Image default
Pretty Little Liars Recensioni

Pretty Little Liars | Recensione 5×10 – A dark Ali

Psst… si dico a voi, le vedete quelle quattro ragazze lì? Quelle piccole graziose disperate che sanno con certezza che soltanto insieme possono superare qualsiasi avversità e che hanno finalmente riconosciuto la vera natura di Alison? Ecco, quelle sono le mie ragazze!! Sarò sincera, come faccio sempre, e vi dirò che l’episodio è stato onestamente grandioso secondo me, ci sono tante di quelle storie da scoprire e da analizzare che Marlene potrebbe andare avanti ancora per molto tempo, certo in quel caso ci sarebbe bisogno di un altro recensore perché io sarò rinchiusa al Radley a dividere una soda con Big Rhonda! Si, perché in fondo ciò che ancora mi stupisce di questa serie è il modo in cui riduce le nostre sinapsi, ci ritroviamo alla fine di ogni episodio più confusi e in balia delle teorie di come lo eravamo per l’episodio precedente e tendiamo a guardare con sospetto tutti: i nemici, gli amici, i nostri personaggi preferiti, gli amministratori di questo sito, il gatto della vicina e anche quella strana figura che puntualmente ci osserva dall’altra parte quando ci guardiamo allo specchio! Ma, onde evitare di anticipare il soggiorno al Radley, cercherò di affidarmi alla mia razionalità e alla mia fiducia per Marlene (non deludermi zia!) ed esporrò semplicemente i fatti.

Partiamo da un paio di riconoscimenti:

  • Miglior personaggio nella storia dell’universo: Spencer Hastings, una leggenda dai tempi di “It breeds eternal misery

tumblr_na89viK4tk1rc4y3do2_250 tumblr_na89viK4tk1rc4y3do1_250 tumblr_na89viK4tk1rc4y3do3_250

  • Mestolo d’oro di MasterChef Rosewood: Aria Montgomery (ma voi l’avete mai assaggiato Pesto e Mozzarella? È squisito, posso garantirvelo)
  • Sveglia d’oro massiccio con lancette in platino: Emily Fields (sono quasi commossa, brava ragazza, brava!!)
  • Miglior recupero delle facoltà mentali: Hanna Marin (che aveva anche gareggiato per il mestolo d’oro mentre riforniva il frigo di Caleb, arrivando però seconda)
  • Ugola d’oro: Mona Vanderwaal
  • Migliore scena che ha distrutto il mio cuore in tanti piccoli pezzettini: il confronto tra le sorelle Hastings

E adesso analizziamo tutto con calma e, se me lo permettete, vorrei partire proprio dall’ultimo award assegnato. Non è la prima volta che mi soffermo sul rapporto tra Spencer e Melissa, quel rapporto che ormai è ufficialmente riconosciuto (grazie al tweet di Marlene) con il nome di “Spelissa”. Ecco con queste premesse e soprattutto con quel nome, gran parte della serietà del confronto tra le Hastings potrebbe svanire ma farò del mio meglio per trasmettervi la profondità di un rapporto che, come ho già detto diverse volte, in tanti hanno sabotato, più o meno volutamente, e che forse soltanto adesso, soltanto quando potrebbe essere troppo tardi, riesce a recuperare almeno in parte quel sentimento di amore incondizionato che dovrebbe esistere tra due sorelle e che forse tra Spencer e Melissa c’è sempre stato ma non l’abbiamo mai davvero visto.

Spencer e Melissa hanno perso tanto tempo: a vedersi come rivali in perenne competizione, a guardarsi negli occhi con aria di sfida, a mentirsi anche di fronte all’evidenza, anche di fronte a una camera messa a soqquadro “per una penna o a una visita senza permesso nella camera dell’altra “per un maglioncino blu, bugie banali perché non sembrava neanche più necessario sforzarsi per trovarne qualcuna più credibile. Ma una sorta di timer sembra aleggiare su di loro, Melissa avverte un pericolo che più si avvicina più non riesce davvero a vedere ma da cui cerca disperatamente di fuggire e più Melissa corre verso la sua via di fuga, più Spencer pretende da lei risposte che sua sorella non riesce a darle. Ma Spencer e Melissa sono Hastings e per quanto la guerra fredda sia la loro arte più raffinata, entrambe si ritrovano di fronte a un bivio che va affrontato a viso aperto senza continuare a cercare il sentiero battuto. Spencer vuole la verità, vuole sapere tutto ciò che Melissa ha nascosto da sempre e che adesso l’aiuterebbe a vincere la sua guerra contro A, vuole semplicemente sentire, almeno per una volta, di avere sua sorella dalla sua parte, totalmente; Melissa non l’ho mai vista così sincera e onesta almeno nelle sue emozioni come lo è stata in quello che temo possa essere l’ultimo confronto con sua sorella perché se è vero che non riesce a dirle quella verità che Spencer tanto brama, è anche vero che il suo affetto per lei è autentico, tanto da supplicarla di andare via insieme a lei ed evitare di rimanere invischiata per l’ennesima volta in quell’uragano che inevitabilmente, presto o tardi, si abbatterà di nuovo su Alison DiLaurentis.

tumblr_na8q4zeB571r5wpvmo1_250 tumblr_na8q4zeB571r5wpvmo2_250

Spencer non sa come reagire alla proposta di sua sorella ma la verità è che Spencer non è mai fuggita e non l’avrebbe fatto neanche questa volta; Melissa fa la sua scelta e accetta di confidarsi con Spencer nell’unico modo in cui riuscirebbe a farlo, di fronte a una telecamera, mentre non la guarda negli occhi, mentre non legge la delusione che inevitabilmente proverebbe. Ciò che ci resta da vedere è se questo video arriverà mai nelle mani di Spencer e quale sarà per Melissa il prezzo da pagare per la sua verità.

Melissa ha ragione, quando si tratta di Alison, Melissa ha sempre avuto ragione e questo Spencer lo sapeva. Al centro di questo episodio c’è secondo me il vero ritorno di Alison DiLaurentis, la vera Alison, una persona difficile anche da capire, evidentemente bipolare e manipolatrice, una ragazza disposta a tutto pur di raggiungere il suo scopo, pronta a sacrificare chiunque pur di sopravvivere, Darwin l’avrebbe amata, non c’è che dire! Ma se finora è rimasta in disparte, se fino a questo momento ha cercato di portare avanti la sua quotidianità indipendentemente da sua maestà Ali, ora Spencer non può più tacere, non può più continuare a seguirla nelle sue perenni bugie e nei suoi piani machiavellici che le distruggerebbe ancora una volta, una dopo l’altra. Spencer sceglie quindi di tagliare la corda prima di esser trascinata già dal dirupo per il peso delle menzogne di Alison, bugie che la stessa Ali sembra vivere così pienamente da confonderle spesso con la realtà.

tumblr_na81aatCRm1ttax2ko1_250 tumblr_na81aatCRm1ttax2ko2_250

Spencer parte in quarta, col piede sull’acceleratore come ha sempre fatto, lasciando le altre un po’ indietro, tanto poi passa a prenderle quando ha raggiunto il suo traguardo! Spencer è stanca, stanca di dover portare avanti nuove catene di bugie, stanca di aspettare che A le scopra e le riveli al mondo intero così per una volta sceglie di muovere per prima anziché aspettare l’ennesimo scacco matto, sceglie di raccontare la sua verità e di rompere quel rapporto sbagliato che ancora la lega ad Alison. Ma se il suo piano di anticipare Alison e A in un colpo solo è il primo passo, il secondo è quello di convincere le sue amiche a tirare fuori gli attributi e ad appoggiarla e:

  • Sebbene con Aria non abbia mai avuto troppi problemi nel convincerla, la sua piccola partner in crime infatti l’ha sempre seguita senza alcun dubbio, adesso la situazione è vagamente più complicata dal momento in cui la verità che Spencer vorrebbe raccontare comprende un omicidio di cui Aria è responsabile;

tumblr_na8znbVafo1qdoecso1_250 tumblr_na8znbVafo1qdoecso2_250 tumblr_na8znbVafo1qdoecso4_250 tumblr_na8znbVafo1qdoecso3_250

  • Hanna ha deciso in questo episodio di comportarsi come una ragazza normale, di mangiare sano, fare audizioni per il coro della scuola e andare a fare jogging con il suo fidanzato;

tumblr_na8qbcMzoz1r7b1s5o1_250 tumblr_na8qbcMzoz1r7b1s5o2_250 tumblr_na8qbcMzoz1r7b1s5o3_250 tumblr_na8qbcMzoz1r7b1s5o4_250

  • Emily … beh è sempre Emily (o almeno così pensavamo) e Spencer sapeva che sarebbe stata la più ostica da convincere;

tumblr_na8snePDRh1qm7ogfo5_250 tumblr_na8snePDRh1qm7ogfo1_250 tumblr_na8snePDRh1qm7ogfo2_250 tumblr_na8snePDRh1qm7ogfo6_250

Spencer però non si perde d’animo e porta avanti la sua crociata, imparando dagli errori del passato, fidandosi (forse) delle parole di Melissa, nonostante i suoi segreti, nonostante quel video in cui la vediamo consegnare la registrazione di Spencer all’ennesima figura misteriosa, se avessi un euro per tutte le figure misteriose che abbiamo incontrato in questa serie …

Ma alla fine Spencer la conosciamo da sempre, sappiamo quanto facile sia amarla alla follia, la vera sorpresa è stata ancora una volta Emily Fields, che in fondo non ha mai avuto due episodi di fila in cui essere straordinaria e questo sconvolge un po’ gli equilibri di tutti noi. Proprio per ristabilire una sorta di normalità, ci avevano fatto credere che la nostra Emily fosse tornata la stessa ragazza sottomessa e stupidamente ingenua che abbiamo sempre conosciuto, quella su cui puntare per provare a far ragionare Ali (sapete, è tutta una questione di occhi!), quella che puntualmente avrebbe bevuto qualunque favoletta che la stessa Alison le avrebbe raccontato.

tumblr_na8cet1yGd1qevvmjo1_250 tumblr_na8cet1yGd1qevvmjo4_250 tumblr_na8cet1yGd1qevvmjo5_250 tumblr_na8cet1yGd1qevvmjo6_250 tumblr_na8cet1yGd1qevvmjo2_250 tumblr_na8cet1yGd1qevvmjo3_250

E invece, ecco l’evento del secolo: di fronte all’ennesima bugia, di fronte alla possibilità di accusare un uomo innocente di un crimine che non ha mai commesso e di fronte alla certezza di concedere ad A un calcio di rigore che certamente non avrebbe sbagliato, Emily sembra riuscire a  vedere per la prima volta il vero volto di Alison, vede il suo egoismo, vede il suo istinto di sopravvivenza che prende il sopravvento anche a costo di compromettere tutte le persone che hanno sostenuto le sue bugie per salvarla. Emily vede Alison per ciò che è e per ciò che credo lei rimarrà sempre e agisce di conseguenza, difendendo la sua vera famiglia con le unghie e con i denti, difendendo quelle persone che per lei ci sono sempre state quando Ali invece non c’era.

tumblr_na84jdbAtk1rdlh3eo2_250 tumblr_na84jdbAtk1rdlh3eo1_250

Emily scende in campo come forse non ha mai fatto prima, al fianco di Spencer, Hanna e Aria, per rompere finalmente quelle catene che da troppo tempo le tenevano legate ad Ali e che adesso cominciavano a pesare troppo anche per loro. In definitiva Emily:

 emily

E dopo Emily, anche Hanna sembra essere tornata finalmente quella ragazza impossibile e meravigliosa che abbiamo conosciuto e amato per tutto questo tempo, una ragazza forte abbastanza da sentire l’appoggio delle sue amiche e che sceglie di non permettere più ad Alison di comandare la sua vita, l’aveva già fatto fin troppe volte in passato. Hanna si riappropria della sua serenità, della sua quotidianità … e anche di più! Passando un po’ da un estremo all’altro, Hanna non solo vuole riprendersi tutto ciò che Ali le ha tolto ma cerca anche di aprirsi a nuovi orizzonti, a quelle piccole cose che non aveva mai notato e che adesso crede possano essere la chiave della sua normalità. E ovviamente però anche questo suo obiettivo naufraga come i protagonisti di “Lost” mentre il suo “Fumo Nero” è ancora una volta la solita Mona Vanderwaal!

tumblr_na82l0sNpa1sb9e6qo3_500 tumblr_na82l0sNpa1sb9e6qo2_500

Un’altra delle doti straordinarie del nostro Gremlin cattivo preferito è, a quanto pare, il canto ma alla fine della storia il suo talento migliore resterà sempre lo spionaggio. Dalle audizioni di canto, Hanna si ritrova ad accompagnare Mona in una non voluta missione sul campo in cui riescono ad essere testimoni in prima fila dell’ennesima bugia di Ali, della dimostrazione che in fondo Mona non ha mai avuto davvero torto sul suo conto, della conferma che A non è l’unico nemico che le ragazze adesso si ritrovano costrette a combattere. 

Degno di nota è soprattutto quel mancamento che Mona ha poco prima dell’audizione per il coro, mancamento che può aprire nuovi scenari che non abbiamo visto arrivare.

Aria non è stata troppo presente in questo episodio ma ciò che ho notato particolarmente è stato innanzitutto il suo fiuto nel riuscire a inquadrare la trappola in cui Ali le stava mettendo temporeggiando sul riconoscimento del ragazzo che aveva confessato il suo rapimento. E poi mi ha anche colpito come, assistendo sua madre e il suo cuore spezzato ancora una volta, abbia fatto un po’ sua quella condizione, quella convinzione che le persone possano non cambiare mai davvero, nonostante tutte le seconde chance che gli altri possano concedere. E questa sua sfiducia ricade inevitabilmente su Ezra che, per quanto le prometta di restarsene in disparte, non riesce a guardare inerme Alison che lascia affondare le sue amiche nelle sabbie mobili delle sue bugie.

Con Alison in questo episodio abbiamo ricevuto un paio di risposte a quelle piccole stranezze che ci hanno mostrato all’inizio di questa stagione, e poi c’è chi dice che questa ragazza è inutile … ah sono io che lo dico? Ci sarà un motivo allora! Durante l’intero episodio, mentre Alison ci raccontava di Cyrus Petrillo, della loro storia e della cicatrice che le aveva lasciato come ricordo della loro relazione, ho sempre avuto la sensazione che ci fosse dell’altro, qualcosa di non detto, qualcosa che non riusciva a raccontare neanche alle sue amiche ma quel briciolo di compassione che a volte riesce a far nascere nel mio cuore evapora nel giro di pochi minuti perché Ali si rivela sempre la solita manipolatrice pronta a tutto pur di risolvere quei problemi che lei per prima ha creato. Il quadro, la macchina di Cyrus, la cicatrice, tutto sembra trovare il suo posto perfetto nel racconto di Alison ma alla fine, quando pensi di averla capita, te la ritrovi nuovamente con quei dannati capelli neri mentre paga Cyrus e lo costringe a lasciare la città da uomo libero dopo aver interpretato il suo ruolo in tutta quella messa in scena che è la vita di Alison DiLaurentis.

Non sono mai stata una fan di Alison, questo ormai lo sanno anche i pigmei equatoriali, ma una parte di me ancora la vedeva come una vittima. Adesso, alla luce di queste informazioni, comincio a credere seriamente che una persona talmente bipolare possa pensare seriamente di diventare il peggiore nemico di sé stessa.

E nel finale, ritroviamo la solita A che ripiega con ordine le sue felpe nere e quel vestitino dell’ospedale di Rosewood che tutte le nostre liars hanno indossato almeno una volta.

Quello che hanno definito il “Fatal Finale” si avvicina sempre di più ma un enorme passo avanti sembra essere avvenuto: A non è più l’unico nemico delle ragazze e tante maschere cominciano a cadere mentre il sipario è pronto a chiudere la scena estiva di Pretty Little Liars. E io sarò ancora qui ad accompagnarvi, se vorrete, in questo piccolo grazioso finimondo che ancora si ostinano a chiamare “serie tv”!

Sempre Vostra, Walkerit-A

 

Related posts

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. 5×16 – Chi fa da sé … sbaglia

WalkeRita

Once Upon A Time | Recensione 6×08 – I’ll Be Your Mirror

Sam

This Is Us | Recensione 1×10 – Last Christmas [Mid Season Finale]

Syl

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv