Rewatch e recuperi estivi che devi fare #13

Eccoci a un nuovo appuntamento settimanale con i recuperi e/o rewatch estivi assolutamente da fare, e vengo a proporvi quello che per me è in assoluto un recupero NECESSARIO perché, stando più o meno a tutti quelli che conosco, FLN, ovvero “Friday Night Lights, non si può non annoverare tra le proprie serie TV viste.

Titolo: Friday Night Lights

Genere: Teen Drama / Sportivo

Stagioni: 5

Stato: Concluso

Trama: La serie prende ispirazione dal libro “Friday Night Lights: A Town, a Team, and a Dream“, e portando in scena la storia della squadra di football di una cittadina di Dillon, in Texas, racconta di come la squadra influenzi la vita dell’intera città. FLN è una storia corale in cui, nelle diverse puntate, l’attenzione si sposta tra diversi personaggi ma che ha come figura di perno il coach Taylor, la sua famiglia e i giocatori dei Panthers.

Perché recuperarlo: non posso dirvi cosa dovreste aspettarvi da questa serie, purtroppo ancora non l’ho vista, ma posso dirvi quello che mi aspetto io, ovvero tante, tantissime emozioni, di tutti i tipi. Una serie alla vecchia maniera, di quelle che affrontano temi adolescenziali, ma che prende in esame anche il punto di vista degli adulti (il mondo dei genitori per intenderci). Una di quelle serie che, insomma, ti parla al cervello e al cuore, e che ti porta in un viaggio alla scoperta (e riscoperta) di te stesso.

 




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Gnappies_mari
Nata negli anni 80, grazie al suo papà clone di Magnum P.I., cresce a pane e “Genitori in blue jeans” (dove si innamora di Leonardo di Caprio che troverà poi in quei film tanto amati come "What's Eating Gilbert Grape" o “Total eclipse”), l’uomo da 6 milioni di dollari, l’A-Team, Supercar e SuperVicky. L’adolescenza l’ha trascorsa tra Beverly Hills 90210, Santa Monica e Melrose Place..il suo cuore era sul pianeta di Mork e alle Hawaii..anche se fisicamente (ahimè) era sempre e solo nella provincia bergamasca. Lettrice compulsiva fin dal giorno in cui in prima elementare le hanno regalato Labirinth è appassionata di fantasy (Tolkien è il suo re, Ann Rice e Zimmer Bradley le sue regine) e di manga (Video Girl AI in primis per arrivare a Paradise Kiss e Nana), anche se ultimamente è più orientata a letture propedeutiche pediatriche! Ama studiare (tra laurea, dottorato e master ha cominciato a lavorare a 28 anni!!) ed imparare, ma non fatela arrabbiare altrimenti non ce ne è per nessuno!

1 Comment

  1. MooNRiSinG

    MooNRiSinG

    7 agosto 2018 at 15:53

    Io la sto recuperando adesso (sono alla stagione due) e posso confermarti che non ti sei sbagliata, ci sono emozioni a palate. La serie non è comunque un teen drama, è molto più adulta e matura e ti lascia spesso in bocca un sapore amaro, perché il #mainagioia imperversa come se non ci fosse un domani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.