Image default
Pretty Little Liars Recensioni

Pretty Little Liars | Recensione 6×17 – We’ve all got baggage

Per il calcolo delle probabilità, dopo venti funerali, un matrimonio doveva pur arrivare in questa serie tv! E per provare a riequilibrare le statistiche, molto probabilmente sono due le coppie ad essere convolate a nozze in questo episodio. In una puntata in cui ogni personaggio ha occupato secondo me il proprio spazio nel migliore dei modi, sono le relazioni interpersonali a tenere ancora banco ma con particolare attenzione a tutte le altre storie che inevitabilmente si legano a questi rapporti, tra passato e presente, tra familiari e amici. E mentre un assurdo trasformista si aggira ancora liberamente e inosservato tra le strade e le stanze di Rosewood, il pericolo si fa pressante per una delle liars mentre un inaspettato flashback apre ora incredibili possibilità.

tumblr_o319fhEQOa1qa1h7zo3_250 tumblr_o319fhEQOa1qa1h7zo5_250 tumblr_o319fhEQOa1qa1h7zo8_250 tumblr_o319fhEQOa1qa1h7zo9_250

La storia riprende esattamente dal punto in cui l’avevamo lasciata la settimana scorsa, con Spencer che capisce di non poter rivelare a sua madre la verità sul suo segreto senza dirle anche come l’ha scoperto. E infatti la prima cosa che fa la mattina dopo è ammettere tutto senza riserve. Ben fatto, Spencer! Personalmente sono anche felice che l’abbia fatto perché il momento che segue con Veronica è uno dei più dolci e puri di questa seconda metà di stagione, ma soprattutto proprio questa rivelazione diventa la prima tessera del domino che quel cellulare ha messo in moto.

tumblr_o315pyjxRV1rlb6iho1_250 tumblr_o315pyjxRV1rlb6iho2_250

Ribaltando infatti la situazione precedente, proprio nel momento in cui Veronica ammette pubblicamente la verità sulla sua malattia, un segreto scomodo sul passato di Yvonne viene alla luce, venduto alla stampa proprio da una fonte interna al suo staff per la campagna elettorale. E quando inevitabilmente tutto riconduce a Spencer, Caleb capisce la necessità di trovare un capro espiatorio e in tutta la sua cavalleria, sceglie di occupare lui quel posto, liberando Spencer da ogni sospetto.

E proprio per questo motivo, ancora una volta, per quanto io ci provi a non entrare troppo in profondità nell’argomento “ships”, non posso esimermi dall’affrontare proprio la relazione tra Spencer e Caleb. E quello che ho da dire probabilmente non vi piacerà. L’idea “Spaleb” era onestamente uno dei miei incubi peggiori all’inizio di questa 6B, ho sperato anche di fronte all’evidenza che non fosse vero ma quando alla fine è successo, ne ho sinceramente apprezzato le modalità, in quanto non ci ho visto alcun tradimento o malafede, anzi, in entrambi c’era quasi la paura di ammettere i reciproci sentimenti e di ferire le persone che amano per questo. In realtà però mi rendo sempre di più conto che la mia opinione su questa coppia, che crea più scalpore e indignazione di quanta ne avrebbe creata una relazione tra Spencer & Jason, è sempre la stessa fin dal primo giorno: io non credo che Spencer & Caleb siano, come si dice in gergo, “endgame”, ossia non vedo un “happily ever after” nel loro futuro, penso che sia quasi scontato che ci sia una data di scadenza sulla loro storia e che si stia avvicinando sempre di più, ciò che credo però è che Spencer e Caleb siano stati, l’uno per l’altra, la persona giusta al momento giusto. La scelta di Marlene King, per quanto rischiosa e magari non proprio geniale, è stata coraggiosa, è stata indipendente dal parere dei fan perché per quanto siano sempre stati rispettati secondo me, non spetta a loro (noi) scrivere lo show, e soprattutto è stata una scelta ragionata perché la storia che ne è derivata, per me, è ben fatta. Lo sguardo di Hanna o l’imbarazzo di Emily di fronte a Spencer e Caleb mostrano a mio parere un aspetto distorto di questa relazione, come se fosse la storyline più viscida e sbagliata mai scritta nello show, eppure quando sono insieme e soli, Spencer e Caleb non mi sembrano poi così alieni nel loro legame, non sono squallidi o rivoltanti come a volte mi capita di leggere, sono semplicemente due persone di base molto simili che, proprio su questo terreno comune, si sono incontrati in un momento in cui avevano più bisogno di qualcuno nella loro vita. Il modo in cui insieme hanno affrontato la possibile fuga di notizie sulla malattia di Veronica o quella complicità con cui guardano Melissa e semplicemente sanno senza ombra di dubbio che sta mentendo, sono tutti momenti che, se visti con altri occhi e non con l’hashtag #Haleb ben impresso nella mente, potrebbero essere giudicati per ciò che sono in realtà: momentanei, passeggeri, sorprendentemente veri e vagamente piacevoli. Sì, che Spencer appartenga a Toby e Caleb sia scritto nelle stelle di Hanna lo sappiamo da tutta la vita, inutile ripeterlo, e forse, e sottolineo FORSE, non la penserei così se al posto di Caleb, in un mondo parallelo, ci fosse stato Ezra (più che altro perché avrei preferito un 9mm dritto in fronte anziché vedere Spencer e Aria nell’imbarazzo che adesso regna sovrano tra Hanna e Spencer), ma PLL è cambiato, è cresciuto, e con esso anche tutte le sue componenti, quindi perché non provare ad andare oltre la singola coppia e cercare, anche solo per un secondo, di vedere Spencer e Caleb al di là dei pregiudizi? Anche perché, onestamente, un uomo che si assume una colpa che non ha solo per evitare che questa ricada sulla ragazza che frequenta, così terrificante a me non sembra come storia!

tumblr_o31rchFkfA1uvo9abo1_250 tumblr_o31rchFkfA1uvo9abo2_250 tumblr_o31rchFkfA1uvo9abo3_250 tumblr_o31rchFkfA1uvo9abo4_250 tumblr_o31rchFkfA1uvo9abo7_250 tumblr_o31rchFkfA1uvo9abo8_250

E restando ancora un po’ nell’ambito Hastings-Marin, ciò che non mi aspettavo affatto è stato il flashback tra Melissa e Hanna. Melissa Hastings è in questo show il sospettato ideale per qualunque crimine le si voglia imputare, un po’ come il dr. Rollins, secondo il mio punto di vista, perché anche se certamente non è colpevole di QUEL particolare reato, nel frattempo ne ha commesso altri cinque. Melissa mente. Così come respira, beve o stuzzica Spencer in un modo tale da far sembrare Mary & Edith Crawley le nuove Halliwell, lei mente, mostrandoti la sua migliore apparenza e nascondendo invece l’intera realtà. Melissa Hastings è fondamentalmente un iceberg, quando la vedi per davvero è ormai troppo tardi, il danno è fatto e sei già un ghiacciolo che va a fondo come Jack.

spence melissa

Con la stessa casualità con cui il telefono di Yvonne era stato dimenticato al ristorante, così il trolley di Melissa è mancante esattamente di quell’asta metallica che potrebbe, con ogni probabilità, essere l’arma del delitto, e per quanto Spencer cerchi anche una soluzione alternativa, anziché accettare quella più invitante, le bugie di Melissa si infrangono sul racconto di Hanna, secondo cui la maggiore delle Hastings aveva effettivamente ottime ragioni per portare rancore nei confronti di Charlotte, rea di aver causato la rottura tra lei e Wren per via di una misteriosa telefonata in cui forse il nome di Bethany Young era stato riesumato.

tumblr_o31o7o8VxG1qa9gb8o5_250 tumblr_o31o7o8VxG1qa9gb8o2_250 tumblr_o31o7o8VxG1qa9gb8o3_250 tumblr_o31o7o8VxG1qa9gb8o6_250 tumblr_o31o7o8VxG1qa9gb8o4_250 tumblr_o31o7o8VxG1qa9gb8o1_250

Il flashback secondo me è stato uno dei più belli tra quelli costruiti ultimamente, Torrey DeVitto non ha rivali nell’interpretare la “stronza che amiamo odiare”, e la scena ha anche donato ad Hanna una profondità che le sta sempre molto bene, con quel velo di stress post-traumatico che soltanto Spencer riconosce nei suoi occhi, ma per quanto un tripudio di insegne luminose cerchi di illuminarci il cammino nella direzione di Melissa, mi sembra ormai scontato che stiamo cavalcando l’ennesimo depistaggio.

tumblr_o312wo6ZHQ1rvq9xoo1_500

In realtà però, la mia unica preoccupazione adesso è che il coraggio dimostrato nella storia tra Spencer e Caleb possa annullarsi con l’ammiccare ai fan riportando Wren in gioco, che per quanto possa avere il suo coinvolgimento in tutta la storia, mi sembrerebbe sempre un contentino per una per una precedente delusione, a questo punto ripeschiamo anche Jenna e Noel e vediamo cosa esce dal frullatore.

Al di là delle dinamiche di coppia, per la prima volta in questa 6B, Hanna occupa finalmente uno spazio che le appartiene e la rispecchia. Organizzare il matrimonio di Ella le ridona luce e spessore ma più di tutto le restituisce un obiettivo, un traguardo da raggiungere e una vita in cui potersi riconoscere. Per quanto ancora menta a se stessa e al mondo intero sul suo coinvolgimento nel futuro di Jordan e nel passato di Caleb, in questo episodio Hanna è stata vera anche nei suoi dubbi ma soprattutto ha guardato lealmente le spalle ad Emily, e forse ha cominciato davvero a costruire il suo avvenire, un passo alla volta.

tumblr_o313229FkA1rvq9xoo1_500

Emily invece continua ad essere protagonista di un perenne allenamento di boxe dove lei interpreta il sacco. Un po’ come è accaduto nella seconda stagione, Emily viene considerata ora l’anello debole della catena, la più facile da “piegare” e da terrorizzare, forse perché effettivamente (e a giusta ragione) le basta la sua stessa ombra per temere che Sara Harvey sbuchi fuori all’improvviso e le distrugga l’esistenza. Proprio per cercare di affrontare quella che considera la sua più grande minaccia, Emily prova a mettere Alison di fronte alla realtà dei fatti solo per ricadere nella paura più profonda quando Sara scompare improvvisamente dai loro radar e con lei anche il passaggio per le segrete del Radley. Se è vero che lì fuori ci sono ben due figure misteriose pronte a tutto per raggiungere il loro scopo (l’assassino di Charlotte e il suo vendicatore stalker), è evidente che Emily le abbia vinte entrambe alla lotteria, rischiando non solo di ritrovarsi con tante piccole Ems in giro per il mondo ma anche di non essere in vita abbastanza a lungo per provare a fermare la progenie. Ingannata anche dal primo ragazzo anonimo che le rivolge la parola, il futuro di Emily non è mai stato così angosciante.

tumblr_o313ryJCxH1rvq9xoo1_500 tumblr_o313kn8fax1rvq9xoo1_500

E infine arriviamo a quella che personalmente considero la storyline più bella di questa 6B. Fin dal primo episodio di questa nuova fase della serie, Aria ha avuto secondo me la caratterizzazione più lineare, stabile, raggiungendo a tratti una profondità psicologica mai scontata e soprattutto riconoscendosi completamente in tutta la sua umanità, tra decisioni catartiche, piccoli segreti, ma, più di tutto, conseguenze affrontate con incredibile maturità, accettando qualsiasi evoluzione le sue scelte possano causare. Al centro di una situazione certamente non facile in cui prima ha dovuto sospettare di suo padre e del grande amore della sua vita e poi si è ritrovata nella scomoda situazione di dover salvare il lavoro e la reputazione di Ezra con il suo capo, adesso Aria è pronta a fare i conti con le sue azioni e soprattutto con quel “piccolo” dettaglio del suo passato che ha omesso nella sua relazione con Liam. Il momento della verità con Ezra ha superato probabilmente le sue (e le nostre) migliori aspettative, perché ancora una volta, quando si tratta di Aria, Ezra vede le più nobili motivazioni dietro le sue scelte, riconosce in lei l’altruismo e la generosità nell’essere scesa in prima linea pur di aiutarlo, ma più di tutto ai suoi occhi, Aria è ancora la ragazza migliore che abbia mai incontrato, forse, dal suo punto di vista, anche più di quanto lui abbia mai meritato, memore ancora di tutte le bugie con cui purtroppo la loro relazione era nata.

tumblr_o31b06Upbq1qdwasao2_500 tumblr_o31b06Upbq1qdwasao1_r1_500

L’aspetto più romantico di tutta questa storia arriva però nel momento in cui Ezra chiede ad Aria di leggere i capitoli che lei ha scritto per il suo romanzo, aprendo in qualche modo la strada alla possibilità di una collaborazione professionale tra due animi artistici che ritroveranno forse proprio nella loro comune passione la stessa scintilla che li aveva uniti la prima volta in quel pub, mentre “B26” diventava la loro colonna sonora. Nonostante l’immensità del rapporto “Ezria”, non posso non confermare il mio pensiero anche su Liam, forse il “terzo incomodo” più difficile da odiare, essendo in fondo tutto ciò che da fan desidero per Aria, ossia un ragazzo che ci tenga abbastanza da andare via quando scopre la verità sul suo rapporto con Ezra ma che la ami ancora di più da tornare da lei nel momento migliore e accettare la sua decisione, qualunque essa sia.

tumblr_o3135x5X9d1rvq9xoo1_500 tumblr_o313qtDBju1rvq9xoo1_500

Una parte di me adesso spera con tutto il cuore che Liam si riveli un pericoloso psicopatico perché, in caso contrario, renderebbe tutto davvero più difficile. Bellissimo è stato anche il primo matrimonio mai celebrato in Pretty Little Liars, e come Haley celebrò le nozze di Lucas & Peyton, così Aria riunisce i suoi genitori con parole profonde, semplici e anche leggermente divertenti, esattamente come lei, unica.

Ma la vera sorpresa arriva nel finale, quando il suo evento irripetibile rischia di diventare una vocazione nel momento in cui una felicissima Alison la prega di celebrare anche il suo matrimonio con l’inquietante dottor Rollins. Sorvolando sulla proposta peggiore nella storia delle serie tv, ammetto di non essere completamente senza cuore nei suoi confronti e di aver apprezzato quel sorriso così genuino che Alison ha quando è al fianco del “misterioso” dottore, ma non posso fare a meno di convincermi dell’onestà delle parole di Rollins quando le diceva di essere LUI il responsabile di ciò che è successo a Charlotte. E poi, è pur sempre di Alison che parliamo, quella ragazza attrae gli psicopatici come il miele con le api … questo quando non è lei a farli diventare psicopatici!

tumblr_o323ntDX611tkbypmo2_250 tumblr_o323ntDX611tkbypmo3_r2_250

E mentre un invitato alle nozze (o il protagonista del secondo matrimonio?) si gusta il suo pezzo di torta programmando un telecomando universale per un miglior controllo sulle vite di tutti, le ragazze raggiungono il finale con nuove consapevolezze, ignare però di essere sempre più vicine alle risposte che cercano.

tumblr_o314i1RRHs1rvq9xoo1_500

Particolarmente soddisfatta invece, io vi lascio, dandovi appuntamento come sempre alla prossima settimana con le nostre non più piccole ma sempre graziose disperate!

Kisses, WalkeRit-A

Related posts

Masters of Sex | Recensione 3×04 – Undue Influence

Eilidh

Strike 1×01/1×02/1×03 – J. K. Rowling Sotto Copertura!

MooNRiSinG

Pretty Little Liars | Troian Bellisario Parla del Finale

Chiara

4 comments

_Chiara 26 Febbraio 2016 at 11:25

Sono quasi del tutto d’accordo con te: condivido il tuo punto di vista su tante delle cose che hai scritto però non credo di essere soddisfatta da questi ultimi episodi… Premetto che mi piacciono tante delle novità (Spaleb in primis), perché hanno portato un po’ di movimento in dinamiche forse troppo conosciute. La cosa che mi dispiace è che l’attenzione sia concentrata più su storie secondarie che sul problema principale, ovvero chi sia il nuovo nemico (o nemici?); per carità, è bello vedere le ragazze impegnate in altro, che sia una campagna elettorale, un matrimonio… ma il problema principale sembra quasi un contorno. A parte i nuovi (non così tanto) sospetti su Melissa, l’unica vera azione del caso è affidata a Emily e al conducente misterioso della macchina, con situazioni che però si ripetono: Emily tocca la probabile arma del delitto, che poi viene recuperata dal conducente. Spero che negli episodi restanti sia data maggiore importanza alla questione del nuovo -A, non solo con flashback o sospetti ma con vere indagini delle liars.
Comunque è sempre un piacere leggere le tue recensioni, mi permettono di capire meglio le mie sensazioni sull’episodio 🙂

P.s.: io sarei contentissima se Wren tornasse e si rivelasse alla fine implicato, o come complice o come nuovo -A: così come Melissa si conferma sempre la perfetta eterna sospettata, io vedo del potenziale in Wren come ipotetico criminale o psicopatico. E poi ogni motivo è buono per vedere Julian Morris, lo ammetto u.u

Reply
WalkeRita 26 Febbraio 2016 at 18:57

Ciao!! Allora, innanzitutto GRAZIE MILLE per le tue parole, davvero, sono importantissime per me!! Credo che tu abbia ragione quando dici che la storyline principale viene spesso messa da parte a favore delle storie individuali e personali, motivo per cui secondo me le ragazze tra l’altro non passano davvero molto tempo insieme e questo non mi piace, ma temo che fosse anche inevitabile perchè dopo 5 anni in cui loro sono cambiate TANTO, è normale che ci sia bisogno di “imparare” a conoscerle di nuovo soffermandosi un po’ di più sulle loro vite ed equilibrando queste scene con la storyline orizzontale! Purtroppo Emily nelle indagini, mai come in questa 6B, è un po’ un ossimoro, hanno fatto un vero passo in avanti solo le Sparia con la loro missione secondo me! Per quanto riguarda Wren, con una buona storia, sarei pronta a ricredermi ma sono così tanti quelli che lo volevano vedere come A (E io NON sono tra questi) che una parte di me potrebbe sempre pensare che sia un po’ un riciclo, una compensazione! Ad ogni modo grazie ancora e alla prossima!

Reply
Al
Al 26 Febbraio 2016 at 19:25

Complimenti per la recensione, come sempre hai toccato i punti fondamentali e sono sostanzialmente d’accordo su tutta la linea. La coppia Caleb-Spencer non mi sembra l’equivalente dell’Armageddon e i momenti tra loro sono carini, non vedo perchè non godersi due gran bei personaggi che insieme hanno una relazione che funziona, non ci deve essere per forza una guerra fra ship. Melissa è sempre la nostra adorabile st****a (si può dire? e comunque è detto con affetto) ma sicuramente si rivelerà essere un nulla di fatto, anche perchè cara Marlene tonti si ma dopo sei stagioni un po’ l’occhio ce lo siamo fatti 🙂
Emily non la capisco. Sarà che non ho mai apprezzato particolarmente il suo personaggio, però veramente fatico a dare un senso alle sue azioni, pur capendo che è presa dal panico e che dopo quello che ha passato ci mancherebbe che affrontasse la situazione a cuor leggero… ma a maggior ragione perchè invischiarti con il primo sconosciuto, sospetto e con dei precedenti per poi ritrovarti sola in un luogo abbandonato… i dubbi sulla sua lucidità rimangono.
Una cosa che sto notando e mi manca profondamente è l’assenza di belle interazioni di gruppo fra le ragazze: il loro legame è la forza di questo show e vederle sempre separate mi dispiace parecchio.

Reply
WalkeRita 27 Febbraio 2016 at 12:10

Ciao!!!! GRAZIE GRAZIE GRAZIE, di cuore, per il tuo commento!!!! Anch’io sono d’accordo con ciò che dici, non capisco perchè Spencer & Caleb siano diventati la coppia più terribile nella storia delle serie tv quando in fondo sono carini, si sta esagerando DAVVERO TANTO! Melissa è una st****a, ma è la migliore!!! LA SI AMA! Nasconde qualcosa come SEMPRE ma non è l’assassino, mi sembra ovvio, se avesse il gene killer in sè, avrebbe già ucciso Alison DA TEMPO! Emily purtroppo è la solita Emily e adesso è anche nella sua forma peggiore, diciamo che non mi affiderei a lei per risolvere la situazione! E sull’ultimo punto, con me, come vedi, SFONDI una porta aperta perchè per me il CUORE di PLL è sempre stato l’amicizia delle ragazze, l’unica costante, e in questa 6B onestamente non ho ancora visto una vera scena degna di quel rapporto!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv