Lucifer | 3 grossi NO, 1 scena carina + 1 teoria interessante su Smallville

Nell’episodio di questa settimana – il 3×09, The Sinnerman – Lucifer ha finalmente deciso di tornare a occuparsi della vera storyline della stagione – e fin qui, siamo tutti contenti, anche perché il Sinnerman si sta delineando come un villain cazzutissimo e odiosissimo, il che fa sempre bene alla narrativa (e giusto per dovere di cronaca, sono giunta alla conclusione che sia un angelo caduto o qualcosa del genere).

Il problema è tutto il resto. Ma proprio tutto, tutto, tutto. O quasi.
Mi spiego meglio: hanno fatto partire una storyline, poi l’hanno brutalmente interrotta mettendoci in sequenza un tot di episodi che stonavano sia con la linea temporale attuale, sia con il punto evolutivo a cui erano arrivati i personaggi. Poi eccoci qua, a riprendere la storyline di cui sopra ignorando completamente tutta una serie di fatti accaduti negli episodi random.

  1. Chloe che fa la gatta morta con Clark Kent, che pende dalle sue labbra, che si comporta come il suo fedele cagnolino non-si-può-vedere. Dov’è finita l’intimità delle partite a Monopoli e delle collane a proiettile? Esattamente come queste due cose non avevano senso dopo l’allontanamento di Lucifer e Chloe e l’entrata in scena di Clark Kent, ora questo scodinzolare dietro a Smallville non ha senso proprio perché in mezzo ci hanno ficcato tutta un’altra serie di cose (dimenticandosi completamente dell’esistenza di Pierce che, vi ricordo, è stato nominato una volta – probabilmente per sbaglio – nel corso dell’ultimo mese e mezzo).
  2. Negli episodi a caso abbiamo visto una notevole spinta di Lucifer verso il lato empatico dell’umanità. Si interessa della salute psicologica di tutti quelli intorno a lui, fa l’amico posato e per bene, diventa una spalla sulla quale poter fare affidamento per ogni cosa. Poi però torna Maze – dopo MESI di assenza – che gli dice chiaro e tondo di aver bisogno di lui e lui cosa fa? Su di dosso Mazekin, ho da fare. Oooooookay. Capisco l’urgenza del caso, capisco il Sinnerman, capisco tutto quello che volete, ma rimane comunque un grosso NO.
  3. Amenadiel e Linda, risvolto abbastanza prevedibile e naturale ma… Amenadiel & Maze! Qui è il mio piccolino cuoricino da shipper a piangere.

In mezzo a tutti questi grandi no, c’è però stata anche una scena estremamente tenera e carina verso la fine della puntata fra Dan e Charlotte. Sono una coppia assortita malissimo – e lo sono sia se consideriamo lei come Charlotte o come Mamma – ma forse proprio per l’assurdità dell’assortimento, risultano davvero bellini presi insieme.

Veniamo ora a Smallville, ovvero Clark Kent, ovvero Marcus Pierce, ovvero il tenente. Abbiamo speculato molto sulla sua vera identità – sinnerman, angelo, daddy dearest, superman che sta facendo un crossover di cui solo lui è a conoscenza. Però ieri vagando su Tumblr sono incappata in questa teoria basata sui fumetti e che secondo me ha un sacco di senso: Pierce potrebbe essere Cain? Sappiamo che il Sinnerman gli ha ucciso il fratello, abbiamo avuto modo di intuire che non sia abituato a rimanere ferito, le sue origini sono poco chiare e sicuramente ha un interesse che va oltre la pura scienza per Lucifer. Che ne pensate?
Vi lascio qui anche il post di tumblr in questione:

https://thenightling.tumblr.com/post/168215363618/is-marcus-pierce-cain

Io vi dico la verità, sto rimanendo un po’ stordita da questi continui cambi di rotta nei personaggi e questi continui buttar lì storyline, sospenderle, ignorarle completamente, riprenderle dal nulla. Non credo faccia bene alla continuità narrativa dello show e giunti a questo punto sto anche iniziando ad irritarmi per il fatto che Chloe continui a non immaginare nulla della vera identità di Lucifer o perfino dal fatto che nessuno si sia ancora lasciato scappare di bocca di fronte a Charlotte che lei sarebbe la madre di Lucifer – il che porterebbe a dei risvolti quanto meno interessanti e diversi dal solito. Il punto è che i singoli episodi – presi per l’appunto singolarmente – sono anche fatti bene, è all’interno di un contesto più ampio che stonano tantissimo gli uni con gli altri.

Voi che ne pensate?




Continua a seguire Telefilm Addicted su Facebook e Telefilm Addicted su Twitter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime news e iniziative.

ChelseaH

Nella sua testa vive nella Londra degli anni cinquanta guadagnandosi da vivere scrivendo romanzi noir, nella realtà è un’addetta alle vendite disperata che si chiede cosa debba farne della sua laurea in comunicazione mentre aspetta pazientemente che il decimo Dottore la venga a salvare dalla monotonia bergamasca sulla sua scintillante Tardis blu. Ama più di ogni altra cosa al mondo l’accento british e scrivere, al punto da usare qualunque cosa per farlo. Il suo primo amore telefilmico è stato Beverly Hills 90210 (insieme a Dylan McKay) e da allora non si è più fermata, arrivando a guardare più serie tv di quelle a cui è possibile stare dietro in una settimana fatta di soli sette giorni (il che ha aiutato la sua insonnia a passare da cronica a senza speranza di salvezza). Le sue maggiori ossessioni negli anni sono state Roswell, Supernatural, Doctor Who, Smallville e i Warblers di Glee.

2 Comments

  1. Giò

    7 dicembre 2017 at 22:20

    Sono assolutamente d’accordo con te! Singolarmente questi episodi sono impeccabili MA, e questo è il grosso problema, questa terza stagione ha completamente perso la “retta via”.
    Posso partire dal fatto che più mi ha irritato: Maze che lavorava come cacciatrice di taglie per poi tornare alla fine della terza puntata, storyline veramente eccellente che per me si chiudeva lì.
    Puntata buttata però a caso (e che si nota essere una di quelle della precedente stagione) perché adesso Maze ritorna come se fosse via da moltissimo tempo. Hanno gestito alla grande la gravidanza dell’attrice, chapeau.
    Per non parlare di Chloe..
    L’unica osservazione che posso fare è che in generale la sua storia e quella riguardo Lucifer e i suoi poteri vengono affrontate sempre mooooooooolto lentamente ma mi aspetto una svolta prima o poi.
    Per me hanno gestito in modo pessimo le quattro puntate bonus che avevano ottenuto, utilizzate come tappabuchi in questa stagione.
    Ora spero che continuino con la storyline principale perché sarei curiosa di scoprire qualcosa di più riguardo il Sinnerman che diciamocelo, si è fatto catturare.
    Marcus è l’altro grande mistero ma non vorrei fosse fumo negli occhi e in verità si rivelasse solo un detective che non ha nulla a che fare con il sovrannaturale.
    Alla prossima puntata!

    • ChelseaH

      ChelseaH

      8 dicembre 2017 at 18:39

      Ahahaha, ogni volta che mi viene in mente qualche teoria su Marcus finisco sempre anch’io a pensare “adesso vedi che in realtà è solo uno che passava di lì per caso a cui hanno ficcato in bocca un paio di battute criptiche giusto per trollarci un po’” xD

      Io spero che la svolta per Lucifer e Chloe arrivi presto, non dico che lei debba scoprirlo così di botto, ma che almeno inizi a porsi giusto quelle due domande in più… vedremo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.