Image default
Recensioni Revolution

Revolution | Recensione 2×07 – The Patriot Act

revolution-tv-show-banner-01-960x3551

Nello scorso episodio è stata tralasciata la questione di Aaron, in quanto si è approfondita, invece, quella di Monroe contro il Governo degli Stati Uniti d’America. Abbiamo lasciato il povero Bass in una cassa di legno sotto terra, semi morto, ma con l’arrivo del famigerato Dottor Horn, il cui nome basta a far venire i brividi ai patrioti stessi, la sua ‘resurrezione’ passerà in secondo piano? Credo che l’US Government abbia trovato in Aaron un passatempo più interessante.

tumblr_mvvh9dkRON1rbjs3go5_250  tumblr_mvvh9dkRON1rbjs3go6_250

tumblr_mvvh9dkRON1rbjs3go7_250  tumblr_mvvh9dkRON1rbjs3go8_250

Rachel, come avevamo visto alla fine dello scorso episodio, libera Monroe, che si risveglia strafatto in una casa, distante da Willoughby abbastanza per poterlo tenere nascosto. Miles subito si preoccupa di sapere come si sente, visto che Rachel lo ha drogato pesantemente per farlo sembrare morto, e lui spontaneamente se ne esce con un ‘Ma guardati, sei felice di rivedermi. Ti sono mancato. Sei il mio migliore amico’. Ammetto di aver rivisito in loop questa scena per buoni venti minuti, incredula ed estasiata non solo dalle parole stesse ma anche dalle reazioni di Charlie, che se la ride teneramente, e di Miles, che prova a fare lo scorbutico come suo solito ma che, alla fine, non riesce a trattenere il sorriso. Dopo due anni di sofferenza passati a vedere il modo in cui il rapporto tra i due amici era diventato freddo e ai limiti dell’odio reciproco, non potrei essere più felice di così. Sono entusiasta del modo in cui gli sceneggiatori stanno lavorando sulla loro amicizia. E’ a dir poco fantastico.

 Immagine

Aaron e Cynthia si trovano per strada, a discutere dei patrioti, proprio quando esplode un palazzo a pochissima distanza da loro. Inevitabilmente, si crea il caos, restano feriti parecchi abitanti, ne muoiono addirittura tre sul colpo e i patrioti decidono di prendere delle precauzioni, obbligando un coprifuoco dal tramonto all’alba, bloccando ogni cancello con quanti più soldati possibile, e tutto ciò perché vogliono lasciar credere agli abitanti di Willoughby che questo sia l’ennesimo attentato degli uomini di Andover. Non si è capito di chi sia effettivamente la colpa dell’esplosione, ma Gene sembra piuttosto convinto della colpevolezza dei patrioti. Si presenta dal comandante lamentandosi dell’incidente e insinuando, velatamente, che sia stata opera del Governo; il comandante, in risposta, sembra volersene lavare le mani e, nonostante veda negli occhi di Gene la disperazione, si limita solo ad insinuare a sua volta, provocando la sua lealtà. Abbiamo già visto nella scorsa puntata che l’uomo sembrava avere una certa ‘affinità’ con il Governo ed è grazie ad un flashback che ne capiamo il perché.

Immagine

Sette anni dopo il blackout, Gene è costretto a seppellire sua moglie, morta a causa del colera. Torna a casa sua, dove c’è un uomo ad aspettarlo e sembra che tutto abbia inizio da qui. Non serve poi molto per capire che l’uomo, un tale Shaw, faccia parte dei patrioti; offre a Gene una boccetta di vaccino contro il colera, promettendogliene a grandi quantità se lo avesse aiutato a rimettere in piedi gli USA. Il dottore accetta l’accordo e gli viene affidato il ruolo di assistere Shaw e i suoi uomini durante le torture ai traditori del Governo. Tutto ciò per delle medicine, per aiutare altra gente, la parte che lo ‘merita’. Gene, quindi, diventa complice passivo di una serie di omicidi, e basta vederlo negli occhi per capire quanto ciò lo faccia stare male. I sensi di colpa lo torturano per anni, al punto di arrivare a voler provare, almeno, a redimersi in qualche modo.

 tumblr_mvy3xcghKy1suzvtso1_250  tumblr_mvy3xcghKy1suzvtso2_250

Rachel, Miles e Charlie tornano a Willoughby non appena sentono l’esplosione. L’arrivo del dottor Horn, cattura l’attenzione dei tre, o meglio, sono loro tre e nello specifico Rachel a catturare la sua di attenzione, che si pone davanti a loro con uno psicopatico entusiasmo. L’uomo sostiene di aver lavorato insieme a Rachel per il Dipartimento della Difesa, nei progetti sull’energia alternativa; nonostante la donna non si ricordi affatto del dottore, accetta, fintamente, di buon grado di avere una chiacchierata con lui. Dopo averle spiegato il suo ruolo all’interno del Governo, auto elogiandosi con finta modestia, le confessa di essere stato lui stesso a mettere la taglia sulla sua testa. Il motivo? Vuole sapere come funzionano le microcellule robotiche…come se fosse l’unico! #facepalm

Le nanocellule assorbono l’energia quindi, se modificate correttamente, dovrebbero anche essere in grado di sprigionarla. Proprio com’è avvenuto, misteriosamente, con i due soldati bruciati per ‘autocombustione’. Il dottore è convinto che Rachel sappia come fare, nonostante la donna gli dica che secondo lei è impossibile modificarle, ma nella città di Willoughby più che altrove sembrano comportarsi in modo strano, e guarda caso è lì che vive lei, quindi…

 Immagine

La prima preoccupazione di Rachel è per Aaron e, insieme a Miles e Charlie, cerca subito un modo per farlo uscire dalla città. Sorprendentemente, Gene interviene, rivelando al gruppo di sapere tutto sia su Monroe che su Aaron e si propone di portare il ragazzo fuori città insieme a Cynthia. E’ più che evidente che stia cercando un modo per perdonare se stesso per averli traditi inizialmente, decidendo di stare dalla parte dei patrioti, e propone, quindi, di trasportare i due ragazzi attraverso il carro che usa di solito per andare a raccogliere erbe medicinali. Quando tutto ormai sembra deciso, Shaw fa la sua comparsa a Willoughby, e si presenta da Gene per dirgli che il dottor Horn lo sta cercando.

Quest’uomo è a dir poco inquietante e per tutto il tempo della sua conversazione con Gene ho avuto la pelle d’oca. E’ palese che abbia sofferto di un complesso di inferiorità tale da portarlo, ora che ha il giusto potere, a non avere alcun riguardo nei confronti altrui. Mette sotto torchio Gene con finto buonismo, insinuando anche a lui che sia Rachel ad avere a che fare con l’assurda modifica delle nanocellule. L’uomo, terrorizzato dall’idea che il dottore possa fare del male a Rachel e anche ad altri cittadini di Willoughby, gli rivela che non è lei a controllale le microcellule, bensì è Aaron Pittman, sebbene resti ancora un mistero il come ci riesca.

“I know how desperate and guilty look like.”

Gene si presenta puntuale all’appuntamento concordato con i ragazzi, accompagnato dal dottor Horn e da un gruppo di patrioti, ma Miles e Rachel lo colgono in flagrante. Miles rivela alla donna di aver capito già in precedenza cosa stesse nascondendo Gene e, cercando di sorvolare sulla disperazione per il tradimento, Rachel lo aiuta a cercare un piano B per far fuggire Aaron e Cynthia. Saltata la copertura di Gene, i patrioti danno il via ad una caccia all’uomo.

 Immagine

Aaron e Cynthia sono costretti a fuggire da una conduttura fognaria, con il dottore e i patrioti che gli stanno alle calcagna. Riusciti a raggiungere un tombino fuori città, vengono sorpresi da due soldati, che vengono magistralmente uccisi da Monroe (ancora strafatto ma efficiente e sexy come sempre). Continuano ad arrivare altri patrioti, che costringono Monroe alla fuga; Aaron e Cynthia vengono catturati e quando il ragazzo inizia a capire che i patrioti non si sarebbero fatti scrupoli ad ucciderli, reagisce facendogli prendere fuoco, sotto lo sguardo attonito di un Monroe che si era accuratamente nascosto in attesa di intervenire di nuovo in aiuto.

Sono sempre più convinta che quel suo saper modificare le microcellule scaturisca dalle emozioni, visto che ogni volta che si arrabbia riesce a dar fuoco alle persone sbattendo semplicemente gli occhi.

Monroe porta in salvo Aaron e Cynthia mentre Miles, Charlie e una Rachel distrutta più che mai, si nascondono in attesa di riuscire a fuggire. Mi sembra più che normale che Rachel soffra all’idea che il padre li abbia traditi per aiutare i patrioti, così come mi sembra normale che Cynthia mostri di avere paura a stare vicino ad Aaron, dopo aver visto quello che sa fare. Il fulcro del problema è che Gene, per quanto abbia sbagliato, da un certo punto di vista è giustificabile perché si è messo dalla parte del Governo credendo di poter essere d’aiuto, ma da un altro no perché non si può salvare la vita a qualcuno a discapito di altre; mentre Aaron è del tutto giustificabile in quanto non da fuoco alle persone deliberatamente e di certo non farebbe mai del male a Cynthia! Spero che questo sia chiaro alla ragazza e che riesca a stargli vicino nel modo che merita. Aaron ha bisogno di una brava donna al suo fianco.

 tumblr_mvvtb50VUb1rbjs3go1_250  tumblr_mvvtb50VUb1rbjs3go10_250

Nel frattempo, Tom è ancora in fuga insieme alla Allenford e sempre più intenzionato a salvare Jason. La sua operazione di ri-riprogrammazione sul ragazzo è iniziata e sembra che stia già avendo un certo successo. La Allenford non crede minimamente alla possibilità che Jason possa tornare se stesso dopo il lavaggio del cervello che gli è stato fatto nel centro e il ragazzo prova, invece, a dimostrare di essere tornato in se; nonostante si trovi come diviso a metà tra l’evidenza dei fatti e il dare fiducia a suo figlio, negli occhi di Neville non compare il minimo accenno di dubbio e continua a mantenere la sua risolutezza. Alla fine, decide di fidarsi di Jason e lo libera. I tre, si dirigono a circa un miglio di distanza dal loro nascondiglio per andare in perlustrazione e vengono presi alla sprovvista da un gruppo di cadetti, che apre il fuoco contro di loro. Quando Tom finisce le munizioni, con grande stupore dell’uomo, Jason avanza verso i cadetti urlando di essere uno di loro, un patriota. Personalmente, quando lo ha liberato ho creduto che avesse fatto un errore madornale ma, quando l’ho visto avanzare verso i cadetti ho immediatamente pensato che stesse cercando di avvicinarsi a loro per lasciare libero il passaggio al padre. E così è stato. Ciò non toglie che continui a non piacermi e che continui a non fidarmi di lui; se già in precedenza si era comportato come una bandiera mossa dal vento, instabile come è ora, non riesco nemmeno ad immaginare di cosa sarebbe capace e spero che Tom riesca a capire di dover tenere gli occhi aperti. Nonostante tutto ciò, però, la sua priorità sembra essere ancora quella di cercare vendetta contro il Governo e alla prima occasione possibile, droga la Allenford, mettendola KO, per costringerla a rivelargli la locazione di suo marito, il comandante superiore dei patrioti, che ho come l’impressione che sarà qualcuno con il quale sarà difficile avere a che fare.

 

Questo episodio mi è piaciuto davvero tantissimo e la stagione si prospetta sempre più intrigante. Voi cosa ne pensate?

 

Come sempre, vi ricordo di mettere ‘mi piace’ alle pagine italiane dedicate a Revolution:

REVOLUTION ITALIA (NBC)

REVOLUTION ITALIA – IL PRIMO SITO ITALIANO

 

Qui di seguito, trovate il link del promo della 2×08 – “Come Blow Your Horn”. SPOILER!


http://www.youtube.com/watch?v=x9QQxWq8O0Q

Related posts

Pretty Little Liars | Recensione 4×16 – Close Encounters

WalkeRita

The 100 6×09 – Addio a [SPOILER]

Al

Glee | Recensione 3×01 – The Purple Piano Project

elychan88

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv