Image default
Legacies Recensioni

Legacies 1×15 – Tutti i nodi vengono al pettine

Ci stiamo preparando per il grande finale di questa prima stagione di Legacies e tutte le domande senza risposta sembrano aver preso forma. In questa penultima puntata di questa prima stagione abbiamo scoperto alcune cose molto interessanti.
Ma andiamo con ordine!

L’agente Clarke e la sua storia sono forse la parte che mi ha sconcertato di più in questa puntata: non mi è chiaro se sia un cattivo ragazzo che si vuol far credere buono o un bravo ragazzo che si finge cattivo.

Resta un po’ avvolto del mistero nonostante la rivelazione di Malivore. Non so se la storia raccontata sia vera, e potrebbe benissimo esserlo, oppure se sia un modo per manipolare Landon per portarlo a fare quello di cui ha bisogno. Ma di cosa ha bisogno? Vuole davvero riportare in vita suo padre, il divoratore dell’oscurità? Oppure lavora per la Triade e il suo unico scopo è quello di cancellare dalla terra ogni essere soprannaturale. Che poi in realtà, secondo la storia raccontata, lupi streghe e vampiri sono immuni a Malivore, quindi qualche buco resta.

Vorrei davvero potermi fidare di lui ma temo il peggio. Vero anche che non sta aiutando la Triad; anzi ad un certo punto dice che nel pozzo ci finivano tutti quelli che per Triad erano un ostacolo. Il che mi porta a pensare che forse, non tutti quelli finiti nel pozzo fossero davvero mostri e che non tutti i mostri siano veramente stati gettati nel pozzo.

Con la storia di Malivore, Clarke cerca di guadagnarsi la fiducia di Landon, e la nostra. Sappiamo dall’inizio che Landon desidera una famiglia, e Clarke gli dice che riportando in vita il padre, tutti i suoi desideri si realizzerebbero. Ma è davvero così? Secondo quando narrato, Landon è quello che il Divoratore dell’Oscurità ha sempre desiderato: il figlio perfetto.

E su questo punto, Clarke fa leva sui sentimenti della nostra fenice rivelandogli di essere suo fratello (vi avevo detto che poteva essere il padre  quasi ci avevo azzeccato dai) e di essere in grado di dargli una famiglia che lo accetti per quello è veramente. Non so cosa pensare: non mi fido di lui e credo che nemmeno Landon lo debba fare. Abbiamo ancora una puntata per scoprirlo e un’intera seconda stagione. Penso che questa storyline sarà molto interessante.

Ma passiamo all’altra storia che mi sta a cuore forse più di del destino di Landon: finalmente le gemelle hanno scoperto cosa aspetta loro compiuti i 22 anni. Il padre ha rivelato loro che una delle due dovrà fondersi con l’altra così come vuole la maledizione della loro congrega.

legacies recensione lizzie josie
Lizzie e Josie durante tutta la stagione hanno avuto alti e bassi nel loro rapporto: era come se avessero un elastico, si allontanavano e si riavvicinavano. Penso di aver perso il conto delle volte che è successo.

Durante tutta la stagione abbiamo visto come Lizzie sia completamente indipendente da Josie che al contrario ha sempre cercato di soddisfare le esigenze della sorella sacrificando spesso la propria felicità. Abbiamo capito che Lizzie ha un’estrema necessità di essere sempre e comunque al centro dell’attenzione e questo ha portato il loro rapporto ad essere unilaterale e co-dipendente.

Entrambe hanno la loro parte di colpa per questa situazione ovviamente. Josie ha rinfacciato ancora una volta alla sorella di che ha dovuto sempre preoccuparsi per lei. E Lizzie ha ragione quando le dice che la codipendenza ha bisogno di due persone. Non si diventa codipendenti da soli. “Si sono terribile e bisognosa, ma nel profondo sei felice di nascoderti e far si che sia io a essere odiata perché tu sei troppo spaventata per essere te stessa” In questa situazione, in questa scena, si è vista l’ipocrisia di Josie che ha sempre addossato tutte le colpe alla sorella. Durante il loro scontro entrambe hanno dimostrato di essere forti e in grado di combattersi l’un l’altra.

Sicuramente Josie ha ragione quando dice che entrambe dovrebbero avere una vita loro, distante l’una dall’altra. Solo così si capirebbe il vero carattere di una e dell’altra. Io, come Lizzie, credo che Josie si sia nascosta da sempre dietro una maschera che non le appartiene.

Passiamo ad Hope e all’incontro con il suo subconscio.
hope legacies

Durante la conversazione con il finto Landon (posso dire che avrei preferito che il subconscio di Hope fosse Klaus?), ha tirato fuori quello che si portava dentro da molto tempo, l’essere un errore cosmico, il fatto che forse non avrebbe dovuto esistere: perciò non voleva che Landon se ne andasse, non tanto per proteggerlo ma perché voleva che per qualcuno, lei valesse la pena di restare.

Dopotutto ha perso gran parte della propria famiglia e questo non è facile per una ragazzina. Il subconscio di Hope di è manifestato come qualcuno che si preoccupa per lei e in questa forma il suo subconscio le ha fatto capire che non si stava ascoltando. Che non stava davvero ascoltando il suo cuore. Hope ha davanti a se un lungo viaggio attraverso se stessa e la capacità di amare se stessa oltre che a affidarsi a qualcuno per farlo entrare nel suo cuore.

Infine abbiamo Ric, che finalmente ha affrontato le figlie e che ha capito che per gestire la scuola ha bisogno di aiuto.

Alaric Figlie Lizzie Josie
Alaric ha dovuto affrontare molte difficoltà nella vita e ora ha davanti a se il duro compito di proteggere i ragazzi della sua scuola. Un compito difficile per chiunque, soprattutto per un umano circondato da ragazzini con poteri sopra la norma.
Vederlo con le figlie, mi ha davvero fatto tenerezza. Ha affrontato il discorso da padre che non vorrebbe fallire mai con i propri figli. E ha ragione quando dice “quale momento è il migliore per dire alle tue figlie una cosa del genere?” E’ come se dovessimo dire ai nostri figli che ad un certo punto non possiamo più far nulla per loro. Sarebbe come ricevere un coltello dritto nel cuore. E credo che per lui sia stato lo stesso.

Grazie all’aiuto di Emma, ha accantonato il suo orgoglio e ha chiesto aiuto a Dorian. Ric non può affrontare tutto da solo. E anche con Emma e Dorian al suo fianco, dovrà comunque chiedere tutto l’aiuto possibile per gestire la scuola. Ric vorrebbe ritrovare l’equilibrio che c’era quando erano lui e Caroline. Spero che ora possa ritrovarlo. Se lo merita.

Vi lascio al TOP 3 di questa settimana.

LA TORTA ALLA CREMA DI BANANA DI LIZZIE
Credo sia la torta più schifosa che possa esistere sulla faccia della terra, ma sarei stata davvero curiosa di vederla. Magari non di assaggiarla.

RAFAEL e HOPE
Rafael legacies
Rafael sta affrontado un momento difficile e mi sembra che sia lasciato un po’ solo. Mi è però piaciuto molto il momento avuto con Hope dove quest’ultima gli ha suggerito di pensare a se stesso per un volta, non solo al bene degli altri. Credo che abbia ragione. Anche Rafael di merita una gioia.

IL LATO ARTISTICO DI HOPE
Mi piace molto quando all’interno dello show mostrano il lato artistico di Hope che la collega al padre. Il richiamo costante alle origini è marcato e adoro che lo facciano così spesso.

Vi do appuntamento alla prossima settimana con l’ultima puntata di questa prima stagione!

Related posts

How I Met Your Mother | Recensione 7×10 – Tick Tick Tick

Lunabi

The Walking Dead | Recensione 4×04 – Indifference

Clizia Germinario

This Is Us | Chi ha tempo, non aspetti tempo

Gnappies

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.