Once Upon a Time 7×03 – Quando si dice braccia rubate al giardinaggio…

Ciao a tutti Oncers e bentornati a un nuovo commento di questa settima, irriconoscibile stagione di OUAT. Irriconoscibile in quanto a originalità delle idee e trame dalle trovate brillanti che hanno caratterizzato l’esordio di questo show, si intende, perché per il resto, come già detto nelle scorse settimane, se togliamo ambientazioni e cast nuovi stiamo praticamente rivedendo la stessa storia, solo riadattata al “gusto metropolitano”.

 

Un micropassetto alla volta ci addentriamo sempre più nei meandri dell’evil plan di Lady Tremaine/Victoria Belfrey, solo per scoprire che è l’ennesima ripetizione dei soliti modelli già visti e rivisti, cosa che ovviamente contribuisce ad aggiungere zero profondità a un personaggio già di per sé insulso fin dalla primissima apparizione.
Ma andiamo a vedere il dettaglio di questa “The Garden of Forking Paths” nell’audio recensione qui di seguito:


Cliccate qui per il download della traccia audio.

Giusto perché ho promesso di impegnarmi a evidenziare i lati positivi di questa settima annata, ecco la mia Top 3 dell’episodio:

  • Apprezzo innanzitutto, da un mero punto di vista estetico, la consistenza data all’abbigliamento di Henry nell’Altro Reame, che riprende quello che aveva l’Henry più giovane quando ha brevemente vissuto “dall’altra parte”: visto che a interpretarlo è un attore diverso (che tra l’altro mi convince parecchio, aver visto Andrew J. West nel contesto di una storia diversa, o magari uno show del tutto diverso gli avrebbe reso più giustizia) è importante dare un minimo di coerenza visiva e apprezzo questa attenzione ai particolari;
  • Lucy mi convince molto più di quanto fece a suo tempo Henry nella prima stagione, nonostante in genere io abbia un problema di preconcetti riguardo gli attori in giovane età come protagonisti devo dire che Alison Fernandez se la sta cavando bene;
  • REGINA… LANA PARRILLA… anche se la tenessero mezz’ora solo in piedi dietro al bancone a pulire i bicchieri sarebbe comunque la punta di diamante dello show.

Non mi metto neanche a scrivere una Flop 3 perché sarebbe tutto un “LADY TREMAINE” grosso e ciccione (a capeggiare su tutto il resto che già di per sé non è che spicchi proprio per qualità eccelsa).

Vi lascio al promo (come dicevo nell’audio forse vagamente promettente) del prossimo episodio, aspetto di leggere i vostri pareri e ipotesi qui sotto nella sezione commenti e vi invito a seguire le nostre pagine amiche ai link qui di seguito, per rimanere sempre aggiornati sullo show e i suoi interpreti:

Once Upon a Time Official Fan Club Italia
You’re not a villain, you’re my mom ღ
Lana Parrilla Italia

Alla prossima!




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

Ale
Tour leader/traduttrice di giorno e telefila di notte, il suo percorso seriale parte in gioventù dai teen drama "storici" e si evolve nel tempo verso il sci-fi/fantasy/mistery, ora i suoi generi preferiti...ma la verità è che se la serie merita non si butta via niente! Sceglie in terza media la via inizialmente forse poco remunerativa, ma per lei infinitamente appagante, dello studio delle lingue e culture straniere, con una passione per quelle anglosassoni e una curiosità infinita più in generale per tutto quello che non è "casa". Adora viaggiare, se vincesse un milione di euro sarebbe già sulla porta con lo zaino in spalla (ma intanto, anche per aggirare l'ostacolo denaro, aspetta fiduciosa che passi il Dottore a offrirle un giretto sul Tardis). Il sogno nel cassetto è il coast-to-coast degli Stati Uniti [check, in versione ridotta] e mangiare tacchino il giorno del Ringraziamento [working on it...]. Tendente al logorroico, va forte con le opinioni non richieste, per questo si butta nell'allegro mondo delle recensioni. Fa parte dello schieramento dei fan di Lost che non hanno completamente smadonnato dopo il finale, si dispera ancora all'idea che serie come Pushing Daisies e Veronica Mars siano state cancellate ma si consola pensando che nell'universo rosso di Fringe sono arrivate entrambe alla decima stagione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.