Image default
Glee Gossip Girl Grey's Anatomy Lost One Tree Hill Quotes of the Week Rubriche & Esclusive Smallville Supernatural The Big Bang Theory The Vampire Diaries

Quotes of the Week #100 – Celebration Time!

Bless us, Father. I have a feeling we’re about to sin.
– Georgina Sparks, Gossip Girl 5×13, “G.G.”

Rullo di tamburi, squilli di trombe, coriandoli, stelle filanti e fuochi d’artificio perché Quotes of the Week è arrivato al suo CENTESIMO episodio! Non siete emozionati? Non avete le farfalle nello stomaco? La tachicardia? No? Be’, dovreste! La rubrica è arrivata al #100, ma in realtà io la presi in mano intorno al #30 se non ricordo male… quindi quando saremo al mio numero 100, potremmo fare il Quotes of the Week – Elsa Edition, nel quale potrei deliziarvi con tutte le parodie di Let It Go che ci sono in circolazione… LET IT GOOOOO, LET IT GOOOOO!
Insomma, io sono emozionatissima, questa rubrica è emozionatissima e non sappiamo (noi = io e la rubrica che ha assunto status di persona fisica come Pinocchio) che dire. Quello che invece sappiamo, è che in onore di questo centesimo appuntamento ho deciso di selezionare dieci serie tv storiche – alcune finite da tempo immemorabile, altre ancora in corso – e di estrarre citazioni dal loro centesimo episodio (ovviamente). Ve lo dico subito: preparate i fazzoletti. Fidatevi di me e fatelo senza protestare.

1. BUFFY

Non posso non partire da una delle serie con cui i tre quarti di noi sono cresciuti, il cui centesimo episodio coincide con l’ultimo della quinta stagione, è intitolato “The Gift” e sì, è esattamente quello in cui la nostra Cacciatrice si sacrifica per salvare sua sorella, i suoi amici e il mondo intero. È un episodio che ci ha regalato quaranta minuti di emozioni pure, a partire da Buffy e Spike, Spike e Buffy.

Buffy: We’re not all gonna make it. You know that.
Spike: Yeah. Hey, always knew I’d go down fightin’.
Buffy: I’m counting on you… to protect her.
Spike: Till the end of the world. Even if that happens to be tonight.

Buffy: Non ce la faremo tutti. Lo sai.
Spike: Sì. Hey, l’ho sempre saputo che sarei morto combattendo.
Buffy: Conto su di te… per proteggerla.
Spike: Fino alla fine del mondo. Anche se dovesse essere stanotte.

Ricordate la proposta di Xander ad Anya? Sempre lo stesso episodio.

Anya: You’re proposing to me ‘cause we’re gonna die. And-and you think it’s romantic and sexy and-and you know you’re not gonna have to go through with it ‘cause the world’s gonna end.
Xander: I’m proposing to you, Anya, because it’s not.

Anya: Mi stai chiedendo di sposarti solo perché stiamo per morire. E-e pensi che sia romantico e sexy e-e sai che non dovrai andare fino in fondo perché il mondo finirà.
Xander: Ti sto chiedendo di sposarmi, Anya, perché non finirà.

E infine Buffy e Dawn, Buffy e il suo amore infinito per lei e per il mondo intero.

09 11 10 12

Dawn, listen to me. Listen. I love you. I will always love you. But this is the work that I have to do. Tell Giles… tell Giles I figured it out. And, and I’m okay. And give my love to my friends. You have to take care of them now. You have to take care of each other. You have to be strong. Dawn, the hardest thing in this world… is to live in it. Be brave. Live. For me.

Dawn, ascolta, io ti voglio bene, ti ho sempre voluto bene. È un compito che devo portare a termine. Di’ a Giles… di’ a Giles che ho capito. E, e che sono felice. E di’ ai miei amici che gli voglio bene. Adesso sei tu a doverti curare di loro. Dovete prendervi cura l’uno dell’altro. Dovete essere forti. Dawn, la cosa più difficile del mondo… è viverci. Abbi coraggio. Vivi. Per me.

2. BEVERLY HILLS 90210

Ve lo ricordate Beverly Hills? Credo sia stato il primo telefilm e la prima addiction più o meno per tutti i nati negli anni ’80 e dal suo centesimo episodio – ovvero il ventesimo della quarta stagione, intitolato “Scared Very Straight” – vi riporto un estratto di dialogo dalla scena in cui Dylan – il mio Dylan, il nostro Dylan – salva quasi letteralmente il fondoschiena a David, che sta passando uno dei suoi periodi più brutti a causa della dipendenza.

Dylan: He’s your friend? Let me tell you a little something about your friend, David. Last night when the cops were hauling him away, I’ll bet that even before they got him downtown, they told him that his best play was to give up his supplier. His lawyer probably showed up an hour later, and tells him the same thing. First offense, a little cooperation, he can skate. But guess whose name comes up in the interrogation at around midnight? That’s right. Andy no doubt has made you the scapegoat to save his own hide. This morning, a judge probably signed a search warrant for this place. I’m guessing that as of now, you’ve got a fifteen minute time window to save your butt. Now, are you going to stand here and argue you options with me, or are you going to get in there and flush that stuff down the toilet?
David: Oh, man. How’d I get myself into this?
Dylan: How’d you get into it? You get off on getting high, David. I mean, you don’t want to get rid of this stuff, do you? That’s why you’re not flushing it out of your life right now. I mean, why let all this good blow go to waste, huh? You’re on the ledge, Silver. Don’t jump.
David: All right, man. Go flush it.
Dylan: No, I’m not going to flush it. You’re going to flush it. It’s your deal.

Dylan: Lui è tuo amico? Lascia che ti dica qualcosa sul tuo amico, David. La scorsa notte quando i poliziotti l’hanno beccato, scommetto che ancora prima di arrivare a destinazione gli hanno detto che la mossa più intelligente sarebbe stata quella di consegnare loro il proprio spacciatore. Il suo avvocato sarà arrivato un’ora dopo, e gli avrà detto la stessa cosa. È il suo primo reato, con un po’ di cooperazione può cavarsela. Ma indovina qual è il nome che sarà saltato fuori intorno a mezzanotte nel corso dell’interrogatorio? Esatto. Andy ti avrà sicuramente usato come capro espiatorio per mettersi al sicuro. Stamattina un giudice avrà probabilmente firmato un mandato di perquisizione per questo posto. Così a occhio, hai circa un quarto d’ora per farla franca. Ora starai qui a discutere le tue opzioni con me, o andrai a buttare quella roba nel cesso?
David: Santo cielo. Come mi sono cacciato in questo casino?
Dylan: Come ti ci sei cacciato? Ti sei fatto, David. Non vuoi nemmeno sbarazzarti di questa roba, o sbaglio? Ecco perché non stai facendo nulla per liberartene. Insomma, perché sprecare questo ben di dio, no? Sei sull’orlo del precipizio, Silver. Non saltare.
David: Okay, amico. Sbarazziamocene.
Dylan: No, non lo farò. Tu lo farai. È compito tuo.

3. SMALLVILLE

L’episodio 5×12 di Smallville è intitolato “Reckoning” ed è densissimo di avvenimenti. Sì, è quello in cui Clark si rivela a Lana e Lana muore. È quello in cui poi Clark torna indietro nel tempo per salvare Lana… e poi perdere qualcun altro di altrettanto importante per lui.
(Io ve l’avevo detto di preparare i fazzoletti).

Clark: How could you take her away from me?!
Jor-El: Human life is fragile, my son. You knew a life would be exchanged for yours.
Clark: Don’t make her pay for my mistake. If I hadn’t told her the truth about me she’d still be alive! You have to let me fix it.
Jor-El: Your powers on earth may seem extraordinary Kal-El, but we are not gods.
Clark: This was not her destiny, and you know that! There has to be a way… there has to be a way to fix it.
Jor-El: There is one trial you have yet to experience, but you must heed my warning. The tide of fate is impossible to stop. Even if you succeed in altering one course of events, the universe will find a balance. There is only one crystal. Once you make this choice, there is no second chance. Decide carefully.
Clark: I have to save her.

Clark: Come hai potuto portarmela via?!
Jor-El: La vita umana è fragile, figlio mio. Sapevi che sarebbe stata presa una vita in cambio della tua.
Clark: Non fare pagare a lei i miei errori. Se non le avessi detto la verità, sarebbe ancora viva! Devi lasciare che la salvi.
Jor-El: I tuoi poteri potranno anche sembrare straordinari sulla terra Kal-El, ma non siamo dei.
Clark: Questo non era il suo destino, e tu lo sai! Deve esserci un modo… deve esserci un modo per sistemare le cose.
Jor-El: C’è una prova che devi superare, ma devi ascoltare il mio avvertimento. Non si può fermare il corso del fato. Anche se riuscissi a cambiare il corso degli eventi, l’universo troverà comunque il modo di bilanciarsi. C’è un solo cristallo. Appena presa questa decisione, non potrai tornare indietro. Pensaci attentamente.
Clark: Devo salvarla.

4. SUPERNATURAL

5×18, “Point of No Return”, meglio conosciuto come uno degli episodi migliori di tutta la storia di Supernatural, un po’ come tutta la quinta stagione del resto… sublime. E angst. Terribilmente angst. Dolorosamente angst. Quando approdano in paradiso poco prima della battaglia finale.
Quindi prima, un po’ di sano Destiel.

17

Dean: Cas, not for nothing, but the last person who looked at me like that… I got laid.

Dean: Cas, non per dire, ma l’ultima persona che mi ha guardato così… me la sono fatta.

L’angst.
La brotherhood.
Sam e Dean.
Dean e Sam.
Contro Michael e Lucifero.
Contro l’intero paradiso e l’intero inferno.
I Winchester.
Riassunti in due battute.

16

Dean: Screw destiny right in the face. I say we take the fight to them, do it our way.
Sam: Sounds good.

Dean: Che si fotta il destino. Io dico di combattere contro di loro, di farlo a modo nostro.
Sam: Suona bene.

5. GREY’S ANATOMY

È l’episodio 5×22, “What a Difference a Day Makes”.
Spero che la vostra scorta di fazzoletti sia molto rifornita.
E giuro che non è intenzionale questo pessimo tempismo.
Non è intenzionale per nulla.
Vi autorizzo a piangere tutte le vostre lacrime.
I feel you. 

08

Meredith: Just a normal day.
Derek: Normal day. Going to work.
Meredith: Just a normal day, that ends in a ceremony in a churchy church.
Derek: This has nothing to do with us, we’re just the bride and groom.
Meredith: We’re getting married tonight.
Derek: We’re getting married tonight

Meredith: Semplicemente un giorno normale.
Derek: Giorno normale. Di lavoro.
Meredith: Semplicemente un giorno normale, che finisce con una cerimonia in una chiesa.
Derek: Questo non ha nulla a che vedere con noi, siamo solo la sposa e lo sposo.
Meredith: Stasera ci sposeremo.
Derek: Stasera ci sposeremo.

I giorni perfetti di Izzie.
Non mi odiate.

07

You never know the biggest day of your life is the biggest day. Not until it’s happening. You don’t recognize the biggest day of your life, not until you’re right in the middle of it. The day you commit to something or someone. The day you get your heart broken. The day you meet your soul mate. The day you realize there’s not enough time, because you wanna live forever. Those are the biggest days. The perfect days.

Quando stai per vivere il giorno più bello della tua vita non sai che sarà il più bello. Non finché lo diventa. Non riconosci il giorno più bello della tua vita finché non lo vivi. Il giorno in cui ti impegni in qualcosa o con qualcuno, il giorno in cui ti si spezza il cuore, il giorno in cui incontri la tua anima gemella, il giorno in cui ti rendi conto che il tempo non basta, perché vorresti vivere per sempre. Quelli sono i giorni più belli, i giorni perfetti.

6. LOST

Il centesimo episodio di Lost è il quattordicesimo della quinta stagione e porta il titolo di “The Variable”, e se ricordate i nostri amici si trovano catapultati indietro al 1977. Niente di strano, vero Jack?

We disappeared off a plane in mid-air and ended up in 1977… I’m getting kinda used to insane.

Siamo svaniti da un aereo in volo e ci siamo ritrovati nel 1977… Sto iniziando ad abituarmi alla pazzia.

Ricordate il personaggio di Daniel Faraday? È comparso per un breve arco narrativo, ma a me personalmente è rimasto estremamente impresso. Non farà una bella fine, poverino.

05 06

You can’t change the past, can’t do it, whatever happened, happened. But then, I finally realised. I had been spending so much time focused on the constants, that I forgot about the variables. And do you know what the variables in these equations are, Jack? Us. We’re the variables. People. We think, we reason, we make choices, we have free will… we can change our destiny.

Non si può cambiare il passato, non si può, qualunque cosa sia successa, è successo. Ma poi, ho finalmente capito. Ho passato così tanto tempo a concentrarmi sulle costanti, che mi sono dimenticato delle variabili. E sai quali sono le variabili di questa equazione, Jack? Noi. Noi siamo le variabile. Persone. Pensiamo, ragioniamo, prendiamo decisioni, abbiamo il libero arbitrio… possiamo cambiare il nostro destino.

7. GLEE

Il centesimo episodio di Glee è capitato nel periodo più cupo e buio dello show, quindi onestamente non è stato una bomba emotiva come gli altri citati finora. Ma bisogna ammettere che è stato divertente. Porta l’originalissimo titolo di “100”, ed è il dodicesimo della quinta stagione. Le sorti del glee club ormai sono segnate e tutti i membri originali tornano all’ovile per cercare di… non si sa bene fare cosa. Salvare l’insalvabile presumo. Visto che Gossip Girl l’ho citato solo di sfuggita in apertura, ora vi regalo Nate Archibald versione ragazzo manichino di Quinn.

01

I’ve never really noticed because I haven’t spent that much time around them, but poor people are generally less attractive than rich ones.

Non me ne ero mai accorto perché non passo molto tempo con loro, ma la gente povera è tendenzialmente meno attraente di quella ricca.

Manichino che dura molto poco, perché il caro Puck ci regala probabilmente l’unico momento in sei stagioni in cui mi è risultato quasi simpatico.

18

I love you. Just tell me to stay, cause the truth is there’s only one guy that you were ever really honest with.

Ti amo. Dimmi di rimanere, perché la verità è che esiste solo un ragazzo con il quale tu sia mai stata davvero onesta.

È anche l’episodio in cui le Brittana in qualche maniera si riavvicinano.

I really want to be with you, Santana. I’ve seen the world and I’m sure now more than ever that I belong with you. And I’m sure your girlfriend’s great, but you can’t recreate what you and I have.

Voglio davvero stare con te, Santana. Ho visto il mondo e non sono mai stata più sicura di appartenere a te. E sono certa che la tua ragazza sia fantastica, ma non potete ricreare ciò che abbiamo io e te.

Il momento migliore dell’episodio però è stato il seguente fra April (rispolverata anche lei per l’occasione) e Blaine Warlbler (+ Kurt)

19 20 21 22

April: Will and I want you to raise your glass to celebrate the glee club by singing, hands down, the best song New Directions ever did.
Blaine: Wait a second, the New Directions never sang ‘Raise Your Glass.’ The Warblers did that.
April: I was wondering why it didn’t annoy me every time I heard it in my head.

April: Io e Will vogliamo che alziate i vostri bicchieri e che celebriate il glee club cantando la miglior canzone che i New Direction abbiano mai interpretato.
Blaine: Un attimo, i New Direction non hanno mai cantato ‘Raise Your Glass’. Sono stati i Warbler.
April: Mi stavo chiedendo come mai non mi desse ai nervi ogni volta che la canticchiavo nella mia testa.

Chiudo con l’immancabile discorso di Mr. Schuester.
Lacrimuccia.

We share this special bond. We’re the only ones in the world who know what this glee club meant to us. What it felt like to sing together, to be together. What it feels like to say goodbye to it. I didn’t come here to cheer you up, just to thank you. To thank you for going on this ride with me.

Condividiamo questo legame speciale. Siamo gli unici al mondo a sapere cosa abbia significato questo glee club per noi. Come è stato cantare insieme, stare insieme. Com’è stato dovergli dire addio. Non sono venuto a consolarvi, solo a ringraziarvi. A ringraziarvi per aver vissuto questa avventura insieme a me.

8. THE VAMPIRE DIARIES

TVD  ha celebrato il traguardo dei cento con l’undicesimo episodio della quinta stagione, intitolato “500 Years of Solitude” e che ha avuto due fulcri centrali: Katherine e uno dei mille tira e molla dei Delena (+ il Klaroline, il Klaroline!). I dialoghi di questo episodio devo ammettere che sono stati costruiti piuttosto bene.

Jeremy: Damon dumped Elena!
Matt: Why?
Jeremy: I have no idea.
Matt: Who spends two years pining after a girl to dump her?

Jeremy: Damon ha mollato Elena!
Matt: Perché?
Jeremy: Non ne ho idea.
Matt: Chi passa due anni a correre dietro a una ragazza per poi lasciarla?

Sì, è l’episodio in cui tutti devono esprimere il loro parere sulla rottura.

Bonnie: So that’s it? You’re just giving up?
Caroline: As she should! I mean, he did say and quote “I’m a bad person, I am bad for you, and I am choosing to let you go.”
Elena: You memorized my breakup!?!
Caroline: Of course I did!

Bonnie: Quindi è così? Ti arrendi e basta?
Caroline: Esattamente come dovrebbe fare! Cioè, lui ha detto, e cito, “Sono una cattiva persona, non vado bene per te, e scelgo di lasciarti andare.”
Elena: Hai memorizzato la mia rottura?
Caroline: Ovviamente!

Come ho detto, la puntata in realtà ruota intorno a Katherine. Dove l’unica a “difenderla” è quel povero babbalone di Stefan.

03 04

She was just an innocent girl who was shunned by her family. So for 500 years she lied and manipulated and did whatever she had to do to survive and she did. She’s a survivor.

Era solo una ragazza innocente che è stata rifiutata dalla propria famiglia. Quindi per 500 anni ha mentito e manipolato e fatto qualunque cosa dovesse fare per sopravvivere, e ci è riuscita. È sopravvissuta.

Ma in questo centesimo episodio, è accaduta anche la seguente cosa.
Long live Klaroline!

02

9. THE BIG BANG THEORY

L’episodio è il 5×13, “The Recombination Hypothesis”, e se ricordate Penny e Leonard hanno un “primo” appuntamento molto “awkward”.

Leonard: So, uh, do they have a name for a first date with someone you used to go out with?
Penny: Oh, that’s a good question. How about awkward?
Leonard: That sounds right. Hey, how about if we pretend we’re actually on a first date? See how that goes.
Penny: Okay.
Leonard: So, Polly, tell me about yourself.
Penny: It’s Penny.
Leonard: Oh sorry, yeah, awkward…

Leonard: Quindi, uh, c’è un nome per un primo appuntamento con qualcuno con cui uscivi già?
Penny: Oh, questa è una bella domanda. Che ne dici di imbarazzante?
Leonard: Può andare. Hey, che ne dici di far finta che sia un vero primo appuntamento? Vediamo come va.
Penny: Okay.
Leonard: Quindi, Polly, raccontami di te.
Penny: Mi chiamo Penny.
Leonard: Oh scusa, sì, imbarazzante…

E non posso fare a meno di citare anche una delle domande esistenziali di Sheldon. Una di quelle estremamente inquietanti.

Do you ever wonder how humans would be different if they evolved from lizards instead of mammals?

Ti chiedi mai in cosa sarebbe diversa la razza umana se ci fossimo evoluti dalle lucertole invece che dai mammiferi?

10. ONE TREE HILL

Siamo all’ultimo dei dieci show che ho scelto, e l’ho lasciato per ultimo perché è un po’ la mia “ciliegina sulla torta”. One Tree Hill a mio avviso rimarrà sempre e per sempre lo show migliore in assoluto nel suo genere e si da il caso che il centesimo episodio sia anche stato uno dei migliori in assoluto per tutti coloro che come me imploravano il lieto fine fra Lucas e Peyton. “Hundred” è la dodicesima puntata della quinta stagione, quella in cui Lucas sta per sposarsi con Lindsey Strauss nonostante abbia appena pubblicato un libro (e che lei fra l’altro gliel’abbia pubblicato), che è una dichiarazione d’amore aperta a Peyton Sawyer. E tutti se ne sono resi conto tranne lui.

Haley: So, you wanna talk about this?
Lucas: Well, you hate my book and you think I picked the wrong girl to spend the rest of my life with. What is there to talk about?

Haley: Allora, ne vogliamo parlare?
Lucas: Be’, odi il mio libro e credi che abbia scelto la ragazza sbagliata con la quale passare il resto della mia vita. Di cosa dovremmo parlare?

Love in it’s purest form. 
*Sospira*

Lindsey: It’s beautiful, Lucas, and heartbreaking. An epic love story.
Lucas: It’s about a comet.
Lindsey: It’s about love in it’s purest form.

Lindsey: È bellissimo, Lucas, e spezza il cuore. Una storia d’amore epica.
Lucas: Parla di una cometa.
Lindsey: Parla dell’amore nella sua forma più pura.

E infine IL momento.
Quanti feels.

13 14 15

Lindsey: It was a comet, Luke… The boy saw a comet… The boy saw the comet and he felt as though his life had meaning. And when it went away, he waited his entire life for it to come back to him.
Lucas: Lindsey, I love you. But this really isn’t the time for a book review, okay?
Lindsey: What was the first day you ever spoke to Peyton? Please.
Lucas: Her car broke down.
Lindsey: The boy saw the comet and suddenly his life had meaning.

Lindsey: Era una cometa, Luke… Il ragazzo vide una cometa… Il ragazzo vide la cometa e sentì che la sua vita finalmente aveva una scopo. E quando se ne andò, aspettò la sua intera vita che tornasse da lui.
Lucas: Lindsey, ti amo. Ma non è esattamente il momento per una recensione, okay?
Lindsey: Quando è stata la prima volta che hai parlato a Peyton? Ti prego.
Lucas: Quando le si ruppe la macchina.
Lindsey: Il ragazzo vide la cometa e improvvisamente la sua vita acquistò un senso.

E siamo giunti alla fine di questo appuntamento speciale, vi è piaciuta la carrellata di citazioni che ci ha riportato nel passato? Sì? Bene, perché in realtà ne ho un’ultima per voi, una piccola citazione bonus tratta da quella serie che indipendentemente da quanto abbiamo amato o odiato, tutti abbiamo visto (e se dite di no, non vi credo!). Io mi ricordo di quando ero al liceo, organizzavamo pure i pigiama party per guardarci gli episodi tutti insieme appassionatamente! Sì, sto parlando di Dawson’s Creek! “100 Light Years From Home” è stato il suo centesimo episodio, che corrisponde al diciannovesimo della quinta stagione. Enjoy.

Pacey: So this is spring break, it doesn’t really look like the brochures.
Audrey: Hey. I provided the house, you people we supposed to bring on the fun. There are some pizzas.
Joey: We could rent some movies…
Pacey: …or play strip poker
Audrey, Joey, Jen: NO!
Pacey: Come on, its not like I haven’t seen you all naked before!

Pacey: Quindi è questo lo spring break, non sembra esattamente come nelle brochures.
Audrey: Hey. Ho messo a disposizione la casa, sta a voi portare il divertimento. Ci sono delle pizze.
Joey: Potremmo noleggiare qualche film…
Pacey: …o giocare a strip poker.
Audrey, Joey, Jen: NO!
Pacey: Eddai, come se non vi avessi mai visto nude prima!

Ecco, ora è davvero tutto. Domenica prossima torneremo a parlare delle citazioni settimanali ma per ora spero che abbiate gradito questo piccolo viaggio back in time.
-Elsa.

Related posts

Guys & Dolls: Intro

Prince

The Vampire Diaries | Cosa dobbiamo aspettarci dal finale di stagione?

Kiiro

British Addicted | Week #4

Lu

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv