Image default
News Outlander

Outlander | Sam Heughan e Ron D. Moore parlano dell’angosciante finale

outlander_s1_finaleprev_dw

L’ultima volta che gli spettatori hanno visto Jamie Fraser, lui era sanguinante, distrutto e soprattutto sperava che la morte arrivasse in fretta, in modo da fermare la tortura fisica e psicologica a cui é stato sottoposto dalla sua nemesi, Black Jack Randall, e si stiamo parlando anche della sua lingua sulle cicatrici di Jamie.

No, non avete letto male. Una delle cose più oltraggiose che Jamie ha subito durante lo scorso episodio è stato infatti essere letteralmente leccato dal suo nemico – e la vita andrà molto, molto peggio per il nostro amato scozzese prima che il finale di stagione finisca, come ha detto la star Sam Heughan.

“Jamie è molto provato emotivamente da tutto questo,” ha detto l’attore a TVLine. “Se avete letto i libri, lo sapete bene.”

Se non sapete a cosa si riferisca “tutto questo”, non avete ovviamente letto la serie di Diana Gabaldon, da cui é tratto lo show e che segue le vicende di Jamie e di sua moglie Claire che ha viaggiato nel tempo, ma potete comunque immagina cosa succederà  a Jamie durante la sua permanenza in prigione con Randall.

Sappiate semplicemente questo: qualsiasi cosa vi aspettate, quello che succederà é probabilmente molto peggio.

Outlander 2014

“Fondamentalmente la cosa più importante era raccontare quella parte della storia in modo più fedele possibile,” ha detto il creatore della serie e produttore esecutivo Ronald D. Moore. “Questo é materiale scottante, materiale davvero straziante, ma volevamo davvero mostrare quello che é successo realmente tra i due…e al tempo stesso trovare un giusto equilibrio tra quello che é giusto mostrare senza essere gratuiti – ovvero mostrare quello che bisogna, senza aver timore di farlo, senza ovviamente esagerare.”

Ha aggiunto anche: “Bisognava trovare il giusto tono, e ci é voluto molto tempo per farlo.”

Heughan e la sua co-star Tobias Menzies hanno passato moltissime ore a parlare di queste scene tra di loro, come anche con la regista dell’episodio Anna Foerster, ha detto Moore, preparandosi ad una dura settimana di riprese.

“Il set solitamente é un posto piacevole, dove si lavora bene, ma questo non era il tono che volevamo, infatti questa volta il set era davvero serio,” ha ribadito il produttore. “Era fisicamente cupo. La cella della prigione non era un bel posto in cui stare.”

La descrizione di Menzies dell’ambiente lavorativo è un po’ più dettagliata.

“C’era il servo morto di Randall in un angolo. C’era sangue sul pavimento. C’erano martelli insanguinati,” ha detto. “Era una sfida all’interno della storia, ma anche dal punto di vista fisico. Molte protesi” – come la schiena piena di cicatrici di Jamie (ovvero la cosa che Black Jack ha amato leccare) e la sua mano distrutta, che Randall ha inchiodato al tavolo nel precedente episodio – “e molti altri elementi complicati.”

Anche se lui è molto orgoglioso del risultato di queste terribili scene, Heughan ha ammesso che era difficile “cercare di spegnere” le emozioni provate da Jamie alla fine di ogni lunga giornata di lavoro.

“Dopo un paio di settimane avevo bisogno di rilassarmi. É stato piuttosto intenso,” ha detto, aggiungendo che passare del tempo all’aria aperta – ha scalato le sette montagne scozzesi note come Munro in un giorno solo, un passatempo noto come “Munro bagging” – “ è stato un modo molto piacevole per schiarirmi le idee.”

E prima di questo? Quando Heughan non riusciva a smettere di pensare ai giochi mentali malati di Randall che hanno distrutto l’anima di Jamie?

“Mi ubriacavo,” ha detto Heughan scherzando. Oppure no.

 

Fonte

Related posts

Grimm | Trube: sarà questa la risposta alla James Bond dell’Hadrian’s Wall?

thisperfecttime

Supergirl | Italia Ricci vestirà i panni di Silver Banshee

FeFraise

Mad Men | Megan Draper non morirà. Non ancora. Parola di Matthew Weiner

Flight

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.