Image default
Recensioni Riverdale

Riverdale 2×08 – Bentornato FP Jones

Ho dovuto prendermi un po’ di tempo per placare la fangirl che è in me e cercare di scrivere in maniera composta, altrimenti, che ve lo dico a fare, avrei fatto uno sproloquio sulla golden couple Alice-FP attingendo a piene mani dalle mie più fervide fantasie.

Però ovviamente non posso non iniziare da qui, da questa tensione sessuale nemmeno troppo latente che si tagliava con un coltello da burro. Io avrò anche una fervida immaginazione, ma questa volta gli autori hanno voluto marciare pesantemente sul sogno di tutti i fan di “Riverdale” di vedere finalmente Alice Cooper e FP Jones rotolarsi in un tripudio di pelle, flanella e jeans strappati sul pavimento del White Dragon. Al “sexually frustrated” avevo già iniziato a viaggiare, ma al “leave him” avevo ufficialmente venduto l’anima al diavolo. Vivere di queste frasi spezzate a metà è altamente distruttivo per la mia psiche, quindi, lo chiedo per favore, qualcuno mi dia uno straccio di flashback per capire cosa sia successo esattamente tra questi due, perché IO DEVO VEDERE.

Mi rendo conto che potrei andare avanti per ore a elencarvi tutti i motivi per cui Hal Cooper ormai fa più tappezzeria del centrino fatto a uncinetto dalla zia Piera e quindi per cui tenere separati Alice e FP è un crimine contro l’umanità, ma invece vi lascerò semplicemente a consumarvi gli occhi su questa fanvid portata alla mia attenzione dalla nostra cara Moonrising (perché sì noi dello staff di TA crediamo fortemente nella canonizzazione di questa coppia).

Ormone ballerino a parte, FP Jones è un personaggio meraviglioso, e in questa puntata lo ha dimostrato una volta per tutte. Il “Re”, come lo definisce suo figlio, che si piega a un lavoro umiliante – non che fare il cameriere sia di per sè umiliante, sia chiaro, ma, considerata la sua condizione di partenza, servire gli altri e farlo in modo assolutamente remissivo (come con Cheryl) è decisamente un bel ruzzolone nella scala sociale; la divisa di Pop’s certo poi non aiuta a tenere alta la dignità. FP però è pronto a lasciarsi tutto alle spalle, a rinunciare a quel potere e a quella libertà per vivere una vita regolare. Scopriamo che il suo percorso con i Serpents non è sempre stato così regolare come si pensava, che è stato più volte combattuto, ma che alla fine è sempre tornato all’ovile, forse proprio guidato da quel senso di potere che l’appartenenza alla gang poteva dargli. Ma proprio conoscendo così a fondo questo mondo ha fatto di tutto per far sì che Jughead avesse un destino diverso: ha capito che il figlio era cascato come una pera cotta nella trappola di Penny e ha fatto l’unica cosa in suo potere per salvarlo. Come all’epoca della finta confessione sull’omicidio di Jason Blossom, anche stavolta ha sacrificato se stesso per tenere Juggy fuori pericolo. Quel “You broke my heart” ha spezzato un po’ anche il mio, perché è come se alla fine FP avesse perso ogni speranza di riuscire a crearsi una vita lontana dai Serpents e, involontariamente, quell’ultima speranza gli è stata portata via proprio dalle azioni avventate del figlio.

FP aveva ragione: Jughead doveva stare lontano dai Serpents. Per quanto le sue intenzioni siano buone, per quanto tenti di condurre una vita pulita, la sua strada sta prendendo tutt’altra direzione, e sembra che nemmeno lui se ne stia rendendo conto. La scorsa stagione avrebbe fatto carte false per vedere il padre sistemato con un lavoro onesto, mentre ora vede solo un re decaduto; quello che prima era un punto di contrasto tra i due, adesso è una fonte di orgoglio per Juggy. Entrare nei Serpents, forse per la prima volta, lo ha tolto dalla condizione di outcast. C’è una parte di lui che è consapevole di quanto la situazione possa essere pericolosa, ma è altrettanto convinto di essere l’unico in grado di gestirla, quando in realtà è totalmente fuori dal suo controllo.

Betty non è mai stata tanto borderline quanto in questa puntata. Il suo voler stare vicino a Jug per proteggerlo e supportarlo è solo una faccia della medaglia. Può rinchiudersi in tutti i maglioncini color pastello che vuole, ma quando scioglie quella coda di cavallo Betty prova un senso di libertà immenso. Prendere in mano un microfono, spogliarsi di fronte a una folla e ballare in modo sexy… non sono cose che ha fatto per Jughead, sono cose che ha fatto per se stessa, per sentire quel brivido che la sua vita quotidiana non le dà.

Il dramma ovviamente era dietro l’angolo, perché tra il criminale che si crede Che Guevara e la ragazza della porta accanto che sogna una vita sesso, droga e rock’n’roll, qualcosa prima o poi doveva sbottare. Che poi gli autori abbiano inspiegabilmente deciso di far virare tutto verso il triangolo, questo è abbastanza discutibile. L’abbiamo evitato già due volte, ma a giudicare dallo sguardo da trota in amore di Archie stavolta non credo la scamperemo.

D’altronde stavolta Archie mi ha fatto davvero pena: oltre agli addominali c’è un cuore (ed evidentemente un fan di “Glee” che adora esprimere i suoi sentimenti cantando) e Veronica ha ben pensato di puntarci un tacco dodici nel mezzo e rigirare per bene il suo stiletto. Finalmente anche la tenera Ronnie ha capito che mamma e papà stanno insieme per interesse più che per amore, e questo l’ha improvvisamente trasportata nel mood “non sarò mai in grado di amare”, il che l’ho comunque trovato in linea con il suo personaggio. È palese che anche lei sia innamorata, lo si è visto dall’inizio della stagione, dal modo in cui è stata vicina ad Archie nonostante i suoi deliri da vendicatore della notte, ma le manca ancora un passo per togliersi del tutto la cappa da ragazza egoista e viziata e aprirsi totalmente agli altri. Tempo che evidentemente Archie non è stato in grado di darle, e anche a ragione, vista la batosta che si è preso. Però da qui a volgere lo sguardo alla finestra di fronte e avere questa improvvisa epifania, ci passa un oceano.

In mezzo a questi drammi l’indagine su Black Hood continua a piccoli passi. Come al solito possiamo fare un recap degli indizi raccolti fino a ora nell’ angolo delle speculazioni a questo link.

E ora ovviamente il momento della TOP 3:

  • Alice Cooper regina incontrastata delle entrate a effetto: ormai è chiaro come la Regina di Riverdale abbia uno scomparto segreto dell’armadio in cui tiene tutti i suoi outfit migliori. Resta da chiedersi quale fosse il “look appropriato” che aveva pensato per Betty. Alice Cooper ti si ama, forse in versione Serpent ancora di più.

  • Betty Cooper in versione artista versatile: balla, canta, si struscia meglio di qualsiasi versione riformata di Rachel Barry alla scoperta della sua passeggiatrice interiore. Dark Betty è sempre una scoperta.

  • Sarò ripetitiva, ma se non sono da top 3 loro io sono evidentemente più cecata di quanto pensassi: FP Jones e Alice Cooper. Ho già detto tutto.

Mi tocca però aggiungere un piccolo flop: Cheryl Blossom merita di brillare, continuo a non capire questa sua accoppiata con l’inutile Josie – una parentesi del tutto inutile. Ridateci la Dea!!!!!!

La prossima settimana, come preannuncia il promo, ci aspetta una puntata natalizia, ma sicuramente non sarà tutto dolci e abbracci. Passate a lasciare un like alla nostra pagina amica e ricordatevi di lasciare un commento qui sotto: per ogni commento verrà devoluto un centesimo alla fondazione Archie Andrews per tutti i ragazzi che al “Ti amo” si sono sentiti rispondere “Grazie anche no”.

COLE SPROUSE ADDICTED

Alla prossima settimana!

Related posts

Grey’s Anatomy | Recensioni 11×12 – The Great Pretender

Claw

Glee | Recensione 4×13 – Diva

elychan88

Orange Is The New Black | Recensione 3×03 – Empathy is a Boner Killer

Ale

6 comments

L@ur@ 10 Dicembre 2017 at 16:18

Ancora una volta mi trovi d’accordo con tutto quello che hai scritto!
Alice e FP sono da occhi a cuore in ogni scena, anch’io a quel “Leave him” ho praticamente fatto la hola, pretendo dei flashback su di loro subito!
Ps… una cosa che non ricordo, è stato detto con chi Alice ebbe il figlio da giovane?
Veronica e Archie che si mollano non mi ha fatto molto effetto, alla fine le loro scene erano sempre quelle, sesso nella doccia, sesso sul tappeto, sesso in camera, ma trovo coerente la gestione dei personaggi, Veronica non è mai stata tipa da cuoricini, Archie invece sembra uno che si innamora al primo battito di ciglia.
La rottura tra Betty e Jughead invece mi è dispiaciuta, ma è stata comunque costruita bene, non si sono mollati per una cavolata, era da tempo che ci venivano mostrati sempre più distanti.
Il sacrificio di FP ha spezzato anche il mio di cuore, tutta la scena è stata magnifica, vederlo farsi quello shottino dopo che poco prima aveva annunciato di frequentare gli alcolisti anonimi è stata una pugnalata al petto.
Anch’io adoro FP, è uno di quei personaggi che sai che perderanno sempre, che dovranno sempre fare sacrifici, che avranno sempre la strada in salita…
Betty per me è stata un Meh, è bipolare, su questi non ho dubbi, una visitina da un medico la farei, questo suo dark side che emerge ogni tanto è preoccupante.
Magari si, è semplice voglia di evasione, di libertà da una mamma dispotica, ma ogni tanto bo, mi fa venire i brividi che in confronto Cheryl è Biancaneve.
Agghiacciante (per me) la scena della lap dance (con strip tease), continuavo a dirmi “ma questa ha 16 anni, ma questa ha 16 anni”, bo modalità moralista ON.
Ps ma solo io a 16 anni pensavo solo a Seth Cohen e Harry Potter e non andavo a fare spogliarelli nei bar?

Reply
Al
Al 11 Dicembre 2017 at 10:05

Ciao!
Allora nella scorsa stagione è stato solo detto che, durante il loro ballo della scuola, Alice e Hal ebbero una grossa lite quando la ragazza confessò di essere incinta e che poi scappò nello stesso istituto dove avevano mandato Polly per partorire. In realtà non hanno mai specificato la paternità, ma, se effettivamente Alice e FP hanno avuto una relazione (come suggerito in quest’episodio), i Cooper potrebbero aver litigato proprio a causa dei dubbi di Hal. Gli indizi ci sono e quindi questa teoria forse non è così campata per aria; ovviamente non vedo l’ora di scoprire di più su questa coppia e sul loro passato.
Concordo assolutamente sulla tua descrizione di FP: è tragico vedere come, nonostante i suoi tentativi di rialzarsi, la vita continui a schiacciarlo irrimediabilmente a terra.
Nemmeno a me la rottura tra Archie e Veronica ha fatto effetto più di tanto, forse perchè proprio in partenza non ho mai sentito un grande attaccamento a questa coppia. Archie sembra più innamorato del concetto di amore che della ragazza che ha al suo fianco: anche con la Grundy si era buttato a capofitto e quella relazione certamente non poteva avere nessuno sbocco. Tende troppo ad idealizzare qualsiasi situazione.
Il lato dark di Betty senza dubbio fa impallidire anche Cheryl. Non mi trovi pienamente d’accordo sul discorso dell’età di Betty, non per una questione di moralismo o altro (anzi capisco il tuo punto di vista e condivido – nemmeno io a 16 anni avrei mai pensato di comportarmi così, nemmeno per scherzo), ma penso semplicemente al fatto che in tutti i teen drama i personaggi hanno circa quest’età e si comportano come dei trentenni navigati (penso a Gossip Girl in primis); è un’esagerazione, a mio parere, dettata dal mezzo televisivo. Ciò non toglie che il bipolarismo di Betty sia preoccupante, soprattutto perchè sembra una cosa che nemmeno lei riesce a controllare e che ha origini ben più profonde della possibile ribellione per un’educazione troppo severa. Anche in Alice convivono queste due anime, ma ciò è dettato dal fatto che abbia voluto reinventarsi totalmente come borghese perfetta e cancellare (e rinnegare) il suo passato da Serpents. In Betty invece ha una caratterizzazione molto più oscura, e credo che il Boia l’abbia scelta anche per questo e non solo per la sua estrema purezza.
Cosa ne pensi invece della questione Black Hood?

Reply
L@ur@ 12 Dicembre 2017 at 23:01

Sulla questione Black Hood concordo in pieno col fatto che il bidello Svenson sia stato buttato lì solo per sviare l’attenzione da qualcun altro. Già l’hanno inserito l’episodio scorso in modo così spudorato solo per ritirarlo fuori stavolta, onestamente quando si è scoperto che il terzo figlio scampato al massacro era lui non sono rimasta allibita per niente.
Colpo di scena gestito male perchè, appunto, Svenson ci è stato sbandierato senza motivo di punto in bianco, solo per piazzare lo scoop sul figlio superstite.
Poi ho alzato un pò gli occhi al cielo su tutta la faccenda in generale, una bambino di quanto? Una decina d’anni si imbatte in un gruppo di ragazzi/uomini che gentilmente si offrono di far fuori un tizio? Bo
Che poi la storia magari prosegua col gruppetto che “istruisce” il piccolo Svenson e lo tira su a crimini e omiicidi ci potrebbe anche stare…ma ripeto, per me non è lui il Black Hood.
Elimino anche uno qualsiasi dei tizi della foto perchè sarebbe un vecchietto.
Mi intriga però l’idea del gruppetto di ragazzi che ammazza gente a random e che magari ha passato il testimone a qualcun altro (anche l’idea di più persone mi piace).
Resta da sapere a chi è stato passato il testimone. Un figlio forse? Altri ragazzini orfani?
Io continuo a puntare su Hal!

Reply
Al
Al 13 Dicembre 2017 at 16:05

Vedo che siamo d’accordo anche su questo. Svenson come Black Hood sarebbe veramente la banalità delle banalità.
Credo (o meglio, spero, altrimenti avrebbero introdotto questa sotto-trama dello Squartatore senza nessuna logica se non fare da specchietto per le allodole) che ci debbano dire ancora qualcosa su quel gruppo di vendicatori, e su questo filone si potrebbe lavorare… 5 uomini, magari provenienti dalle 5 famiglie più importanti di Riverdale (da quando ho visto la Plec aggirarsi sul set, ho delle reminescenze da TVD).
Hal rimane comunque per ora il sospettato migliore, anche perchè è quello che è rimasto più in sordina.

Reply
MooNRiSinG
MooNRiSinG 12 Dicembre 2017 at 20:02

Allora, io la questione della gravidanza di Alice l’ho sempre vista un po’ al limite e ce lo vedo un po’ Hal, novello Finn Hudson, tutto preoccupato di aver messo incinta la donna con il pensiero quando era FP a ramazzarla nello sgabuzzino del custode, giusto per dire.
E questo ci porta al vero punto clue dell’episodio, QUEI momenti che hanno dato un calcio nel deretano alla mia già vacillante sanità mentale e a causa dei quali non mi darò pace finché Al non uscirà di scena e Alice potrà liberare il suo cobra interiore e tornare ad amoreggiare con i completini in pelle, che tanto lo sappiamo che nell’armadio ne tiene ancora un’intera collezione autunno inverno.
Sul resto dell’episodio mi sento solo di commentare:
1) “You broke my heart”… e tu lo stai spezzando a noi, FP, mannaggia a te.
2) Cheryl stalker modello d’inquietudine ormai ha rotto anche abbondantemente gli zebedei, se proprio devi saltare il fossato fallo con qualcuno più degno del tuo amore (già mi vedo una torrida e morbosa relazione con Hermione Lodge).
3) Jughead, te se ama, ma con sta storia di mollare Betty “per il suo bene” ci hai sanamente sfracellato i coglioni.
4) Archie, no! Cattivo Archie! Giù le zampe dalla finestra e dalla ragazza che c’è dentro, che tanto a te non interessa Betty, sei solo insicuro e ti vuoi buttare su quella che è sempre stata la tua certezza per farti salvare dal naufragio. Che poi vorrei vederti a gestire Dark Betty quando non sai nemmeno aprire una scatoletta di tonno senza sostegno psicologico.

Reply
Al
Al 13 Dicembre 2017 at 15:09

Non giriamoci intorno, in realtà manca solo una conferma sullo schermo, una vera non un mezzo sguardo su cui far partire dei film mentali – anche se sono film mentali meravigliosi e incredibilmente ben strutturati. Spero solo non ci facciano penare più a lungo del dovuto che ormai siamo a metà stagione.
FP e Alice hanno palesemente rubato la scena a tutto il resto.
Archie sicuramente non è in grado di gestire una relazione con Betty. In realtà non è in grado di gestire una relazione punto, però non voglio sempre sparare sulla croce rossa. Normalmente non mi preoccuperei, ma adesso Betty è più emotivamente instabile del solito, quindi potrebbe cedere al fascino dell’addominale scolpito. Spero che, in vista della pausa natalizia, si concentrino di più sulla trama di Black Hood per darci tempo di capire questo mistero e non vogliano farmi andare di traverso il pandoro pensando a un eventuale serie di strusciamenti fra Betty e Archie. Dateci una gioia per Natale per favore.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv