Image default
Once Upon A Time Recensioni

Once Upon A Time | Recensione 5×14 – Devil’s Due

Bentornati Oncers!
Anche questa settimana eccoci pronti e puntuali all’appuntamento con Once Upon a Time!

tumblr_o4e63b3TFT1r74nq4o6_500

Vi sembro abbastanza allegra? No perché ho un nervoso tale che sto per mangiare il monitor, ma volevo indorare un po’ la pillola.
Ho capito che, almeno una volta ogni parte di stagione [se non due], mi devo cuccare una puntata intera dedicata a Rumplestilskin, ma gli autori potrebbero anche smetterla di stupirmi in negativo.
[E sì, avevo scritto al posto di questa parentesi un commento acidissimo, ma l’ho cancellato. Dato che abbiamo già avuto riprova che commenti negativi su questo personaggio provocano shitstorm di proporzioni catastrofiche, e dato che non ho proprio voglia di discutere e litigare anche questa volta, vedrò di limitare le mie opinioni, per quanto possibile, e parlare del resto della puntata. Non tanto per le shitstorm in sè, delle quali mi importa davvero meno di zero, ma perché stare a rispondere ad ogni singolo individuo, che giustificherebbe questo personaggio anche se gli ammazzasse la madre, sta diventando davvero sfinente.]
Ho detto limitare, non eliminare. Se siete fan di Rumple talmente sfegatati da giustificargli anche questa, è meglio che non leggiate la recensione stavolta. Dico sul serio.

L’episodio si apre quindi con la scelta di Killian, esattamente dove si era concluso quello precedente. Per ogni anima che gli Eroi hanno salvato dal Limbo, lui deve sceglierne una che resterà lì per sempre.
Killian, ovviamente, sceglie l’opzione più eroica e dolorosa: non scrivere alcun nome. E come potrebbe? Si tratta della famiglia di Emma, della donna che ama! Preso per assioma che non tumblr_o4diwa3sM01qb15ujo3_500scriverebbe MAI il suo nome su una di quelle lapidi, toglierle anche solo un membro di questo strano nucleo familiare allargato [del quale anche Milah fatica a capire l’intreccio, in una scenetta che mi ha fatto veramente ridere un sacco] vorrebbe dire farla soffrire. E vorrebbe anche dire condannare un’altra anima alle punizioni di Ade.
Per lui, nemmeno Rumple lo merita.
E badate bene: il Killian del passato non avrebbe probabilmente esitato a scrivere il nome del suo Coccodrillo su una di quelle pietre tombali, perché condannare al Limbo il suo peggior nemico sarebbe stato il modo migliore di farlo definitivamente sparire dalla propria vita. Ma Killian è cambiato, non è più lo spietato Captain Hook. L’eroe Killian Jones è ben consapevole che il suo amore per Emma è più importante della vendetta, e difatti gli perdona persino l’aver approfittato della sua morte per tornare ad essere Dark One.
[Sono curiosa di sapere cosa accadrà poi, quando salterà fuori che Rumple ha distrutto la barca e condannato Milah al fiume delle anime perdute…. perché SALTERA’ FUORI prima o poi. E allora rideremo.]

Vediamo così Rumple, impegnato a farsi i beati affaracci suoi, farsi venire il parkinson dopo aver visto un’immagine di Belle nel mondo reale, e improvvisamente avere una fretta dannata di tornare da sua moglie.
Ammetto di non aver capito subito il perché, mi ci è voluto Ade per capire che avrebbero inserito subito la storia del secondo figlio. Me la aspettavo almeno per il finale di stagione.
Questo ci porta comunque direttamente all’ALTRA moglie, quella di prima.

Devo dirlo sinceramente: Milah non mi è mai davvero dispiaciuta. E’ un personaggio complesso, molto moderno e molto realistico rispetto ai personaggi standard della Foresta Incantata. In un mondo medioevale, vedere una donna abbandonare il marito ed il figlio per fuggire con un uomo che le renda giustizia è raro ed atipico.
Milah è una figura schiacciata sotto il peso di un sacco di colpe, è vero, prima tra tutte la colpa di aver abbandonato Baelfire alle “cure” di un padre codardo ed incompetente [e i flashback di questo episodio in qualche modo AGGRAVANO questa situazione, mostrandoci un Rumplestilskin ancora più incapace del solito di far qualcosa di buono per la propria famiglia], punendolo per la (non) colpa di condividere i suoi stessi geni, esattamente come capita a molte donne di oggi, intrappolate in matrimoni che non vogliono e che finiscono per scaricare la propria frustrazione sui figli [badate bene: lo ritengo un comportamento deprecabile e non lo sto assolutamente giustificando]. Ma Milah è anche la donna che si lascia travolgere da un’ondata di sentimenti che non può più nascondere, la donna che scopre troppo tardi che il suo primo amore non è vero amore, e che la persona che ha sposato è diversa, tumblr_o4daulmOzr1rl58vno2_540incompatibile con lei, e che ha il coraggio di afferrare le redini della propria vita e tumblr_o4daulmOzr1rl58vno1_540farle cambiare direzione. E’ un personaggio egoista, spaventosamente egoista, ma consapevole di esserlo stata… e sì, ama suo figlio. Lo ha sempre amato nonostante tutto. Ed era ovvio sin da subito che il suo conto in sospeso personale sarebbe stato proprio Bae e l’errore madornale di averlo abbandonato, ancora prima che gli autori ce la mostrassero intenta a prendersi cura di bambini che non avrebbero oggettivamente bisogno di cure.
Voglio dire… è stato proprio Baelfire, all’inizio di questa seconda parte di stagione, ad insegnarci che un amore completo e perfetto non lascia rimpianti. E quello di Milah per Killian lo era eccome.
E come Emma amerà per sempre Neal, nonostante tutti i trascorsi, Killian amerà per sempre Milah, ed entrambi piangeranno per sempre la loro perdita, [cosa giustissima, peraltro] esattamente come Milah e Neal non avranno mai rimpianti su questo.
Ad ogni modo, nonostante le colpe che le gravano sull’anima, Milah è [ed è sempre stata] una vittima delle circostanze avverse.
E’ facile pensarla come “la cattiva”, la donnaccia che ha abbandonato marito e figlio per scappare con un pirata e andare all’avventura, la causa della sofferenza sia di Rumple che di Killian. Nessuno, fino ad ora, ha provato però a mettersi nei SUOI panni.
Prendiamo ad esempio quel che accade in questo episodio.
Bae ha 24 ore di vita e Milah, madre e donna forte e coraggiosa, spinge il marito codardo ad affrontare ed uccidere un guaritore, pur di avere l’antidoto al veleno del serpente che ha morso suo figlio.
Indipendentemente dal fatto che uccidere il guaritore sarebbe sbagliato a prescindere [l’unica pensata giusta di Rumple in tutta la sua vita…], perché Milah spinge il marito ad agire anziché andarci di persona, vedendolo spaventato?
Facile: vorrebbe che anche Rumplestilskin facesse qualcosa per dimostrare a Baelfire di essere un padre degno, e un marito degno di lei. E’ amareggiata ed infuriata per il suo essere un codardo senza spina dorsale già dal suo ritorno dalla guerra, consapevole del fatto che il suo handicap autoinflitto e la sua codardia non possono davvero proteggere nè lei nè il bambino, e per questo lo OBBLIGA a scegliere tra la paura e il bene di Bae, anzichè farlo da sola.
Non dico che sia un comportamento da ammirare perchè NON LO E’. Ma è comprensibile, e spaventosamente UMANO e VERO. Perché, al di là di tutto, Milah si aggrappa a quell’amore che provava per lui e ne vorrebbe essere rassicurata, altrimenti non lo avrebbe baciato per fargli coraggio.
Ed è molto simile alla situazione che si presenta quando lei fugge con Killian, e Rumple si rifiuta di combattere per riaverla. Impossibilitato a trovare un espediente che gli eviti il confronto diretto, si accascia al suolo tremante davanti al pirata che sta per portargli via la moglie [teoricamente con la forza, ricordiamolo. Rumple viene a sapere solo dopo che Milah è andata con Killian perché innamorata di lui già da tempo], senza nemmeno provare a combattere per lei.tumblr_o4da8oRNRt1tk22j8o2_540

Perché è quello che, alla fine dei conti, Rumple ha sempre fatto: campare di espedienti.
I suoi contratti non sono altro che scorciatoie per chi li firma e li accetta, mirate ad aggirare un pericolo pagando il prezzo della magia. Ogni suo piano è un complicatissimo indovinello che non prevede mai il confronto diretto. Sin da quando la veggente gli rivela il suo futuro, e lui si spappola un piede pur di evitare di combattere, Rumplestilskin non ha fatto altro che cercare di aggirare ogni problema che gli si presentava sulla strada, scovando soluzioni alternative che non hanno mai funzionato appieno, [l’unica volta in cui ha raccolto il coraggio per affrontare direttamente un nemico è stato con Pan… e sarebbe anche stato un ottimo lavoro. Non fosse che poi, una volta tornato, è diventato peggio di prima] e, da Dark One, si è impegnato per fare lo stesso con tutti coloro che si rivolgevano a lui per un aiuto. Tutte le menzogne raccontate a Belle, il “coltivare” la rabbia di Regina per farle lanciare la Dark Curse, il tumblr_o4do8gqUOd1sjcg5bo1_250tentativo di liberarsi del pugnale a discapito della vita del pirata, TUTTI i piani che ha architettato finora hanno quest’impronta, incluso il riscrivere la storia tramite l’Autore.
E sono falliti tutti. Dal primo all’ultimo. Oppure non hanno comunque funzionato appieno, lasciando a Gold un prezzo altissimo da pagare, proprio come nel caso di questo episodio, in cui vediamo l’atto che segna la fine dell’amore che Milah provava per lui.
E mi spiace… ma non riesco a darle completamente torto. L’espediente del marito le è costato la possibilità di avere figli per il resto della vita.
Parlassimo di vestiti nuovi… No. Parliamo di FIGLI. Parliamo di una donna che, avendone la possibilità e volendo tentare di allargare la famiglia, magari sarebbe anche rimasta con il marito volentieri, e avrebbe tentato di ricostruire il rapporto per il proprio bene e quello di Bae.
Rumple, togliendole la possibilità di avere altri figli da lui, le ha tolto TUTTO. Le ha tolto LA SPERANZA.
Quando Milah parla delle proprie responsabilità con Killian, sorride quando nomina suo figlio e si incupisce quando parla del marito. E per quanto abbia poi abbandonato Baelfire, con l’intento di tornare a prenderlo una volta cresciuto abbastanza da capire, Milah amava sinceramente il suo bambino, e ne avrebbe sicuramente amati altri.
E mi spiace… ma la scusa del “Lo sto facendo per mio figlio”, che adesso potrà ricominciare ad usare a volontà passando sopra a tutto e a tutti e avendo anche una giustificazione pronta, comincia a stancare. Aveva già stancato con Bae, in realtà.

Questo deresponsabilizzarsi ogni volta che si arriva al momento di prendersi colpe e meriti è sfinente, ed è l’esatto CONTRARIO di quanto stanno facendo tutti gli altri personaggi. Dall’ingresso ad Underbrooke [GRAZIE REGINA PER AVERCI DATO UN NOME FIGHISSIMO], tutti hanno iniziato il percorso di chiusura al quale avevamo accennato nelle scorse settimane… LUI NO. Gli altri evolvono, lui INVOLVE. Torna indietro. Tocca il fondo e, anziché risalire, comincia a scavare.
Non chiude i conti in sospeso, NE APRE DI NUOVI fingendo di chiudere quelli passati.
*Applausi scroscianti* In poche parole vince il premio per il BASTARDO DELL’ANNO. DI NUOVO.
Paradossalmente, nonostante la fine ignobile che le fa fare il suo ex marito, è Milah stavolta ad imparare ed andare oltre i propri errori, prendendosi la responsabilità delle sue azioni passate e tumblr_o4dfp0pWj11sjcg5bo1_540 tumblr_o4dfp0pWj11sjcg5bo4_540cercando la redenzione con il figlio a cui aveva fatto un torto, aiutando Emma a raggiungere Killian… GUARDANDOLE LE SPALLE, nonostante non abbia in teoria alcun obbligo nei suoi confronti, consapevole del fatto che l’attuale amore della vita di Killian vale il suo sacrificio e dando un’altra possibilità all’uomo che ama e ha amato tanto da morire per lui.
Ed è inutile che io lo nasconda: ho AMATO ogni istante di questa collaborazione tra Emma e Milah, due parti così importanti della vita di Killian unite per il bene di un uomo che merita molto di più di ciò che il destino finora gli ha riservato.

Come a rimarcare ulteriormente [non ce n’era davvero bisogno, ma a quanto pare gli autori ci tengono] l’immenso divario tra Rumple e Killian, assistiamo quindi a due situazioni similissime che ottengono risultati diametralmente opposti: Ade tenta di obbligare il pirata a condannare tre delle persone che ama al Limbo, e il rifiuto categorico di Hook, e il suo successivo condonare a Rumplestilskin l’inganno che ha perpetrato nei suoi confronti e che gli permette di essere nuovamente il Dark One, gli valgono il momento, straziante e dolcissimo, della riunione con Emma, oltre che l’uscita dal tormento eterno.

tumblr_o4ei8xmNZs1s0m8nko2_500tumblr_o4ea46bJl01t0sqfgo5_250 tumblr_o4ea46bJl01t0sqfgo3_250

Quella che Ade fa a Rumple è, in definitiva, la stessa proposta: “brucia la barca perché nessuno possa lasciare il mio regno, e io ti rimanderò a casa”. L’accettare volontariamente questo compito, distruggendo la possibilità per il gruppo di tornare a Storybrooke, e obbligando Milah a divenire un’anima perduta quando era ormai ad un passo dalla redenzione, porta invece a Gold la condanna a rimanere al servizio del dio degli inferi per un tempo indefinito, come GIUSTO contrappasso per le sue azioni, quasi che la regola della Retribution che vediamo nella 5×12 sia imprescindibile, una specie di legge universale del posto, indipendente dalla volontà di Ade.
Fondamentalmente, Rumple si è auto-condannato all’inferno, mentre Killian si è guadagnato la possibilità di un perdono e di una redenzione, sottolineando l’egoismo del primo e l’eroismo del secondo. Certo è che la scena in cui Rumple dà fuoco alla barca accusando Milah di averlo fatto diventare “l’uomo che prende ciò che vuole” è stata, almeno per me, di un’ipocrisia vomitevole. Esattamente come lo è stata la scena al cimitero, dove Rumple accusa tutti di aver fallito miseramente.
E’ pur vero che io non sopporto il personaggio, ma qui non credo sia questione di essere di parte o meno: quelle due uscite FANNO SCHIFO sotto tutti i punti di vista.
Quantomeno, nel confronto con Ade Rumple dice di non aver goduto di quel che ha fatto, e su questo dobbiamo forzatamente credergli. Alla fine è la sua parola contro il mio sesto senso, e se gli Autori hanno voluto inserire almeno un minimo di senso di colpa per le sue azioni, non posso certo lamentarmi. Preferirei però di gran lunga vedere un Villain come Cruella, che ha quantomeno l’onestà intellettuale di ammettere di essere crudele e amorale senza una vera motivazione di fondo.

tumblr_o4eaigZKlr1upi2fdo1_540 tumblr_o4eaigZKlr1upi2fdo3_r1_540

Ma torniamo al presente, e alla creatività contorta di Ade che ci permette di scoprire COSA effettivamente lo infastidisce di più del tentativo di salvataggio di Killian che i nostri eroi stanno compiendo: LA SPERANZA. La speranza che, in un Limbo di disperazione dove le anime si suppone debbano soffrire per i propri errori, non dovrebbe nemmeno esistere. Ade vuole tenersele, quelle anime, sofferenti e piangenti esattamente come sono. E’ un sadico e gode nel torturarle ma, sopra ogni altra cosa, le anime probabilmente gli danno potere [cosa che spiegherebbe anche il discorsetto con Rumple sulla quantità di morti che lui e Regina hanno fatto nei loro giorni da Villain], e vederle passare oltre verso qualsiasi luce ci sia dopo il purgatorio non è una cosa che lui possa accettare.
Ade NON VUOLE che i “dannati” trovino pace, e la SPERANZA, come ci ha sempre insegnato Snow, è il primo passo per trovare la propria pace e chiudere i conti col passato [oltre ad essere la nostra parola della settimana].
Così, per sfizio, appende Killian come un verme all’amo a una trentina di metri sopra al fiume delle anime perdute, promettendogli che prima che lui tocchi l’acqua avrà preso per sè tutte le persone che ama.
“Sentiti pure libero di infuriarti!” sottinteso: “Prima che io ti riduca a un polpettone di pirata e ti condanni al tormento eterno”.
Grazie davvero! *SARCASM*
Cerca così di spegnere sistematicamente ogni SPERANZA per il futuro dei protagonisti, condannando Emma, Regina e Snow a rimanere per sempre nel Limbo e riuscendo addirittura ad accaparrarsi il contratto che Rumple aveva tanto furbamente fatto col guaritore, e minacciando Belle e il bambino non ancora nato.
[N.D.R. Cito Serena, che su Facebook ha scritto una cosa verissima: “Anche Ade ha capito che il fulcro principale della squadra sono le nostre tre donne. I maschi li può anche rimandare tutti a casa. LOL” Questa frase è talmente vera che dovrebbe diventare vangelo.]
E potrebbe anche funzionare, questo piano di Ade, non fosse che oramai di parlare di Speranza e basta si son stufati pure gli Eroi. Adesso la speranza si raggiunge e si completa con le AZIONI, come ci ha insegnato Snow la settimana scorsa, non è più tempo per le sole chiacchierate di incoraggiamento e per rimanere con le mani in mano.
E io non vedo veramente l’ora che si passi all’azione!
Insomma: la Speranza è sempre stata una parte importantissima del cammino di ogni personaggio e, nonostante ciò che dice con Emma, Killian ancora la conserva. Gli Eroi sono fatti di questo: Speranza che il mondo sia migliore, Speranza di poter cambiare le cose in meglio, Speranza di una vita felice per se stesi e per le persone che amano.
Killian stesso si è sacrificato nella speranza che Emma tornasse ad essere la salvatrice e potesse vivere una vita meravigliosa… Non possono certo lasciar perdere adesso, e arrendersi alle trame di Ade!

tumblr_o4doawxYnh1t2l565o7_r1_250Molto carini, piacevoli e per nulla scontati anche i siparietti tra Regina e Cruella [GRAZIE AUTORI per averci ridato Victoria Smurfit! Sapete già dalla stagione scorsa che ho un debole per lei, e il ritorno di Cruella mi ha elettrizzata ed estasiata. AMO Come Victoria interpreta questo personaggio ed amo il personaggio in se, con tutti i suoi difetti e le sue debolezze, e sono CURIOSISSIMA Di vedere dove porterà il piano che ha suggerito ad Henry!] e tra Regina e Snow. Per quanto esclusivamente finalizzati a sottolineare che nel Limbo la magia funziona in maniera diversa, hanno comunque aggiunto quel tocco in più che non guasta mai alla trama che riguarda Regina. Daniel è comunque una ferita aperta, ed inserire il suo ricordo e la sua ricerca in un episodio che vede come protagonista Milah, figura centrale di ben due destini di uomini che hanno fatto scelte diversissime, è un paragone toccante e poetico tra i percorsi di Regina e di Killian, oramai i migliori sostenitori di Emma.

ANGOLO DELLE SPECULAZIONI [Anticipo il titolo]
Vi lascio, come tutte le settimane, il promo della prossima puntata a fondo articolo. Guardatelo, e poi rileggevi questo angolino.
Perché mi sembra ovvio e palese che quella della prossima settimana NON SARA’ una chiusura per Killian, o almeno non solo, ma riguarderà soprattutto Emma.
Emma che si è completamente redenta dall’Oscurità, grazie al sacrificio del suo pirata, e che è riuscita a trovarlo come aveva promesso [e come sembra essere la missione della sua famiglia], non ha ancora fatto i conti con il problema più grande, che Killian ha sottolineato anche mentre lei lo abbracciava: non riesce a lasciarlo andare.
Sconvolgere le leggi della morte per riportare indietro l’uomo che si ama è un atto estremamente romantico, che dimostra la forza di un amore che è passato attraverso mille prove e che è cresciuto pian piano, giorno dopo giorno, così come la fiducia di Emma per lui… MA.tumblr_o4e9iz8p811qcruu2o3_500
Ma è anche un atto egoistico, che può sembrare addirittura crudele in alcuni casi.
Chi, tra i fan di Buffy come me, non ricorda la sesta stagione della serie cult degli anni ’90? Chi non ricorda il dolore, lo smarrimento e l’angoscia di Buffy quando viene strappata dal paradiso e resuscitata dai suoi amici, per ripiombare nell’incubo che oramai era diventato la sua vita dopo la morte della madre? A Buffy ci vuole un’intera stagione di DISASTRI per riprendersi da una cosa simile.
Questo per sottolineare che Killian, morto da Eroe, avrebbe la possibilità di sistemare i suoi conti in sospeso e lasciare il Limbo, con l’aiuto di Emma, per andare verso la luce [KILLIAN NON FARE CAZZATE], per sempre in pace, e di passare oltre, probabilmente per vivere l’eternità perfetta in attesa della sua Swan.
Ed Emma, in questo momento, non potrebbe accettarlo. Non concepisce una vita senza di lui  [non la concepisco nemmeno io ma è un altro discorso], è scesa all’inferno per “salvarlo”, non prenderebbe mai in considerazione l’idea di lasciarlo andare.
Eppure…

Eppure credo sarà esattamente quel che dovrà fare per placare quel lato di Killian che si è sentito ferito, e vittima del suo egoismo, quando Emma ha deciso di trasformarlo in Dark One per poterlo tenere con se.
Insomma: sono più o meno sei episodi che Killian la implora di lasciarlo andare, e non certo perché non la ami.
Al contrario.
Ma in questo, Hook si dimostra più saggio di Emma. Anche grazie a Milah [che non a caso compare in questo episodio], Hook ha provato cosa significa perdere il proprio grande amore e processare il lutto fino a guarire pian piano, e lasciare che un’altra persona faccia breccia nel proprio cuore.
Emma, nonostante gli svariati abbandoni, non ha superato del tutto la morte di Neal. Non ancora.
E più che sicuramente non ha superato quella di Killian.
Ed è ora che lasci a LUI la scelta, e che metta da parte l’egoismo [non l’amore, ma l’egoismo] che l’ha portata ad imporgli l’Oscurità. Deve essere di Killian la scelta se rimanere o meno al suo fianco, e credo che la crescita per Emma sarà proprio questo grande ed immensamente doloroso passo.

Arrivederci alla settimana prossima quindi, con un episodio che vede il ritorno di Liam Jones!

Ricordatevi di passare in queste meravigliose pagine per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri personaggi preferiti!

Once Upon A Time – First Italian Fan Page

• Ginnifer Goodwin Italia •

You’re not a villain, you’re my mom ღ

Lana Maria Parrilla

Amy Manson Lovers

Captain Swan – We Make Quite The Team

Oh Captain, My Captain. ϟ

Related posts

Californication | Recensione 6×08 – Everybody’s a Fucking Critic

Lestblue

Game of Thrones | Recensione 7×05 – Eastwatch

Ale

Black Sails | Recensione 4×01 – XXIX

Claw

15 comments

Ale
Ale 22 Marzo 2016 at 12:16

Congrats per la recensione, perfetta e completa come sempre.
Riguardo la storia di Milah, io devo dire invece che dalle sue apparizioni precedenti non l’ho mai apprezzata moltissimo. Condivido quanto dici tu, che è da considerare un personaggio molto reale e moderno, alla stregua di quelle donne che hanno il coraggio e la forza di uscire da una relazione inconcludente, e sono anche d’accordo con te che da un punto di vista oggettivo, per quanto non condivisibile, l’idea di “punire” il proprio figlio semplicemente per la “colpa” di avere un padre che si odia è quantomeno realistico. Solo che tutto questo non mi è mai apparso così evidente come in questo episodio, in cui finalmente danno più voce a questa donna, ai suoi pensieri e ai suoi rimorsi, che finora non avevo avuto modo di esplorare e quindi l’avevo giudicata superficialmente solo sulla base di quello che mi appariva a grandi linee. Non dico che adesso la adoro, continuo a non capire le sue ragioni (ok PENSARE di tornare a prendere il figlio in un secondo momento, ma io se proprio ritenessi mio marito così incapace mio figlio me lo porterei dietro SUBITO: tuo marito ti delude? Molla lui, non anche Bae), ma ho capito che perlomeno c’era rimorso e sofferenza per non essere stata la madre che suo figlio meritava per ragioni perlopiù egoistiche e questo in parte la redime ai miei occhi…e di certo vederle fare quella fine mi ha toccata, era vicina a rivedere suo figlio e a fare ammenda direttamente con lui e le è stato tolto questo lieto fine. Questo è imperdonabile e va ad aggiungersi alle ragioni per cui credo che sia ora di punire Rumpel in maniera più definitiva per le azioni particolarmente riprovevoli delle ultime stagioni.
Per il resto condivido tutto quanto hai scritto: la dolcezza di Regina che va a cercare il suo primo amore e il parallelo con i primi amori di Emma e Killian, anche loro visti o citati in questo episodio; la collaborazione Regina/Snow; Cruella esilarante come sempre (adoro anch’io la Smurfit in questo ruolo, è perfetta!). Faccio una standing ovation anche a te e Serena per il commento riguardo le donne della gang ^^ 
Ancora complimenti e alla prossima settimana (non riesco a commentare ogni recensione ma sono sempre tra i tuoi appassionati lettori)

Reply
Ocean
Ocean 23 Marzo 2016 at 11:02

Come sempre Grazie, Ale!
Sono anche io della tua stessa idea: potendo scegliere, al posto di Milah abrei preso mio figlio e sarei scappata abbandonandolo. Ma mi rendo anche conto che, passando anni a sentirsi schiacciata da scelte che non ha fatto, da etichette che non ha voluto e da sentimenti che ha smesso di provare, Milah abbia deciso di fuggire da tutto. Ripeto: non condivido assolutamente la scelta, ma almeno arrivo a capirne il realismo.
Ad ogni modo: più Cruella per tutti!!! *_*
Grazie per aver lasciato un commento!

Reply
Manuela 22 Marzo 2016 at 13:41

Invece a me le tue recensioni fanno sempre ridere x la sua faziosità,premetto che io non tifo Rumple,anzi,devo dire che tutti i personaggi sono proprio peggiorati. Ma mi dà fastidio come venga osannato hook, tieniti pure il tuo Killian che ha rotto da parecchio te mpo i c….,questa serie sta andando sempre più allo sfascio e io purtroppo spero che scenda sempre più perché trovo che non si meriti tutte queste lodi che le vengono fatte.Telespettatrice molto delusa.

Reply
Ocean
Ocean 23 Marzo 2016 at 11:09

Vedi Manuela… io mi terrò anche il “mio” Killian, ma ve lo tenete anche voi.
Ora però permettimi di farti un appunto: sperare che la serie chiuda perchè hanno “rovinato” una ship o inserito un personaggio che non piace è quantomeno infantile, non credi? Certo, nessuno ti obbliga a guardare un prodotto se, secondo te, la qualità è scadente. Io stessa ho abbandonato da anni TVD e TO proprio per la trama inconsistente e le scelte ridicole degli autori, non certo perchè “un personaggio ha rotto le scatole”.
Ad ogni modo, se ho notato io questi particolari (e fammelo dire, non sono certo la più sveglia della cucciolata), non credo siano così assurdi ed invisibili al resto del mondo, no?
Concludendo: non credo sia tanto questione di essere “faziosi”, quanto dell’averci azzeccato nell’analizzare un personaggio.
Alla prossima! Grazie per aver letto le mie recensioni 🙂

Reply
Manuela 24 Marzo 2016 at 11:39

Annalisa credo che tu non abbia capito il mio commento,io non ho detto che la serie non è bella colpa di una ship o un personaggio,ma che è la trama che ormai è scesa a livelli bassi.Io adoravo la prima stagione e riguardandola mi chiedo sempre come è possibile che stagione dopo stagione si sia rovinata così. Poi trovo che dire a una persona se non ti piace non guardarla sia una frase molto triste,come se uno deve guardare un programma solo x lodarlo senza diritto di critica. Poi spero che finisca perché quando le cose sono troppo stiracchiate,vanno sempre peggio.Lo so che non la penserai mai come me,comunque ho detto la mia, ti saluto e BUONA PASQUA.

Reply
Ocean
Ocean 25 Marzo 2016 at 15:21

Non parlo certo di guardare un programma solo per lodarlo! Applico semplicemente il mio metodo: se uno show nonmi interessa, non lo guardo. Punto. Perchè sprecare momentidella mia vita dietro una cosa che, effettivamente, non mi diverte/mi annoia/non mi interessa? A meno che, ovviamente, non si venga costretti per lavoro o per la propria salute, ovviamente.
Dato che una serie tv non riguarda nessuna delle due cose, non vedo perchè farsi violenza, tutto qui.
Buona Pasqua anche a te.

Reply
LaChicca 22 Marzo 2016 at 14:54

Lo sapevo che ti saresti tanto arrabbiata per Rumple! Ho sentito lo sclero in diretta e mi sono aggiunta pure io. Confermo che meriterebbe uno scambetto tale da finire con tuffo carpiato nel fiume delle Lost Souls. Concordo su tutto, così come sulla parte di Milah. Non mi è mai piaciuta a causa dell’attrice che la interpreta, stessa cosa mi succedeva con Lady Marian, però ammetto che non mi è dispiaciuta soprattutto quando è rimasta sulla barca a controllare Rumple. Lei lo conosce, sa quanto sia bugiardo, manipolatore e codardo. Parliamo di un essere infimo che ha venduto il suo secondogenito piuttosto che ammazzare lo stregone come le aveva chiesto la moglie. E’ stato il gesto di una persona buona? Ma quando mai… da ogni sua azione, anche se sembrerebbe mossa da nobili ideali, ne conseguono morte, disperazione e quant’altro. Per come ha ucciso Milah si meriterebbe un esercito di formiche rosse dentro le mutande, e sono fin troppo buona!
Meravigliosa la scena in cui Emma salva Killian, io non l’ho trovata assolutamente fredda o scontata. D’altronde il nostro pirata stava appeso con una catena bella grossa chissà da quanto tempo ed era stato torturato in precedenza. Per la vera reunion credo dovremo aspettare la prossima puntata. Intanto Killian si dimostra 10.000 spanne sopra Rumple per come lo “perdona” per tutte le malefatte. Ohh se solo lui sapesse! Rumple è l’emblema della staticità, non mi aspetto che faccia niente di meglio per farmi cambiare idea.
Kudos ad Ade per la sua malvagità, lui non cerca di sembrare diverso, lui è semplicemente cattivo, malefico, manipolatore e bipolare. Persino lui ha capito quanto sia vigliacco Rumple nonostante i poteri del Dark One, e lo rigira come un calzino. Ha tutta la mia stima!
Bellissime le scene di Regina e Snow al cimitero e il ricordo di Daniel, è come se per la ex Evil Queen si fosse chiuso il cerchio 🙂
Per la storia del cuore della Salvatrice che non può essere preso, io spero in qualcosa di terribilmente poetico. Cioè che il cuore di Emma possa essere estratto e diviso solo da lei in persona, non sarebbe stupendo?
Complimenti per la recensione come sempre, solidarietà massima per il fastidio provocato da Rumple e ci aggiorniamo alla prossima puntata, sperando che Liam Jones non mi faccia salire la carogna. Ne avremo sicuramente da dire anche contro di lui!

Reply
Ocean
Ocean 23 Marzo 2016 at 11:10

Spero anche io che debba essere lei a scegliere di salvarlo ESATTAMENTE come spero che sia lui a dover scegliere di essere salvato.
E tu mi capisci, lo so!
Grazie del commento Chicca! :*

Reply
Laura 22 Marzo 2016 at 15:58

Posso abbraciarti???? A parte l’odio che condividiamo per quell’insulso di Rumple che ormai non mi stupisce, mi dispiace solo per Belle perchè sarà nuovamente lei a pagare per i suoi errori, per le belle parole spese su Milah e sopratutto per il tuo angolo delle specculazioni. E da Lunedì mattina che non faccio altro che leggere lamentele da parte di CS su Liam, e sulla frase di Killian che chiede a Emma di lasciarlo andare, perchè al di là di tutto è giusto che Liam non accolga a braccia aperte Emma,vuole protegere il fratello dalla sua tendenza a mettere il bene di Emma davanti al suo.
Lasciamo però apero questo discorso una volta vista la puntata e poter piangere insieme. Comunque ho amato Milah, inizialmente non amavo il suo personaggio, poi però ho iniziato a vedere il suo punto di vista e adesso sono una delle poche che la difende, meritava di passare oltre, meritava di incontrare Killian e vederlo felice, meritava di vedere il nipote, Rumple non solo le ha tolto la Speranza di una famiglia insieme, ma adesso le ha tolto la sua redezione, e non è stato affatto giusto. Non ho apprezzato il modo in cui Gold ha parlato della storia di Neal e Emma, ha fatto sembrare come se la nascita di Henry in prigione fosse colpa di Emma, ma quella scena, l’espressione di Rachel e di Jen mi hanno fatto ridere.
Le scene Regina e Snow sono sempre più belle, e ho apprezzato che ci sia stata lei con Regina nel cimitero, era giusto così, una vera chiusura con quella storia.

Reply
Ocean
Ocean 23 Marzo 2016 at 11:17

Grazie per il bellissimo commento! 🙂
Spero davvero di non piangere la settimana prossima, lo spero con tutta me stessa. Seriamente… Non so ancora cosa pensare di Liam e di tutta la storia, e cerco di tenermi lontana da spoiler e immagini promozionali per non rovinarmi la sorpresa… ma vedremo. Sono pronta a detestare il maggiore dei Jones se prova a rovinarmi Killian ed Emma!
Ho riso parecchio nella scena tra Gold, Milah ed Emma perchè, come sempre, Gold ha messo le mani avanti cercando di mettere zizzania, ma l’amore per Killian delle due donne e il conoscerlo così profondamente le ha unite al di là dei pregiudizi sulla storia di Emma e Bae, e questo mi è piaciuto moltissimo. Lui cercava di avere in Milah un alleata, ma come sempre gli si è ritorto tutto contro, e gli sta bene!
Alla prossima puntata e… speriamo bene!!!

Reply
Federicuccia 22 Marzo 2016 at 18:04

non c’è altro da aggiungere se non che rileggo le tue recensioni anche più di una volta.

Applausi scroscianti, te li meriti 🙂

ancora complimenti!!!

Reply
Ocean
Ocean 23 Marzo 2016 at 11:14

Grazie Fede! Grazie per il tuo entusiasmo e per i tuoi commenti 🙂 E grazieper rileggere le recensioni più di una volta, hai pazienza, tesoro! I papelli che scrivo non son facili da digerire!
Alla prossima!

Reply
Kurako 26 Marzo 2016 at 17:00

Ciao, dopo tutte queste lodi per la recensione, temo di dover fare il bastian contrario e dirti che invece non l’ho molto apprezzata.
Parto col dirti che sono una fan di Rumple e, ahimè, non ho seguito il tuo consiglio e non mi sono fermata con la lettura della tua recensione. Non voglio causare nessun shitstorm, solo confrontarmi (spero civilmente) e cercherò di non difenderlo troppo, tranquilla (almeno, proverò a essere il più obiettiva possibile!).
La scelta di Killian è, effettivamente, molto nobile… ma non dimentichiamoci che nella prima metà di stagione lui voleva effettivamente uccidere tutta la famiglia di Emma per farla soffrire come lei aveva fatto soffrire lui (l’oscurità non è una giustificazione, se si giustifica Dark!Killian, si dovrebbe giustificare anche ogni gesto fatto da Dark!Rumple). Quindi, insomma, io non lo vedo un gesto eroico, ma un gesto per “redimersi” (redenzione, per me, iniziata con la sua morte che non vedo come un sacrificio – come potrebbe esserlo? E’ stato lui a richiamare tutti i passati Dark One, in ogni caso, fra l’altro, sarebbe morto non appena l’oscurità l’avrebbe lasciato per colpa del taglio sul collo, motivo per il quale Emma l’ha fatto diventare Dark One in primis).
A me Milah, invece, è sempre dispiaciuta e molto anche. Non è una donna forte, è una donna prepotente. Se Milah fosse un uomo e Rumple una donna, sarebbe evidente come il comportamento di Milah sia sbagliato. Non fa altro che insultare il marito dicendogli che è inutile, che è una codardo, non lo apprezza in nessun modo… non lo ama, e va bene, ha iniziato ad odiarlo (solo perché ha abbandonato una guerra, guerra alla quale lei stessa non voleva che il marito andasse…). Ripeto, se i due generi fossero invertiti si vedrebbe tutto il maschilismo e l’ “abusività” di tale relazione. A me Rumple non sembra né codardo né tantomeno incompetente. Ha abbandonato la guerra perché aveva paura di morire e voleva stare con suo figlio, vero, quindi della codardia c’è ma non la vedo come una colpa, come qualcosa di tremendo da espiare. Lo vedo un gesto umano. Come padre, prima di diventare Dark One, lo trovo perfetto. E anche in questo flashback è evidente: è lui che sta con Bae, non Milah. Ovviamente capisco Milah. Dev’essere frustrante stare con una persona che non si ama, ma questo non significa essere giustificati per certi comportamenti: lo insulta, l’offende, lo “bulizza”. Qualsiasi cosa lui faccia a lei non va bene. Paradossalmente la scelta più giusta che abbia mai fatto è stata proprio scappare (come Rumple è scappato dalla guerra, anche questo un gesto codardo, no? Poteva parlare con Rumple, dirgli “guarda, non ti amo più, me ne vado con Killian. Occupati tu di Bae”. Invece no, è scappata, facendo credere al marito, invalido, che in realtà era stata rapita).
Prendiamo ad esempio quel che accade in questo episodio.
Bae ha 24 ore di vita, Milah, madre che non accudisce per nulla suo figlio, che non sa su chi scaricare colpa e frustrazione OBBLIGA il marito, invalido, a fare qualcosa contro la sua natura, uccidere una persona e rubare. Non vuole farlo lei (Perché? Se è così forte e coraggiosa…). Essere un padre degno, secondo te, significa uccidere qualcuno? Essere un padre degno significa prendersi cura del figlio, giocarci insieme, crescerlo, preoccuparsi della sua salute, della sua felicità… tutte cose che Rumple ha sempre fatto, nei flashback si vede molto bene. Milah? Milah praticamente non la vediamo mai insieme a Bae. Io non lo vedo come un atteggiamento comprensibile. Come può esserlo? Obbligare qualcuno a fare ciò che non si vuole fare? Se per lei fosse stato così indispensabile salvare Bae ci avrebbe pensato lei stessa ad uccidere il guaritore e prendersi l’antidoto, non avrebbe cercato di scaricare tutto sul marito. Per lei, ogni volta, tutto è colpa di Rumple. Il comportamento vero e umano è quello di Rumple, quello di Milah (per quanto capisca, appunto, il suo desiderio di evasione e quindi non la colpevolizzo per essersene voluta andare “abbandonando” figlio e marito) è quello di una persona frustrata che, invece di prendersi le sue responsabilità, le scarica sugli altri e Rumple è la sua vittima preferita.
E’ vero, Rumple non ha neanche provato a combattere per Milah, ai tempi. E, col senno del poi, scopriamo aver fatto bene, tant’è vero che Killian gli ha detto che se avesse combattuto così (come quando Rumple è andato a combattere per Excalibur) FORSE gli avrebbe “restituito” Milah. A che pro, fra l’altro, combattere? Milah voleva andare con Killian, Rumple non lo sapeva, e va bene… ma perché quella scenetta di chiedergli di duellare? Come avrebbe potuto vincere? Mai combattuto, neanche si reggeva in piedi senza bastone perché, appunto, invalido… ma, mettendo caso avesse combattuto, avesse battuto Killian, davvero Milah sarebbe tornata con lui? Lei ama(va) Killian, era volontariamente lì. A che è servito montare tutto quella sceneggiata se non a umiliare il marito (di nuovo)? (Spero di essermi spiegata, ma non ne sono sicura XD)
Non tenterò di giustificare Rumple: è vero, campa di espedienti, cerca sempre un loophole, una scappatoia, è l’uomo che è. Forse proprio perché non è particolarmente coraggioso (anche se ha avuto atti di coraggio: in primis tutto ciò che ha fatto per salvare Bae dalla guerra, si è infiltrato nel palazzo di un uomo potente, l’ha incendiato, rubato il pugnale, pugnalato un Dark One. Ma non solo, il suo sacrificio con Pan, ad esempio, è stato un altro atto coraggioso), forse anche perché non ha particolare prestanza fisica e quindi cerca di sfruttare il suo cervello piuttosto che i muscoli. E’ vero, tornato dopo aver sconfitto Pan è tornato peggio di prima, su questo non posso dire nulla davvero. Non trovo giustificazioni, è vero, è stato nell’Underworld, è stato manipolato, usato, imprigionato da Zelena per oltre un anno… e questo sicuramente ha influito, ma non si può giustificare l’aver mentito a Belle.
Io credo che tutti i suoi piani abbiano, più che altro, l’impronta della disperazione.
Passiamo a parlare del suo “vendere” un (improbabile) secondo figlio. Ovviamente è una scelta riprovevole. Ma, visto che hai recriminato il non mettersi nei panni di Milah, mettiamoci nei panni di Rumple. E’ disperato e vuole salvare il figlio. Ma non vuole uccidere una persona (e qua non credo davvero c’entri la codardia, perché effettivamente il guaritore era disarmato, lui aveva già il pugnale alla gola per ucciderlo… credo davvero non volesse che Bae crescesse con un padre assassino). Il guaritore gli offre una scappatoia (e sì, come dicevo, Rumple è il re delle scappatoie) accetta di dargli il suo (improbabile) secondo figlio. Ora, Milah e Rumple non mi sono sembrati vicini, né in questo flashback, né in quelli mostrati in altri episodi. Anzi, Milah disprezza Rumple, lo detesta, lo odia. Non mi pare proprio fosse desiderosa di avere un secondo figlio (che, appunto, non è un nuovo vestito, ma un essere umano. Dovrebbe essere il frutto dell’amore che, tra Mialh e Rumple, non c’era più -forse non c’è mai stato-). Senza contare che vivevano in indigenza e che, quindi, una bocca in più da sfamare sarebbe potuto essere un problema. Rumple, credo, abbia visto questa scelta come il minore fra i due mali: poteva salvare il figlio senza fare del male a nessuno. Credo fosse sicuro di non avere la possibilità di altri figli, Bae, invece, era lì, reale e in pericolo. Ha scelto. Bene? Male? Non lo so. Non vedo sinceramente, nell’omicidio, una scelta migliore di questa. E’ un po’ come se avesse fatto una vasectomia, tutto sommato. Anche perché l’accordo riguardava solo il secondogenito di Rumple, NON di Rumple e Milah. Milah non mi sembra abbia mai avuto l’intenzione di allargare la famiglia, si vede benissimo il disgusto che prova nei confronti di Rumple, tu faresti un figlio con una persona per la quale provi disgusto? Sicuramente sarà rimasta ferita dalla scelta di Rumple, questo è certo. Ma non credo le cose sarebbero andate in maniera diversa se lui avesse ucciso il guaritore. L’amore non si crea così. O c’è o non c’è. E quello di Mialh non c’era più da tempo.Se voleva un altro figlio, fra l’altro, come mai non l’ha avuto con Killian? E’ una domanda che mi sono sempre posta, in realtà.
Io l’amore verso Bae da parte di Milah proprio non lo vedo: appena Rumple torna con la pozione e Bae si ritrova fuori pericolo, lei se ne va alla taverna. SE NE VA ALLA TAVERNA. Ma sul serio?!? Ok, è fuori pericolo. Ma stava per morire. Io sarei stata in paranoia al suo capezzale, controllandolo costantemente nella speranza che la pozione funzionasse, non me ne sarei andata a bere. Ma comunque.
A me sembra che tu non voglia giustificare Rumple (giustamente) ma invece per Mialh le giustificazioni abbondano. Aggiungo una cosa, letta nei commenti. Meno male che Milah non se ne sia andata portando con sé Bae. Bea è anche figlio di Rumple e, prima di prenderselo e portarselo via così, sarebbe stato quantomeno gradito un confronto col marito (ma forse è troppo codarda per affrontarlo?) senza contare che, forse, una nave di pirati non sia il posto più adatto per crescere un bambino.
Vorrei ricordarti che Rumple nell’Underworld proprio non voleva andarci, l’eroina Emma l’ha obbligato, minacciandolo, ad andarci. Credo, sostanzialmente, che a lui non gliene freghi molto degli eroi (come, d’altra parte, gli eroi se ne fregano di lui – infatti, quando Dark!Emma l’ha rapito, nessuno si è curato di lui). Aveva appena scoperto che la moglie è incinta di suo figlio. Figlio che, forse, intuisce poter essere in pericolo per colpa del famoso contratto di cui sopra e, quindi, cerca di andarsene il prima possibile. Non trovo vomitevoli le sue parole rivolte a Milah, secondo me è vero: è diventato l’uomo che voleva Milah. L’uomo che uccide per salvare il figlio. L’uomo che si prende ciò che vuole (anche Killian l’aveva spronato a farlo).
Insomma: Rumple nel flashback non uccide il guaritore per salvare il figlio, cerca un’altra strada e non va bene, perché questo lo rende codardo. Rumple nel presente accetta di allearsi con Ade per salvare il figlio, ma non va bene lo stesso, perché così facendo è un pezzo di merda. Di preciso, cosa deve fare? La scelta migliore, forse, sarebbe parlarne con gli altri… ma davvero a loro importerebbe? Come dicevo prima, nessuno di loro tiene in particolare a lui. A nessuno importa. Siamo sicuri lo aiuterebbero? Lui probabilmente è convinto di no (e un po’ anche io).
Rileggendo, in effetti, mi sono accorta di averlo giustificato un po’ (tanto) XD mi dispiace, avevo detto avrei provato a non farlo :/
Capisco se non vorrai rispondermi: difficilmente quando si hanno due posizioni così diverse ha senso parlarne, soprattutto tramite internet. Anche perché la tua opinione emerge chiara dal tuo commento all’episodio.
Detto ciò, spero di non aver causato nessun shitstorm né niente. Volevo solo dare il mio punto di vista sulla vicenda 🙂
buona Pasqua!

Reply
Manuela 30 Marzo 2016 at 09:46

Bravissima kurako , il tuo commento è bellissimo,è come se tu mi avessi tolto le parole dalla mia bocca.

Reply
IllyBC 1 Aprile 2016 at 20:29

Io proprio non capisco, questo continuo paragone fra Rumple e Killian. Questo continuo e perenne osannare l’eroico, perfetto e impavido Hook e affossare e insultare l’egoista, codardo e chi più ne ha più ne metta Rumple. Ma non avete ancora capito come e’ il personaggio di Rumple? Che è un uomo difficile da amare lo dice nella prima stagione e siamo alla quinta. Che è codardo si era capito no? Egoista pure. E allora? C’è bisogno di dirlo tutte le sante volte? Pare che aspettiate la puntata solo per vedere le orrende figure che fa Rumple paragonandole subito a Hook. Allora già che ci siete, tanto per cambiare, fate un paragone diverso per ogni puntata. Che ne so… paragonate Henry a Robin o Pan a Cora. Ce ne sono di personaggi tra cui scegliere. Chi se ne frega di giustificare Rumple? Lui è così, o piace o non piace. Stop. E cercate di parlare solo dei lati positivi della puntata, non penso proprio che leggere articoli del genere faccia aumentare la voglia di guardare Once. Pace e amore.

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv