Image default
Person Of Interest Recensioni

Person of Interest | Recensione 2×16 – Relevance

Dovevamo capirlo già dall’interruzione della sigla che sarebbe stata una puntata diversa, la puntata della svolta?

Protagonista, nonché person of interest della settimana, è Shaw – interpretata da una bravissima e bellissima Sarah Shahi. Shaw è un po’ la versione femminile di Reese, un agente tosto, uno dei migliori, una vera badass, insomma.

 

Ma per chi lavora Shaw? Non che le interessi nemmeno tanto saperlo, fino a quando, durante una missione, i suoi stessi “capi” provano ad ucciderla e uccidono il suo partner.

A salvarla e spiegarle come stanno veramente le cose ci pensano, ovviamente, Reese e Finch: Shaw lavora(va) per un programma segreto del Governo chiamato “Attività di Supporto all’Intelligence” (o se preferite, la Mascìn) che impedisce il verificarsi di eventi terribili, come atti terroristici e crimini attinenti alla sicurezza nazionale. Perché il Governo la vuole morta allora? A quanto pare Shaw e il suo partner hanno scoperto la verità su un certo Daniel Aquino (la puntata si apre proprio con il suo omicidio nel 2011), ingegnere nucleare assunto dallo stesso Governo per costruire un edificio, ma poi fatto uccidere dalla stessa Shaw, facendolo passare per uno di Hezbollah. Aver scoperto la verità sul Governo significa aver scoperto la sua esistenza, e aver quindi compromesso la sua “invisibilità”.

Ma perché il Governo ha ucciso Aquino? Che l’ingegnere stesse costruendo un posto dove mettere la Mascìn? A lui, comunque, sembra particolarmente interessata Root, vista nel finale dello scorso episodio, e che ritroviamo in questo, più inquietante che mai.

Adorabile psicopatica. No, davvero: ho resistito alla scena dei bombaroli a Berlino, a quella del pronto soccorso fai-da-te, ma se la bruciava con il ferro da stiro, vomitavo.

Root, lo sappiamo, vuole trovare la Mascìn e liberarla, ma qualcosa mi dice che solo il nostro caro Finch sappia dov’è.

Finch, appunto. Che dire su Michael Emerson che non abbiamo scritto e/o letto già centinaia di volte? La scena del dialogo tra lui e Shaw è stata perfetta, l’interpretazione di Emerson, ancora una volta, eccezionale.

Sua è anche la battuta migliore dell’episodio, nel finale.

E allora se qualcuno oggi dovesse chiedermi «Che serie TV è Person of Interest?», probabilmente risponderei: «Person of Interest è quella serie TV che si permette di fare un episodio quasi interamente su un nuovo personaggio, mai visto prima – a proposito, speriamo di rivedere Shaw presto – senza uscire dai suoi soliti schemi, anzi facendolo diventare uno dei migliori episodi di stagione. E’ quella serie che quando pensi che meglio non possa fare, ti incolla allo schermo per quaranta minuti, con la mandibola a terra, che come diceva Silvestri, “più in basso di così c’è solo da scavare”».

Chapeau piccolo Nolan. E a chi sceglie le colonne sonore.



Related posts

The Originals | Recensione 1×13 – Crescent City

Mary'sWorld

American Horror Story: Coven | Recensione 3×10 – The Magical Delights of Stevie Nicks

LuigiT

Grey’s Anatomy | Recensione 11×11 – All I Could Do Was Cry

Claw

3 comments

Salvo88
Salvo88 25 Febbraio 2013 at 10:57

Concordo in pieno, episodio fantastico…Anche io spero che Shaw ritorni, anche perchè, per come stanno andando le cose, non credo che manchi molto allo scontro frontale tra Reese-Finch e quelli del governo e l’aiuto di Shaw gli farebbe sicuramente comodo…

Reply
msfrancesca
msfrancesca 25 Febbraio 2013 at 14:36

sì, anche io penso che ormai manchi poco all’incontro/scontro e non vedo l’ora!
sono curiosa anche di vedere Root alle prese con Reese, però

Reply
G 26 Febbraio 2013 at 11:35

Puntatona. In quale altro show i personaggi storici restano sullo sfondo per far spazio, all’improvviso, a nuovi protagonisti (o a personaggi finora nell’ombra)? E senza perdere un briciolo di interesse per quello che si vedeva? Grande Nolan.
Mi è piaciuto molto il parallelo Cole-Shaw/Finch-Reese, un piccolo stravolgimento interessante. E utile, anche, a farci capire come (e ricordare che) il Governo utilizza la Mascìn.
Shaw tornerà, credo abbia fatto una breccia in tutti noi 🙂
Bello rivedere Leon, un altro personaggio brillante.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv