamento. Io di solito sono una vecchia zia acida, ma questo andare a braccetto tutti felici verso l’arcobaleno mi è piaciuto davvero, e non solo perché ha coinvolto l’ennesimo momento epico della Dea che ha avuto la sua giacca di pelle customizzata.

(So proud della mia Cheryl!!!)

Alice e Betty escono da questa stagione emotivamente un po’ malconce, ma le donne della famiglia Cooper sanno sempre cadere in piedi. Non è una novità che sia una fan di Dark Betty, e sono abbastanza convinta che nella prossima stagione riuscirà ad abbracciare il suo lato oscuro, senza reprimerlo né, di conseguenza, sfogarlo in maniera eccessiva. Mi lascia un po’ più perplessa la situazione di Alice, e soprattutto la proposta di Polly di parlare con uno dei suoi amici hippie, proposta coronata, manco a dirlo, da uno sguardo poco raccomandabile.

Sul fronte ship nemmeno mi posso lamentare… certo, ci stava un intervento di emergenza a casa Cooper da parte di FP, ma mi accontento dei Bughead e soprattutto di Kevin e Moose: è tutta la stagione che spero che limonino in un loro riavvicinamento, appigliandomi a qualsiasi cosa (crisi con Midge, presunto flirt con Fangs, morte di Midge, ritorno di Joaquin…) senza ottenere soddisfazione, ma finalmente ce l’abbiamo fatta – questa ship viaggia talmente a vele spiegate che probabilmente ora si trova alle Fiji.

Solo due cose mi hanno lasciato perplessa. In primis la risoluzione del secondo Black Hood: quel gettare la colpa su Tall Boy, che presumibilmente è morto (a meno che non si tratti di un altro caso come quello di Fangs), mi è sembrata un’uscita troppo facile, e altrettanto leggera l’accettazione del fatto compiuto da parte dei Serpents; sarà che per tutta la stagione mi ero aspettata un qualcosa di più, però l’ho trovato in generale un po’ frettoloso. Potrebbe essere un’altra finta da parte degli autori, ma mi pare che la situazione Black Hood sia definitivamente archiviata. In secondo luogo il “colpo di scena” finale: non che l’arresto di Archie non sia una cosa grossa, ma non ha avuto quell’impatto da lasciarmi con la bocca aperta in spasmodica attesa della nuova stagione. Parte del problema può essere che mentre Archie veniva accusato io non potevo fare a meno di pensare che un po’ se lo fosse meritato, per tutte le volte che, persino di fronte all’evidenza, si era fidato ciecamente di Hiram Lodge. Staremo a vedere se questa scelta riuscirà veramente a dissolvere l’unione appena creata.

Riverdale” rimane comunque una serie leggera e senza troppe pretese, che sa , soprattutto, ironizzare su se stessa, quindi le si possono perdonare anche queste piccole pecche, a favore di una seconda stagione che ha avuto delle grandissime perle, e una terza che si prospetta altrettanto interessante. Io non potrei essere più soddisfatta, pochi guilty pleasure mi hanno dato le stesse gioie di “Riverdale” con tutti i suoi non sense e le sue esagerazioni; speriamo che rimanga sempre così meravigliosamente ed epicamente trash, nella migliore concezione possibile del termine!

Non mi resta allora che salutarvi e ringraziare voi per aver seguito e commentato questa stagione con me e, come sempre, la pagina Facebook LILI REINHART ITALIA per aver condiviso settimanalmente queste recensioni. Alla prossima!

Related posts

Arrow | Recensione 4×06 – Lost Souls

Bravissima6

Reign | Recensione 1×01 – Pilot

xsunsetbeauty

Person Of Interest | Recensione 1×07 – Witness

msfrancesca

2 comments

Sam
Sam 22 Maggio 2018 at 20:12

Sono in ritardo, ma DOVEVO COMMENTARE.

Io non trovo che la conclusione sia stata a tarallucci e vino, perché non solo non è la conclusione ma solo una parentesi fra i guai, secondo perché Veronica già da settimane si era ripresa, terzo perché ARCHIE SI E’ RIPRESO, cosa che volevamo da tempo ormai immemore, facendo pure mosse tutt’altro che stupide, anzi. Salvando la situazione. Bravo Archie.
Ha fatto la caxxata alla fine, con Hiram, vero, ma ci sta, ha 17 anni ed essendo di animo buono MAI poteva andare a pensare che quel maledetto lo facesse arrestare per omicidio.

Inoltre, i Serpents hanno rischiato l’estinzione, hanno perso il South Side, Fred (come c’era da aspettarsi, soprattutto dopo la vittoria di Archie a scuola) ha perso l’elezione a Sindaco, Veronica ha perso la leva sul padre, consegnandogli pure il pezzo finale che gli serviva per il South Side (non sono certa che proporre lo scambio sia stata la cosa migliore… forse doveva comprare entrambi)…
E Archie è stato arrestato per OMICIDIO. Insomma, di guai ce ne sono.

Ho apprezzato tantissimo che sia finalmente emerso il vero piano di Hiram. Altro che prigione! Questo vuole creare una specie di Las Vegas ultra illegale. Insomma, una pseudo “Boardwalk Empire” della CW, nel XXI secolo. Hai capito ‘sto schifoso.
In ogni caso, favolosa la tua descrizione con i diversi epiteti dati ai vari componenti del suo gruppo. XD XD XD
Peraltro Penelope-madre-dell’anno-BLossom che dopo aver fatto rinchiudere la figlia nel convento degli orrori fa la madre preoccupata era da prendere a badilate.

Cheryl con la giacca rossa: che scena. Adoro questa cosa che le ragazze bene del North Side diventano delle Serpents.

Alice e Betty: povere. Soprattutto Betty. Io temo, però, che il suo lato dark possa avere dei picchi, nella prossima stagione… spero che avvenga ciò che dici tu.
Su Polly: Polly è il mezzo di cui Hiram ha parlato per seminare zizzania nella famiglia e tr ai “nostri eroi”. Chissà come se l’è comprata e la sta usando contro di loro.

Però a me Kevin piaceva anche con Fangs! :'(

Il Black Hood: in effetti ha lasciato un po’ così anche me. Ha un suo senso, però mi aspettavo che la questione avesse più importanza. Mah, vedremo se è davvero chiusa o no.

In ogni caso, ho amato questo season finale! Mi ha risollevato dalla depressione per “Shadowhunters”.

Anche io ho amato molto l’unione North-South Side.

Reply
Al
Al 23 Maggio 2018 at 14:04

Ciao!
Diciamo che è stata una conclusione felice per le storie iniziate, almeno per me: hanno chiuso il capitolo Black Hood, hanno riunito il gruppo dei ragazzi (prendendo l’onda delle ultime puntate), hanno chiarito la situazione di Hiram ed hanno salvato in corner i Serpents. Insomma gran parte delle questioni aperte è stata chiusa abbastanza felicemente ed i guai sono tutti rivolti alla prossima stagione.
Concordo con te su Veronica: anche io non avrei ceduto il bar; poteva esporre il piano del padre senza perdere il suo vantaggio, però credo che volessero proprio dare una separazione netta tra nord e sud e forse anche togliere il luogo “storico” di raduno dei Serpents per spostarlo in un certo modo da Pop’s che è un po’ la seconda casa di Jug (un passaggio fisico della leadership insomma – spiegazioni che cerco di darmi).
Anche io ho pensato che Polly potesse rientrare in qualche strano piano di coercizione, ma non riesco a capire in che modo sia collegata e quali interessi abbia. Sicuramente sarebbe un colpo di scena più grande dell’arresto di Archie, che come arma segreta per dividere il gruppo non mi ha entusiasmato. Forte, certo, però era palese che il doppio gioco di Hiram gli si sarebbe ritorto contro. Tutti gli hanno detto che sbagliava a fidarsi di Lodge eppure lui ha insistito, per me un po’ se l’è anche meritato. Capisco l’ingenuità però hai avuto tanti di quei segnali d’allarme per ravvederti…
Cheryl splendida, come sempre. Poi mi piace il parallelismo con la prima stagione che si era chiusa con “l’investitura” di Jughead. D’altronde dopo le sue prodezze con l’arco come poteva restare fuori dalla squadra?? XD
Anche io sono soddisfatta di questo finale!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.