Image default
Off Topic

Quando la cultura e l’arte sono di casa

E’ sempre stato presente nel DNA dell’uomo il voler guardare lontano, oltre l’orizzonte, verso l’ignoto, lasciando spesso fuori dalla prospettiva visiva quello che di bello  abbiamo nel nostro piccolo  giardino che è l’Italia.

Ci sono e ci sono stati tanti programmi culturali che ci aiutano e hanno aiutato in questa nostra “esplorazione in casa”, vedi per esempio “Meraviglie” dell’amato e stimato da tutti Alberto Angela che, tramite i suoi viaggi, ci porta con sé a scoprire letteralmente quelli che sono gioielli conosciuti o meno del nostro Bel Paese.
Non sono qua oggi, però, per parlarvi di lui e delle sue gesta capaci di incantare ogni spettatore allo schermo del televisore, bensì per portarvi assieme a me all’interno del catalogo di Amazon Prime Video che da pochi giorni si presenta ai suoi abbonati con una piccola perla che stuzzicherà a tutto tondo l’occhio e l’orecchio degli appassionati di storia e dall’arte che da essa ne deriva: Galleria degli Uffizi – Il Gran Tour del XII secolo (anche acquistabile a questo link).

 

Galleria degli uffizi documentario Amazon Prime video

Visione molto veloce (54 minuti circa) ma ricca come contenuti, questo documentario è capace di prendere lo spettatore per mano e trascinarlo a passo di pennellata da una sala all’altra di uno dei musei più conosciuti ed importanti della nostra penisola. Ad ogni passo ci troveremo catapultati davanti ad opere che sono state, e sono tutt’ora, di grandissima rilevanza storica e artistica andandole a conoscere più nel dettaglio fra momenti di vita di coloro che le hanno dati alla luce e piccoli aneddoti che li hanno visti protagonisti. Cimabue con le sue conosciute Madonne, Giotto, Piero della Francesca, Leonardo da Vinci con le sue opere giovanili ma già ben riconoscibili, Botticelli il “protetto dei Medici” e autore di due titaniche opere amate ed ammirate dal chiunque passi loro davanti, Raffaello, Caravaggio e così via. Passeremo fra le pennellate di nomi ben noti a tutti e che ormai conosciamo da diverso tempo, sin da quando ci ritrovavamo seduti al nostro banco scolastico. Passare per le sale degli Uffizi è come fare un vero e proprio viaggio indietro nel tempo passando per secoli e paesi vari, tutti riuniti in un solo ed unico spazio temporale dove pure il Tardis non è necessario.

Vedere questo docu-film mi ha fatta un po’ sentire come quegli artisti e letterati che, secoli addietro, viaggiavano per l’Europa compiendo i loro Gran Tour che li portavano a scoprire e vivere l’arte di cui avevano magari solo, fino a quel momento, letto e/o sentito parlare. E’ stata una sensazione meravigliosa, una visione che consiglio a tutti gli amanti del genere che finito il tutto si ritroveranno a correre nel preparare una valigia pronti per il viaggio. Il mio treno sta per partire ma ci rivediamo il prossimo mese!

Related posts

L’unico modo per apprezzare veramente una serie tv!

Lestblue

Timidamente Amore – La gemella sinistra con il fermaglio antico

Al

I momenti migliori di Endgame

ChelseaH

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv