Image default
Recensioni Revenge

Revenge | Recensione 2×12 – Collusion

Le aspettative, queste bastarde!

Ero convinto che nello scorso episodio Emily Thorne si sarebbe introdotta nella prigione federale degli Hamptons per salvare Jack. Con tanto di passamontagna, tutina nera aderente, e le palle quadrate che ha. Insomma, “se te VanCazzi, te SvanCazzi,” questo è il motto giusto quando hai a che fare con la donna più vendicativa della televisione.

Ma niente. Ormai Emily e Jack si trattano come le coppie di 90210, nel quale due personaggi si mettono insieme, si amano alla follia per 8, 10 se ce dice culo, episodi, e poi si dimenticano completamente dell’esistenza l’uno dell’altra.

Quel che non sopporto, fondamentalmente, è che le storyline siano troppo divise a questo punto. Il creatore di Revenge, “Kelley,” ci ha assicurati che presto i mondi di Jack ed Emily si riuniranno. Ma come? E in che modalità?

Dovremo assistere a questa scena che ci strazierà il cuore. O meglio, che mi strazierà il cuore:

Ah, l’amore epico™ (tutti i diritti riservati allo Stelena).

(Io vorrei chiederti perché hai i capelli ricci, e sembri appena scesa da un aereo che trasporta avanzi di galera dell’est, ma sono troppo preoccupato per il mio Bar.)

E in generale c’è tutto questo alone di mistero che riguarda la morte sull’Amanda. Non nel senso che qualcuno muore su quella tizia che tutto sembra tranne che un’americana (più una prostituta cecosloVACCA), parlo del corpo ritrovato in fondo al mar nella barca affondata. Il cadavere ha un anello al dito, e sembra quello di un uomo. Spero che non sia Jack Porter, altrimenti i miei istinti da piromane potrebbero scatenarsi sulla sede di Burbank di ABC.

Daniel, in fondo, in fondo, ma proprio in fondo, insomma nel baratro, non è così stupido come sembrava, e aveva capito tutto. A forza di essere preso per il culo dal mondo intero, ha imparato due o tre trucchetti per sgamare le persone. In fondo, in fondo, ma proprio in fondo, insomma nel baratro, l’ho apprezzato in questo episodio.

In generale il sogno di Emily all’inizio era privo della Special Guest Star d’eccezione: Jack Porter, anzi, forse l’unico regular nella sua vita. Ma è chiaro che per ora, avendo messo Jack da parte per forza di cose, si deve accontentare di due guest stars. Togliendomi questa veste palesemente non obiettiva, Emily è un po’ in conflitto con se stessa riguardo Aiden e Daniel, non credo che possa tornare con Daniel, e se accadrà, comunque non porterà da qualche parte, i due non funzionano insieme. Per quanto riguarda il rapporto con Aiden: i due potrebbero anche funzionare, ma lui metterà sempre la sorella e la vendetta al primo posto. E così è stato, c’è una rottura in questo episodio, ed Aiden minaccia addirittura la nostra protagonista.

Non ho apprezzato molto la trasferta Losangelina. In effetti, l’episodio in generale mi ha un po’ annoiato. Si stanno ripetendo troppo i stessi meccanismi, ed era prevedibile che Aiden avrebbe fatto crack.

Ora che Jack è entrato nella vita di Conrad, Emily dovrà fare qualche mossa, quando lo scoprirà. Visto che per lei “Grayson” è come il miele per le formiche.

(morirete tutti)

La battuta migliore dell’episodio va a Queen Victoria, sua maleficità, stanca nel tirare continuamente i muscoli della faccia, per un sorriso chiaramente falso, decide di tirare fuori un bel “Cut the Crup.” L’epicità.

In generale sono confuso. Confuso da tutta la storia dell’iniziativa, confuso dalla storia di Nolan e della chiavetta USB che fa molto “Revolution,” roba da far rientrare Revenge nella categoria “sci-fi.” Sì, la trama ormai mi confonde, e non è sempre una cosa positiva. Amo lo show, riesce sempre ad intrattenermi, ma trovo che si stia un po’ troppo discostando dalla premessa originale. Rivoglio le X rosse (tornate per un episodio, e poi ri-abbandonate), rivoglio Emily contro i Grayson, rivoglio Emily tentata da una vita felice con Jack, rivoglio un po’ quell’aria che si respirava durante la stagione 1. Mi manca.

Punti in più per la scoperta di Nolan su Padma, il pachiderma. Punti in meno perché Charlotte e Declan respirano ancora. Un grosso “Meh” per la complicità tra Ashley e Conrad.

Aspetto con ansia il punto di svolta, questa morte importante, la collisione delle storyline di Emily e Jack, e un ritorno alle origini.

Voto: 6,5

Related posts

The Vampire Diaries | Recensione 6×15 – Let Her Go

Alice_in_seriesland

The Good Wife | Recensione 3×10 – Parenting Made Easy

Salvo88

How to get away with murder| Recensione 1×03 – Smile or Go to Jail

Criss

2 comments

JaneRizzoli 29 Gennaio 2013 at 17:30

Concordo pienamente con tutto! Anche a me questo episodio ha un po’ annoiato… Speriamo bene per i prossimi…

Reply
Flafly 30 Gennaio 2013 at 23:17

Concordo, puntata che non mi ha entusiasmato. Questa storia dell’Initiative mi ha già stancata, mi ricorda un po’ quando in Prison Break hanno cominciato a tirarla per le lunghe.
Tornando al tuo commento su jack, mi chiedo se lui ed emily facciano ancora parte dello stesso telefilm 🙂

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv