Image default
Dracula Once Upon A Time in Wonderland Quotes of the Week Rubriche & Esclusive The Carrie Diaries The Tomorrow People

Quotes of the Week #41

Buona domenica e buona festa dell’Immacolata a tutti!
Quest’oggi in Quotes of the Week parleremo di qualche serie che non abbiamo quasi mai trattato – come Carrie Diaries e The Paradise – oltre alle solite note… e so che settimana scorsa vi avevo promesso pillole dallo speciale per il cinquantesimo di Doctor Who sparse qua e la, ma temo che per averle dovrete aspettare la settimana prossima… mi cospargo il capo di cenere e chiedo venia!

A questo proposito, potrei stare qui a raccontarvi tutte le mie disavventure della settimana, ma forse è meglio se entriamo subito nel vivo con la 1×08 di The Tomorrow People, Thanatos, ovvero la puntata sulla quale Robbie Amell blatera da mesi in qualunque intervista… e dopo averla vista ho anche capito il perché! Al centro dell’episodio c’è un’altra volta il rapporto fra John e Jedikiah, un rapporto molto contorto e che secondo me ha potenziale da vendere, un potenziale che (strano ma vero) stanno riuscendo a sfruttare benissimo.

Se qualche settimana fa credevamo di aver scoperto il grande segreto di John Young, beh… ci sbagliavamo tutti quanti di grosso. Ora invece mi sento di poter dire che l’abbiamo scoperto davvero…

4100

Jack: I can’t believe my brother put you of all people up to this. You don’t have to do this, John.
John: Why’d you have to turn against Ultra? Why couldn’t you have just stayed hidden?
Jack: Look into my heart. You know me, I was protecting our kind.

Jack: Non riesco a credere che mi fratello abbia scelto te, fra tutti, per questo. Non sei costretto a farlo, John.
John: Perché ti sei dovuto rivoltare contro Ultra? Perché non sei semplicemente rimasto nascosto?
Jack: Guarda dentro di me. Mi conosci, stavo proteggendo la nostra specie.

Convivere con questo segreto non è sicuramente facile, anzi… e John non trova altra valvola di sfogo che non scagliarsi contro Jedikiah.

John: I killed a man who cared for me, who believed in me, who was supposed to save our species. All these years I’ve been leading The Tomorrow People on a search for a dead man!
Jedikiah: You think you’re a liar? A hypocrite? A murderer? John, you’re not.
John: Shut up! Don’t you get it? I lost everything that day. I trusted you like a father and you used me.
Jedikiah: You’re just a boy looking for a family. That’s what you’ll always be.

John: Ho ucciso un uomo che teneva a me, che credeva in me, che doveva salvare la nostra specie. Per tutti questi anni ho capeggiato i Tomorrow People alla ricerca di un uomo morto!
Jedikiah: Pensi di essere un bugiardo? Un ipocrita? Un assassino? John, non lo sei.
John: Zitto! Non capisci? Quel giorno ho perso tutto. Ti consideravo come un padre e tu mi hai usato.
Jedikiah: Sei solo un ragazzo che cerca una famiglia, è quello che sarai sempre.

E arriva il momento in cui capisce di doversi staccare una volta per tutte dal cordone ombelicale… anche se qualcosa mi dice che la faccenda personale fra i due non è finita qui.


4102 4101

John: You think that you made me? That I’m your creation? I’m not, and I’m sure as hell not your son. You don’t get to decide what I am.

John: Pensi di avermi creato tu? Che sia una tua creazione? Non lo sono, e di sicuro non sono tuo figlio. Non sei tu a decidere chi io sia.

*********

Cambiando completamente registro, voliamo in Inghilterra e più precisamente nel mondo di The Paradise. Della 2×02 avrei voluto riportare l’intero script da tanto lo amato, ma alla fine sono riuscita a isolare una singola frase che racchiudesse l’essenza di tutta la puntata.

Clemence: If a woman can be what she decides to be, if a woman can love and follow her own calling, then she can determine her own life.

Clemence: Se una donna può decidere chi essere, se una donna può amare e seguire il proprio cammino, allora può determinare il corso della propria vita.

Tornando a parlare di cordoni ombelicali, nella 2×07 anche Denise decide di far valere la propria posizione, affrontando apertamente Moray.

Denise: I fear you will never understand. No matter the depth of your love, it does not equate to ownership… I am not your possession. I refuse to live in a box marked ‘My Little Champion’.

Denise: Temo che non capirete mai. Non importa quanto sia profondo il vostro amore, non equivale a possesso… non sono un vostro oggetto. Mi rifiuto di vivere in una scatola etichettata come “La Mia Piccola Campionessa”.

*********

Cambiamo ora secolo e torniamo negli Stati Uniti, più precisamente a New York, con la sesta puntata della seconda stagione di The Carrie Diaries, intitolata The Safety Dance. Mi sembra alquanto inutile spiegarvi perché la seguente riflessione di Carrie sia la verità assoluta.

Carrie: As children we are taught not to talk to strangers, not to run into the street, not to play with fire. But as we get older, always staying safe can prevent us from experiencing all of what life has to offer. If you never take risks you don’t really get a chance to live it all, and what’s the fun in that?

Carrie: Da bambini ci insegnano di non parlare con gli sconosciuti, di non correre per strada, di non giocare col fuoco. Ma man mano che cresciamo, stare sempre al sicuro può impedirci di sperimentare tutto ciò che la vita ha da offrire. Se non si prendono rischi, non si ha nemmeno la possibilità di vivere fino in fondo, e dov’è allora il divertimento?

Questa scena fra Bennett e Walt mi ha fatta sorridere non poco. Da un lato mi piace molto la maniera nella quale si sta sviluppando il loro rapporto, dall’altro questa sequenza ci mostra una situazione che non è di molto lontana dalla realtà anche odierna.


4104 4103

Bennett: There’s no way we’re gonna finish those bagels. They’re enourmous.
Walt: I have an idea. Excuse me sir, would you like a bagel?
Barbone: I don’t like cream cheese!

Bennett: Non riusciremo mai a finire questi bagel. Sono enormi.
Walt: Ho un’idea. Scusi signore, vuole un bagel?
Barbone: Non mi piace il formaggio cremoso!

Ovviamente non posso esimermi dal riportare l’accordo fra Samantha e Larissa, che ormai se messe insieme producono scintille di tutti i tipi e generi.

Samantha: Some of the hottest sex of my life has been with people I can’t stand, and I definetely can’t stand you.
Larissa: Perfect, so you’re in then?
Samantha: For a threesome with you and Harlan? Absolutely.
Larissa: A threesome? No, I don’t have threesomes. I have ménage a trois.

Samantha: Il sesso migliore della mia vita l’ho fatto con persone che non sopportavo, e di sicuro non sopporto te.
Larissa: Perfetto, quindi ci stai?
Samantha: Per una cosa a tre con te e Harlan? Certo.
Larissa: Una cosa a tre? Non faccio cose a tre. Faccio ménage a trois.

Infine non posso esimermi dal riportare il consiglio di Sebastian. Io amo scrivere tanto quanto Carrie e vi assicuro su tutto ciò che volete che questa è una delle tante regole auree della scrittura e dovrebbe venire subito dopo al “scrivi solo di cose che conosci bene”.


4105 4106

Sebastian: And Bradshaw… write something that makes you smile.

Sebastian: E Bradshaw… scrivi di qualcosa che ti faccia sorridere.

*********

Cambiamo di nuovo continente e torniamo a Londra, dove nella 1×06 di DraculaOf Monsters And Men – Lady Jayne si rigira Lucy come un calzino… e sinceramente non sono riuscita a capire le sue motivazioni.

4107

Lady Jayne: You see, women have many secret ways of expressing desire. It’s a touch of the hand… a gentle hug… a stolen glance… the hints abound.

Lady Jayne: Le donne hanno molte maniere segrete per esprimere desiderio. Il tocco della mano… un abbraccio gentile… uno sguardo rubato… gli indizi abbondano.

Il che porta la povera Lucy a dichiararsi… e solo il cielo sa quanto mi è dispiaciuto per lei…

Mina: I’m sorry. All this talk of science and research and cures… you must find it intolerably dull.
Lucy: Non when you’re speaking of it.
Mina: You’re kind to humor me.
Lucy: It’s not kindness Mina, but love.
Mina: Lucy…
Lucy: I love you, Mina.
Mina: I love you. We’re dear friends, we’re sisters, even.
Lucy: We could be so much more.

Mina: Mi dispiace. Tutte queste chiacchiere sulla scienza e la ricerca e le cure… devi trovarle tremendamente noiose.
Lucy: Non quando sei tu a farle.
Mina: Sei gentile ad assecondarmi.
Lucy: Non è gentilezza Mina, ma amore.
Mina: Lucy…
Lucy: Ti amo, Mina.
Mina: Ti voglio bene. Siamo care amiche, è come se fossimo sorelle.
Lucy: Ma potremmo essere molto di più.

Povera Lucy, Mina è stata completamente senza cuore…


4109 4110 4111

Mina: So, every time that we’ve danced and dressed and cried and slept together… Is that why you undermine Jonathan? Not to protect me, but for your own gain?
Lucy: No, Mina, it’s not like that!
Mina: Has our whole friendship been a pretence?
Lucy: No, of course not!
Mina: You need to leave.

Mina: Quindi ogni volta che abbiamo ballato, ci siamo vestite e abbiamo pianto e dormito insieme… è per questo che sottovaluti Jonathan? Non per proteggermi, ma per tuo tornaconto?
Lucy: No, Mina, non è così!
Mina: La nostra amicizia è stata solo una finzione?
Lucy: No, certo che no!
Mina: Te ne devi andare.

Nel mentre Alexander Dracula Grayson invece fa ciò che presto o tardi fanno tutti… ovvero si offre come cavia per un esperimento che finora è sempre fallito e che invece riesce proprio quando è lui la vittima sacrificale.

4108

Grayson: We can’t win if we don’t go all in.

Grayson: Non si può vincere se non mettiamo tutto in gioco.

Bene, e anche per oggi è tutto… o quasi! Vi lascio infatti con la lingua tagliente del mio personaggio preferito in OUAT in Wonderland, ovvero la Regina Rossa.

4112

Regina Rossa: Have you considered the possibility that you are a lazy imbecile?

Regina Rossa: Hai considerato la possibilità che tu sia uno stupido imbecille?

E ora vi saluto davvero e vi aspetto come sempre puntuali domenica prossima.

Cheers!

Related posts

Kidding – Il grande ritorno di Jim Carrey

Al

Giovedì Gnocchi | Missy Peregrym & Zachary Levi

Julia

Spellbook 2×02 – Falena

LuigiT

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv