Image default
Pretty Little Liars Recensioni

Pretty Little Liars | Recensione 5×05 – Miss me x 100

Vi evito la battuta scontata “è stato un episodio ESPLOSIVO” ma in fondo è vero; vi risparmio il commento “non me lo aspettavo” anche se un paio di scene mi hanno fatto esclamare con veemenza “What the Fuck” o il più nostrano e realistico “Tacci tua!”; non resto qui a dirvi che ho sinceramente ADORATO l’episodio nonostante alla fine sia stato in gran parte una sorta di tributo per le ship ma una cosa, onesta e sincera, voglio dirvela perché è la pura verità:

 1402992933980

N.B. questa recensione considera PLL una serie affascinante, intrigante e ben fatta nonché trattata dalla sottoscritta con diversi momenti di fangirlismo, astenersi palati raffinati e convinti Aldo Grasso in erba!

 

100 è il numero perfetto

“100 episodes bitches and I’m still here!”, pensateci, potrebbe essere un ottimo messaggio di A, ora che ha fatto il suo grande ritorno in questo episodio, un ritorno col botto! Beh dai, le battute si sprecano a questo punto della situazione! Il centesimo appuntamento con PLL non ha tradito le aspettative, scritto magnificamente da Marlene King e diretto magicamente dal suo fedele partner Norman Buckley.

Prima però non scherzavo quando dicevo che non ci sto capendo più niente, questo perché in un solo episodio Marlene ha fatto crollare quelle poche certezze che avevo. Si, la teoria che avevo in mente ancora regge, ma in 45 minuti quella donna è stata capace di far nascere altri 8mila dubbi e domande, incarnando dunque quello che è sempre stato lo spirito base dello show. Inquietante, criptico, volutamente confusionario, infinito, Pretty Little Liars sembrava essere giunto a un passo dalla bandiera a scacchi e invece si ritrova nuovamente al punto di partenza, quasi letteralmente parlando, perché tutto questo è iniziato per un solo inconfutabile motivo: eliminare Alison, in tutti i modi possibili. E adesso che è ufficialmente tornata, si ricomincia, a gran ritmo, dallo stesso identico obiettivo.

C’è bisogno che tutto cambi affinché tutto resti com’è

Ho sempre amato questa citazione letteraria perché l’ho sempre sentita tremendamente vera e adattabile a situazioni e contesti completamente diversi. E cento episodi dopo il pilot, tutto sembra essere cambiato eppure allo stesso tempo tutto sembra essere tornato esattamente com’era. Alison dice di essere cambiata, dice di voler fare ammenda, dice di voler amare Emily e rimediare al modo in cui ha trattato le sue amiche e lo dice così bene che ti verrebbe quasi voglia di crederle. Ma poi basta davvero poco per rendersi conto che lei mente, che lei è LA Pretty Little LIAR, perché le bugie per lei non sono semplici parole ma diventano quasi un’identità da indossare e cambiare a seconda dell’occorrenza. Alison torna a scuola, torna nella vite di tutti coloro che hanno subito la sua presenza, torna ad essere la ragazza al centro tra le sue amiche nonostante tutto questo sembri terribilmente sbagliato.

tumblr_n8gon4L4W31rckh27o1_500 tumblr_n8gon4L4W31rckh27o2_500

Hanna lo aveva confidato a Travis, Toby l’aveva letto negli occhi di Spencer ma niente parla più di quella scena innegabilmente epica e ricca di infiniti significati che sapevamo sarebbe arrivata e che riesce ad imporsi nell’episodio per la minuzia nella preparazione e per l’attenta e sottile interpretazione di Troian Bellisario, Shay Mitchell, Sasha Pieterse, Ashley Benson e Lucy Hale. Lo slow motion è d’obbligo, la regia si muove saggiamente dalle ragazze alle reazioni di tutti coloro che le vedono arrivare, che parlano e indicano più di quanto non abbiano mai fatto mentre si spostano per far passare la ragazza che amano odiare e che loro per primi hanno reso la reginetta indiscussa di quei corridoi. Ma l’aspetto più bello e triste contemporaneamente sta nell’analizzare i volti delle sue amiche, delle ragazze che l’hanno aspettata e che continuano a proteggerla e stare dalla sua parte nonostante si siano rese conto di quale sia il prezzo da pagare per questa scelta. Occhi bassi, sguardi dimessi, quasi imbarazzati, quasi colpevoli. Spencer, Aria, Hanna e Emily hanno vissuto e affrontato ogni giorno le conseguenze dell’essere state le amiche di Alison DiLaurentis, hanno pagato per i suoi errori perché non vedevano o forse non volevano vedere chi lei davvero fosse, hanno visto nascere e crescere “i mostri creati da Alison” e hanno chiesto scusa al suo posto mentre nel frattempo diventavano una famiglia. Ma adesso, nonostante tutto quello che hanno passato, loro sono ancora lì, quasi come se fossero inevitabilmente attratte nell’orbita di colei che era stata il loro leader e non riuscissero mai davvero a uscirne definitivamente. Ora però è tutto diverso, ora non riescono più a sorridere restando al suo fianco, ora riescono a vederla davvero e sarà solo questione di tempo prima che Ali mostri nuovamente il suo vero volto dando alle sue amiche la leva giusta per spezzare quella catena che ancora le lega a lei.

Ali è tornata si, ma non è l’unica ad averlo fatto in questo episodio e non ha la minima idea di quante persone siano disposte a fare ciò che serve per allontanarla una volta per tutte da Rosewood e dalle loro vite.

tumblr_n8i5znKfWo1rhs5nco1_250 tumblr_n8i5znKfWo1rhs5nco4_250 tumblr_n8i5znKfWo1rhs5nco5_250 tumblr_n8i5znKfWo1rhs5nco6_250 tumblr_n8i5znKfWo1rhs5nco3_250

Personalmente, devo ammettere che il ritorno più gradito e affascinante è stato per me anche il più atteso e il più sperato, e tutti voi  sapete bene di chi parlo … di Jenna Marshall! Ora vi aspetterete che vi dica che sto scherzando e invece per me è davvero così! Jenna è da sempre uno dei personaggi che più amo di questa serie, la più inquietante, la più complessa, una delle più bitch senza ombra di dubbio e ho adorato tutte le volte in cui Spencer ha vinto con lei brillanti confronti verbali ma Jenna è anche la più criptica, la più “se solo riuscissi a capire quando mente e quando fa sul serio!” e dal primo momento in cui ha rimesso piede a Rosewood, restando immobile, dall’altra parte della strada, di fronte ad Alison, Ezra e Aria, quasi mi aspettavo che captasse la presenza di Alison e le sfoggiasse uno di quei sorrisi terribilmente ambigui che solo lei sa fare.

Jenna Marshall è tornata e la prima cosa che fa è chiamare Toby e qui indubbiamente uno schiaffo alla Hanna Marin glielo avrei tirato, ma c’è di più perché a quanto pare la mia nemesi preferita è tornata col cuore spezzato dopo aver saputo della morte del suo cane da guardia della sua BFF Shana. Con Jenna nuovamente nei paraggi, ognuna delle cinque ragazze reagisce al suo ritorno a modo proprio e se Alison comincia a guardarsi le spalle (e fa bene), Spencer si preoccupa per Toby e Hanna e Emily invece dimostrano la sensibilità di un comodino, è Aria quella più turbata dalla situazione visto che comincia a sentirsi responsabile per tutto ciò che non va nella vita di Jenna e bisogna ammettere che queste ragazze sono un po’ un castigo divino per la giovane Marshall!

tumblr_n8cpnxVhUL1rxm95zo4_r1_250 tumblr_n8cpnxVhUL1rxm95zo1_250

Jenna personalmente mi destabilizza e non poco, e non ho potuto non dispiacermi per lei quando Aria la trova in camera sua distrutta dal dolore per aver perso Shana, così come ho amato il confronto proprio tra Jenna e Aria quando il piccolo elfo le ha offerto una spalla su cui piangere. Ma poi, inevitabilmente quando si parla di Jenna, arriva quel momento in cui lei cambia radicalmente, ritorna sicura di sé e impassibile e lì mi chiedo se mi abbia preso nuovamente in giro per tutto l’episodio! Omaggio a Tammin Sursok che ha il volto dolcissimo di una tredicenne innocente ma che quando indossa quegli occhiali da sole non vorrei incontrare in un vicolo buio.

 

E poi c’è Mona, la piccola Che a capo dei suoi companeros ribelli. Il suo confronto con Alison è stato … come dire … ragazzi è stato un tripudio di ipocrisia! Partendo dal presupposto che il gremlin cattivo resta comunque la mente più brillante e geniale di Rosewood (beh … dopo Spencer ovviamente), Mona si erge a paladino degli indifesi per proteggerli dalla malvagia regina tornata dagli Inferi, tralasciando però quel piccolo particolare di essere stata la sua degna erede per molto tempo prima che lei tornasse. Mona chiamava Lucas “Hermy”, Mona ha trasformato sé stessa ed Hanna affinché diventassero le nuove queen bee, Mona ha restituito a Spencer, Aria, Hanna e Emily tutti quei torti e quelle torture psicologiche che aveva subito ma non da loro e sempre Mona era ossessionata da Alison, un’ossessione che assume ora nuove sfumature ma sempre ossessione resta. Mona riesce a far tornare davvero Alison DiLaurentis e poi la filma di nascosto per mostrare a tutti e soprattutto alle uniche persone che ancora tengono a lei il suo vero volto ma per quanto la mossa sia geniale bisogna riconoscere una verità: Mona è soltanto l’imitazione e alla fine tutti preferiranno sempre l’originale. Personalmente però darei ad entrambe un biglietto di sola andata per Giove e tante care cose! Se Rosewood ha bisogno di un cattivo, io punto sempre e comunque su Jenna Marshall!

Alison, Jenna, Mona e trascinate nuovamente nella loro guerra e non solo ci sono le mie ragazze, che cercano di fidarsi, cercano di cambiare o di restare sé stesse ma quando c’è Alison intorno, questo compito così facile diventa improvvisamente un’impresa ardua da portare a compimento.

 

tumblr_n8h909WrHg1qct8rvo6_250Spencer si ritrova ancora una volta sommersa e circondata da bugie che non ha voluto ma che ha ricevuto in regalo da Alison e in eredità dai suoi genitori. E proprio la sua famiglia continua a rappresentare per lei un oscuro punto di domanda, una domanda a cui non vogliono rispondere semplicemente perché si ha troppa paura della risposta. Spencer pretende la verità, qualcosa da sempre troppo raro tra gli Hastings, ma di fronte a sé vede una persona troppo fragile per concedergliela: Veronica Hastings è a pezzi perché forse ha finalmente aperto gli occhi sulle diverse ombre che circondano suo marito e quella banshee che chiama figlia e che tante volte era stata la prediletta. E adesso invece, adesso che il suo mondo sta crollando sotto il peso di queste ombre e dei loro segreti, Veronica trova al suo fianco Spencer, che qualunque cosa accada è sempre lì, pronta a sostenerla più volte di quante sua madre abbia fatto con lei.

tumblr_n8fllju3nt1s04he0o6_250 tumblr_n8fllju3nt1s04he0o7_250 tumblr_n8fllju3nt1s04he0o8_250

Ma al di là dei problemi con coloro che condividono il suo patrimonio genetico, Spencer ormai sa di non essere mai sola e di poter sempre contare su quella famiglia che ha scelto e che l’ha scelta, incondizionatamente. Spencer va avanti e continua a resistere a tutti i colpi che riceve perché Hanna le promette che non le sue amiche non la lasceranno mai sola, perché Toby le resta affianco non importa cosa succeda e perché Aria protegge la sua relazione e il suo cuore anche se questo significa raccontare a Toby tutto ciò che è davvero successo a New York.

tumblr_n8fctcBv2W1qad61qo1_500 tumblr_n8fctcBv2W1qad61qo2_500

tumblr_n8fgr0bjPY1ru1uero4_250 tumblr_n8fgr0bjPY1ru1uero3_250 tumblr_n8fgr0bjPY1ru1uero6_250 tumblr_n8fgr0bjPY1ru1uero7_250

E proprio quella famosa notte a New York è qualcosa che Aria non riesce a dimenticare neanche per un secondo, soprattutto quando nella sua mente continua a vedere e a sentire la sofferenza di tutti coloro che amavano Shana e che adesso sentono la sua mancanza. L’empatia sta diventando per Aria quasi una condanna e se per la famiglia di Shana non ha potuto fare niente, sceglie di provare ad aiutare l’unica persona che conosce e che amava la ragazza che lei ha ucciso. Aria sceglie di fidarsi di Jenna perché è difficile per una come lei restare impassibile di fronte a un dolore così profondo sapendo di esserne la causa ma temo che le buone intenzioni di Aria si scontreranno presto con quella personalità mai del tutto onesta, mai del tutto limpida che caratterizza Jenna da sempre.

tumblr_n8fv63SVYo1ryj5t4o3_250 tumblr_n8fv63SVYo1ryj5t4o4_250 tumblr_n8fv63SVYo1ryj5t4o5_250 tumblr_n8fv63SVYo1ryj5t4o6_250

 

E allora Aria ritorna da Ezra perché in qualche modo lui riesce a trovare sempre le parole giuste per aiutarla, per spingerla a reagire e a non vivere nel senso di colpa. Quando sono insieme, Ezra e Aria non riescono a non comportarsi come facevano quando erano una coppia, non riescono a trattenere quei piccoli gesti che sono troppo spontanei da controllare e dopo l’ennesima dimostrazione di un sentimento ancora troppo forte da dimenticare, Aria e Ezra decidono di abbandonare le loro difese e le remore che li tenevano distanti per riprendersi qualcosa che in fondo è sempre stato vero, è sempre stato semplicemente loro.

tumblr_n8fv01LIZV1rr4g28o6_r1_250 tumblr_n8fv01LIZV1rr4g28o1_250 tumblr_n8fv01LIZV1rr4g28o2_r1_250 tumblr_n8fv01LIZV1rr4g28o3_r1_250 tumblr_n8fv01LIZV1rr4g28o4_r1_250 (1) tumblr_n8fv01LIZV1rr4g28o5_r1_250

Hanna invece è la ragazza che continua a farmi una gran tristezza perché per quanto abbia sofferto o sia stata male in passato, non l’abbiamo mai vista così confusa e in balia degli avvenimenti e più si ostina a restare al fianco di Alison, più temo che possa presto prenotare un soggiorno al Radley Inn.

tumblr_n8jqk44qQK1r26xavo4_250 tumblr_n8jqk44qQK1r26xavo5_250 tumblr_n8jqk44qQK1r26xavo6_250 tumblr_n8jqk44qQK1r26xavo7_250

Ma nonostante tutto, Hanna è da sempre una guerriera, non si arrende e per quanto sia possibile cerca di rialzarsi aspettando il momento in cui riuscirà nuovamente a riconoscersi e a stare bene con sé stessa. Eppure questo momento potrebbe non essere così lontano, potrebbe essere vicino quanto una persona che aspetta alle sue spalle in un bar, in attesa di prendere un caffè.

tumblr_n8fv7vLz7g1rsx2q2o6_250 tumblr_n8fv7vLz7g1rsx2q2o4_250 tumblr_n8fv7vLz7g1rsx2q2o2_250 tumblr_n8fv7vLz7g1rsx2q2o1_250

Caleb è tornato e secondo me rappresenterebbe la sua unica ancora di salvezza perché gli è bastato un solo minuto per leggerle dentro e capire la sua confusione e perché lui per primo ha vissuto e ha amato la vera Hanna ma Caleb sembra aver perso la luce che aveva negli occhi e forse prima di aiutare Hanna a ritrovarsi, dovrà ricominciare a cercare sé stesso. Eppure nonostante tutto, Hanna e Caleb riescono a ritrovarsi anche nell’oscurità e a restare insieme mentre quell’incubo che avevano vissuto ricomincia da capo ancora una volta.

 

tumblr_n8f97uGUeL1s6zwjbo4_250 tumblr_n8f97uGUeL1s6zwjbo3_250

E poi c’è sempre Emily e cosa dovrei dirvi di Emily? Diciamo che c’ha provato dai! Purtroppo convincere Emily a fare qualcosa è come rubare le caramelle a un bambino o vincere a nascondino contro Jenna e l’aspetto più cinicamente spassoso di tutta la situazione è che lei ci ha davvero creduto alla storia della normalità. In realtà però non so esattamente cosa volesse fare Emily in questo episodio visto che i suoi occhiali erano talmente rosa che mi aspettavo da un momento all’altro che sguinzagliasse l’unicorno che ha in cantina insieme a sua madre. Emily voleva che Paige e Alison si riappacificassero, voleva semplicemente frequentare Sydney e Paige come buone amiche e voleva che Ali fosse umana abbastanza da meritare il suo amore, e poi cos’altro? Un nobel per la pace a Mona? Un barbiere a Toby? No, purtroppo l’ottimismo di Emily sta sconfinando verso luoghi sconosciuti e non c’è da sorprendersi se alla fine Paige cambia idea ad ogni bracciata, Sydney si rivelata finalmente interessante ma più per Jenna e Mona che per lei e Alison le ha dichiarato i suoi sentimenti proprio quando sentiva di aver quasi perso la sua marionetta preferita.

tumblr_n8fdriIpbh1qdsqclo4_250

tumblr_n8faouTtJj1qjame9o1_500 tumblr_n8faouTtJj1qjame9o2_500

E alla fine allora, destreggiandosi tra bugie, problemi e sensi di colpa, Spencer, Aria, Hanna e Emily si ritrovano insieme, accompagnate dalle persone che amano mentre credono di scoprire la verità sulla ragazza sepolta al posto di Alison e invece non sanno di trovarsi ancora una volta di fronte all’ennesimo diversivo perché proprio mentre loro non guardano, proprio mentre la loro attenzione è rivolta a ciò che sarà soltanto un’altra bugia, un altro labirinto in cui perdersi, A ritorna prepotentemente nelle loro vite e fa il suo ingresso trionfale tra l’esplosione di casa Cavanaugh e l’inquietante notifica di un messaggio appena ricevuto.

tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo2_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo8_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo5_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo3_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo4_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo6_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo7_250 tumblr_n8f91m4kSU1rxm95zo1_250

Il Centesimo episodio è stato ricco, vivo, importante, proprio come l’avevamo immaginato ma più di tutto adesso sarà interessante vedere cosa succederà dopo la tempesta.

Kisses, Walkerit-A

Related posts

Pretty Little Liars | Recensione 4×03 – Cat’s Cradle

Gio.spike

Goodbye, my friend… Pretty Little Liars

WalkeRita

The Escape Artist | Recensione 1×01 – Episode One

Lu

2 comments

Lestblue
Lestblue 12 Luglio 2014 at 11:25

Fantastica recensione, amo come scrivi!

Reply
WalkeRita 12 Luglio 2014 at 13:45

Ora mi commuovo ecco!!! GRAZIE!!! Cerco di fare del mio meglio, sai per adattarmi allo standard UNICO del nostro sito!!! 😉

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv